Senza cintura

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Senza cintura

    Leggendo molti commenti, vedo preoccupato post di molte persone che hanno come obbiettivo quello di togliere completamente la cintura dei pesi. Magari aggiungendo schienalini in acciaio e appesantendo l'attrezzatura.

    Ora la mia riflessione è che se da un lato va bene avere "poco" peso in cintura, dall'altro avere come obbiettivo la sua totale rimozione di questa sia contraria alle normali procedure di sicurezza.

    La cintura non è solo un male necessario ma è una delle misure di sicurezza che abbiamo con noi. Non a caso deve essere facile da rimuovere e abbandonare in caso di necessità. Immergersi senza cintura, magari appunto aumentando il peso dell'attrezzatura vuol dire, in caso i problemi perdere quella riserva di galleggiamento che può fare la differenza. E potete avere tutte le ridondanze che volete, ma cavolo due o tre kg in cintura non uccidono nessuno ma in caso di difficoltà possono essere la differenza che cercavate.

    MI sembra una di quelle cose alla "chi lo ha più lungo". Al pari di risalire con più aria nella bombola (a costo di fare continue microapnee) che alla fine non ti portano avanti di un millimetro (risalire da una ricreativa con 30 o con 60 bar NON ti ha cambiato l'immersione) ma che sono potenzialmente pericolose. Soprattutto se fatte da chi si immerge tanto (e chi mira al peso zero in cintura si immerge tanto) dato che aumentando le immersioni e la loro complessità aumenta anche le possibilità di aver bisogno prima o poi di quei 3 kg di galleggiabilità.
    "E' giunta l'ora che qualcuno faccia qualcosa di futile e stupido, e saremo noi quel qualcuno."

  • #2
    Se mi devo togliere le bombole per qualsiasi ragione io voglio una pesata che mi permetta di stare dove sono come fossi in apnea. Mi definisco un apneista scarso che ha deciso di indossare le bombole. Nei fatti sposo la filosofia dei pesi in cintura alla vecchia maniera.
    L'ultima volta che ho tolto dei pesi poi mi sono trovato in deco con in mano un sasso
    Nessun problema quindi se devo gestirmi un kg di piombo in piu'
    Giusto oercare una pesata corretta ma inutile farsi troppo menate
    Basta non essere una incudine appesa ad una mongolfiera come di e a certo RANA molto tempo fa
    Il celodurismo impera in molti settori ma poi interviene la selezione naturale a sistemare le cose
    Magari avremo annunci do chili e chili di ottimo piombo a buon prezzo
    Paolo
    Paolo

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
      Leggendo molti commenti, vedo preoccupato post di molte persone che hanno come obbiettivo quello di togliere completamente la cintura dei pesi. Magari aggiungendo schienalini in acciaio e appesantendo l'attrezzatura.

      Ora la mia riflessione è che se da un lato va bene avere "poco" peso in cintura, dall'altro avere come obbiettivo la sua totale rimozione di questa sia contraria alle normali procedure di sicurezza.

      La cintura non è solo un male necessario ma è una delle misure di sicurezza che abbiamo con noi. Non a caso deve essere facile da rimuovere e abbandonare in caso di necessità. Immergersi senza cintura, magari appunto aumentando il peso dell'attrezzatura vuol dire, in caso i problemi perdere quella riserva di galleggiamento che può fare la differenza. E potete avere tutte le ridondanze che volete, ma cavolo due o tre kg in cintura non uccidono nessuno ma in caso di difficoltà possono essere la differenza che cercavate.

      MI sembra una di quelle cose alla "chi lo ha più lungo". Al pari di risalire con più aria nella bombola (a costo di fare continue microapnee) che alla fine non ti portano avanti di un millimetro (risalire da una ricreativa con 30 o con 60 bar NON ti ha cambiato l'immersione) ma che sono potenzialmente pericolose. Soprattutto se fatte da chi si immerge tanto (e chi mira al peso zero in cintura si immerge tanto) dato che aumentando le immersioni e la loro complessità aumenta anche le possibilità di aver bisogno prima o poi di quei 3 kg di galleggiabilità.
      Il tuo ragionamento non fa una piega ammesso di avere una zavorra sovra dimensionata.
      Ergo m'immergo con un eccesso di peso ma faccio in modo e maniera da poterlo sganciare nella malaugurata ipotesi mi trovassi in difficoltà.

