Recensione del film 47 Metri Great White

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Originariamente inviato da Steinoff Visualizza il messaggio
    Che poi... in Fantozzi il titolo fu mutato in Corazzata Kotiomkin, pur mantenendo Eisestein come autore.
    Questa chicca non la conoscevo, grazie

    Originariamente inviato da Steinoff Visualizza il messaggio
    Io ad esempio adoro Penso ad esempio ai film der Monnezza, che adoro, anni 70 in pieno con quel modo scanzonato, goliardico, irriverente, spesso strampalato e forse un po' superficiale di dipingere quel mondo.
    Calmo qui vai a toccare dei film che ho nel cuore.
    Per prima cosa "er monnezza" era interpretato dal grande Tomas Milian.
    Secondo da questo personaggio deriva un grandissimo film che ho amato che era "La banda del gobbo" - bellissimo.
    Insomma tocchiamo a mio avviso delle perle del cinema italiano che andrebbero riscoperte.

    I miei film "ignoranti" ma che li vedo proprio perché "ignoranti" sono:

    La saga: "I mercenari"
    Godzilla
    La saga: "Fast and furius"

    Originariamente inviato da Steinoff Visualizza il messaggio
    Ma la "saga" di 47 metri proprio no, non appartiene a nessun genere cinematografico. Posso ancora capire Lo squalo, quello di Spielberg, che nacque in un periodo in cui la cultura naturalistica era ben lungi dal divenire. Ma adesso dipingere qli squali in quel modo, considerando il rischio di estinzione cui sono esposti e l'importanza globale che questi splendidi animali hanno nell'ecosistema globale, lo considero criminale.
    Vanno proprio bene per il girone degli Ignavi come hai suggerito, qui si che ci sta il 92 minuti di applausi
    La saga "Lo squalo" inizia nel 1975 - erano gli anni delle esplorazioni di "Cousteau" - ed era un film che a quei tempi colpiva.
    Io questo film, malgrado comprendo la necessità di salvaguardare gli squali, lo metto tra i film belli (può piacere o no ma ha fatto storia).

    Scusate ma vi ricordate Franco Nero nel film "Cacciatore di squali" ............


    47 Metri ......... non merita di stare in un post dove sono stati nominati questi film.


    Rana


    Commenta


    • #17
      Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

      Calmo qui vai a toccare dei film che ho nel cuore.
      Per prima cosa "er monnezza" era interpretato dal grande Tomas Milian.
      Secondo da questo personaggio deriva un grandissimo film che ho amato che era "La banda del gobbo" - bellissimo.
      E lo dici a me Er Monnezza e' un personaggio mitologico, protagonista di tre film, spesso pero' confuso con l'Ispettore Nico Girardi che invece era un altro personaggio, sebbene sempre interpretati da Thomas Milian.
      Penso che tu gia' lo sappia, lo dico per chi non conosce bene il genere, Er Monnezza e' il coprotagonista insieme al gemello, er Gobbo, de La banda del Gobbo che hai citato, e poi del Trucido e lo Sbirro e de La banda der Trucido, mentre nei vari film Delitto al... il protagonista e' Nico Girardi, con spalla Venticello interpretato da Bombolo. Purtroppo spesso vengono confusi, ma sono due personaggi ben diversi tra loro
      Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio
      Insomma tocchiamo a mio avviso delle perle del cinema italiano che andrebbero riscoperte.

      I miei film "ignoranti" ma che li vedo proprio perché "ignoranti" sono:

      La saga: "I mercenari"
      Godzilla
      La saga: "Fast and furius"
      La saga dei Mercenari la adoro, trovo che in quei film ci sia una satira diretta ai personaggi interpretati precedentemente dagli stessi attori che e' fenomenale, oltre all'azione pura che e' da sballo.
      Fast and furious se fa guarda' per tanti motivi, Godzilla e' uno dei miti della mia infanzia e poterlo vedere ben fatto sul grande schermo... eh!
      Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio
      La saga "Lo squalo" inizia nel 1975 - erano gli anni delle esplorazioni di "Cousteau" - ed era un film che a quei tempi colpiva.
      Io questo film, malgrado comprendo la necessità di salvaguardare gli squali, lo metto tra i film belli (può piacere o no ma ha fatto storia).

      Scusate ma vi ricordate Franco Nero nel film "Cacciatore di squali" ............
      Si, sono d'accordissimo, Lo Squalo va visto tenendo conto del periodo in cui fu fatto. E poi all'epoca era davvero sconvolgente, non era mai stato fatto nulla di simile, lo metto al pari de L'Esorcista per impatto emotivo ed emozioni suscitate, al pari del primo Guerre Stellari per innovazione e coraggio nel rappresentarla. E non e' un caso che Spielberg e Lucas siano amici fin da quei tempi.
      Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio
      47 Metri ......... non merita di stare in un post dove sono stati nominati questi film.


