Alternative europee al mar Rosso

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Alternative europee al mar Rosso

    Ciao a tutti,
    ho provato a cercare ma senza un gran profitto questo topic, che penso invece sarà già stato discusso. In un momento di incertezza sull'Egitto (non voglio lanciare un flame sull'Egitto, io personalmente ci andrei comunque e viaggerei anche con la EgyptAir...) quali sono le reali alternative Europee o limitrofe comparabili in distanza, qualità delle immersioni (non necessariamente corallo e reef se no non ne usciamo più) e (punto forse più complesso) prezzi?

    La parte a nord dell'Europa, che non conosco, già merita penso una attrezzatura diversa dalla solita 3/5mm per via della temperatura dell'acqua, quindi mi sa che bisogna considerare solo la parte sud dell'Europa e/o (tecnicamente off-topic per il forum) il nord Africa....

    grazie
    Ste

  • #2
    Senza dubbi, Italia a parte, ti consiglio le Isole Medas. Belle immersioni, bel posto, bella gente.
    ciao
    http://www.daturi.com

    Commenta


    • #3
      Muta da 3, Cipro, possibilmente nord. Ma va organizzata bene non essendoci molti diving.
      Altrimenti posti in Italia o meno (come le Medas) con aree protette. In estate ci sono anche spartane crociere con le poche barche da crociera sub italiane ma danno la possibilità di vedere posti notevoli.
      Nulla però di comparabile al Mar Rosso per qualità e quantità di avvistamenti.
      www.liberisub.it

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da M. Visualizza il messaggio
        Nulla però di comparabile al Mar Rosso per qualità e quantità di avvistamenti.
        vero però, numeri alla mano, nell'ultima immersione alle Medas ho contato 11 aquile di mare mentre non sono riuscito a contare le cernie perchè erano veramente tantissime. Io nel Mediterraneo, un'immersione così non l'avevo mai fatta. Unisci il fatto che siamo in Spagna: gente fantastica, clima di festa, costi contenuti.
        Da ultimo puoi andare in auto caricando tutto quello che ci sta, senza limiti di peso...

        ciao
        http://www.daturi.com

        Commenta


        • #5
          Chiaramente non ha senso paragonare il Mediterraneo al Mar Rosso dal punto di vista della vita marina. Sono due ambienti totalmente differenti. Dal punto di vista dei prezzi, invece, ci sono moltissimi posti dove puoi organizzare una settimana di immersioni, alloggio incluso, a prezzi analoghi a quelli egiziani.
          Marettimo, Capraia, Ustica (tutte aree marine protette), o Ponza, per citare i primi che mi vengono in mente in Italia.
          The frogarthian way of diving

          Commenta


          • #6
            Non dimenticherei la Croazia, che offre molto sia in termini ti tuffi tecnici che ricreativi. E' il Mediterraneo in una delle sue forme migliori, accessibile in auto (al massimo traghetto+ auto) e come suggeriva Mad per le Medas, nessun limite di peso. Zero menate in dogana, visto che adesso è UE.
            Non ultimo, è pieno di relitti interessanti e di isole che offrono immersioni davvero al top.
            Certo, l'acqua è freddina e non possiamo compararlo ad un mare tropicale, ma almeno i prezzi 'egiziani' qui ci sono. Se si ha la fortuna di andare fuori stagione, ancora meglio.
            20€ a tuffo, 20€ per dormire e colazione. Sfido chiunque ad avere più a meno...
            WD
            <°))))< : Never dive below your Guardian Angel

            Commenta


            • #7
              Queste Isole Medas sembrano molto interessanti. Beh, per il momento diciamo che mi fermo alla 5mm, magari mi toccherà fare una stagna prossimamente, ma non è la mia priorità.

              Alle Medas qualcuno segnala un diving in particolare?

              Ste

              Commenta


              • #8
                certo, hotel Les Illes, con cui siamo convenzionati.