      Se. al contrario, non ci si carica di peso inutile, se si ha solo il peso corretto, che nell'immersione ricreativa è o dovrebbe essere molto poco.
      Nell'immersione ricreativa un subacqueo ha bisogno di pochissimo peso spesso fornito dalla bombola stessa.
      In questo contesto, se uno usa solo uno o due chili di zavorra non sono un problema.

      Non ritengo che la sicurezza passi attraverso la possibilità di sganciare un chilogrammo di piombo, il movimento anche di una sola mano è in grado di generare ben più di un chilogrammo di spinta positiva.

      In 28 anni di subacquea non mi è mai capitato neanche lontanamente di dover sganciare la cintura dei pesi, premesso che porto veramente poco peso nell'immersione ricreativa.

      Diverso è quella tecnica ma qui il problema non è tanto la zavorra quanto il peso insito delle attrezzature necessarie e queste non le dovresti sganciare, tanto che la funzione della stagna non è solo quella di protezione termica ma costituire una ridondanza al gav.

      Sinceramente come considero, nell'immersione ricreativa, non indispensabile il gav, considero la cintura dei pesi non indispensabile.

      Ritorniamo sempre ad un concetto base, avere la corretta pesata in funzione della corretta acquaticità.

      Acquaticità corretta e corretta zavorra, rende inutile focalizzarsi sulla cintura si o cintura no.

      Io uso una marsigliese elastica come cintura solo perché usando nelle immersion ricreative una muta d'apnea trovo la cintura comoda non solo per portare dietro 1 Kg di piombo ma anche per portare due piccole tasche dove mettere la maschera di riserva ed il pallone d'emergenza.

      Non giudico certo un subacqueo se ha la cintura dei piombi o meno o se questa è a sgancio rapido, io giudico prima di tutto dalla quantità di zavorra che usa un funzione dell'immersione che fa.
      Se corretta, se usa o si avvicina a quella che io reputo la minima necessaria bene il resto non mi importa,
      Se ha 6 kg di piombo addosso, in questo caso non è la distribuzione a correggere un errore di fondo, l'eccesso di zavorra.
      Certo che in un contesto di eccesso almeno averla divisa e con la possibilità di sganciarne una parte non può che portare anche me a condividere la tua osservazione ma condivido solo perché c'è un errore a monte grave.
      Un errore che non si dovrebbe fare e che se non si fa il problema che metti in evidenza non si pone.

      Cordialmente
      Rana

      Commenta


      • #4
        Circa la quantita' di aria da avanzare tendo a ciucciarmi golosamente il bibo gestendomi i margini in risalita ed quote decompressive
        Tanto nessuno quando ricarico mi restituisce i soldi per l'aria avanzata
        Si, lo so, ma ho un manometro digitale precisissimo e fino ad oggi non mi e' mai capitato di restare senza aria ma anzi ogni tanto ne ho donata e la mia e' sempre bastata anche per altri. Spesso vado da solo e quindi me la canto e me la suono
        Ciao
        Paolo
        Paolo

        Commenta


        • #5
          Vedo ora che e' ricomparso dopo un certo lasso di tempo il buon RANA a cui vanno i miei saluti piu' cordiali
          Paolo
          Paolo

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
            ...
            Ora la mia riflessione è che se da un lato va bene avere "poco" peso in cintura, dall'altro avere come obbiettivo la sua totale rimozione di questa sia contraria alle normali procedure di sicurezza.
            ....
            E potete avere tutte le ridondanze che volete, ma cavolo due o tre kg in cintura non uccidono nessuno ma in caso di difficoltà possono essere la differenza che cercavate.
            Come già espresso dal buon RANA, che mi fa piacere rileggere nuovamente e che saluto, il punto non è aggiungere o toglitore niente, ma trovare la pesata corretta.

            Per quanto mi riguarda non posso che apprezzare chi fa le suo prove, in quanto è probabile che abbia riconosciuto di avere qualche kg di troppo.

            Ma, una volta trovata la pesata il tuo quesito perde di senso, in quanto non è una gara come credi, ma una ricerca, in quanto nessuno si diverte a mettersi in condizioni pericolose.



            YouTube

            Commenta


            • #7
              C'è la diffusa opinione che poca zavorra sia un problema ....

              Io ritengo che avere poca zavorra anche sotto il minimo non è mai una situazione "pericolosa".
              Se ne hai troppo poca non scendi, non vai fine non succede nulla.
              Se ne hai poca ma sufficiente per scendere bene, non sei in una condizione di pericolo a fine immersione al limite si dovrà "lavorare" un pochino per stabilizzare l'ultima tappa ma nulla di che, contando sul fatto che qualsiasi cosa succeda si finisce su e non giù.

