Lancio pedagno con il reel o lo spool

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • cesare
    ha risposto
    credo doverose due distinzioni:
    - risalita nel blu
    - risalita da franata

    credo nel caso di lorescuba l'errore sia commesso da chi si è lasciato andare nel blu in una situazione come il faro di portofino che non ti perdi nemmeno con visibilità zero, magari non arrivi alla boa, ma certamente arrivi a ridosso della scogliera. però gli errori si commettono e devi avere qualcuno sopra la testa in grado di gestirli.
    le risalite nel blu sono sempre valore aggiunto in libera, ma ci vuole il giusto barcaiolo e la zona che lo permetta.
    essere in comfort e tritati da una nave o barca che sia non è bello.

    Lascia un commento:


  • firer84
    ha risposto
    Beh se non vedeva la boa del faro non vedeva neanche il tuo pallone?
    Confermo, niente birretta al barcaiolo...

    Lascia un commento:


  • Lorescuba
    ha risposto
    Originariamente inviato da firer84 Visualizza il messaggio
    Lorescuba
    Poteva tornare a vedere se c'erano bolle in boa, questo è vero, ma sai, anche loro sono sempre in paranoia... è comprensibile... magari sul momento si è scaldato più per lo spaghetto preso che per volerti rompere i maroni...e poi scommetto che da quel momento il pallone lo spari di più...
    In realtà era intorno ai due palloni che vagavano in mezzo al golfo di Portofino fuori vista dalla boa. Avevamo circa 60' di deco da fare.
    E comunque il pallone lo lancio se serve, come prima.

    Lascia un commento:


  • firer84
    ha risposto
    Lorescuba
    Poteva tornare a vedere se c'erano bolle in boa, questo è vero, ma sai, anche loro sono sempre in paranoia... è comprensibile... magari sul momento si è scaldato più per lo spaghetto preso che per volerti rompere i maroni...e poi scommetto che da quel momento il pallone lo spari di più...

    Ecco, però in questo caso non avrei pagato la birretta a nessuno, neanche al barcaiolo...l'errore è stato commesso da chi non aveva la bussola...quindi da tabella:
    I 4 senza bussola ti dovevano una birretta a te..e fanno già 4 birrette gratiz....
    Aggiungerei anche un'altre 2 birrette perchè non sono tornati a dama e te invece si...6, conto pari.

    Mentre al barcaiolo niente o gli andava su la pressione.

    Lascia un commento:


  • Lorescuba
    ha risposto
    Originariamente inviato da firer84 Visualizza il messaggio
    La situazione di Loerscuba era un po' in bilico perchè lui è salito da dove doveva, quindi il barcaiolo poteva tornare sulla boa e verificare...il problema è che se uno è in ccr le bolle non si vedono (o meglio, se è in deco se ne vede meno), giuro che sarei stato combattuto anche io sullo sparare il pallone... con il senno di poi era meglio sparare, magari anche solo a 5 metri per far capire la propria posizione.
    Ai tempi scendevo ancora in CA.

    Originariamente inviato da Paolo55
    Lorescuba
    Ti confesso che non sono d'accordo con il cazziatone
    Grazie e buona giornata
    Paolo
    Ti confesso che lì per lì ho cortesemente mandato affanculo il cazziatore...

    Lascia un commento:


  • paolinus
    ha risposto
    Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio



    Ammetto che non mi sono mai confrontato con "Scilla e Cariddi".

    Diciamo che lo stretto di Messina ha regole del tutto sue....

    Cordialmente
    Rana
    Decisamente
    Sono stato a Scilla dove ci immergevano nei periodi di stanca,
    mentre due anni fa sulla Viminale due tutffi da oltre 2 ore la corrente non ci ha mai mollato e ha cambiato intensità e direzione .Eravamo nel periodo di luna piena... molta corrente..


    Anche in questi casi concordare la giusta logistica con la superficie è fondamentale.
    Nello specifico: arrivati a 21m ci si sposta lungo la stazione decompressiva che viene sganciata dalla cima principale e si va in drift .
    Per me la situazione migliore piuttosto che stare attaccati come dei salami alla cima... o stare con lo scooter acceso per contrastare la corrente........anche perchè gli scooter hanno la loro autonomia e prima o poi si scaricano.........

    La corrente non c'è solo in Calabria ma anche in liguria sopratutto nel ponente ligure.
    sul Piroscafo Ravenna stessa procedura ,arrivati a 21mt , team compatto sulla stazione deco e via sgancia e in drift.....
    li corrente davvero impetuosa......
    Ultima modifica di paolinus; 16-12-2021, 13:26.

