Scapa Flow, relitto della S.M.S. Dresden

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Scapa Flow, relitto della S.M.S. Dresden



    Scapa Flow, 16 Ottobre 2022.
    Grazie alla nave Clasina, armata da Halton Charters, tra un acquazzone e un arcobaleno compiamo il primo tuffo della giornata su un relitto davvero fantastico, la S.M.S Dresden.
    La seconda Dresden, impostata nel 1917. Seconda perche' esisteva gia' un incrociatore con quel nome, autoaffondato anch'esso ma nel 1915, presso l'isola di Robinson Crusoe dopo una rocambolesca fuga, unica unita' navale tedesca sopravvissuta allo scontro con la flotta inglese nella battaglia delle Falkland.
    Tornando al nostro relitto, l'incrociatore leggero S.M.S. Dresden, fu varato nel 1917 e si autoaffondo' a Scapa Flow insieme alle altre navi della Hochseeflotte, la flotta d'alto mare della Kaiserliche Marine. Lungo 155.5 metri, largo 14.2 metri, con un pescaggio di 6.43 metri e con una stazza lorda di 7,486 tonnellate a pieno carico, fu varato otto mesi prima della fine della Grande Guerra e non prese mai parte ad azioni belliche dirette. Era spinto da due eliche azionate da due set di turbine a vapore, quest'ultimo generato da otto caldaie a tubi d'acqua alimentate a carbone piu' sei caldaie a tubi d'acqua alimentate ad olio, tutte di tipo navale, per un totale di 31.000 cavalli (23.000 kW).
    Il relitto si trova adagiato sul fianco di sinistra, a sud est dell'isola di Cava nell'arcipelago delle Isole Orcadi, nel tratto di mare conosciuto universalmente come Scapa Flow, su un fondale lievemente in pendenza che va dai -25 in corrispondenza della prua, dove e' agganciata una delle due boe di segnalazione relitto, ai -38 della poppa da dove parte la cima per seconda boa di segnalazione. Profondita' massima raggiunta: 29.1 metri.
    L'immersione e' di per se' semplice, praticamente quadra, ma bisogna tener conto della possibile corrente che, tuttavia, nel nostro caso e' stata schermata dallo scafo del relitto nella prima fase dell'immersione, la piu' profonda, mentre seguivamo il fondo limaccioso lungo il bordo del ponte principale, ora in posizione verticale ed aperto come fosse una sorta di pagina di un libro mentre la si sfoglia. Proprio questa sua posizione, cosi' particolare, rende il tuffo particolarmente interessante. Si possono infatti vedere molte strutture interne allo scafo, nella zona di prua a partire dalla stazione corazzata di tiro e proseguendo in avanti, che normalmente richiederebbero una penetrazione avanzata per essere ammirate.
    A quell'altezza, al minuto 3:35, ci appare uno splendido pezzo da 15 cm (5.9 in) montato su affusto corazzato SK L/45, pezzo che, insieme ad altri 7 dello stesso tipo, costituiva l'armamento principale di questo incrociatore. Come anticipato, ve ne erano otto in tutto: due a proravia del castello principale di comando, quattro a meta' nave (due per lato) e altri due verso poppa, in linea e nella classica configurazione ad altezze differenziate conosciuta come Superfiring armament. Temperatura dell'acqua: 11 gradi. Corrente persistente rilevata fin dalla superficie e sino a oltre 20 metri di profondita'.
    La vita presente sul relitto, e in tutta l'area circostante, e' davvero tanta e totalmente diversa da quanto siamo abituati a vedere nel nostro caldo Mediterraneo. I colori sono mitigati e limitati a quelli piu' chiari, ma non per questo risulta meno affascinante. Anzi, suscita in me una sorta di interesse per un mondo che definirei senza problemi alieno. Delfini e foche sono quanto di piu' grande e vivace abbiamo incontrato durante queste splendide giornate di mare ed immersioni, ma anche le foreste di kelp, gli anemoni, i ricci, i granchi e le stelle marine hanno rappresentato delle piccole ma brillantissime gemme incastonate in quel preziosissimo gioiello che e' il relitto del Dresden.

    Team members: Silvia Malagoli, Marco Masetti, Andrea Bigioni

    Shooting settings:
    Gopro Hero 7 black, color flat, WB native, ISO 100 min, 400 max, shutter auto, EV comp.0, FPS 60, resolution 4k, FOV wide

    Editing video software:
    DaVinci Resolve 18.0.4 build 5

    Music:
    AURORA - Vem Kan Segla Förutan Vind
    KALANDRA - Grizzly Man (Rockettothesky Cover) at Sofar London on May 5th, 2017

  • #2
    Wow, sembra sicuramente una bella immersione. Un bestione da 155mt a 30mt e poi con tutta quella vita è davvero il massimo!

    Peccato per la poca visibilità... sicuramente è complice la giornata un po' bigia... anche se immagino che quelle acque siano sempre abbastanza cupe...

