Detergenti non dannosi per la barriera corallina

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Detergenti non dannosi per la barriera corallina

    Ciao,
    non so se questa possa essere la sezione adatta del forum per questa domanda, ma per quanto riguarda detergenti come saponi vari, docciaschiuma o bagnoschiuma conoscete delle marche/prodotti facilmente reperibili in negozi comuni che non siano dannosi per la barriera corallina e flora e fauna marina in generale?
    Quali ingredienti sarebbe meglio evitare?

    Grazie mille.
    ~Ciao~
    -Gabriele-

  • #2
    Saponi vari, docciaschiuma e deodoranti non sono mai dannosi.
    Un mancato uso oppure un dosaggio insufficiente puo' creare gravi ripercussioni fra umani e nei confronti dei pesci che scambierebbero l' ospite umano per brumeggio

    Ciao
    Paolo
    Paolo

    Commenta


    • #3
      Non intendevo dire che non mi sarei lavato

      Però indubbiamente ci possono essere componenti che siano particolarmente inquinanti o dannosi per flora e fauna marina, cosa che vorrei evitare, soprattutto visto che andrò a ricostruire la barriera corallina, sarebbe abbastanza controproducente la cosa, quindi avere qualche indicazione non sarebbe male.
      ~Ciao~
      -Gabriele-

      Commenta


      • #4
        La maggior parte dei detergenti sono bio degradabili. Le creme solari molto meno. preoccuparsi degli scarichi del detersivo quando in mare scaricano le acque radioattive di fukushima, lavano le sentine delle navi cargo, scaricano rifiuti tossici industriali e via dicendo, Fa molto "non usate i condizionatori perchè nel mondo c'è troppa CO2". Nobile preoccuparsi, ma forse meglio concentrarsi su cose più impattanti.
        Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.

        cit: "meno male che c'e' qualcuno che ha la scienza e sa come van fatte le cose..."

        Commenta


        • #5
          Io penso che se ognuno facesse la sua parte, tante piccole parti farebbero una grande parte.
          Se tutti se ne fregano le cose non potranno far altro che peggiorare.
          I condizionatori consumano una marea di energia che spesso e volentieri è ottenuta con energie non rinnovabili e aumentano ulteriormente la temperatura esterna. Tranne casi estremi in Italia dentro casa nessuno muore di caldo, e intendo morte vera, è un optional di cui si può fare tranquillamente a meno.

          Le acque delle centrali nucleari vengono comunque riversate in mare e non solo quelle di Fukushima, generalmente vengono diluite molto prima di venire riversate e il mare ha un grande potere di assorbire le radiazioni quindi quello è il problema minore, gli scarichi industriali, dei pescherecci e delle navi cargo invece sicuramente hanno un impatto molto maggiore...ma io non posseggo niente di tutto ciò, quindi faccio la mia parte in ciò che mi riguarda e compete se mi è possibile.
          ~Ciao~
          -Gabriele-

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da gabrielex Visualizza il messaggio
            Io penso che se ognuno facesse la sua parte, tante piccole parti farebbero una grande parte.
            Se tutti se ne fregano le cose non potranno far altro che peggiorare.
            I condizionatori consumano una marea di energia che spesso e volentieri è ottenuta con energie non rinnovabili e aumentano ulteriormente la temperatura esterna. Tranne casi estremi in Italia dentro casa nessuno muore di caldo, e intendo morte vera, è un optional di cui si può fare tranquillamente a meno.

            Le acque delle centrali nucleari vengono comunque riversate in mare e non solo quelle di Fukushima, generalmente vengono diluite molto prima di venire riversate e il mare ha un grande potere di assorbire le radiazioni quindi quello è il problema minore, gli scarichi industriali, dei pescherecci e delle navi cargo invece sicuramente hanno un impatto molto maggiore...ma io non posseggo niente di tutto ciò, quindi faccio la mia parte in ciò che mi riguarda e compete se mi è possibile.
            https://ilsalvagente.it/2020/11/08/95341/

            qui ti fai un'idea.
            Ti accorgerai presto che evitare gli inquinanti è quasi impossibile.

            Il problema è che, qualsiasi sostanza, anche la "più naturale" (sempre che l'espressione abbia un significato sensato), in grandi quantità è un inquinante.

            Dovremmo imparare ad utilizzare qualsiasi cosa con parsimonia, dall'acqua stessa ai detergenti, ai contenitori dei detergenti e di qualsiasi altro prodotto.
            www.bludivecenter.com

            Commenta


            • #7
              Da diversi anni sono passato al sapone solido.
              Il sapone solido fa bene alla salute e all'ambiente, ecco perché (ecoblog.it)
              Li puoi trovare nei supermercati , negozi specializzati

              Commenta


              • #8
                Grazie a tutti, sono spunti interessanti.
                Per quanto riguarda lavare i vestiti mi sono già fornito di un sapone solido, ovvero il classico sapone di Marsiglia semplice.
                Per le microplastiche purtroppo c'è poco da fare, sono sostanzialmente ovunque, anche nei vestiti che indossiamo, evitarle è pressoché impossibile, ciò che mi interessa di più è evitare inquinanti particolarmente dannosi che rientrino proprio fra i componenti principali del detergente.
                Per lavarsi le mani sicuramente potrò usare sempre il sapone di Marsiglia, per il resto e soprattutto per i capelli forse non è il massimo, limiterò comunque il quantitativo.

                Edit: alla fine sono riuscito a trovare uno shampoo solido biodegradabile (Klorane) in farmacia, è costato la bellezza di €11,15 ed è una saponetta di soli 80gr, ma per la barriera corallina questo ed altro.
                Ultima modifica di gabrielex; 12-09-2023, 15:13.
                ~Ciao~
                -Gabriele-

                Commenta

                Riguardo all'autore

                Comprimi

                gabrielex Per saperne di più su gabrielex

                Statistiche comunità

                Comprimi

                Attualmente sono connessi 28 utenti. 0 utenti e 28 ospiti.

                Il massimo degli utenti connessi: 1,553 alle 06:45 il 16-01-2023.

                Scubaportal su Facebook

                Comprimi

                Sto operando...
                X