Sfida primo erogatore Mares vs Apeks

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Intendo l'incapacità di mantenere la pressione intermedia. Il problema è più evidente quando l'erogatore è in pressione ma in stato di riposo (non eroga o eroga con lunghe pause di fermo, tipico degli erogatori di backup). Tuttavia, non dovrebbe accadere. In determinate occasioni, particolarmente specifiche, lo ammetto, la cosa può scaturire problemi seri.

    Commenta


    • #17
      Originariamente inviato da Appassionato Visualizza il messaggio
      Intendo l'incapacità di mantenere la pressione intermedia. Il problema è più evidente quando l'erogatore è in pressione ma in stato di riposo (non eroga o eroga con lunghe pause di fermo, tipico degli erogatori di backup). Tuttavia, non dovrebbe accadere. In determinate occasioni, particolarmente specifiche, lo ammetto, la cosa può scaturire problemi seri.


      Ciao Appassionato.

      Massimo rispetto per la tua esperienza, che non voglio e non metto in discussione.

      Io ho 2 Scubatec, primi stati a membrana (non a doppia camera stagna ma i classici membrana bilanciati), li uso ormai da qualche anno e mi sono immerso anche a quote, per me, importanti parlo di -60 metri più o meno, in aria, non ho mai avuto problemi, non trafilano.

      I secondi stadi sono dei classici a valvola pneumatica in cui si può regolare sia l'effetto venturi che la durezza.

      Io sarò stato fortunato, e lo sono stato il secondo l'ho vito con un biglietto della lotteria durante una cena del circolo , ma non ho mai riscontrato problemi di stabilità della pressione intermedia, cosa che porterebbe ad un trafilamento.

      Io non so quanto è stabile la pressione intermedia nel momento in cui s'innesca l'erogazione, quasi tutti i primi stadi di tutte le marche hanno in quel momento un calo repentino che viene subito colmato salvo i Mares gli unici primi stadi (che io sappia) ad avere un'ottima stabilità della pressione ad inizio erogazione potendo contare sul loro sistema particolare che si avvale anche nel primo stadio dell'effetto venturi (generato dal principio di Bernulli).

      Tutti gli erogatori quando iniziano l'erogazione hanno un repentino calo della pressione intermedia per poi stabilizzarsi.
      Questo è un qualcosa comune a tutti gli erogatori, io non posso dire di aver percepito negli Scubatec un ritardo tale da essere percepito durante l'uso nel secondo stadio, anche a forte profondità (comunque sempre entro quello che io faccio oltre non mi esprimo).

      I primi stadi hanno una portata per essere certificati CEE, e gli Scubatec sono certificati CEE, tale per cui non c'è ritardo nella risposta del secondo stadio anche se ammetto che la pressione intermedia nel momento in cui s'innesca l'erogazione cala ma cala in tutti i primi stadi, chi più chi meno a seconda della meccanica, ripeto, quelli che hanno il minor calo sono i Mares.

      Cordialmente
      Rana

      Commenta


      • #18
        Per completezza a quanto sopra descritto posto questo video Mares che parla appunto del calo di pressione iniziale, che si verifica quando il primo stadio è in pressione e a riposo inizia ad erogare.



        Come si evince, molto enfatizzato da questo video che è sempre e pur sempre uno spot pubblicitario, il sistema DFC della Mares è stato studiato apposta per minimizzare la caduta della pressione intermedia ad inizio erogazione.

        Tanto per capire in questo modo di che calo si parla.


        Cordialmente
        Rana

        Commenta


        • #19
          Ciao Rana,
          E' un vero piacere chiacchierare con te, apprezzo sempre i tuoi interventi.
          Quello che hai appena descritto è esattissimo ed è il motivo per cui, se l'erogatore è "attivo" (vale a dire ci si respira regolarmente), il problema non viene fuori a meno che non ci sia un evidente malfunzionamento del primo stadio.
          E' proprio quel calo di pressione dovuto alla respirazione che evita l'innalzamento oltre i valori impostati (diciamo i classici 9,5bar). Il calo nei miei Scubatec è di circa 2bar e quasi tutto quel valore viene rispristinato immediatamente (solitamente il valore si riattesta a 9bar per arrivare ai 9,5bar dopo alcuni secondi).
          Il problema è che, in mancanza di un successivo atto di respirazione o di spurgo del 2' stadio, la pressione tende a salire ulteriormente. L'incremento varia secondo l'erogatore in esame (ne ho avuti fino a 7 contemporaneamente) e accade solo su quelli a membrana.
          L'unico a pistone non ha mai dato alcun problema ma questo è dovuto proprio al fatto di essere a pistone. Dopo l'ultima revisione l'ho lasciato 24 ore in pressione e non si è mosso dal valore iniziale.

