sharm attacco di squalo

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • M.
    ha risposto

    Ad Elphinstone sud non è mai stato bello risalire in barca con i longi vicino la scaletta. Su un gommone poi. Per dire: https://youtu.be/AR1YJ5O81vI?t=434 Le cause sono sempre le stesse.

    Lascia un commento:


  • Tonnetto
    ha risposto
    Originariamente inviato da Pix Visualizza il messaggio
    ieri altro incidente con un longimanus ad Elphistone. Una turista è stata "pizzicata" sulla parte posteriore del braccio sinistro, fortunatamente se l'è cavata "solo" con qualche punto. Dinamiche dell'incidente non pervenute (se qualcuno avesse info a riguardo...).
    Tradotto automaticamente dalla pagina di Red Sea Project

    Stamattina a Elphinstone un subacqueo tedesco è stato leggermente morso da uno squalo bianco oceanico sul retro del braccio sinistro. La guida locale per immersioni del safari immersioni nel Mar Rosso è andata subito ad assisterla e ha iniziato la breve salita con lei e il suo amico al motoscafo che già stava aspettando direttamente sopra di loro.
    Secondo ha ricevuto un trattamento di primo soccorso e la guida per immersioni ha riportato il resto dei subacquei in sicurezza sulla barca. È stata riportata subito a Marsa Shagra dove un'auto d'attesa l'ha portata alla clinica sul posto dove è stata curata per due tagli con 10-12 punti. Il sub è tornato a Marsa Shagra e in buone condizioni.
    A seguito dell'incidente; il Governatore del Mar Rosso, il Maggiore Generale Amr Hanafi, ha deciso, oggi, mercoledì 2 dicembre 2020, di sospendere per tre giorni attività immersioni e viaggi a bordo nella zona Elphinstone Reef di Marsa Alam, nell'ambito delle misure cautelari per consentire un'indagine delle autorità e garantire la sicurezza dei subacquei. Generale. Hanafi ha anche assegnato all'Autorità Egiziana dei parchi nazionali di formare un comitato scientifico per indagare sull'incidente.
    È importante notare che immergersi con gli squali è un privilegio ma è importante seguire pratiche sicure e trovare il codice di condotta per immergersi con gli squali nel link qui sotto.
    https://www.redsea-project.com/.../oceanic-white-tip...
    Qua un altro articolo: https://divernet.com/2020/12/03/shar...rwaompZig_Gckw

    Lascia un commento:


  • firer84
    ha risposto
    Quindi sti squali boccano anche al tempo del coviz....mmmm...mi sa che quando torno nella terra dei faraoni scendo con lo spadino o almeno un manico di scopa

    Lascia un commento:


  • Pix
    ha risposto
    ieri altro incidente con un longimanus ad Elphistone. Una turista è stata "pizzicata" sulla parte posteriore del braccio sinistro, fortunatamente se l'è cavata "solo" con qualche punto. Dinamiche dell'incidente non pervenute (se qualcuno avesse info a riguardo...).

    Lascia un commento:


  • polpotto
    ha risposto
    Questo video è uno dei miei preferiti e lo guardo spesso in inverno, approfitto per complimentarmi.

    Lascia un commento:


  • M.
    ha risposto
    Originariamente inviato da Pix Visualizza il messaggio
    Si, potrebbe essere ... ma le dimensioni sono una questione di genetica, età o dipendono anche dalla quantità di cibo che mangiano? Potrebbe anche essere una combinazione delle tre cose
    Principalmente età. La quantità di cibo che mangiano è conseguenziale alle dimensioni (a meno appunto di non trovarlo ed essere sotto nutriti)

    Lascia un commento:


  • Pix
    ha risposto
    Originariamente inviato da M. Visualizza il messaggio

    Forse appunto le dimensioni.
    Si, potrebbe essere ... ma le dimensioni sono una questione di genetica, età o dipendono anche dalla quantità di cibo che mangiano? Potrebbe anche essere una combinazione delle tre cose

    Lascia un commento:


  • M.
    ha risposto
    Originariamente inviato da Pix Visualizza il messaggio
    Ammetto che anche la tua teoria è interessante, se vuoi ne possiamo parlare (a me farebbe solo piacere)
    Solo osservazioni. Mi sembra solo poco plausibile collegare il numero alle potenzialità predatorie del singolo squalo, tra l'altro difficilmente da valutare in modo differenziale per il pilota. A quel punto avrebbe più senso collegarlo a fattori oggettivi come le dimensioni (più protezioni, più prede grandi con maggiori residui ecc.)