    Lascia un commento:


  • firer84
    ha risposto
    Se parliamo di immersioni impegnative seguiti da un barcaiolo, nel caso ci si perda bisogna sparare il pallone dalla prima quota disponibile (lunghezza spool o reel) o almeno mezz'ora, tre quarti d'ora prima della fine della deco (non è regola questa, però a volte mi è capitato di farlo su richiesta del barcaiolo), quando i tuffi sono lunghi il barcaiolo deve sapere dove si trovano i vari gruppi o i vari singoli (per quando riguarda almeno la deco)o succede quello che ha raccontato Lorescuba, questa cosa va seguita sempre, non solo se ci si perde, anche se si fanno delle attraversate tra due immersioni separate (ovvero parto da un'immersione A per arrivare all'immersione B) e il barcaiolo non conosce la posizione del sub o del gruppo tra una e l'altra (situazione che capita spesso se si usano scooter).
    La situazione di Loerscuba era un po' in bilico perchè lui è salito da dove doveva, quindi il barcaiolo poteva tornare sulla boa e verificare...il problema è che se uno è in ccr le bolle non si vedono (o meglio, se è in deco se ne vede meno), giuro che sarei stato combattuto anche io sullo sparare il pallone... con il senno di poi era meglio sparare, magari anche solo a 5 metri per far capire la propria posizione.
    Ultima modifica di firer84; 16-12-2021, 12:10.

    Lascia un commento:


  • paolinus
    ha risposto
    Originariamente inviato da Lorescuba Visualizza il messaggio

    Di solito il reel, se si tratta di tuffi "normali". A settembre abbiamo fatto un tuffo "esplorativo" in sicilia e mi sono portato in barca la tanichetta con 100 mt di cima; non ho avuto bisogno di usarla, siamo tornati alla cima del pedagno; il reb aiuta, i tempi di fondo possono non essere "tassativi" come in CA e a volte ci si può permettere di fare una veloce ricerca della strobo attaccata alla cima del pedagno.
    Per carità al netto di situazione particolari , su tuffi ipossici tanichette non se ne vedono più, lo strumento per segnalare la posizione e gestire una risalita un pò fonda è il reel.
    Certo la cima è più sottile non ti puoi appendere, capisco che la tanichetta è anche meglio!

    La strobo per me è un tassativo nei tuffi tmx ,ho quella della gralmarine una bomba!
    La fisso sempre , è di grande aiuto.
    Certo ideale è ritornare sul pedagno quasi sempre va cosi, poi ci sono tuffi dove caso mai concordo prima che non risalgo sul pedagno.
    Anche con lo scooter ci può permettere di fare una veloce ricerca della strobo attaccata alla cima del pedagno.

    Lascia un commento:


  • paolo55
    ha risposto
    Lorescuba
    Ti confesso che non sono d'accordo con il cazziatone
    Grazie e buona giornata
    Paolo

    Lascia un commento:


  • Lorescuba
    ha risposto
    Originariamente inviato da paolinus Visualizza il messaggio

    Se ti dovesse ricapitare hai ancora dietro la tanichetta o il reel?
    Pur riconoscendo i pregi della tanichetta in giro nn ne vedo proprio più.....
    Di solito il reel, se si tratta di tuffi "normali". A settembre abbiamo fatto un tuffo "esplorativo" in sicilia e mi sono portato in barca la tanichetta con 100 mt di cima; non ho avuto bisogno di usarla, siamo tornati alla cima del pedagno; il reb aiuta, i tempi di fondo possono non essere "tassativi" come in CA e a volte ci si può permettere di fare una veloce ricerca della strobo attaccata alla cima del pedagno.

    Lascia un commento:


