Doppio 1° stadio

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Non posso negarlo!!
    CACCIATORI DI RETI FANTASMA

    Commenta


    • #32
      Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

      Ciao.
      Grazie per la cortese risposta.

      Giustamente domandi il perché .....

      A dire il vero sono in imbarazzo perché sto facendo mio un qualcosa che ho imparato su questo forum da persone come blu dive (ovviamente a lui, loro correggermi se sbaglio).

      Questo aspetto mi ha colpito molto non tanto per i risvolti pratici ma per il fatto che rispondere in modo corretto alla domanda che ti ho fatto mette in evidenza che si conosce realmente come funziona il binomio octopus e sistema di coppia.

      La questione è semplice.

      Domandiamoci qual è il "tallone d'Achille" dell'octopus ?

      La criticità risiede nel fatto che ogni sistema fa capo ad un solo primo stadio, ergo, qualsiasi rottura del primo stadio inficia ogni sistema ad esso collegato.
      Se si danneggia il primo stadio non funziona ne l'erogatore primario ma anche quello secondario.
      Giusto ?
      Giusto

      Ora domandiamoci perché sapendo che se si rompe il primo stadio non funziona più nulla montiamo due secondi stadi ?

      Sicuramente non montiamo il secondario sull'octopus per costituire la nostra ridondanza, cosa che farebbe ridere perché nel momento che il problema riguarda il primo stadio entrambi i secondi stadio sono inutilizzabili.

      Escludendo quindi che il secondo stadio secondario non è per noi ... chiediamoci perché montarlo ?

      Risposta: lo montiamo per il nostro compagno.
      Se il mio compagno ha un problema al primo stadio troverà in me la sua fonte d'aria alternativa, sarò io che gli dono il secondario, viceversa il contrario se io ho un problema andrò dal mio compagno il quale monta sull'octopus il secondario per potermi dare aria.

      L'octopus non è una ridondanza, questo deve essere chiaro, si monta solo per poter dare aria ad un compagno in difficoltà.

      La ridondanza nasce dalla presenza del compagno

      Fino a qui tutto chiaro ?
      Spero di si, e concedetemi, mi auguro di si.

      A questo punto chiediti, alla luce di queste riflessioni, dove è meglio posizionare il secondario ? a destra o a sinistra ???

      Tu mi dici che lo tieni a destra (a dire il vero correggimi se sbaglio lo tieni a destra non per una valutazione oggettiva e logica ma perché è il modo più diffuso di portarlo, come dire perché tutti lo portano a destra).

      Ma a destra, usando l'octopus, è veramente la posizione migliore ?

      Proviamo con la mente ad immaginare la scena con l'erogatore a destra.

      Siamo io e te in coppia con l'octopus, io ho un problema al primo stadio - ti segnalo di passarmi il secondario.
      Immagina quando ti trovi in immersione con indosso il gav e gli erogatori a destra, prendi il secondario e me lo passi.
      Ora se io mi trovo alla tua destra (lato erogatore) tu mi passi l'erogatore al contrario, con i baffi di scarico in alto.
      Se sono alla tua sinistra tu mi passi l'erogatore in posizione corretta ma la frusta deve passare attraverso te ed arrivare a me e questo ne riduce la lunghezza e ci obbliga a stare a contatto.

      Immagina ora di avere il secondario a sinistra e non a destra, se io vengo alla tua sinistra non solo mi trovo l'erogatore correttamente posizionato ma posso sfruttare tutta la lunghezza della frusta.

      Quindi secondo te ?
      Dove pensi che sia più logico montare il secondario sul primo stadio nella configurazione octopus ???

      Ovviamente basta l'uso di una frusta lunga ed il problema non sussiste più ma ....

      La riflessione è nella tua risposta iniziale, tu non hai preso in considerazione questi aspetti, questo è il "problemino" dell'octopus, si usa ma con poca consapevolezza di come va usato.



      Cordialmente
      Rana







      Ciao , ho letto con interesse questo punto di vista, e non nego che ha un senso,
      posso immaginare che la scelta di mettere l'erogatore dal lato dx sia stata influenzata da due cose,
      la prima che sulla sx hai il corrugato del GAV e magari si è pensato che in qualche modo potesse interferire con le fruste dell' octopus (non tanto adesso ma magari negli anni passati la tecniche di costruzione di GAV corrugati ed erogatori era molto più "grezza" di adesso es. anni 70 60) ,
      la seconda cosa è che il braccio dx nella maggior parte dei casi è il braccio forte (statisticamente ci sono minor mancini ) quindi in caso di perdita accidentale dell'erogatore dalla bocca (esempio una pinnata ricevuta) si è più portati a piegarsi a dx per recuperare l'erogatore.
      Poi magari quando cedi l'erogatore d'emergenza averlo sul braccio forte magari ti aiuta a tenerlo stretto meglio avendo di fronte una persona che non è detto che sia calma essendo senza aria.