          Per questo dico che in condizioni normali (erogatore primario usato frequentemente) il problema non sarà mai evidente, posto che l'erogatore in questione abbia quel problema, ovviamente.

          Tuttora, il mio erogatore primario nella immersioni in circuito aperto è un F30 e pur vedendo che anch'esso risente di un minimo di instabilità, la cosa non mi crea alcun fastidio.

          Commenta


          • #20
            Poi possiamo anche disquisire sul fatto che 2 bar di calo dai 9,5bar siano (a mio avviso) eccessivi. Altri erogatori, tu hai citato i Mares ma ce ne sono anche altri, hanno un calo molto meno vistoso, parlo di circa 0,5bar.
            Ma questo è un discorso diverso che evidenzia la diversità tra un erogatore ed un altro, anche se tutti gli erogatori fanno il loro dovere.

            Commenta


            • #21
              Solo un altro commento riguardo l'innalzamento della pressione intermedia. L'incremento porta ad un trafilamento solo se supera i valori che fanno scattare la valvola di sovra-pressione o quella del secondo stadio.
              Nei miei erogatori avviene intorno ai 14bar (questa è l'impostazione delle valvole) ma se l'incremento resta sotto questo valore non noterai alcun trafilamento, solo una maggiore sensibilità del secondo stadio che, se regolabile, può essere limitata.

              Commenta


              • #22
                Sono curioso, farò una prova misurando la pressione intermedia prima, durante e dopo l'erogazione.
                Ovviamente anche a distanza di qualche minuto oppure ore - tanto mi basta lasciare tutto lì.
                Proverò nel weekend - ho un F40 e un F20 a cui collegherò lo stesso FX1. Purtroppo una sola bombola, monoattacco, qui con me.
                Se avessi molto più tempo potrei fare molte più cose.
                L'ottimista pensa che viviamo nel migliore dei mondi possibili, il pessimista teme che sia vero.

                Commenta


                • #23
                  Originariamente inviato da Appassionato Visualizza il messaggio
                  Solo un altro commento riguardo l'innalzamento della pressione intermedia. L'incremento porta ad un trafilamento solo se supera i valori che fanno scattare la valvola di sovra-pressione o quella del secondo stadio.
                  Nei miei erogatori avviene intorno ai 14bar (questa è l'impostazione delle valvole) ma se l'incremento resta sotto questo valore non noterai alcun trafilamento, solo una maggiore sensibilità del secondo stadio che, se regolabile, può essere limitata.
                  Ciao Appassionato.

                  Mi piace sapere come sono fatti gli erogatori ma non sono un tecnico do professione per cui accetto quello che hai detto, senza avallare o smentire nulla, perché non ne ho le competenze.

                  Quanto vado a dire sono solo mie supposizioni, pensieri che, premetto non sono frutto di consolidate nozioni tecniche ed esperienze nell'ambito della revisione di erogatori.

                  Faccio fatica a pensare che i miei Scubatec da una pressione intermedia tarata per (riporto quanto hai detto) 9 bar, possa crescere fino a 14 bar.

                  Un aumento di oltre il 55% della pressione intermedia causerebbe, secondo me, autoerogazione.
                  Inoltre mi chiedo come fa a salire a 14 bar, dato che a 9 la valvola del primo stadio deve chiudersi.
                  Dando per scontato che la valvola funzioni correttamente.

                  Io penso di aver capito il tuo discorso sul fatto che si possa creare una sorta di "rimbalzo" della pressione intermedia, nel momento in cui vado ad innescare l'erogazione, quindi si genera una caduta di pressione intermedia, seguita subito da una chiusura del secondo stadio che spinge ad un repentino innalzamento che potrebbe portare anche ad avere nel circuito di bassa pressione una piccola differenza in più innalzando l'intermedia a 9,5 bar come hai descritto.