                Guarda qui:

                http://www.scubaportal.it/market/pro...6-isole-medas/

                Puoi prenotare direttamente: info@hotellesilles.com

                ciao, Marco
                http://www.daturi.com

                Commenta


                • #9
                  Le Medas sono molto belle, l'hotel con annesso diving che ti ha segnalato Marco è molto serio e preciso, io ci andai ben prima della convenzione. Un altro posto sempre da valure è Tenerife, il fondale è un pò particolare ma fare immersioni con la 5mm forse non è il massimo visto che sei in oceano Atlantico.
                  ________________________
                  www.immaginephoto.it
                  www.cristianumili.com
                  Corsi Fotosub:
                  https://www.cristianumili.com/workshop/

                  Commenta


                  • #10
                    Sono appena rientrato da 4 giorni a Gozo dove abbiamo finito un corso iniziato al lago. Immersioni fatte tutte da riva con soluzioni logistiche da discrete ad ottime. Bisogna sempre considerare una camminata, a volte non proprio agevole, dal posteggio all'ingresso in acqua.
                    Immersioni sui relitti ottime (noi siamo andati per questo) e, l'unica fatta il primo giorno non sui relitti, Blue Hole, Azure Window e inland Sea molto varia e piacevole.
                    Pesce discreto e visibilità più che buona. Visti tanti fotosub.
                    Noi eravamo con la stagna (felici) ma c'era di tutto sino alle shorty.
                    Sistemazione extra-diving prevalentemente in appartamenti, pochissimi alberghi, grande scelta di ristoranti per la sera. Spiagge praticamente assenti, quindi forse i non subacquei non saranno felicissimi.
                    Ci siamo appoggiati ad un diving (Atlantis) a Marsalform, che ci ha fornito: transfert dall'aeroporto di Malta, appartamento, fuoristrada (una Suzuki travestita da Mehari), due S80 ed una 7 l con EAN50 a testa (siamo tutti in SM) con ricariche illimitate, ad un prezzo ridicolo.
                    Il diving ha una precisione teutonica nell'organizzazione della sede ed una stazione di ricarica tra le più belle che abbia mai visto: 18 rampe di cui 12 con aria a 230 bar, 2 a 300 bar, 2 per EAN e 2 per le miscele ternarie. Precisione delle miscele pressoché assoluta.
                    Per le immersioni guidate abbiamo visto che si trovavano la mattina verso le 8 al diving dove i sub venivano caricati sui mezzi, normalmente con bombole per 2 tuffi. Stesso discorso per il pomeriggio. Il tragitto varia da 15 a 25 min (Gozo è piccola).
                    C'è comunque la possibilità di fare immersioni dalla barca in full day ed in gommone.
                    Abbiamo volato con Air Malta da Linate, 150,00 € A/R con 20 kg in stiva e 10 kg a mano. Attrezzatura subacquea 30,00 € a tratta per una sacca sino a 32 kg.
                    Una chicca: al ritorno, al momento del check-in, quando ho consegnato la mia sacca sub, hanno applicato una targhetta con scritto "Diving Equipment, handle with care" e mi hanno detto di consegnarla ad uno sportello dedicato ai bagagli fragili. Almeno per un passaggio sarà stata trattata bene!
                    In conclusione: per i divers ottima soluzione, appagante e con ottimo rapporto qualità prezzo; per i non divers appena sufficiente, dovranno mettersi sugli scogli o accalcarsi nelle poche spiaggette disponibili. Con un po di attenzione si cena con pesce discreto con 20,00 €, birre escluse, ma tanto una pinta costa al massimo 2,00 €!

