Passato o futuro?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio
    "la decompressione è sicura" .
    La decompressione non è mai stata un problema. Il problema è saltare quella necessaria.
    www.liberisub.it

    Commenta


    • #32
      Originariamente inviato da brazzai Visualizza il messaggio
      Sicuramente il secondo sarà più complesso, ma non per le miscele in se, ma per il fatto che porterà a dei tempi di fondo ben diversi.
      Vero, ma anche la logistica legata all'uso delle miscele in pratica è condizionante.
      www.liberisub.it

      Commenta


      • #33
        Originariamente inviato da TheFlash Visualizza il messaggio
        brazzai
        Se parli di un tuffo in aria a -70 vieni apostrofo come un subacqueo che si espone a rischi enormi mentre lo stesso tuffo in miscela viene considerato assolutamente più sicuro.
        Ovvio che è più sicuro se la miscela usata rimedia a narcosi ed intossicazione da ossigeno ... Ma questo non significa che sia irragionevole arrivare a 70 metri in una multivello.

        www.liberisub.it

        Commenta


        • #34
          Originariamente inviato da TheFlash Visualizza il messaggio
          [una certificazione che mi permetta di vedere dei relitti che mi sono preclusi nei diving.
          E che c'entra la certificazione ? Una quadra in aria a 60 metri non è certo consigliabile. Diverso un mordi e fuggi.
          www.liberisub.it

          Commenta


          • #35
            Originariamente inviato da M. Visualizza il messaggio

            E che c'entra la certificazione ? Una quadra in aria a 60 metri non � certo consigliabile. Diverso un mordi e fuggi.
            Semplicemente mi eviterebbe di scarriolare il gommone in giro per la Sardegna per vedere un relitto, potrei servirmi di un diving

            Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk

            Commenta


            • #36
              A me i mordi e fuggi non piacciono. Le multilivello sono immersioni da fare con calma come quelle quadrate con la sola differenza che diversi punti di interesse richiedono spostamenti con variazioni di quota.
              Se ce' la tabella io mi regolo di conseguenza e se ho aria faccio con calma ritrovando dati coerenti nei miei computer.
              A farmi accorciare i tempi ci pensa mia moglie con qualche gestaccio quando la tiro per le lunghe ed ha deco lunga da smaltire.
              Naturalmente questo mio modo di fare trova giustificazione con fondali particolari come quelli del Giglio dove la profondita' e' notevole e facile da raggiungere.
              Cordialmente
              Paolo
              Paolo

              Commenta


              • #37
                Anche dove mi immergo abitualmente io le multilivello non sono possibili, per la morfologia del fondale la variazione di quota non è praticamente mai più ampia di una quindicina di metri.
                Certo con l'aria non si possono fare tempi lunghi ma si può sempre tornare il giorno seguente.

                Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk

                Commenta


                • #38
                  Originariamente inviato da M. Visualizza il messaggio

                  Sarebbe folle un corso del genere. E sarebbe ora di farla finita con le pseudo abilitazioni. Le abilit� necessarie (ed andare a certe profondit�, diciamo non oltre in assoluto ai 70 metri va ponderato attentamente per tempi e condizioni varie) si acquisiscono anche a quote meno critiche e con l'esperienza.
                  Per insegnarti ad andare a certe quote qualcuno ti portare altrimenti basterebbe svolgere tutti i corsi in piscina.
                  Non condivido il tuo limite tassativo dei 70 metri. Ci sono persone che non sono a proprio agio già a 60 e altri che lo sono anche oltre i 70

                  Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk

                  Commenta


                  • #39
                    Originariamente inviato da TheFlash Visualizza il messaggio
                    Per insegnarti ad andare a certe quote qualcuno ti portare altrimenti basterebbe svolgere tutti i corsi in piscina.
                    Non condivido il tuo limite tassativo dei 70 metri. Ci sono persone che non sono a proprio agio già a 60 e altri che lo sono anche oltre i 70

                    Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk
                    Ma che cosa intendi per essere a proprio agio scusa ?
                    www.neutralbuoyancy.it