              Al contrario l'eccesso di zavorra è un grosso problema, non tanto per la sua gestione intesa nell'avere o meno la possibilità di sganciarne almeno una parte, ma per il fatto che maggiore zavorra equivale a maggiore stress, a una maggiore difficoltà nello stabilizzarsi alle varie quote, soprattutto in risalita, dove il gas necessario nel gav per compensare oscilla molto (per la legge id Boyle).

              Secondo me bisogna cambiare un po il punto di vista, smettere di aver paura di "pallonare" la pallonata è propri di chi ha molta zavorra.
              Smettere di aver paura di essere in un condizione di leggero stato positivo ma al contrario iniziare a considerare l'eccesso di zavorra come il vero e proprio problema.

              In ambito ricreativo con la giusta zavorra non c'è quasi la necessità di ricorrere al Gav e per tanto gli spostamenti alle varie quote non richiedono particolari aggiustamenti di forze per stabilizzarsi.
              In queste condizioni lo sgancio della zavorra è un qualcosa che non ha senso perché di fatto non c'è un vettore negativo elevato che agisce.

              La discussione aperta è più che comprensibile ma è un "non problema" (come direbbe un mio caro amico) perché con la giusta pesata non si pone.

              A volte bisogna rompere gli schemi, e questo è uno di quei casi, bisogna iniziare a concentrarsi e risolvere il problema e non trovare soluzioni per gestire il problema cosa ben diversa.

              Cordialmente
              Rana

              Commenta


              • #8
                Secondo me c'è anche un tema di attrezzatura. Io uso il reb e la stagna, pressoché in tutte le immersioni.
                La mia pesata ideale (con 2,8 kg di schienalino in acciao) è:
                Nessun kg aggiuntivo al lago
                2,5 kg di zavorra in cintura al mare.

                Se togliessi lo schienalino in acciaio, dovrai mettere sempre la cintura. Al lago non sarebbe un problema, ma al mare inizierebbe ad essere fastidiosa, dovendo aggiungere 5 kg.
                E con una distribuzione dei pesi differente e non ottimale.

                Nel mio caso non si tratta né di "corsa" né di "cielodurismo", ma solo di una soluzione ottimale per la mia comodità. Penso sia così per tanti, anche tra gli utilizzatori di bibombola.
                Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.

                cit: "meno male che c'e' qualcuno che ha la scienza e sa come van fatte le cose..."

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

                  Il tuo ragionamento non fa una piega ammesso di avere una zavorra sovra dimensionata.
                  Ergo m'immergo con un eccesso di peso ma faccio in modo e maniera da poterlo sganciare nella malaugurata ipotesi mi trovassi in difficoltà.

                  Se. al contrario, non ci si carica di peso inutile, se si ha solo il peso corretto, che nell'immersione ricreativa è o dovrebbe essere molto poco.
                  Nell'immersione ricreativa un subacqueo ha bisogno di pochissimo peso spesso fornito dalla bombola stessa.
                  In questo contesto, se uno usa solo uno o due chili di zavorra non sono un problema.

                  Non ritengo che la sicurezza passi attraverso la possibilità di sganciare un chilogrammo di piombo, il movimento anche di una sola mano è in grado di generare ben più di un chilogrammo di spinta positiva.

                  In 28 anni di subacquea non mi è mai capitato neanche lontanamente di dover sganciare la cintura dei pesi, premesso che porto veramente poco peso nell'immersione ricreativa.

                  Diverso è quella tecnica ma qui il problema non è tanto la zavorra quanto il peso insito delle attrezzature necessarie e queste non le dovresti sganciare, tanto che la funzione della stagna non è solo quella di protezione termica ma costituire una ridondanza al gav.

                  Sinceramente come considero, nell'immersione ricreativa, non indispensabile il gav, considero la cintura dei pesi non indispensabile.

                  Ritorniamo sempre ad un concetto base, avere la corretta pesata in funzione della corretta acquaticità.

                  Acquaticità corretta e corretta zavorra, rende inutile focalizzarsi sulla cintura si o cintura no.

                  Io uso una marsigliese elastica come cintura solo perché usando nelle immersion ricreative una muta d'apnea trovo la cintura comoda non solo per portare dietro 1 Kg di piombo ma anche per portare due piccole tasche dove mettere la maschera di riserva ed il pallone d'emergenza.

