Incidente alle formiche

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • davide64
    ha risposto
    Questo non è proprio vero....il Giuramento di Ippocrate si fa ancora te lo assicuro...ciao.

    Lascia un commento:


  • turbosub
    ha risposto
    Grazie arus per la precisazione.

    Lascia un commento:


  • arus
    ha risposto
    definire "passaggi chiusi" prego.
    se intendi ciò che PADI definisce nelle "penetrazioni" in relitto, o caverna (non grotta), nei relativi corsi di specialità... ad esempio... le definizioni sono precise (x metri dall'entrata massimi, x metri totali dalla superficie, entrata-uscita e luce sempre visibili).
    e richiederebbero sempre e comunque la relativa specialità ed addestramento.

    i normali brevetti ricreativi ufficialmente addestrano all'immersione ricreativa con "accesso diretto alla superficie, in qualsiasi momento dell'immersione, alla velocità di 9m/min" (o 10m/min, mi risulta, per alcune didattiche)

    io so cosa intendi eh. ma qua non stiamo parlando dell'arco lungo 10 metri con entrata ed uscita larghe 5x5...
    questa ragazzina ci si è incastrata!


    quanto agli avvisi di garanzia... per legge italiana sono appunto un avviso del fatto che ci sono indagini in corso. fino al "rinvio a giudizio" uno può tranquillamente evitare qualsiasi avvocato o perito... a meno che non ritenga di essere "a rischio di giudizio" appunto. sua scelta a sua propria tutela. ma come diceva qualcuno, se ho fatto tutto il dovuto (e l'ho voluto fare e me ne fotto delle leggi assurde che in certi paesi vietano di dare ossigeno (Austria in alcuni casi, per esempio) o di fare RCP (Egitto) se non si è medici o usare AED anche se addestrati (Thailandia) ma non medici)...
    affronterò le conseguenze, con la coscienza pulita e bona...
    questo sono io eh. nessuno è obbligato a fare altrettanto se non se la sente.
    sta nel corso primo soccorso e nel corso rescue.
    (peraltro in Italia, amici neo-medici mi dicono che il giuramento di ippocrate non si fa proprio più... e in altri paesi: mai sentito)


    detto questo: SE i giornalisti non stanno inventando (o fraintendendo) al solito...
    e questa non era nemmeno brevettata open, ma durante il suo primo corso...
    la faccenda E' INDECENTE. PUNTO.
    (e non per i, mancati o meno, soccorsi/ricerche)

    quanto a paolo55... puoi offenderti quanto vuoi. nessuno ti ha dato del matto però.
    solo che la tua analisi del rischio fa acqua da tutte le parti... come ti è stato fatto notare.
    a partire dal tuo "sommare i 50 bar di bombole diverse"... cosa fai di preciso? scendi con 4-5 bombole e 4-5 erogatori attaccati al tuo corpo "alla buona"?

    @turbosub: la cosa era diversa a Palinuro. era entrati tutti e 3 in grotta volendola fare. non mi pare nessuno abbia mai dimostrato (o ipotizzato) che i due istruttori abbiano "inseguito" un fuggitivo ipereccitato dalla cavità. anzi.

    Lascia un commento:


  • turbosub
    ha risposto
    Originariamente inviato da paolo55 Visualizza il messaggio
    Ringrazio per la vostra illustre diagnosi in ordine al mio stato mentale di cui non terro' alcun conto durante la mia attivita' subacquea futura ed a conclusione vi auguro una buona giornata
    Paolo

    Caro Paolo
    Permettimi, sempre che non abbia frainteso, di replicare.
    L'anno scorso quello che tu sostieni, è capitato. Un sub si è perso in una grotta (scusatemi se il termine non è quello corretto) il titolare del diving e un altro si sono fiondati a cercarlo. Risultato 3 morti e se ricordo bene qualche giorno da parte dei VVFF per recuperarli tutti. Giorni!!

    Bisogna imparare dagli errori e dalle tragedie.

    Lascia un commento:


  • M.
    ha risposto
    In ogni caso le notizie disponibili non sono sufficienti per farsi una idea. Anche se probabimente scarsa visibilità e un evento scatenante panico c'entrano.