                    Commenta


                    • #40
                      Essere a proprio agio significa per me essere in condizione di comfort. Senza stress gli innegabili effetti dell'aria sono di gran lunga ridotti.
                      Dopo qualche centinaio di immersioni tranquille a una certa profondita' nei soliti posti diventa come girare in pantofole a casa propria.
                      'Soglia di attenzione alta e spirito tranquillo.
                      Con un compagno affidabile e piu' preparato e' sempre meglio ma se si pensa alle rogne che possono derivare da un compagno problematico meglio in solitaria.
                      Ripensandoci tutte le volte in cui ho fatto immersioni piu' profonde del solito ero da solo.
                      In molti posti trovati durante immersioni di ricerca mi sono guardato bene di portare altri che incominciavano a manifestare disagio venti metri piu' su'.
                      Con mia moglie e mio figlio ci capiamo al volo e nessuno va piu' di quanto si senta di fare in quel momento.
                      Cordialmente
                      Paolo
                      Paolo

                      Commenta


                      • #41
                        Originariamente inviato da brazzai Visualizza il messaggio

                        Ma che cosa intendi per essere a proprio agio scusa ?
                        Essere sereni e con spirito molto "ricreativo" fare le normali verifiche e magari un filmato senza che tutto questo comporti stress di alcun genere.
                        Aggiungo che mi ritrovo perfettamente nelle parole di paolo55

                        Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk

                        Commenta


                        • #42
                          TheFlash
                          Le mie immersioni sono sempre ricreative, indipendentemente dai parametri della immersione. Pensavo fosse cosi' per tutti ma mi sono accorto che spesso ci sono condizioni mentali molto diverse
                          In immersione si dovrebbe essere con atteggiamento zen, a "mente vuota".
                          Cordialmente
                          Paolo
                          Paolo

                          Commenta


                          • #43
                            Originariamente inviato da TheFlash Visualizza il messaggio
                            Essere sereni e con spirito molto "ricreativo" fare le normali verifiche e magari un filmato senza che tutto questo comporti stress di alcun genere.
                            Aggiungo che mi ritrovo perfettamente nelle parole di paolo55

                            Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk
                            Le parole di paolo sono molto belle ed ognuno è libero di immergersi come preferisce, pero la tua discussione partiva da un altro argomento. Come pensi che si possano fare dei corsi a quelle profondità in sicurezza ? Tu parli di “essere a proprio agio” ma la narcosi e l’intossicazione da ossigeno non vanno a sensazione, conosco persone che hanno avuto black out a 70mt dopo aver fatto parecchi tuffi alle stesse profondità senza mai aver avuto problemi. Tanti altri son morti nonostante si immergessero tutti i giorni in aria in profondità. Documentati sulla narcosi, quella dovuta all azoto e anche agli altri gas, ossigeno compreso, e leggi qualcosa sull’intossicazione da ossigeno. Poi fai le tue scelte, ma falle con cognizione di causa non per sentito dire, per la tua sicurezza.
                            www.neutralbuoyancy.it

                            Commenta


                            • #44
                              brazzai naturalmente non ho mai scritto che in aria si possano fare tempi e profondità proprio di un trimix ipossico.
                              La narcosi è strettamente commessa alla co2 e questa si può contenere, entro certi limiti.
                              La mia domanda ha il fine di scambiarci delle opinioni e non cercare una motivazione per svolgere immersioni diverse dal solito.

                              Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk

                              Commenta


                              • #45
                                Caro brazzai, dopo un migliaio di immersioni oltre i 60, spesso abbondantemente, nelle acque del Giglio sono diventato molto fatalista e mi godo lo spettacolo.
                                Non sono immersioni in cui si fa didattica, quella fase deve essere stata abbondantemente superata. La narcosi mi ha lusingato una bolta intorno ai 70 abbondanti in solitaria ma sono stato fortunato a riprendere il controllo. Circa il blackout ovviamente non mi e' mai capitato di vedere niente del genere. A un cero punto mi sono autolimitato proprio perche' non mi e' mai successo niente e non ci tengo a uscire dalla zona di comfort. Piuttosto che aumentare le profondita' tendo ad aumentare la permanenza a quote di comfort.
                                Ciao
                                Paolo
                                Paolo

                                Commenta

                                Riguardo all'autore

                                Comprimi

                                TheFlash Per saperne di più su TheFlash

                                Statistiche comunità

                                Comprimi

                                Attualmente sono connessi 109 utenti. 4 utenti e 105 ospiti.

                                Il massimo degli utenti connessi: 1,553 alle 05:45 il 16-01-2023.

                                Scubaportal su Facebook

                                Comprimi

                                Sto operando...
                                X