Passaggio da CA a CCR: qualcuno conosce il CCR Triton della francese M3S ?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #76
    Cmq così per parlare..... in Reb set point 1.3 a 15 metri per 150 minuti sei in curva.... Poi che non sia una immersione ricreativa sono d'accordo anche io....
    io le ho fatte in aperto tuffi da 2,5 ore a quote ricreativa quasi in curva .... Con gli scooter abbiamo fatto un paio di miglia.... Non è un tuffo da open + nitrox....
    Però il mercato sembra andare in questa direzione.... E ripeto l' Horizon penso sia la macchina migliore per queste immersioni

    Commenta


    • #77
      Piccolo fuori tema: vero che i personaggi più noti fanno esplorazione coi circuiti chiusi in posti pazzeschi, ma magari esistono luoghi ancora poco o nulla indagati dove con le bombole si va egregiamente ed in sicurezza...
      CACCIATORI DI RETI FANTASMA

      Commenta


      • #78
        ranocchio tu puoi scrivere che vuoi ci mancherebbe. nella nostra diversità di opinioni tutti e due abbiamo la passione per il fluido. per me passione significa muovermi in sintonia con quanto mi scivola addosso, ma non proprio, perchè il fluido ti resiste. sta alla tua sensibilità assecondarlo. tutta la subacquea sta lì e so che tu in questo la pensi come me, in acqua ti ho visto. io ho passione sfrenata per questa visione della subacquea e quando vedo in acqua un movimento in sintonia con i filetti fluidi mi commuovo un po' e son contento di poter guardare una vera espressione di bellezza. come fermarsi ad osservare il muovere o lo star fermo di un animale marino - lacustre.
        tanto si discute di trim. ho visto trim orizzontali inguardabili, in totale opposizione al fluido, e ho visto trim obliqui meravigliosi.
        didattica: non concordo con te. il percorso ca e il percorso reb non presentano grosse diversità . certamente riscrivere gli standard potrebbe risultare impresa ardua, ma se il mondo deve cambiare non ha bisogno di standard, ma di consuetudini. apprendere non significa ripetere o ricordare un qualcosa, significa impregnarsi di qualcosa.
        so quanto possa esser arduo il trasmettere a un allievo un procedimento mentale autonomo, ma si vedono, come li chiami tu, ricreativi del casso a 20 metri, ma anche, come li chiamo tu, rebrevvari tecnici a 120 metri del casso e peraltro non tirano nemmeno la zampetta e magari ce la lascio io.
        io rimango della mia, non vedo nessuna difficoltà nel iniziare la propria attività subacquea con un reb anzichè con il ca.
        poi te vojo ben sempre e comunque
        ......lasciami l'orgoglio di essere solo un uomo...