    imbarcazioni che arrivano alle Brothers, Deadalus o Elphistone purtroppo volente o nolente, attirano gli squali tramite gli scarichi
    Sì, vero, più residui vari. Motivo per cui hanno vietato il pernottamente a Brothers
    Ma non sono solo le barche a rendere possibile l'avvistamento di longimani in quei reef. A Daedalus un anno sembrava ci fosse la fiera dei longimanus (non solo quelli piccoli sotto le barche) ed il motivo (essendo presenti anche molte specie di delfini) era che c'erano parecchi banchi di pesce e quindi molte prede naturali.

    longimanus, se non i martello ad esempio a Deadalus (avvistati personalmente 1 anno fa, 16 esemplari
    Sì i martello sono stanziali lì e se ne vedono anche molti di più e fino a profondità minori. Una volta ci abbiamo fatto una immersione intera e siamo dovuti andare via prima noi. Ci hanno seguito fino a 15 metri ... Sul canale dell'altro filmato ci sono i video di vari interazioni con l'intero banco.

    [QUOTE]ldei segni chiari che non lo riconducevano agli esemplari che solitamente venivano avvistati ... non aveva neanche un pesce pilota intorno. Un altro esemplare, più grande e robusto del nuovo avvistamento, tipico della zona, ne era completamente ricoperto.[QUOTE]l

    Forse appunto le dimensioni.

    [QUOTE]lpossiamo fare qualcosa oltre a parlarne e a boicottare certi diving center, imbarcazioni o zone dove la pratica è consentita?[QUOTE]l

    L'unica è la denuncia ed il boicottaggio, specie in quel posto o posti come quello con ecosistemi da preservare. In realtà come il sabbione delle Bahamas (dove è quasi il solo modo di vederli) si fanno meno danni anche se non mancano gli incidenti dovuti a tale pratica.

    Lascia un commento:


  • Pix
    ha risposto
    Originariamente inviato da M. Visualizza il messaggio
    Poi tanto per citare alcune cose che hai scritto:
    a) più pesci pilota, più squalo "feroce"
    A parte che lo squalo non è feroce ma opportunista, finora gli unici longimani che hanno morso sub in immersione di pesci pilota ne avevano pochissimi o quasi nessuno
    In tutti i video di attacchi di longimanus verso i sub che ho visionato è assolutamente vero che non c'erano pesci pilota, ma è altrettanto vero che gli attacchi sono arrivati a causa di atteggiamenti dei subacquei ad dir poco discutibili.

    Originariamente inviato da M. Visualizza il messaggio
    b) con i longimanus in immersione mi sento tranquillo
    Prova a stare da solo con 4 longimanus che ti girano intorno incuriositi e vedi che forse tanto tranquillo non stai. Magari cercherai un riparo per evitare attacchi alle spalle. In più subacquei è molto diverso.
    Fatto! Innanzitutto stare da solo in mezzo a 4 longimanus è un azzardo. In gruppo come dici tu sei più al sicuro, ci si guarda le spalle a vicenda e lo squalo sentendosi osservato e perdendo di conseguenza l'effetto sorpresa, in teoria, non dovrebbe attaccare.

    Originariamente inviato da M. Visualizza il messaggio
    c) il longimano prima tocca con il muso l'uomo e poi forse decide di mordere
    Sicuramente il longimanus arriva fino a toccarti ed è uno dei comportamenti che può mettere in atto, ma non è l'unico. Più esemplari in acqua possono collaborare rendendo possibili attacchi nell'angolo morto visivo e se pensa che sia in vantaggio e tu una possibile preda l'attacco può essere mettendosi sotto e poi mordendo con rotazione, anche senza prima dare segnali. Come sub ci salviamo perchè non associano il sub al cibo e siamo di dimensioni paragonabili e quindi una incognita potenzialmente pericolosa in contesti dove il cibo c'è e per questo si avvicinano ai reef, ma quando qualcuno gli fa fare questa associazione ...
    Sono assolutamente d'accordo.

    Lascia un commento:


  • Pix
    ha risposto
    Originariamente inviato da M. Visualizza il messaggio
    Ed hai letto cosa parte della comunità subacquea internazionale professionale pensa di parte dell'ultima esternazione.
    Dal link che mi hai mandato capisco solo che lo prendono in giro per il suo italiano scadente o per i suoi guanti antisqualo ... ho vissuto diversi anni in olanda, tornato in Italia mi ero reso conto di aver perso molto dal punto di vista grammaticale (forse non ho mai recuperato ).