      Rana

      Ma infatti, sprofondiamolo davvero a -47 e non tiriamolo piu' fuori
      Ultima modifica di Steinoff; 12-10-2021, 21:54.

      Commenta


      • #18
        Originariamente inviato da Tonnetto Visualizza il messaggio

        Se ti piace lo Squalo, guardati questo documentario se lo becchi...racconta un po' di anedotti delle riprese davvero curiosi: https://www.youtube.com/watch?v=bYdqUzDcPuM

        Lei era una dei 4 o 5 videoperatori del film....

        Tipo che Spielberg voleva un Bianco di 7mt...ma c'era solo di 5mt nelle acque dove facevano le riprese, per cui usarono controfigure nane, è gabbie in scala, per le riprese in acqua per farlo sembrare più grande...etc etc...

        Genio!
        Grazzzzzie, lo guardo sicuro....a differenza di molti che incolpano "Lo squalo" di aver sdoganato la "caccia" (che c'è sempre stata....) o comunque l'odio nei confronti degli squali, a me, oltre essere piaciuto tantissimo mi ha fatto interessare al mare più di: "Il mondo del silenzio".
        Lo vidi per la prima volta in replica (sono un '84...) a 6 o 7 anni e me ne innamorai...intendiamoci, solo il primo.
        Buone bolle a tutti!!!
        http://4th-dimension.detidecosystem.com/

        Commenta


        • #19
          Originariamente inviato da Steinoff Visualizza il messaggio
          E lo dici a me Er Monnezza e' un personaggio mitologico, protagonista di tre film, spesso pero' confuso con l'Ispettore Nico Girardi che invece era un altro personaggio, sebbene sempre interpretati da Thomas Milian.
          Penso che tu gia' lo sappia, lo dico per chi non conosce bene il genere, Er Monnezza e' il coprotagonista insieme al gemello, er Gobbo, de La banda del Gobbo che hai citato, e poi del Trucido e lo Sbirro e de La banda der Trucido, mentre nei vari film Delitto al... il protagonista e' Nico Girardi, con spalla Venticello interpretato da Bombolo. Purtroppo spesso vengono confusi, ma sono due personaggi ben diversi tra loro
          Verissimo ci sono una serie di personaggi interpretato di Thomas Milian che spesso vengono confusi ma che sono profondamente diversi.
          Il "gobbo" se non sbaglio fratello di Er Monnezza rimane, per me, il personaggio più drammatico e profondo.

          Originariamente inviato da Steinoff Visualizza il messaggio
          Si, sono d'accordissimo, Lo Squalo va visto tenendo conto del periodo in cui fu fatto. E poi all'epoca era davvero sconvolgente, non era mai stato fatto nulla di simile, lo metto al pari de L'Esorcista per impatto emotivo ed emozioni suscitate, al pari del primo Guerre Stellari per innovazione e coraggio nel rappresentarla. E non e' un caso che Spielberg e Lucas siano amici fin da quei tempi.
          Assolutamente.
          Contestualizzare il film nella società in cui è uscito al cinema è fondamentale per poterne dare un giudizio.
          L'esempio è proprio quello che hai fatto dell'Esorcista - nel 1974 non si era mai visto nulla del genere, la società era molto puritana e la religione qualcosa di sacro e intoccabile.
          L'Esorcista, in quel tempo, è stato come lanciare un sasso contro una vetrina, ha letteralmente spaccato e mandato in frantumi l'emotività degli spettatori, toccando corde molto profonde.

          A tal proposito a me non piace l'horror ma era uscito al cinema la versione rimasterizzata con le parti inedite e tagliate dell'Esorcista, decisi di andare a vederlo con un amico.
          Ovviamente mi colpì molto a tratti perfino infastidito da scene veramente crude e dissacranti, quando è finito il primo tempo e si sono accese le luci ci siamo accorti che la maggior parte degli spettatori erano ragazzotti che ridevano come matti.
          Compresi che l'Esorcista aveva fatto il suo tempo, oggi in una società assuefatta all'impossibile in termini di effetti ecc, ecc, questo film attira i ragazzi e diventa caricaturale a tratti perfino umoristico, quando nella metà degli anni 70, faceva letteralmente impallidire gli spettatori che uscivano scossi nel profondo.

          Rimane comunque un film che ha influenzato il genere horror, uno spartiacque che ha aperto un filone cinematografico.