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da marcotzvete Visualizza il messaggio
                      Sono appena rientrato da 4 giorni a Gozo dove abbiamo finito un corso iniziato al lago. Immersioni fatte tutte da riva con soluzioni logistiche da discrete ad ottime. Bisogna sempre considerare una camminata, a volte non proprio agevole, dal posteggio all'ingresso in acqua.
                      Immersioni sui relitti ottime (noi siamo andati per questo) e, l'unica fatta il primo giorno non sui relitti, Blue Hole, Azure Window e inland Sea molto varia e piacevole.
                      Pesce discreto e visibilità più che buona. Visti tanti fotosub.
                      Noi eravamo con la stagna (felici) ma c'era di tutto sino alle shorty.
                      Sistemazione extra-diving prevalentemente in appartamenti, pochissimi alberghi, grande scelta di ristoranti per la sera. Spiagge praticamente assenti, quindi forse i non subacquei non saranno felicissimi.
                      Ci siamo appoggiati ad un diving (Atlantis) a Marsalform, che ci ha fornito: transfert dall'aeroporto di Malta, appartamento, fuoristrada (una Suzuki travestita da Mehari), due S80 ed una 7 l con EAN50 a testa (siamo tutti in SM) con ricariche illimitate, ad un prezzo ridicolo.
                      Il diving ha una precisione teutonica nell'organizzazione della sede ed una stazione di ricarica tra le più belle che abbia mai visto: 18 rampe di cui 12 con aria a 230 bar, 2 a 300 bar, 2 per EAN e 2 per le miscele ternarie. Precisione delle miscele pressoché assoluta.
                      Per le immersioni guidate abbiamo visto che si trovavano la mattina verso le 8 al diving dove i sub venivano caricati sui mezzi, normalmente con bombole per 2 tuffi. Stesso discorso per il pomeriggio. Il tragitto varia da 15 a 25 min (Gozo è piccola).
                      C'è comunque la possibilità di fare immersioni dalla barca in full day ed in gommone.
                      Abbiamo volato con Air Malta da Linate, 150,00 € A/R con 20 kg in stiva e 10 kg a mano. Attrezzatura subacquea 30,00 € a tratta per una sacca sino a 32 kg.
                      Una chicca: al ritorno, al momento del check-in, quando ho consegnato la mia sacca sub, hanno applicato una targhetta con scritto "Diving Equipment, handle with care" e mi hanno detto di consegnarla ad uno sportello dedicato ai bagagli fragili. Almeno per un passaggio sarà stata trattata bene!
                      In conclusione: per i divers ottima soluzione, appagante e con ottimo rapporto qualità prezzo; per i non divers appena sufficiente, dovranno mettersi sugli scogli o accalcarsi nelle poche spiaggette disponibili. Con un po di attenzione si cena con pesce discreto con 20,00 €, birre escluse, ma tanto una pinta costa al massimo 2,00 €!

                      Bel report, grazie.
                      http://www.daturi.com

                      Commenta


                      • #12
                        Figurati, domani parto per Mentone dove farò una settimana presso Luca Coltri e vi farò sapere, ma forse di lui sapete già tutto...

                        Commenta


                        • #13
                          Io segnalerei anche Lampedusa, vedo spesso, costi contenuti belle immersioni bel mare tanto pesce.....
                          Tutto positivo insomma!


                          Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

                          Commenta


                          • #14
                            Sono stato dal 26 giugno al 3 luglio a Mentone, dove mi sono affiliato al Diving Pianeta Blu di Luca Coltri. Dal lunedì al venerdì sono stato l'unico cliente e, malgrado questo, Luca mi ha portato in acqua tutti i giorni, lui con il bibo ed io in SM. Prima delle 8 ci trovavamo al porto dove Luca aveva già preparato il gommone e l'attrezzatura e dopo pochi minuti di navigazione eravamo già in acqua. Mi ha fatto visitare tutte le secche di Capo Mortola con immersioni di 60-70 minuti ed alle 10 ero in spiaggia (moglie felice).
                            Il sabato e la domenica, fortunatamente per lui, pienone! Malgrado questo la composizione delle coppie è stata ottimale e mi ha garantito dei bei tuffi sempre di 60 min.
                            Con i suoi collaboratori arriva sul porto con un furgone ed un Fiorino carichi di attrezzatura, monta un gazebo (ombra!) e delle panchine dove ci si veste in totale comfort.
                            Molto funzionale il gommone, completamente "custom made", con la timoneria spostata all'estrema prua e tutto il pagliolo in piano. A poppa doppia panchina centrale per le attrezzature tecniche, comodissima anche per chi aveva il bibo, verso prua rastrelliera centrale per la ricreativa.
                            Perfetto!