    Per quanto riguarda i titoli di studio o meno, per me valgono si ma fino ad un certo punto. Come per la subacquea i plastichini per me hanno una valore limitato, preferisco giudicare le persone sul lato pratico, sulle esperienze. (argomento trito e ritrito più volte anche in questo forum).

    Ammetto che anche la tua teoria è interessante, se vuoi ne possiamo parlare (a me farebbe solo piacere). Come te ho fatto anche io qualche crociera BDE (la faccio tutti gli anni, tranne quest'anno per ovvi motivi) e come te amo assolutamente gli avvistamenti casuali e non voluti tramite pasture o esche (tant'è che in Messico ho rifiiutato di fare immersione con i Leuca). Ma c'è da dire una cosa. Secondo me c'è pastura intenzionale e pastura non voluta. Cerco di spiegarmi. Tutte le imbarcazioni che arrivano alle Brothers, Deadalus o Elphistone purtroppo volente o nolente, attirano gli squali tramite gli scarichi delle acque "nere" (forse non è il termine corretto). Questi scarichi contengono molta ammoniaca che di conseguenza attirano gli squali ... facendo immersione sui vari reef difficilmente vedrai squali longimanus, se non i martello ad esempio a Deadalus (avvistati personalmente 1 anno fa, 16 esemplari intorno ai 45/50 metri .... ops, non si potrebbe) o il volpe (avvistato a Big Brothers 2 anni fa sempre ad una profondità non consentita, ma essendo a fine immersione non mi sono potuto avvicinare), ma te li ritrovi sempre a 5 metri sotto l'imbarcazione.
    Per tornare alla tua teoria ho solo un dubbio basato su un'esperienza personale di 2 anni fa. Alle Brothers subito dopo un'immersione, una guida corre da me e mi chiede di fargli avere un mio video appena girato. Notato il suo entusiasmo acconsento ma gli chiedo di motivare. In pratica mi dice che uno dei longimanus che avevo filmato (sempre sotto la barca) era nuovo della zona, aveva dei segni chiari che non lo riconducevano agli esemplari che solitamente venivano avvistati ... non aveva neanche un pesce pilota intorno. Un altro esemplare, più grande e robusto del nuovo avvistamento, tipico della zona, ne era completamente ricoperto. Come puoi ben capire questo un po' cozza con la tua teoria, che però ripeto mi incuriosisce e sicuramente terrò presente per i prossimi viaggi.

    Bellissimo il video che mi hai girato e ripeto per l'ennesima volta, non mi piacciono le immersioni dove si pastura. Capisco il tuo punto di vista e i dubbi sui danni che possono portare all'ecosistema e alle abitudini di certi esemplari ... possiamo fare qualcosa oltre a parlarne e a boicottare certi diving center, imbarcazioni o zone dove la pratica è consentita?

    Lascia un commento:


  • Mercurio90
    ha risposto
    Originariamente inviato da M. Visualizza il messaggio
    Il portale ed il forum erano iniziative di Mad. Due cose diverse ma molti confondono per la matrice comune.
    Grazie della precisazione. Avevo qualche dubbio perché cercando in rete mi è uscito un articolo recente su scubaportal a firma del sig. Sturla

    Lascia un commento:


  • M.
    ha risposto
    Poi tanto per citare alcune cose che hai scritto:
    a) più pesci pilota, più squalo "feroce"
    A parte che lo squalo non è feroce ma opportunista, finora gli unici longimani che hanno morso sub in immersione di pesci pilota ne avevano pochissimi o quasi nessuno
    b) con i longimanus in immersione mi sento tranquillo
    Prova a stare da solo con 4 longimanus che ti girano intorno incuriositi e vedi che forse tanto tranquillo non stai. Magari cercherai un riparo per evitare attacchi alle spalle. In più subacquei è molto diverso.
    c) il longimano prima tocca con il muso l'uomo e poi forse decide di mordere
    Sicuramente il longimanus arriva fino a toccarti ed è uno dei comportamenti che può mettere in atto, ma non è l'unico. Più esemplari in acqua possono collaborare rendendo possibili attacchi nell'angolo morto visivo e se pensa che sia in vantaggio e tu una possibile preda l'attacco può essere mettendosi sotto e poi mordendo con rotazione, anche senza prima dare segnali. Come sub ci salviamo perchè non associano il sub al cibo e siamo di dimensioni paragonabili e quindi una incognita potenzialmente pericolosa in contesti dove il cibo c'è e per questo si avvicinano ai reef, ma quando qualcuno gli fa fare questa associazione ...