    Lascia un commento:


  • M.
    ha risposto
    Originariamente inviato da paolo55 Visualizza il messaggio
    Ecco perchè secondo me ci doveva essere abbastanza aria ed abbastanza cima per incominciare a provare a cercare.
    Non è detto. E comunque non sarebbe un comportamento giuridicamente dovuto.
    Ma a capire se quelle persone sono coinvolte o meno un inquirente degno di questo nome ci mette dieci minuti.

    Lascia un commento:


  • M.
    ha risposto
    Originariamente inviato da turbosub Visualizza il messaggio
    A Se non ho il cellulare dietro, cosa faccio mi metto alla radio senza averne l'autorizzazione e senza sapere cosa e chi chiamare..
    Beh, sì se non c'è un altro che lo fa. Ma questo prescinde da aspetti di responsabilità giuridica ed altro. Per inciso sarebbe un comportamento scriminato (anche in relazione a sanzioni amministrative) dallo stato di necessità.

    Lascia un commento:


  • M.
    ha risposto
    Originariamente inviato da davide64 Visualizza il messaggio
    concordo con quanto scritto da Reato.Esiste una norma di legge che scrimina chi non presta soccorso perchè tale manovra puo'merttere in pericolo la propria.posto un estratto preso su Wikipedia
    Questo link è più chiaro: http://www.liberisub.it/inci.htm

    Lascia un commento:


  • M.
    ha risposto
    Posso capire un avviso di garanzia a chi aveva un ruolo organizzativo (ad esempio i titolari del diving o simili, anche se poi non ci fossero responsabilità) ma a semplici sub presenti sul posto non ha proprio senso.

    Lascia un commento:


  • M.
    ha risposto
    Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio
    Se io giudice mando un avviso di garanzia ingiustificato posso essere ritenuto responsabile e rifondere il danno cagionato ?
    Ribadisco che gli avvisi di garanzia non li manda un "giudice". Ma ci sono dei magistrati inquirenti, alcuni anche noti, che hanno imbastito accuse del tutto inconsistenti (e non solo nella fase iniziale delle indagini), rinonosciute come tali nelle successive fasi, e sono ancora liberi di nuocere.
    In questi casi poi l'ignoranza della specifica tematica aggrava le cose, colpa anche di certa polizia giudiziaria e di certi "esperti".

    Lascia un commento:


  • M.
    ha risposto
    Originariamente inviato da arus Visualizza il messaggio
    cazzo di questa mania per grotte, caverne, grottine e similari.. con subacquei non addestrati.
    Al di là del fatto in oggetto, la cui dinamica va chiarita, non è inusuale in normali immersioni fare dei passaggi chiusi (non vere e proprie grotte). In Mar Rosso ad esempio ci sono due immersioni di questo tipo (anfratti nel reef che hanno luce naturale ma anche alcuni passaggi stretti). In questi casi se si hanno problemi della fonte di aria possono esserci guai, ma si tratta sempre di rischi accettabili.

    Lascia un commento:


  • M.
    ha risposto
    Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio
    In questa indagine è naturale che si mandano degli "avvisi di garanzia" alle persone presenti nel luogo della tragedia.
    Mica tanto ...

    Lascia un commento:


  • paolo55
    ha risposto
    Originariamente inviato da M. Visualizza il messaggio
    Per non parlare di quelli che pontificano su brevetti ed inutili leggi
    Sfondi una porta aperta
    Con simpatia
    Paolo

    Lascia un commento:


  • M.
    ha risposto
    Per non parlare di quelli che pontificano su brevetti ed inutili leggi

    Lascia un commento:


  • M.
    ha risposto
    Stendiamo un velo pietoso su atti di soggetti che pur essendo magistrati non sono giudici. E non che i giudici non sbaglino....

    Lascia un commento:

Riguardo all'autore

Comprimi

davide64 Per saperne di più su davide64

Statistiche comunità

Comprimi

Attualmente sono connessi 33 utenti. 4 utenti e 29 ospiti.

Il massimo degli utenti connessi: 1,553 alle 06:45 il 16-01-2023.

Scubaportal su Facebook

Comprimi

Sto operando...
X