controllo remoto del manifold

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • cesare
    ha risposto
    se lui ha problemi e il bibo rovesciato può esserne la soluzione per andare in acqua in comfort non vedo grossi broblemi.…..sai quanto pesa il meg ad esempio e quanti pesetti ci vogliono per sgonfiare con la speranza di scendere?...ma aldilà dei tre o dodici sono ambo rovesciati….c'è poco da fa'….il meg sul fondo schiena è un omicidio volontario senza condizionale e attenuanti generiche

    Lascia un commento:


  • GardaReb
    ha risposto
    Scusa Cesare, ma hai letto bene cosa ho scritto? Degli speleo e di Casati? Paragoni un bibo 12+12 rovescitato a 3+3 del reb?
    Forse ti conviene rileggere bene.

    Lascia un commento:


  • cesare
    ha risposto
    garda non essere così assolutistico...la vita è fatta di affermazioni ritrattate….il bibo rovesciato non l'ho mai usato, ma uso un reb, il revo , che è un bibo rovesciato. i gue hanno strani accrocchi sui reb che il povero pommello sul bibo diventa un sistema di assoluta sicurezza quanto il reb configurato gue. se uno ha problemi ad usare una certa configurazione trovo corretto provi configurazioni che gli permettano di immergersi in tranquillità...non so tu cosa leggi, a me non interessa l'uso, ma il bibo rovesciato lo usano speleo piuttosto bravini che a legger ste pipperate ridono. non so se hai mai guardato con attenzione la configurazione di casati….se ti va di criticarlo accomodati pure, per me rimane un meraviglioso animale da acqua con accorgimenti dettati dalla necessità e non da uso in palestre per addestramenti canini…...

    Lascia un commento:


  • paolo55
    ha risposto
    Mi sembra importante che ognuno possa avere dei gradi di liberta' nel decidere la sua configurazione. Ci sono esigenze specifiche ed anche semplici preferenze. La presunzione del "si deve fare in questo modo" da un certo livello di esperienza in poi non fa per me
    in funzione del contesto esistono utili varianti che possono diventare consuetudine del singolo dalla pinna lunga o corta al tipo di gav al tipo di erogatore per non parlare di mute umide semistagne o stagne
    La scuola di pensiero esiste ma si e olve con i contributi del singolo
    Paolo

    Lascia un commento:


  • GardaReb
    ha risposto
    Originariamente inviato da Albertosixsix Visualizza il messaggio


    Il fatto che i più grandi speleosub come dici tu non la usino non significa niente.


    Buon fine settimana a tutti
    Ammbeh, allora......spiegalielo tu a Casati come ci si immerge.
    Tante cose.

    Lascia un commento:


  • Albertosixsix
    ha risposto
    Originariamente inviato da GardaReb Visualizza il messaggio
    Quidi, all'amico Albertosixsix abbiamo già risposto ampiamente secondo me. E' lui che ha chiesto info e noi abbiamo risposto. Se poi lui è convinto di utilizzare una prolunga a molla per il manifold e due prolunghe con coppia conica e giunto cardanico per le rubinetterie, libero di farlo.

    Io non ho chiesto alcuna info.

    E comunque non ho ricevuto alcuna risposta, corredata da valido motivo tecnico, che mi possa far cambiare idea sull'uso del remoto.
    Il fatto che i più grandi speleosub come dici tu non la usino non significa niente.

    Ho solo condiviso con voi un mio pensiero

    Buon fine settimana a tutti
    Ultima modifica di Albertosixsix; 13-04-2019, 14:34.

    Lascia un commento:


  • GardaReb
    ha risposto
    Anche se ho avuto una formazione molto lontana dagli standar gue/dir, devo dargli atto di due cose:
    1) non transigono sull'addestramento alla chiusura e apertura delle rubinetterie.
    Che dopo per loro, se fisicamente non "sei dotato" della necessaria mobilità, non puoi immergerti, è un altro discorso.
    2) non hanno mai contemplato cagate fotoniche tipo gav doppia camera, prolunghe, deviatori di flusso, bibo rovesciato ecc ecc

    Condivido quello che dice Paolino....manifold chiuso e doppio manometro (e gia qui x gue sei da fucilare), ma io, non arrivandoci proprio, vado ancor piu in sicurezza con bibo separato. Le perdite dal manifold sono rarissime ma comunque non pari a zero.