  • Lorescuba
    ha risposto
    Originariamente inviato da paolo55 Visualizza il messaggio
    Lorescuba
    cazziato? Perche' gli altri si sono persi?
    Non ne capisco il motivo.
    Da sub solitario faccio molta fatica ad interpretare queste logiche e ti chiedo di aiutarmi a colmare la mia lacuna
    ciao
    Paolo
    Andiamo OT, ma cerco di raccontarlo in breve. C'era una visibilità di circa 10 metri sul fondo e i componenti dei team erano vicini ma non " a distanza di braccio".
    Di colpo ci siamo trovati in un fiume di corrente che ci ha spostato e con 1 m di visibilità; nonostante le torce non siamo riusciti ad individuarci, per cui piano di emergenza.
    Eravamo 3 (noi) e altri 2. Il mio team probabilmente è stato "investito" prima e si è disperso (Questo è capitato a 2' dallo stacco dal fondo).
    In sostanza: i 2 + 1 sono risaliti su un pallone, 1 è risalito solo con un secondo pallone, io, (grazie bussola), da solo, sono riuscito a ritrovare la parete, il corpo morto e la catena della Boa di ormeggio da cui saremmo dovuti risalire tutti.
    Il barcaiolo quando ha visto i palloni li ha seguiti, e quando sono emersi 4 sub invece di 5, ha subito avvisato i soccorsi. Mi hanno trovato attaccato con la jon line alla boa di ormeggio del parco. MI hanno cazziato perchè avrei dovuto lanciare il pallone per segnalare la mia posizione comunque, essendomi perso.
    Avendo fatto l'ultima parte della deco contro la parete a cercare gli altri ed essendo uscito attaccato alla catena della boa, ho ritenuto opportuno non farlo, vista anche la corrente.
    Spero di aver spiegato.

    Lascia un commento:


  • paolinus
    ha risposto
    Originariamente inviato da Lorescuba Visualizza il messaggio
    Senza andare fino allo Stretto, anni fa con degli amici, durante un tuffo trimix a 70 metri alla punta del faro (Portofino), siamo stati colti da una corrente improvvisa (e forte) che in un attimo ha ridotto la visibilità a 1 metro e ha "separato" i componenti dei due team. Avevano la tanichetta e hanno lanciato il pallone dal fondo: recuperati in mezzo al golfo!
    L'unico pirla che è tornato alla catena del corpo morto e quindi non ha sparato il pallone perché è risalito esattamente nel punto in cui era sceso, è stato cazziato duramente per non averlo fatto (io).
    Credo che aver fatto 60' di deco con una cima da 4 mm sia stato più "agevole" rispetto al sagolino del reel.
    Se ti dovesse ricapitare hai ancora dietro la tanichetta o il reel?
    Pur riconoscendo i pregi della tanichetta in giro nn ne vedo proprio più.....

    Lascia un commento:


  • paolo55
    ha risposto
    Lorescuba
    cazziato? Perche' gli altri si sono persi?
    Non ne capisco il motivo.
    Da sub solitario faccio molta fatica ad interpretare queste logiche e ti chiedo di aiutarmi a colmare la mia lacuna
    ciao
    Paolo

    Lascia un commento:


  • Livio Cortese
    ha risposto
    RANA : a dire il vero non ho ancora usato questo sistema in immersioni impegnative quanto a profondità, men che meno ai -100 e oltre dove va paolinus (perché quelle quote non le conosco ancora) ; dal fondo uso ancora il reel. La curiosità mi è nata durante le riprese della serie "Cacciatori di reti fantasma". In due immersioni (fondo a -37 e -40 m, deco entro i 15') , trovandoci su siti con una certa corrente, si é scelto di lanciare un pallone con la cima della tanichetta, vincolando a questa lo spezzone di rete mediante una fettuccia con moschettone, per poi mandare su il tutto con un pallone. In questo modo abbiamo avuto la certezza di non perdere la rete, agevolando il lavoro di chi doveva recuperarla in barca e creando un punto di uscita per noi che eravamo una volta in 2 e l'altra in 4.

    Lascia un commento:


  • Lorescuba
    ha risposto
    Senza andare fino allo Stretto, anni fa con degli amici, durante un tuffo trimix a 70 metri alla punta del faro (Portofino), siamo stati colti da una corrente improvvisa (e forte) che in un attimo ha ridotto la visibilità a 1 metro e ha "separato" i componenti dei due team. Avevano la tanichetta e hanno lanciato il pallone dal fondo: recuperati in mezzo al golfo!
    L'unico pirla che è tornato alla catena del corpo morto e quindi non ha sparato il pallone perché è risalito esattamente nel punto in cui era sceso, è stato cazziato duramente per non averlo fatto (io).
    Credo che aver fatto 60' di deco con una cima da 4 mm sia stato più "agevole" rispetto al sagolino del reel.

    Lascia un commento:

Riguardo all'autore

Comprimi

CLAUDIO62 Per saperne di più su CLAUDIO62

Statistiche comunità

Comprimi

Attualmente sono connessi 15 utenti. 0 utenti e 15 ospiti.

Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 05:32 il 14-01-2020.

Scubaportal su Facebook

Comprimi

Sto operando...
X