                  Io non ho capito come farebbe con lo stesso sistema ad arrivare a 14 bar che è una pressione intermedia troppo elevata se si parte da una taratura a 9 bar.
                  O, per qualche motivo a me sconosciuto si va a girare la ghiera di regolazione della molla posta sopra la membrana e quindi si varia il carico aumentando la pressione intermedia, oppure non riesco a capire come si possa arrivare a 14 bar da un erogatore tarato a 9 bar che non subisce alterazioni.

                  Inoltre parli di una valvola di sovrappressione che scatterebbe nell'ipotesi che la pressione intermedia superi i 14 bar o sia prossima ad essa.
                  Nei miei primi stadi Scubatec non ho mai visto ne sapevo che ci fosse una valvola di sovrappressione.
                  Normalmente i primi stadi non hanno valvole di sovrappressione dato che normalmente le valvole del secondo stadio sono di tipo "downstream" ossia la pressione intermedia aiuta ad aprire la valvola del secondo stadio (immaginate il funzionamento di una porta antipanico).
                  La valvola di tipo "downstream" del secondo stadio funge da valvola di sovrappressione questo è il motivo per cui i primi stadi non montano valvole di sovrappressione.

                  Diverso è il primo stadio del Poseidon in cui alcuni secondi stadi usano valvole di tipo "upstream" in cui la pressione intermedia aiuta a tenere chiusa la valvola, in questo caso se la valvola del primo stadio si rompe nel circuito intermedio finisce la pressione della bombola che blocca in chiusura la valvola del secondario.
                  In questo caso i primi stadi Poseidon e tutti gli erogatori con valvole "upstream" montano valvole di sovrappressione che scaricano l'eccesso di pressione impedendo che nel circuito intermedio la pressione mandi in blocco l'erogazione.

                  erogatore-primo-stadio-poseidon-xstream-duration-m26x2.jpg
                  In questa foto è visibile il primo stadio Poseidon con la valvola di sovrappressione in rosso.

                  Le valvole di sovrappressione come queste:
                  s-l225.jpg
                  Vengono montate anche sui primi stadi dei bombolini che alimentano le mute stagne, proprio per il fatto che a questi primi stadi non vengono abbinati i secondi stadi che fungono da valvola di sovrappressione ma vengono direttamente collegati alla valvola di carico della stagna che nel caso in cui si dovesse rompere il primo stadio si troverebbe a gestire una pressione troppo alta.


                  Cordialmente
                  Rana

                  Commenta


                  • #24
                    C'è un erogatore scubatec (F6) per argon che ha la valvola di sovrappressione a basso proffilo installata di fabbrica:
                    ViewImageWtm.asp?f=713_primo-stadio-mini-pe_17li.jpg
                    Ma spero che Appassionato non lo sia così tanto da respirare attraverso un primo stadio pensato per Argon. Per carità, non è che non funzioni, ma tutti gli accorgimenti lì non ci sono - la sua destinazione d'uso è diversa e la valvola c'è proprio perché in caso di troppa pressione intermedia potrebbe causare problemi alla valvola di gonfiaggio della stagna che non essendo un secondo stadio, non è detto che "aprirebbe" in autoerogazione.
                    Ultima modifica di Alastar; 04-02-2021, 15:45.
                    Se avessi molto più tempo potrei fare molte più cose.
                    L'ottimista pensa che viviamo nel migliore dei mondi possibili, il pessimista teme che sia vero.

                    Commenta


                    • #25
                      Chiedo scusa per la confusione che ho generato involontariamente.
                      La valvola di sovra-pressione è stata aggiunta da me come misura precauzionale, dato che ho installato una valvola "flowstop" all'ingresso del secondo stadio.
                      Non fa parte dell'erogatore standard.
                      Il flowstop impedisce al secondo stadio di andare in erogazione continua senza che me ne possa accorgere ma se non è bilanciato da un'altra valvola che possa consentire uno sfogo in caso di incremento di pressione, si correrebbe il rischio di esplosione della frusta di bassa pressione.
                      In realtà non sono sceso in questi dettagli perchè volevo solo manifestare la mia delusione sugli erogatori.
                      In realtà, la stessa valvola di sovrapressione viene utilizzata anche sull'erogatore del bombolino della stagna (anche questo un F40) proprio per la mancanza del secondo stadio. Sia questo, che un altro erogatore sono arrivati a superare i 14bar in immersione, dato che la valvola ha cominciato a far fuoriuscire gas.
                      Spero sia un pochino più chiaro.