    Quidi, all'amico Albertosixsix abbiamo già risposto ampiamente secondo me. E' lui che ha chiesto info e noi abbiamo risposto. Se poi lui è convinto di utilizzare una prolunga a molla per il manifold e due prolunghe con coppia conica e giunto cardanico per le rubinetterie, libero di farlo.

    Lascia un commento:


  • paolo55
    ha risposto
    @armvf
    Tutto chiaro.
    Grazie
    Paolo

    Lascia un commento:


  • reato
    ha risposto
    Originariamente inviato da amrvf Visualizza il messaggio
    ............................ non gioco alla roulette russa quando vado in acqua e mi immergo SOLAMENTE con compagni che condividono configurazione e procedure.
    ............................
    Quindi per Albertosixsix non c'è problema, non corre il rischio di incontrarti sott'acqua e coinvolgerti così in un suicidio di massa.

    Lascia un commento:


  • amrvf
    ha risposto
    Originariamente inviato da paolo55 Visualizza il messaggio
    Mi incuriosisce la definizione obblighi significativi di decompressione
    Probabilmente anche io come RANA non arrivo a dovere affrontare impegni simili
    no, no, niente di particolare, ho già scritto che ho limitato il mio range operativo, generalmente quadre entro i 30 minuti ed entro i 50 metri, quanto basta per dover gestire una eventuale emergenza in acqua e non poter risalire direttamente.
    è un approccio molto conservativo, ma siamo tutti quasi sessantenni.

    Lascia un commento:


  • Lombo
    ha risposto
    Io in ricreativa vivo di rapporti occasionali, in tecnica, essendo una persona seria, aspetto almeno il terzo appuntamento, come tanti non disdegno, in entrambi i casi, di arrangiarmi da solo...il vantaggio é che ho conosciuto un sacco di persone interessanti e da più d'una, anche quando in acqua ce n'era solo una, ho imparato qualcosa...

    Lascia un commento:


  • paolo55
    ha risposto
    Mi incuriosisce la definizione obblighi significativi di decompressione
    Probabilmente anche io come RANA non arrivo a dovere affrontare impegni simili
    Ciao
    Paolo

    Lascia un commento:


  • RANA
    ha risposto
    amrvf

    ​Grazie per l'esaustiva risposta.

    Nulla da eccepire.

    Io non mi pongo canoni cosi rigidi ma probabilmente le mie immersioni sono di altra natura, probabilmente non rientrano in quelle che tu definisci "obblighi significativi di decompressione".

    Cordialmente
    Rana

    Lascia un commento:


  • amrvf
    ha risposto
    Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

    Amrvf ciao.
    Ho affrontato in passato discussioni con chi, come te, ha questo approccio "radicale", nella fattispecie i subacquei "Dir" (Gue e compagnia bella) in tempi in cui erano in auge, oggi la crisi economica li ha ridimensionati in tutto, e, molti anche nelle convinzioni.
    Io amo dire, rispetto tutti nella misura in cui riescono a rimanere coerenti con quanto affermano.
    Non ti conosco e per tanto non ho motivo per pensare che tu non sei coerente con quanto affermi, quindi massimo rispetto.

    Ipotizziamo che un tuo amico con cui t'immergi regolarmente, di cui ti fidi, con cui condividi procedure ecc, ecc, per un motivo plausibile, non ha importanza, non riesce ad arrivare più al manifold e per tanto monta la prolunga.
    Mi chiedo, tu cosa fai ?
    Arrivate sul punto d'immersione, lui ti dice di questo problema e per tanto ti mostra la prolunga montata sul bibo.
    Tu cosa fai ?

    A) Prendi atto del problema e dell'elemento nuovo nell'attrezzatura del tuo compagno, discuti con lui su cosa comporta ai fini pratici e poi t'immergi.

    B) La prolunga per te è un elemento che invalida ogni cosa che fate e come la fate ed avete sempre fatto pertanto non è accettabile per cui fine dei discorsi, smonti tutto e te ne vai a casa di certo non t'immergi con lui.



    Se Alberto fosse un subacqueo con cui mi immergo regolarmente, mi dice che ha questo problema e per tanto ha comprato la prolunga io non avrei problemi ad immergermi con lui.
    Non ravvedo in Alberto nessun motivo per considerarlo pericoloso.