      Adesso sono in partenza per le ferie quindi probabilmente non riuscirò a seguire la discussione (Mar Rosso ) ma al rientro mi aggiornerò sulla discussione.

      Grazie come sempre le tue e vostre osservazioni sempre interessanti e utili.
      Ciao

      Commenta


      • #33
        Giusto per mettere un po' di carne al fuoco e fare il punto della situazione


        Originariamente inviato da CGL Visualizza il messaggio
        la scelta di mettere l'erogatore dal lato dx sia stata influenzata da due cose, non tanto adesso ma magari negli anni passati la tecniche di costruzione di GAV corrugati ed erogatori era molto più "grezza" di adesso es. anni 70 60...
        Negli anni 60 il gav non esisteva...e manco l'octopus...

        Il sistema octopus fu inventato da Dave Woodward at UNEXSO intorno al 1965 per dare supporto a Jacques Mayol nei suoi tentativi di record [fonte]

        Ho fatto una ricerca al volo ma non si capisce se lo montasse a DX o SX...sarebbe utile vedere qualche vecchia foto per capirlo...

        Riguardo invece al primo gav, fu inventato dal nostro Sig. Cressi nel 1970...ma sicuramente da qui che su accettatto passarono parecchi anni...negli anni 80, mi pare che ancora era pratica comune non usarlo...

        Detto ciò come puoi notare, il corrugato inizialmente stava a DX con tanto di boccaglio semplice (non erogatore). Negli anni immagino si sia poi deciso di spostare il VIS a SX proprio per non "occupare" il braccio forte di oneri che si potevano fare tranquillamente con l'altro braccio



        Originariamente inviato da CGL Visualizza il messaggio
        la seconda cosa è che il braccio dx nella maggior parte dei casi è il braccio forte (statisticamente ci sono minor mancini ) quindi in caso di perdita accidentale dell'erogatore dalla bocca (esempio una pinnata ricevuta) si è più portati a piegarsi a dx per recuperare l'erogatore.
        Il recupero si fa con la manovra del pendolo che consiste nel far balzare l'erogatore avanti al braccio SX... questa non richiede forza ma solo un po' pratica...

        Detto ciò il motivo di metterlo a DX è una cosa che fa PADI e le altre agenzia filo-americane in quanto se si ha un problema l'immersione finisce e si riemerge. Culturalmente CMAS lo mette a sinistra perché se c'è un problema, devi cmq essere in grado di nuotare...e metterlo a SX è la soluzione migliore...

        Ciò non toglie che negli esercizi si dovrebbe cmq aver fatto pratica anche nella respirazione alternata mentre si nuota in avanti...

        Ultima modifica di Tonnetto; 28-09-2022, 11:37.
        YouTube

        Commenta


        • #34
          Quando ho iniziato io padi non esisteva da molto ed era la sola alternativa alla federazione. Padi adottava il gav e faceva partire la attivita' didattica in piscina con attrezzatura completa
          Qualcuno dei federali ci giudicava poco preparati ed al confronto della preparazione descritta nel manuale federale di immersione era sicuramente cosi' . Ho fatto il corso padi, pagato in anticipo, con una ernia del disco da urlo tacendo il problema. In quelle condizioni i federali mi avrebbero smascherato subito
          i miei istruttori erano molto seri, venivano dalla federazione, erano tutti bravissimi, nulla da eccepire.
          Mia moglie ha fatto il corso con me e non avrebbe tollerato un impegno piu' severo
          Con il basic mi sono fatto una vacanza alle eoliie e con l'open e l'advanced conseguiti l'anno successivo gli altri trenta anni
          Non dono mai andato senza gav ma quando ho scoperto di avere il gav in avaria per usura evidente O per guasto grave non rimediabile subito mi sono sempre levato dai pasticci senza sbattimenti e senza abortire l'immersione
          A me padi i corsi padi di una volta sono serviti
          Paolo
          Paolo

          Commenta

          Riguardo all'autore

          Comprimi

          CGL Per saperne di più su CGL

          Statistiche comunità

          Comprimi

          Attualmente sono connessi 46 utenti. 2 utenti e 44 ospiti.

          Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 06:32 il 14-01-2020.

          Scubaportal su Facebook

          Comprimi

          Sto operando...
          X