                  Non giudico certo un subacqueo se ha la cintura dei piombi o meno o se questa è a sgancio rapido, io giudico prima di tutto dalla quantità di zavorra che usa un funzione dell'immersione che fa.
                  Se corretta, se usa o si avvicina a quella che io reputo la minima necessaria bene il resto non mi importa,
                  Se ha 6 kg di piombo addosso, in questo caso non è la distribuzione a correggere un errore di fondo, l'eccesso di zavorra.
                  Certo che in un contesto di eccesso almeno averla divisa e con la possibilità di sganciarne una parte non può che portare anche me a condividere la tua osservazione ma condivido solo perché c'è un errore a monte grave.
                  Un errore che non si dovrebbe fare e che se non si fa il problema che metti in evidenza non si pone.

                  Cordialmente
                  Rana
                  Il concetto a cui mi riferivo è "tolgo la piasta in lega, la metto in acciaio e tolgo pesi in cintura". Oppure "metto il piombo tra le bombole e tolgo in cintura". Il concetto non è "scendere con più peso del necessario" . Se uno è "giusto" senza cintura, allora è giusto. Punto. Il concetto è ottenere la non cintura in maniera artificiale e rinunciare così a una possibilità in più.
                  "E' giunta l'ora che qualcuno faccia qualcosa di futile e stupido, e saremo noi quel qualcuno."

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da paolo55 Visualizza il messaggio
                    Vedo ora che e' ricomparso dopo un certo lasso di tempo il buon RANA a cui vanno i miei saluti piu' cordiali
                    Paolo
                    Welcome back RANA ! Ci sei mancato

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio

                      Il concetto a cui mi riferivo è "tolgo la piasta in lega, la metto in acciaio e tolgo pesi in cintura". Oppure "metto il piombo tra le bombole e tolgo in cintura". Il concetto non è "scendere con più peso del necessario" . Se uno è "giusto" senza cintura, allora è giusto. Punto. Il concetto è ottenere la non cintura in maniera artificiale e rinunciare così a una possibilità in più.
                      La cintura dei piombi è una fonte di problemi, una cosa in più che, se si può evitare si evita, pur rimanendo nel range delle cose sensate.
                      Non c'è vantaggio nell'averla (magari rinunciado ad uno schienalino in acciao) se il sub ha la necessaria esperienza.
                      Così come non ha senso non averla se aiuta come e quanto deve.

                      Il vantaggio vero c'è con sub poco esperti e, nel 99% dei casi sovrazavorrati, per poterli rendere facilmente e velocemente positivi in superficie.
                      www.bludivecenter.com

                      Commenta


                      • #12
                        E poi vuoi mettere che bello immergersi senza avere la cintura in mezzo ai cocones!
                        "Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza!" [Arthur Bloch]
                        "Chi semina raccoglie, ma chi raccoglie si china...
                        ... e a quel punto è un attimo..." [ignoto]

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio

                          Il vantaggio vero c'è con sub poco esperti e, nel 99% dei casi sovrazavorrati, per poterli rendere facilmente e velocemente positivi in superficie.
                          Mi ero perso questo che rappresenta esattamente il concetto che volevo esprimere. Questa sicurezza malsana di credere che le norme di sicurezza siano peri non esperti. Se devo rendere positivo un sub al punto da dovergli togliere la cintura, vuol dire che le cose sono andate male. E le cose vanno male a tutti, esperti e non esperti. Guardiamo anche le cronache degli ultimi tempi, con sub esperti che hanno avuto un malore in acqua. L'infarto viene paradossalmente più ad un esperto che ad un novellino, se non altro per questioni anagrafiche. Un gav può rompersi all'esperto come al novellino. Cioè sembra che 3 kg in cintura siano la differenza fra piacere e tortura. Cioè, seriamente, quali problemi da una cintura? Quanti incidenti sono stati causati da una cintura? Negli anni sia io che mia moglie abbiamo avuto problemi di tenuta delle valvole del GAV, per inciso non identificabili in superficie. E come è capitato a noi, può capitare a chiunque, magari alla fine di un'immersione in cui si è preso freddo con i muscoli intorpiditi.


                          "E' giunta l'ora che qualcuno faccia qualcosa di futile e stupido, e saremo noi quel qualcuno."

                          Commenta


                          • #14
                            Ciao Ufo.