    Cordialmente
    Rana
    molto semplice:

    1) nelle immersioni senza obblighi decompressivi generalmente non mi pongo il problema, faccio una solo-dive ed il diving si fa carico di OGNI problema, non accetto il sistema di coppia (quindi non mi faccio carico di nessun sub perchè la mia attenzione è focalizzata sulle foto) il diving lo sa e gestisce l'immersione conseguentemente.

    2) nelle immersioni con obblighi significativi di decompressione mi immergo esclusivamente con compagni fidati con i quali condividiamo configurazione, addestramento e procedure e con i quali dedico tempo ed immersioni per richiamare gli skill fondamentali in modo da mantererne memoria muscolare.

    un compagno fidato non si presenta con un accrocchio pericoloso all'immersione, il gruppo condivide ogni scelta che potrebbe pregiudicarne la sicurezza. tutti i dettagli dell'immersione vengono stabiliti, programmati e condivisi giorni prima. nulla viene lasciato al caso e se qualcosa non mi piace in questa fase rinuncio all'immersione con obblighi deco e salgo sul gommone accanto (del diving) godendomi una immersione ricreativa. ho la fortuna di vivere al mare e non mi mancano le occasioni per immergermi.

    in queste immersioni eventuali compagni occasionali semplicemente non fanno coppia con me.

    attenzione che non sto asserendo di essere un sub migliore di altri ma semplicemente che conosco e condivido i miei limiti e programmo le attività conseguentemente, in quelli che PER ME e per i miei compagni sono procedure e modalità sicure.
    Ultima modifica di amrvf; 12-04-2019, 19:22.

    Lascia un commento:


  • RANA
    ha risposto
    Originariamente inviato da amrvf Visualizza il messaggio
    ho solo espresso il mio punto di vista enfatizzando i concetti per rendere più evidenti le mie perplessità. non gioco alla roulette russa quando vado in acqua e mi immergo SOLAMENTE con compagni che condividono configurazione e procedure.
    Amrvf ciao.
    Ho affrontato in passato discussioni con chi, come te, ha questo approccio "radicale", nella fattispecie i subacquei "Dir" (Gue e compagnia bella) in tempi in cui erano in auge, oggi la crisi economica li ha ridimensionati in tutto, e, molti anche nelle convinzioni.
    Io amo dire, rispetto tutti nella misura in cui riescono a rimanere coerenti con quanto affermano.
    Non ti conosco e per tanto non ho motivo per pensare che tu non sei coerente con quanto affermi, quindi massimo rispetto.

    Ipotizziamo che un tuo amico con cui t'immergi regolarmente, di cui ti fidi, con cui condividi procedure ecc, ecc, per un motivo plausibile, non ha importanza, non riesce ad arrivare più al manifold e per tanto monta la prolunga.
    Mi chiedo, tu cosa fai ?
    Arrivate sul punto d'immersione, lui ti dice di questo problema e per tanto ti mostra la prolunga montata sul bibo.
    Tu cosa fai ?

    A) Prendi atto del problema e dell'elemento nuovo nell'attrezzatura del tuo compagno, discuti con lui su cosa comporta ai fini pratici e poi t'immergi.

    B) La prolunga per te è un elemento che invalida ogni cosa che fate e come la fate ed avete sempre fatto pertanto non è accettabile per cui fine dei discorsi, smonti tutto e te ne vai a casa di certo non t'immergi con lui.

    Originariamente inviato da amrvf Visualizza il messaggio
    Trovo il modo e l'approccio alle problematiche di alberto PER ME pericoloso, (vedi anche i 10 secondi per chiudere un manifold)
    Se Alberto fosse un subacqueo con cui mi immergo regolarmente, mi dice che ha questo problema e per tanto ha comprato la prolunga io non avrei problemi ad immergermi con lui.
    Non ravvedo in Alberto nessun motivo per considerarlo pericoloso.

    Cordialmente
    Rana

    Lascia un commento:

Riguardo all'autore

Comprimi

Albertosixsix Per saperne di più su Albertosixsix

Statistiche comunità

Comprimi

Attualmente sono connessi 24 utenti. 0 utenti e 24 ospiti.

Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 05:32 il 14-01-2020.

Scubaportal su Facebook

Comprimi

Sto operando...
X