                      Commenta


                      • #26
                        Per quanto riguarda l'incremento non voluto oltre i 9,5bar, mi è stato spiegato essere dovuto all'accoppiata membrana/molla che non fa bene il lavoro che è daputata a fare e non riesce a mantenere l'equilibrio che gli erogatori a pistone fanno in maniera molto più semplice.
                        Adesso non ricordo esattamente i dettagli della spiegazione per cui nel tentativo di dire di più potrei affermare delle sciocchezze. Il punto è che ho riscontrato lo stesso identico problema (con maggiore o minore gravità) in più di un erogatore, nonostante le revisioni.

                        Commenta


                        • #27
                          Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

                          ....
                          Io penso di aver capito il tuo discorso sul fatto che si possa creare una sorta di "rimbalzo" della pressione intermedia, nel momento in cui vado ad innescare l'erogazione, quindi si genera una caduta di pressione intermedia, seguita subito da una chiusura del secondo stadio che spinge ad un repentino innalzamento che potrebbe portare anche ad avere nel circuito di bassa pressione una piccola differenza in più innalzando l'intermedia a 9,5 bar come hai descritto.
                          In realtà, più che di rimbalzo parlerei dell'effetto che crea l'apertura del secondo stadio sulla pressione intermedia. Dato che l'incremento oltre il valore impostato di 9,5bar avviene col passare del tempo in stato di inattività, l'atto di respirazione interrompe l'incremento eccessivo di pressione intermedia perchè scarica ciò che si è accumulato fino ad allora.
                          E' come se un rubinetto che continua a immettere acqua in un lavello, non riesca a fare innalzare il livello d'acqua oltre il bordo perchè a intervalli regolari apro il tappo e lascio defluire l'acqua dallo scarico.
                          Scusate la metafora un pò grezza

                          Commenta


                          • #28
                            Originariamente inviato da Appassionato Visualizza il messaggio
                            ............................ Sono perfettamente cosciente che certe marche facciano pagare il nome ma la qualità di certi modelli di ***** e ******** è indiscussa e certamente in situazioni particolarmente delicate non si vuol correre il rischio di brutti scherzi.
                            ....................
                            Maledette multinazionali.
                            www.filoariannadive.com

                            Commenta


                            • #29
                              Originariamente inviato da Alastar Visualizza il messaggio
                              A questo punto, visto che sono diventato curioso e non posso fare prove, che intendi per "stabilità" di un erogatore ?
                              Una cosa è stabile quando in curva non sbacchetta né ondeggia.
                              www.filoariannadive.com

                              Commenta


                              • #30
                                Originariamente inviato da Appassionato Visualizza il messaggio
                                ...........................
                                Il problema è che, in mancanza di un successivo atto di respirazione o di spurgo del 2' stadio, la pressione tende a salire ulteriormente. L'incremento varia secondo l'erogatore in esame (ne ho avuti fino a 7 contemporaneamente) e accade solo su quelli a membrana.
                                L'unico a pistone non ha mai dato alcun problema ma questo è dovuto proprio al fatto di essere a pistone. Dopo l'ultima revisione l'ho lasciato 24 ore in pressione e non si è mosso dal valore iniziale.
                                .........................
                                Modalità seria ON.
                                Se dopo l'atto inspiratorio la pressione sale oltre la taratura, il fatto che un erogatore sia a pistone o a membrana non ci incastra nulla.
                                Quando capita questo inconveniente è perché la valvola non chiude perfettamente, si è segnata con il tempo e/o con l'uso. Si apre l'erogatore, si cambia la valvolina e non succede più.
                                Scubatec, scubapro, apeks o mares.

                                www.filoariannadive.com

                                Commenta

                                Riguardo all'autore

                                Comprimi

                                Salvatore92 Per saperne di più su Salvatore92

                                Statistiche comunità

                                Comprimi

                                Attualmente sono connessi 99 utenti. 1 utenti e 98 ospiti.

                                Il massimo degli utenti connessi: 1,553 alle 05:45 il 16-01-2023.

                                Scubaportal su Facebook

                                Comprimi

                                Sto operando...
                                X