                            Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
                            Mi ero perso questo che rappresenta esattamente il concetto che volevo esprimere.
                            Ed io non volevo perdermi un occasione ghiotta come questa ...

                            Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
                            Questa sicurezza malsana di credere che le norme di sicurezza siano peri non esperti.
                            Questa è la prima volta che sento parlare di regole di sicurezza per i non esperti.
                            La sicurezza è un concetto che è trasversale ad ogni altro aspetto.
                            Ci si deve immergere in sicurezza comunque al di la dell'esperienza che si ha.
                            Ovviamente l'esperienza acquisita aumenta o dovrebbe aumentare la sicurezza di quello che si fa sott'acqua.

                            Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
                            Se devo rendere positivo un sub al punto da dovergli togliere la cintura, vuol dire che le cose sono andate male.
                            Direi molto male a tal punto che non so se il togliere la cintura fa veramente la differenza.

                            Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
                            E le cose vanno male a tutti, esperti e non esperti.
                            No, assolutamente no !!!
                            Le cose male molto male non succedono agli esperti se sono veramente esperti.
                            Quando le cose vanno molto ma molto male il problema non è mai uno solo ma sempre un insieme di cose sbagliate che si sommano.

                            Te lo dimostro:

                            Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
                            Guardiamo anche le cronache degli ultimi tempi, con sub esperti che hanno avuto un malore in acqua. L'infarto viene paradossalmente più ad un esperto che ad un novellino, se non altro per questioni anagrafiche.
                            Ma questo lo dici tu.
                            Premesso che quando un subacqueo inferta in acqua è sempre un subacqueo esperto anche se fa pochissime immersioni e non fa nessun controllo medico.
                            Correlare l'esperienza e quindi il fatto che un subacqueo sia esperto all'incidentalità dell'infarto è un pensiero solo tuo che deve essere dimostrato.
                            Ripeto se un subacqueo è veramente un esperto sa che la forma fisica è importante, cardine primo della sicurezza pertanto si sottopone a controlli regolari, attività fisica, ecc, ecc.
                            Difficilmente questa tipologia di subacquei infarta di più rispetto a tutti i subacquei che preso il brevetto per anni e anni non fanno immersioni se non due all'anno, svolgono una vita sedentaria, fumano ecc, ecc..

                            Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
                            Un gav può rompersi all'esperto come al novellino
                            Vero, verissimo ma con una piccola differenza.
                            Se un gav si rompe ad un esperto questo non fa una piega, non comporta nulla la rottura del gav in ambito ricreativo ad un subacqueo veramente esperto.
                            Della serie e chi se ne frega se si rompe il gav.
                            Un novellino va in panico e sgancia la cintura probabilmente con un eccesso di zavorra, e sempre per l'eccesso di zavorra sganciata pallona, se non sgancia la cintura va in affanno cercando di evitare di sprofondare tirato giù dall'incudine di piombo che ha messo in cintura.
                            Direi che le due situazioni non sono neanche paragonabili.

                            Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
                            Cioè sembra che 3 kg in cintura siano la differenza fra piacere e tortura.
                            3 kg in cintura in più del dovuto non sono la differenza tra piacere e tortura ma fa la differenza tra un subacqueo esperto e quindi che s'immerge in sicurezza (quello senza i 3 kg in eccesso di zavorra) ed il subacqueo neofita della domenica che si e no sa montare l'attrezzatura, il quale pensa che 3 kg non sono un problema tanto li può sempre sganciare e poi lo vedi muoversi come un affogato in un immersione che diventa per lui un incubo.

                            Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
                            Cioè, seriamente, quali problemi da una cintura?
                            La cintura non da problemi.
                            I problemi li causano i 3 kg di piombo non dovuti e portati in più tanto si ha il gav.
                            Il problema, se non lo vedi è la prova che non hai l'esperienza per parlare di questi aspetti.

                            Te lo spiego.
                            Ti sembra corretto mettere 3 Kg in più in cintura - pensare che tanto la puoi sempre sganciare e tanto usando il gav come un pallone mongolfiera pensi che questo eccesso di zavorra non agisce e non incide sulla tua sicurezza ?

                            Poi per qualche strano caso che tanto tu dici può anche succedere al subacqueo esperto il gav si rompe e ....
                            l'equilibrio delle forze positive e negative viene meno e ti ritrovi a pinneggiare in verticale per evitare di sprofondare andando in affanno o panico.
                            Oppure avendo l'accortezza di sganciare palloni come una pallina di un flipper verso la superficie.
                            Questa la chiami sicurezza ???