          Rana

          Commenta


          • #20
            Originariamente inviato da firer84 Visualizza il messaggio

            "Lo squalo" di aver sdoganato la "caccia" (che c'è sempre stata....) o comunque l'odio nei confronti degli squali, a me, oltre essere piaciuto tantissimo mi ha fatto interessare al mare più di: "Il mondo del silenzio".

            Verò l'odio verso gli squali c'è sempre stato...e la colpa in parte, ma non solo, è stata anche di Cousteaux che non si metteva troppi problemi ad ucciderli, e/o parlarne male nei suoi primi documentari...

            Ciononostante ma lo Squalo scateno' una verà e propria isteria negli USA...un isteria che gli autori non si aspettavo, con vere e proprie crociate in mare!!!

            Tutto fu talmente estremo che la donna del Docu (Valerie Taylor), che è paragonamibile al Cousteaux Australiano, dedicò poi tutto il resto della sua vita a promuoverne la salvaguardia, e fu grazie a lei chei Bull Shark, nei Caraibi, vennero dichiarati specie protetta....

            E' molto interessante, con immagini di shark dive anni 70 impensabili da fare al giorno d'oggi....visto la mancanza dei soggetti principali.

            Tra le riprese, quella che mi ha più colpito, è un corto che mostrano, con circa una 40ina di longimani che si cibano di una balena, e loro che ci nuotano insieme! Oggigiorno è praticamente impensabile trovarne così tanti nello stesso sito, contemporaneamente!

            Riguardo invece gli effetti positivi dello squalo??? A parte essere una storia interessante, ed oggettivamente un film che si lascia guardare con interesse, ritengo che in molti, o meglio nella maggior parte delle persone, abbia instaurato, si ammirazione, ma anche una colossale paura!

            Per me, molto meglio il Mondo del Silenzio


            Originariamente inviato da firer84 Visualizza il messaggio
            Lo vidi per la prima volta in replica (sono un '84...) a 6 o 7 anni e me ne innamorai...intendiamoci, solo il primo.
            Idem '84
            Tra i pezzi che adoro, l'inizio dove il subbo nuota nelle foreste di Kelp!!! TOP!
            Ultima modifica di Tonnetto; 13-10-2021, 10:30.
            YouTube

            Commenta


            • #21
              84 pure io quindi tutti visti in replica.
              I documentari di Cousteaux mi sono piaciuti moltissimo, ma il mondo del silenzio (che poi con gli ARA tanto silenzio non è ) è il mio preferito.
              Quando lo guardo, si ciclicamente me lo vedo c'è anche sul tubo, ne resto sempre affascinato.

              Lo squalo, il capostipe del 75, lo vedo abbastanza volentieri ma solo perchè è un cult; tutti gli altri film della serie o similari che hanno velleità di essere film "blasonati" e non palesemente dei Z movies li evito.
              Piuttosto davvero preferisco guardare sharknado almeno parto dal presupposto che è una putt@nata@ in partenza.

              Commenta


              • #22
                Originariamente inviato da coffy84 Visualizza il messaggio
                Piuttosto davvero preferisco guardare sharknado almeno parto dal presupposto che è una putt@nata@ in partenza.
                YouTube

                Commenta


                • #23
                  Originariamente inviato da Tonnetto Visualizza il messaggio
                  credo sia la cos più bella che vedrò oggi, e sta sera ho in programma balck widow e quindi vedrò Scarlet

                  Commenta


                  • #24
                    Originariamente inviato da Tonnetto Visualizza il messaggio
                    Spettacolare....
                    Buone bolle a tutti!!!
                    http://4th-dimension.detidecosystem.com/

                    Commenta


                    • #25
                      Originariamente inviato da Tonnetto Visualizza il messaggio

                      Tra i pezzi che adoro, l'inizio dove il subbo nuota nelle foreste di Kelp!!! TOP!
                      Bello, ma preferisco la gara di cicatrici con finale alcolico in cambusa....


                      Quella che da bambino invece mi ha fatto pisciare sotto è quella di quando Hooper trova la testa nel relitto...che strizza!

                      Buone bolle a tutti!!!
                      http://4th-dimension.detidecosystem.com/

                      Commenta


                      • #26
                        cazzarola, me fate senti' vecchio... '69 qui,e ricordo la pubblicita' in tv dell'Esorcista, di Alien, de Lo Squalo... Gia' solo i trailer facevano venire ansia e paura. Il Mondo del Silenzio l'ho visto tanto tempo fa, bisogna che lo ritrovi.
                        coffy84 Scarlet l'ho amata in Lucy, lei e' il motivo principale per cui ho visto il remake di Ghost in the Shell (i film e le serie animate sono imbattibili, mi dispiace, anche se il tentativo e' stato comunque per me appezzabile)
                        Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