    Guardando solo le riprese avrei detto fosse almeno a 55mt... :-D

    Per curiosità come ci sei finito a fare immersioni in Scozia?!?
    YouTube

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da Tonnetto Visualizza il messaggio
      Wow, sembra sicuramente una bella immersione. Un bestione da 155mt a 30mt e poi con tutta quella vita è davvero il massimo!
      Lo scafo e' imponente, nonostante sia appoggiato sul fianco di sinistra se ne percepisce in pieno l'importante dimensione. Non oso immaginare cosa siano le navi da battaglia, anche per questo intendo tornarci. La vita poi... e' vero che il fondo e' melmoso, e' vero che l'acqua e' verde (ma per il fitoplancton, quindi un'acqua viva e nutriente), ma con una vita cosi' fiorente diventa tutto bello. Almeno, ai miei occhi
      Originariamente inviato da Tonnetto Visualizza il messaggio
      Peccato per la poca visibilità... sicuramente è complice la giornata un po' bigia... anche se immagino che quelle acque siano sempre abbastanza cupe...

      Guardando solo le riprese avrei detto fosse almeno a 55mt... :-D
      L'unica volta che avevo trovato cosi' tanto buio era stata la mia prima volta sulla Haven, nubi grigie e basse con pioggia per tutta la giornata. Li' nelle Orcadi, Tonnetto, le giornate sono invece quantomai variabili. Sole, nuvole, pioggia, sole, arcobaleni, nuvole... tutto in mezz'ora. Me l'ero spiegata con l'acqua particolarmente ricca di plancton vegetale, che aumenta il gia' naturale fenomeno di diffrazione della luce diminuendone ulteriormente la capacita' di penetrazione in profondita'
      Originariamente inviato da Tonnetto Visualizza il messaggio
      Per curiosità come ci sei finito a fare immersioni in Scozia?!?
      Eh... tutta colpa della mia amica di Glasgow, che e' modenese ma e' anche biologa marina e lavora li'. Verso maggio ha lanciato l'idea nella nostra chat del gruppo immersioni... ed ho abboccato immediatamente Scapa Flow la conoscevo principalmente per la Royal Oak e l'impresa dell'U47. Della Flotta d'alto mare e dei fatti del 1919 ne sapevo il giusto, ma vedere quei relitti, li' da piu' di 100 anni, mi ha dato un'emozione davvero forte e bella. Erano i nemici di mio nonno, ma avevano compiuto un gesto cosi' forte ed estremo per mantenere l'onore della loro flotta. Tanto di cappello. M'era venuto da pensare che adesso, ovunque siano tutti quegli uomini, si siano riappacificati con mio nonno e suo fratello. Sara' stato l'azoto, o il whisky spettacolare che si trova da quelle parti
      La Royal Oak e' cimitero di guerra, piu' di 800 anime ci lasciarono la vita, ed e' quindi, e giustamente, off limits. Ma questi sono relitti che hanno lo stesso molto da raccontare, nonostante le loro condizioni non siano proprio il massimo. Anzi, forse proprio il loro stato ne aumenta la bellezza e l'interesse, un po' come le rughe sul volto di Anna Magnani.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Steinoff Visualizza il messaggio
        Sara' stato l'azoto, o il whisky spettacolare che si trova da quelle parti
        Eheheh...bella zona quella!!!

        Circa 10 anni fa ho vissuto nel Leicestershire per sei mesi ed ho avuto la fortuna di fare anche un bel giretto in Scozia e mi sono davvero innamorato di quei paesaggi, oltre che di EndimBRAA

        Se allora fossi stato già subbo per certo ci sarei andato.

        Che dire poi dei banchetti degustazione di whisky...

        YouTube

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da Tonnetto Visualizza il messaggio

          Eheheh...bella zona quella!!!

          Circa 10 anni fa ho vissuto nel Leicestershire per sei mesi ed ho avuto la fortuna di fare anche un bel giretto in Scozia e mi sono davvero innamorato di quei paesaggi, oltre che di EndimBRAA

          Se allora fossi stato già subbo per certo ci sarei andato.

          Che dire poi dei banchetti degustazione di whisky...
          Omamma, Tonnetto, allora lo sai cosa non e' li' il whisky...
          Siamo andati una sera a Kirkwall, li' in una "whiskeria" (non saprei come altro definirla, ce n'era piu' li' che in tutta l'Emilia Romagna) ne abbiamo assaggiato uno di produzione locale che fa parte di un consorzio scozzese di produttori, single malt, produzione limitata a 588 bottiglie, una roba di 65,2 gradi che ho visto l'arcangelo sullo stipite della porta d'ingresso annunciarmi la mia prossima maternita', in totale stile fantozziano. Una roba spettacolare!
          20221015_184438.jpg 20221015_184550.jpg

          Il tutto accompagnato da un bel piattone di pane tostato e imburrato con tante fettone di salmone affumicato.
          Ciao.
          Da li' in avanti sono entrato in narcosi da Scozia

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Steinoff Visualizza il messaggio
            Omamma, Tonnetto, allora lo sai cosa non e' li' il whisky...
            Eh già! E mi piacerebbe davvero tornarci.
            In scozia trovi whisky per tutti gusti e palati, dai 20/25° sino ad oltre 70°, e sono tutti fantastici.