                            Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
                            Quanti incidenti sono stati causati da una cintura?
                            Non sai quanti incidenti sono stati causati anche per effetto di una cintura di zavorra sovradimensionata rispetto alle necessità del subacqueo.
                            Il 90% dei subacquei ricreativi ha problemi legati ad un uso assurdo di zavorra.

                            Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
                            Negli anni sia io che mia moglie abbiamo avuto problemi di tenuta delle valvole del GAV, per inciso non identificabili in superficie. E come è capitato a noi, può capitare a chiunque, magari alla fine di un'immersione in cui si è preso freddo con i muscoli intorpiditi.
                            I problemi alle valvole del gav non li conto nella mia attività.
                            Ma mai mi sono trovato nella necessità di sganciare la zavorra.
                            Il problema non è usare o non usare la cintura il problema è a monte.
                            Se hai una corretta pesata non hai problemi e l'immersione è sicura anche se si rompe una valvola del gav.
                            Se non hai una corretta pesata il problema non lo risolvi potendo sganciare la cintura di zavorra.

                            Cordialmente
                            Rana

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio

                              Mi ero perso questo che rappresenta esattamente il concetto che volevo esprimere. Questa sicurezza malsana di credere che le norme di sicurezza siano peri non esperti. Se devo rendere positivo un sub al punto da dovergli togliere la cintura, vuol dire che le cose sono andate male. E le cose vanno male a tutti, esperti e non esperti. Guardiamo anche le cronache degli ultimi tempi, con sub esperti che hanno avuto un malore in acqua. L'infarto viene paradossalmente più ad un esperto che ad un novellino, se non altro per questioni anagrafiche. Un gav può rompersi all'esperto come al novellino. Cioè sembra che 3 kg in cintura siano la differenza fra piacere e tortura. Cioè, seriamente, quali problemi da una cintura? Quanti incidenti sono stati causati da una cintura? Negli anni sia io che mia moglie abbiamo avuto problemi di tenuta delle valvole del GAV, per inciso non identificabili in superficie. E come è capitato a noi, può capitare a chiunque, magari alla fine di un'immersione in cui si è preso freddo con i muscoli intorpiditi.

                              Non t'arrabbiare, c'è una spiegazione per tutto.

                              Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
                              Questa sicurezza malsana di credere che le norme di sicurezza siano peri non esperti.
                              Sai, certe idee malsane, a volte, derivano da qualche anno di subacquea, qualche centenaio di corsi tenuti a qualsiasi livello e, purtroppo ad un (troppo) cospicuo numero di interventi di soccorso.
                              Certe volte... altre no.

                              Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
                              Cioè sembra che 3 kg in cintura siano la differenza fra piacere e tortura.
                              No, e non sono neanche la differenza tra tenere (o portare) a galla un sub oppure no: che siano in cintura o sullo schienalino. Lo diventano quando sono 3 kg in più.
                              Anche peché non tutti i gav consentono lo sgancio rapido della cintura.

                              Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
                              Cioè, seriamente, quali problemi da una cintura?
                              tanti, quando è di troppo, troppi quando è usata a sproposito.

                              Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
                              Quanti incidenti sono stati causati da una cintura?
                              repetita iuvant:
                              tanti, quando è di troppo, troppi quando è usata a sproposito.

                              Originariamente inviato da Ufo77 Visualizza il messaggio
                              Negli anni sia io che mia moglie abbiamo avuto problemi di tenuta delle valvole del GAV, per inciso non identificabili in superficie. E come è capitato a noi, può capitare a chiunque, magari alla fine di un'immersione in cui si è preso freddo con i muscoli intorpiditi.
                              e davvero il problema si risolve con 3 kg in più o in meno?
                              Se si, il problema sta altrove, spesso nel fatto che quei 3 kg erano di troppo.

                              Quindi mi sento di confermare quanto scritto 5 mesi fa
                              Usare la cintura non è un crimine, come non lo è farne a meno.

                              PS si è capito che sarebbe meglio evitare i kg di troppo o è il caso di ripeterlo?
                              www.bludivecenter.com

                              Commenta

                              Riguardo all'autore

                              Comprimi

                              Ufo77 Per saperne di più su Ufo77

                              Statistiche comunità

                              Comprimi

                              Attualmente sono connessi 21 utenti. 0 utenti e 21 ospiti.

                              Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 06:32 il 14-01-2020.

                              Scubaportal su Facebook

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X