                        Verissimo ci sono una serie di personaggi interpretato di Thomas Milian che spesso vengono confusi ma che sono profondamente diversi.
                        Il "gobbo" se non sbaglio fratello di Er Monnezza rimane, per me, il personaggio più drammatico e profondo.
                        E' vero, mi ricordo ad esempio tutto il discorso che fa quando rapina i clienti della discoteca (non mi ricordo piu' se nella realta' fosse il Piper o un'altra che in seguito si chiamo' Club 84, stava dalle parti dell'Aventino)
                        Che poi, alla fine il film si chiude in maniera abbastanza aperta, almeno per come lo capisco io, non e' tanto chiaro se il Gobbo sia morto o se invece si sia salvato
                        Ultima modifica di Steinoff; 13-10-2021, 14:14.

                        Commenta


                        • #27
                          Mi stavo dimenticando una cosa, che trovo spettacolare. Spielberg si autocita riguardo Lo Squalo. Nel suo film 1941 - Allarme a Hollywood, uscito solo 4 anni dopo quello sul pinnuto divoratore di umani, la scena iniziale usa proprio la colonna sonora de Lo Squalo per incutere ansia e terrore, in questo caso pero' comico, quando la bella bionda, nuda come mamma l'ha fatta, fa la nuotata mattutina nell'oceano e improvvisamente si ritrova appesa al periscopio del sommergibile giappo, per la gioia della vedetta nipponica
                          Questo per dire quanto, nella cultura popolare, fosse gia' presente quel film

                          Commenta


                          • #28
                            Originariamente inviato da Steinoff Visualizza il messaggio
                            Mi stavo dimenticando una cosa, che trovo spettacolare. Spielberg si autocita riguardo Lo Squalo. Nel suo film 1941 - Allarme a Hollywood, uscito solo 4 anni dopo quello sul pinnuto divoratore di umani, la scena iniziale usa proprio la colonna sonora de Lo Squalo per incutere ansia e terrore, in questo caso pero' comico, quando la bella bionda, nuda come mamma l'ha fatta, fa la nuotata mattutina nell'oceano e improvvisamente si ritrova appesa al periscopio del sommergibile giappo, per la gioia della vedetta nipponica
                            Questo per dire quanto, nella cultura popolare, fosse gia' presente quel film
                            Questo è merito delle colonne sonore che sono dei capolavori e sanno, a volte, trasformare un "asino" in un cavallo da corsa.

                            Penso che se nel film "Lo squalo" non ci fosse stata questa iconica colonna sonora che abbiamo tutti imparato ad associare al "pinnuto divoratore" nel momento in cui si avvicina alla preda .....
                            Oggi non saremmo qui a parlare di questo film.

                            Allo stesso modo la colonna sonora dell'Esorcista.

                            O la scena iniziale di: "2001 Odissea nello spazio"
                            dove l'osso lanciato dal primate (venuto a contatto con il mistico "monolite nero") nel momento in cui inizia ad usare oltre la forza fisica anche l'intelletto, si trasforma in astronave sulle note sinfoniche dell'opera di Strauss "Così parlò Zarathustra".
                            Nessun altra musica poteva dare cosi tanta potenza alle immagini e farci fare un salto temporale che va dalla preistoria al futuro più lontano, quello dei viaggi spaziali.

                            Insomma le musiche dei film sono capolavori che si stampano indelebili nella cultura popolare e rendono il film intramontabile.


                            Rana

                            Commenta


                            • #29
                              Così ci sono tutti e tre....

                              https://youtu.be/A3ytTKZf344

                              https://youtu.be/7GYJ8N7WSgI

                              Buone bolle a tutti!!!
                              http://4th-dimension.detidecosystem.com/

                              Commenta


                              • #30
                                Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

                                Insomma le musiche dei film sono capolavori che si stampano indelebili nella cultura popolare e rendono il film intramontabile.


                                Rana
                                Verissimo Rana, e ci sono compositori che fanno concerti dal vivo in tutto il Mondo proprio delle colonne sonore da loro composte. Penso al Maestro Morricone, finchéera in vita, ma anche ad Hans Zimmer, a Bear McCreary... sentendo quelle musiche suonate dal vivo, e quindi fuori dal contesto cinematografico, si possono comunque rivivere le emozioni suscitate dal film, la musica è un canale che ci parla in modo diretto, non ha bisogno di intermediazione

                                Commenta

                                Riguardo all'autore

                                Comprimi

                                mad Per saperne di più su mad

                                Statistiche comunità

                                Comprimi

                                Attualmente sono connessi 77 utenti. 3 utenti e 74 ospiti.

                                Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 05:32 il 14-01-2020.

                                Scubaportal su Facebook

                                Comprimi

                                Sto operando...
                                X