            Io di solito prendiligo quelli delle isole ebridi, dove il maestrale li rende tipicamente salmastri e torbati...
            Vista la geografia immagino che siano simili a quelli di Kirkwall...

            Che dire, bel 12enne single cask (botte) quello in foto. Non conosco quel brand, ma sembra essere una sorta di Società distributrice di Scotch da tutte le 6 regioni, e ne hanno per tutti i gusti, e tasche: https://smws.com/

            Quello da te bevuto https://www.whiskybase.com/whiskies/...2004-smws-4230 ora out-of-stock ovunque è prodotto proprio a Kirkwall nelle distillerie di Highland park https://www.highlandparkwhisky.com/en/distillery

            A breve magari, visto che il mio Lagavulin 16 è agli sgoccioli ed urge un rimpiazzo, magari ci faccio un pensiero.
            Ultima modifica di Tonnetto; 02-11-2022, 13:40.
            YouTube

            Commenta


            • #7
              Tonnetto sei un mito!
              Io non mi ero ancora dato il tempo di fare una ricerca... ma te hai soddisfatto tutte le curiosita' in merito alla bottiglia.
              Si, li' c'era davvero l'imbarazzo della scelta, solo di quel consorzio c'era una parete intera di bottiglie, ciascuna con un numero diverso... di questa mi aveva colpito la descrizione sull'etichetta, Sweet and salty, smoke and ash. Devo dire che ha ripagato ampiamente la curiosita'.
              Ma c'erano anche altre chicche, veri e propri gioielli delle distillerie scozzesi

              20221015_184921.jpg 20221015_184900.jpg
              20221015_184945.jpg

              Queste foto sono solo parte della parete dietro di noi, ma ce n'erano tante e tante ancora. Insomma, tanta roba davvero

              Commenta


              • #8
                Ah, altra cosa davvero degna di menzione e di visita: lo Scapa Flow Visitor Centre & Museum a Lyness.
                Noi ci abbiamo attraccato durante l'intervallo di superficie tra la Dresden e la Karlsruhe, e' una ex base navale della Royal Navy adesso adibita a museo.

                20221016_124628.jpg 20221016_124424.jpg

                Elica, asse e ancora della HMS Hampshire, incrociatore corazzato affondato il 5 giugno 1916 dopo aver urtato una mina lasciata dall'U75. Solo 12 i sopravvissuti.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Steinoff Visualizza il messaggio
                  ... salty, smoke and ash. ...

                  20221015_184945.jpg
                  Talisker, tra i miei preferiti <3
                  Solo quel 41 y.o. sono 3k....

                  Stando su cifre abbordabili, se ti piacciono i salmastri leggermente affumicati ti consiglio il 10 y.o. (non la nuova versione con l'etichetta arancione...ne lo Storm o lo Skye).

                  Te la cavi con una 40ina di euro e merita davvero!
                  Ultima modifica di Tonnetto; 03-11-2022, 17:48.
                  YouTube

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Steinoff Visualizza il messaggio
                    20221015_184945.jpg

                    Queste foto sono solo parte della parete dietro di noi, ma ce n'erano tante e tante ancora. Insomma, tanta roba davvero
                    Talisker <3

                    Se riesci a reperirlo in quanto gli stock di questo imbottigliamento stanno finendo, ti consiglio il 10 anni https://www.ilbevitoreraffinato.com/IBR/?p=3034, si chiama cosi. Occhio che non è lo ne lo Skye ne lo Storm, se ti piaciono i salmatri merita davvero per quel prezzo!
                    YouTube

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Tonnetto Visualizza il messaggio

                      Talisker <3

                      Se riesci a reperirlo in quanto gli stock di questo imbottigliamento stanno finendo, ti consiglio il 10 anni https://www.ilbevitoreraffinato.com/IBR/?p=3034, si chiama cosi. Occhio che non è lo ne lo Skye ne lo Storm, se ti piaciono i salmatri merita davvero per quel prezzo!
                      Eeeehhh lo conosco il Talisker, anche se non quello da te indicato. All'epoca mi piaceva molto il Laphroaig di 10 anni, che a casa non mancava mai, ma poi anche l'Oban e, appunto il Talisker erano single malt che ho apprezzato molto. Ricordo anche un Laphroaig di maggiore invecchiamento, forse un 15 anni, che assaggiai in un bel pub di Roma ormai tanti anni fa.
                      Terro' bene a mente il tuo suggerimento, grazie mille Tonnetto

                      Commenta

                      Riguardo all'autore

                      Comprimi

                      Steinoff Per saperne di più su Steinoff

                      Statistiche comunità

                      Comprimi

                      Attualmente sono connessi 14 utenti. 2 utenti e 12 ospiti.

                      Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 06:32 il 14-01-2020.

                      Scubaportal su Facebook

                      Comprimi

                      Sto operando...
                      X