                            Commenta


                            • #15
                              Proseguo con il report sulle mie ultime vacanze: Santa Tersa di Gallura, dal 23 luglio a 6 agosto.
                              Mi sono appoggiato al Blu Diving di Freddy e Serenella, con i quali ero stato in contatto via mail.
                              Il diving è ricavato in un edificio nel giardino di casa loro dove, dopo aver scaricato tutta la mia attrezzatura e bombolame SM vario, sono stato istruito sulla logistica del diving da un collaboratore (sempre presente in sede anche durante le uscite in mare dell'imbarcazione).
                              Programmo due immersioni al giorno, in mattinata con uscita tra le 8 e le 9, in funzione del sito di immersione scelto, e rientro entro le 13 con doppio tuffo.
                              Una seconda uscita è sempre prevista nel pomeriggio.

                              Ci si trova al porto, dove all'arrivo dei sub lo staff ha già provveduto a caricare tutta l'attrezzatura sulla barca con i gruppi già montati mentre le bombole per la II° immersione, quasi sempre caricate con EAN idoneo, vengono messe in un gavone a prua. In tutti i "suoi" punti di immersione Freddy ha un gavitello sommerso a circa 3 m di profondità, che naturalmente trova sempre in un attimo, per cui in ogni immersione è presente una cima dalla barca al fondo, cosa non trascurabile considerando che siamo nelle Bocche di Bonifacio.
                              Durante l'intervallo di superficie te, biscotti e acqua, mentre lo staff si occupa di sostituire le bombole per la II° immersione.
                              Al rientro in porto lo staff provvede a sciacquare attrezzature e mute direttamente sulla barca ed in seguito a caricarle sul pickup. E nel frattempo tu cosa fai? Niente, lo sforzo maggiore è nel rifiutare l'invito a pranzo al diving, e vi assicuro che, visto come cucina Serenella, non è uno sforzo da poco.

                              La sera un giretto al diving per una birra e per l'attesa dell'ultimo bollettino del mare sentito il quale Freddy decide le immersioni per il giorno successivo.

                              Purtroppo spesso ti costringono a rimanere ospite a cena, per la quale Serenella sforna una serie infinita di pizze diverse, fino a saturazione completa.

                              In due settimane, malgrado un libeccio costante che spesso girava a maestrale, non abbiamo perso neanche un immersione e Freddy ha sempre trovato un punto ridossato dove trascorrere tranquillamente l'intervallo di superficie.
                              Inoltre, nonostante l'alta stagione, è riuscito ad organizzarmi due immersioni pomeridiane "tecniche" nei limiti del mio addestramento, sul relitto del Clan (23' a 50 m).

                              Ottima l'assistenza ricevuta malgrado la mia configurazione SM comportasse una gestione dedicata.

                              In conclusione posso dire che il diving è un esempio di organizzazione, studiata per venire incontro alle esigenze dei subacquei senza trascurare nulla, arricchita da una gestione "famigliare" che ti fa sentire veramente un "amico".

                              Un ultimo pensiero allo staff: Gabriele, già totalmente formato dall'alto della sua esperienza, Chiara Marco e Manuel che, pur alle loro prime esperienze, hanno già acquisito la filosofia di Freddy e Serenella e si comportano perfettamente.
                              E' bello vedere che la loro istruzione è a 360°, coinvolgendoli e responsabilizzandoli nella gestione in toto del diving, della barca, compresa la conduzione, e del cliente.
                              Bravi!
                              Non rimpiangerete il Mar Rosso, se non per la temperatura dell'acqua: stagna in tutte le immersioni!

                              Commenta

                              Riguardo all'autore

                              Comprimi

                              stemilano Per saperne di più su stemilano

                              Statistiche comunità

                              Comprimi

                              Attualmente sono connessi 61 utenti. 1 utenti e 60 ospiti.

                              Il massimo degli utenti connessi: 1,553 alle 06:45 il 16-01-2023.

                              Scubaportal su Facebook

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X