Resoconto crociera Similan (Thailandia) su m/v Giamani

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Resoconto crociera Similan (Thailandia) su m/v Giamani

    Appena tornato da una crociera alle Similan a bordo della Giamani: la consiglio caldamente.
    Barca in acciaio ben tenuta, staff gentile ed efficiente: si occupano di tutto, a noi restava solo da vestirci e tuffarci in acqua. Ci si immerge dalla piattaforma di poppa, si risale tramite due comode scalette.
    Le immersioni sono decisamente belle, pullulanti di vita, in particolare a Richelieu Rock, davvero straordinaria e meritevole della sua fama. In tutte, comunque, la quantità di pesce è davvero notevole. Talvolta i banchi di glass fish sono così fitti da doverli spostare per scattare qualche foto!
    Molte creature piccole per foto macro, diversi carangidi e tonni, barracuda in gran numero; ne abbiamo visti anche alcuni solitari, veramente grossi, specialmente uno enorme, credo fosse "il padre di tutti i barracuda" (almeno di quelli che avevo visto finora)!
    Squali quasi assenti (solo uno per pochi secondi) e purtroppo niente squalo balena, vabbè vorrà dire che sarò "costretto" a tornare!
    Acqua a 28° C costanti, tranne quando si verifica quello che chiamano il "green monster": un upwelling di acqua fredda che risale dalle profondità, la vedi arrivare, sembra un banco di nebbia, il termoclino è notevole (ho visto 22° C!). Fortunatamente dura un paio di minuti al massimo, per poi lasciare spazio alla consueta, piacevolissima temperatura (ok muta 3 mm, qualcuno si immerge in costume, non io però!).
    Molti coralli, sia morbidi che duri: in alcune immersioni ampie distese di coralli morbidi rossi e/o viola, un colpo d'occhio notevole. Belle gorgonie, anche grandi, assai scenografiche. Corallo nero a 35-40 mt.
    Fatti anche un paio di relitti, interessanti e pieni di vita (lion e scorpion fish come se piovesse, di ogni taglia).
    Visibilità normalmente di 15-20 mt, un paio di volte più scarsa (da 5 a 10).
    Ci sono solo 5 cabine per un totale di 10 persone; in realtà la nostra - e forse anche le altre - aveva anche una cuccetta, quindi volendo ci si può stare in tre, però a quel punto c'è poco spazio per i vestiti (armadio minuscolo). Le cabine (ponte intermedio) sono confortevoli, con aria condizionata a controllo individuale e bagno con doccia calda. Se ci si vuole viziare sul ponte superiore c'è la master cabin, assai spaziosa e più lontana dal motore, quindi più silenziosa. Si mangia all'aperto sul ponte superiore, cibo ottimo e abbondante (a parte la pizza che era discreta ma di certo chiamarla pizza è un'eresia!), in gran parte asiatico - ottimo - ma anche spaghetti e lasagne. Carne e pesce, verdura etc. Ottima frutta. Se siete a dieta non andateci!
    In cima a tutto c'è un sundeck dove rosolarsi per bene. Sul ponte inferiore cabine staff e sala motori.
    Immersioni alle 7:30, 11:00, 14:30 e 17:30, ben spiegate e ben condotte: sempre in orario (stile svizzero) ma col sorriso sulle labbra (Italian style): no stress.
    Correnti quasi assenti (ma a volte ci sono, dipende da fase lunare e maree). Quella delle 17:30 sostituisce la notturna, ottima idea a mio avviso (le notturne mi piacciono solo se c'è qualcosa di veramente particolare, altrimenti non ne vale la pena ihmo).
    Il reef hook non serve (anzi credo sia vietato), lo stick è sconsigliato (comunque non serviva); guanti non permessi (è parco marino protetto).
    Guide: Ricardo (portoghese, parla inglese), che la sera ci intratteneva con i suoi racconti subacquei (ha un'esperienza notevole ed è un vero pesce, dire che ha un assetto perfetto sarebbe riduttivo!), Dave (canadese), enorme tipo lottatore di wrestling ma sempre sorridente (l'ho sfidato a braccio di ferro e non ha accettato... per mia fortuna!).
    Abbiamo fatto un corso tenuto da Guido (romagnolo) per la parte teorica e Ricardo per quella pratica (Guido era reduce da un incidente in moto quindi non poteva immergersi). Abbiamo imparato parecchio, se avete voglia di fare un corso mentre siete lì lo consiglio.
    Abbiamo fatto sia l'itinerario nord (4 gg) sia quello sud (2 gg): belli entrambi, però a mio parere il nord è superiore.
    Dopo la crociera abbiamo fatto 2 giorni ad Angkor (Cambogia) per visitare i templi khmer: straordinari, li consiglio. Poi 2 giorni ad Ayutthaya, antica capitale del Siam, un paio d'ore di auto a nord di Bangkok, merita anch'essa ma se ne fate una sola scegliete Angkor. C'è un volo diretto Air Asia Phuket-Siem Reap, comodissimo, solo 1:30, poi potete tornare a Bangkok (1:15), che merita una visita.
    Mi sembra di aver detto più o meno tutto, se qualcuno ha domande chieda pure.

Riguardo all'autore

Comprimi

zorba Per saperne di più su zorba

Statistiche comunità

Comprimi

Attualmente sono connessi 29 utenti. 3 utenti e 26 ospiti.

Il massimo degli utenti connessi: 1,553 alle 06:45 il 16-01-2023.

Scubaportal su Facebook

Comprimi

Sto operando...
X