    Lascia un commento:


  • M.
    ha risposto
    Originariamente inviato da Pix Visualizza il messaggio
    Shark Education vs Shark Academy ... sicuramente conosci gia la discussione. i primi attaccano i secondi sui loro metodi di approccio agli squali. battibecchi infiniti che non fanno bene a nessuno.
    No, hai qualche link ? Purtroppo poi intorno a queste realtà ruotano corsi, viaggi, etc.
    La vera ricerca scientifica è purtroppo nel mondo minima per vari motivi (settori disciplinari, fondi, etc.). Quindi ben vengano gli appassionati ma occorre comprenderne i limiti.

    è provata scientificamente?
    No, appunto osservazioni. Si riferivano ad un anno a Daedalus in cui ci sono stati per mesi molti longimani che venivano dal largo, facilmente identificabili individualmente. I nuovi arrivati avevano molti pesci pilota il cui numero stranamente diminuiva nel tempo. Anche alcuni longimani "stanziali" ad esempio quelli di Elphinstone ne hanno pochi.

    Lasci intendere di essere un ricercatore (potrei sbagliarmi) posso chiederti di quale associazione?
    No, non sono un ricercatore. Il termine andrebbe però definito, un conto sono i ricercatori scientifici incardinati in strutture di ricerca classiche, un altro appassionati che costituiscono associazioni od altre realtà, ad esempio la documentaristica più o meno sensazionale. Nell'attuale carenza dei primi in molti aspetti che riguardano la vita marina i secondi sono benvenuti ma siamo molto lontani da quella che è la ricerca scientifica.

    [campane]

    Non è di questione di campane e purtroppo le informazioni sono quelle che sono. Pensa a quanto poco si sa di molte specie di squali, mancando anche osservazioni dirette per motivi contingenti. Chi ad esempio ha mai visto le grandi aggregazioni di martelli che si possono vedere in alcuni luoghi cibarsi ? E così via. Le notizie e le osservazioni che vengono fatte, spesso da semplici subacquei, vanno quindi prese per quelle che sono, una visione parziale. Il quadro è poi complicato da comportamenti umani che alterano notevolmente il comportamento delle specie osservate. Uno tra tutti appunto lo shark feeding che oltre ad essere pericoloso altera il comportamento delle specie osservate ed è appunto del tutto antiscientifico. Alla fine si traduce in circhi e sfruttamento commerciale. Quando poi viene fatto per portare i trigre in pochi metri d'acqua per farli vedere in atteggiamento innaturale in posti con un ecosistema unico rovinandolo non ci sono scusanti. Guarda questo video per vedere cosa si può vedere in quel posto senza pasturazioni e richiami di nessun tipo e pensa al danno che stanno facendo con il tiger zooo davanti al porto: https://youtu.be/zWioCy0ILSA E cosa uno può pensare dei t.o., didattiche ed altri che avallano tale zoo.

    Ultima modifica di M.; 05-11-2020, 12:52.

    Lascia un commento:


  • Pix
    ha risposto
    Originariamente inviato da M. Visualizza il messaggio
    Quali ?
    Shark Education vs Shark Academy ... sicuramente conosci gia la discussione. i primi attaccano i secondi sui loro metodi di approccio agli squali. battibecchi infiniti che non fanno bene a nessuno.

    Ora però sono curioso ... in un tuo intervento in questa discussione dici "Dalle osservazioni che abbiamo fatto ne hanno di più quando dal mare aperto si avvicinano al reef, poi stranamente diminuiscono se rimangono, non so perchè attaccati da altri predatori (carangidi) od altro". Anche questa è una teoria "vostra" o è provata scientificamente? Lasci intendere di essere un ricercatore (potrei sbagliarmi) posso chiederti di quale associazione? Se è cosi, fate corsi e/o avete materiale condivisibile? Chiedo perchè il mio interesse verso questo argomento è altissimo e mi piacerebbe sentire tutte le "campane".

    Lascia un commento:


  • M.
    ha risposto
    Originariamente inviato da polpotto Visualizza il messaggio
    L'approccio di shark education dagli articoli che leggo occasionalmente mi sembra più "scientifico"
    Sì. Anche il sito di trackingsharks ha un buon database sugli incidenti con squali.

    Lascia un commento:

Riguardo all'autore

Comprimi

erino2707 Per saperne di più su erino2707

Statistiche comunità

Comprimi

Attualmente sono connessi 22 utenti. 3 utenti e 19 ospiti.

Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 06:32 il 14-01-2020.

Scubaportal su Facebook

Comprimi

Sto operando...
X