        Commenta


        • #79
          Originariamente inviato da cesare Visualizza il messaggio
          un reb lo acquisto se faccio immersioni di ogni genere o se il mio obiettivo è fare immersioni di ogni genere.
          il reb che fa? niente di strano. ti fa respirare. a basse profondità: beh avvicinare gli abitanti marini molto più agevolmente rispetto al ca, per me, importantissimo - fare 5 immersioni senza dover ricaricare nulla - avere sempre e comunque un doppio sistema appresso. difficoltà d'uso: no se hai imparato ad usarlo (come nel ca) - preparazione : qui il tasto è un po' più dolente non per il tempo, ma per i diving che non hanno giuste attrezzature per i montaggi/lavaggi/smontaggi (traducibili in panche in acciaio e qualche griglietta) e punti acqua disponibili a pressioni potabili, però comprensibile perchè il mercato è quel che è e gli spazi a disposizione, a volte, pure.
          aria fonda reb? è na cagata. il reb, visti i consumi di gas ti permette di gonfiare elio senza spese astronomiche, anzi.
          immersione ricreativa / tecnica : vi invito a superare questo buco intellettuale. solo una differenza esiste: subacquea per diletto e subacquea per la pagnotta.
          la subacquea per pagnotta si divide a sua volta in pagnotta infornata per subacquei per diletto e pagnotta infornata per lavori subacquei.
          tutto il resto non è noia, ma minchiata concettuale.
          poi nell'immersione per diletto il reb ti permette di raggiungere profondità con una logistica meno impegnativa rispetto al ca, ma è vero che in ca si può fare quanto si fa con il reb, quindi quando vi vien voglia di spaccare le mele in due, beh, fatevela passare.
          Grazie cesare, condivido e ti quoto. E voglio fare un esempio pratico, che vale per me, e per le mie esigenze (scusate se il racconto è un tantino lungo); Corsica del nord 2013, (non ricordo la località esatta). Arrivo stanco morto dalla Francia continentale dopo 4-5 ore di traversata in solitario con la mia barca a vela/casa, alle 2 di notte; è buio, devo dare ancora per mettermi a nanna. Faccio il mio solito giro a 360 gradi per mappare il fondale con lo scandaglio per cercare relitti o altri oggetti dove potrebbe incattivarsi l'ancora; tutto OK. Butto l'ancora, metto allarme GPS, controllo la coperta, mi lavo i denti e crollo sulla cuccetta. Il giorno dopo vado in paese con il tender, guardo il fondo e non mi sembra di vedere nulla, sono tranquillo. Mi fermo una settimana in rada, anche perché del resto, il paese è pieno di gnocche turiste, io sono un marinaio non sposato e mi fermo a cazzeggiare...
          Dopo 5-6 giorni, devo ripartire; la barca alla ruota d'ancora ha ovviamente fatto decine di giri, normalissimo. Dopo aver smontato il tender, accendo il motore, tolgo i blocchi alla catena, comincio ad avanzare adagio, tiro su la catena e dopo un pò sento uno strattone a prua; vado un pò avanti, un pochino indietro, niente ! Comincio a bestemmiare in 3 o 4 dialetti italiani !...
          Capito il problema, la catena è incattivata de brutto...Sulla mia casetta galleggiante ho tutta l'attrezzatura da sub, ma la bombola no perché la noleggio sempre. Giramento di madonne, devo rimontare il tender, per andare in paese a noleggiare la bombola. Mezz'ora per il tender, mezz'ora per andare e tornare dal negozio sub del paese (mi consolo un pochino perché la commessa è carina, vabbè). Ritorno alla barca. Tiro fuori tutto, controllo Gav, lo gonfio, lo sgonfio, controllo gli erogatori, prova e riprova. Mi infilo la mutina estiva, calzari pinne, maschera, tra cazzi e smazzi; altra mezz'ora...
          Mi metto un attimo a mollo sotto la scaletta, controllo il computer d'immersione e cristonando, scendo seguendo la catena a prua. In fondo a 15-18 m vedo la mia bella catena che scompare sotto un innocente rametto da 20 cm, e penso: ma dove cazz...è andata a finire la mia catena da 60 m? Il fondale è fangoso (motivo per cui ho scelto quel luogo, il fango sabbioso è buon tenitore), provo a smuovere con la mano il fango tra il ramettino e la catena, e il ramo continua sotto il fango, continua, e continua ancora....penso: ma porca put...na quanto va giù sto cazz... di ramo ?!
          La faccio breve; scavando con le mani ho identificato una quercia o castagno non so quale dei due (la Corsica è famosa per le castagne, boh !), lungo più di dieci metri ! In una settimana la catena aveva fatto decine e decine di giri e si era mangiata 40 metri di lunghezza avvolgendosi alla pianta !
          Solo per questa prima immersione mi è andata via quasi un'ora. Alla fine ho dovuto fare fuori 4 bombole da 16 litri, sono rimasto tre giorni in più e ho fatto 8-9 viaggi in tender dalla barca al negozio !
          Se avessi avuto un reb, anche solo un SCR, avrei fatto la metà o meno dei viaggi, forse (mi sbilancio), con il reb due viaggi in tender e tutto finiva.
          Sbaglio ?! Sono io che non capisco niente ?!
          VIVA CESARE !
          Ultima modifica di Sikander74; 18-09-2021, 03:29.

          Commenta


          • #80
            Originariamente inviato da Mercurio90 Visualizza il messaggio
            Letti tutti gli ultimi commenti..... Direi che sei il subacqueo perfetto per l'Horizon della Mares. l'ho sempre ritenuto senza mercato però tu sei il subacqueo perfetto per quella macchina. Ferrucci è istruttore anche di quello. Secondo me la ricerca del tuo reb si conclude con quello. Anzi... Date le immersioni che intendi fare... È più che perfetto. Estendi tempi immersione, aumenti autonomia, meno secchezza del gas, poche bolle...bombole sidemount, leggero, meno oneroso e meno complesso di altre macchine.
            L'ho visto l'Horizon, mi piace molto. Chissà forse hai colto nel segno Mercurio90, grazie !

            Commenta


            • #81
              Originariamente inviato da Lorescuba Visualizza il messaggio

              Scusami, ma ad inizio del post parlavi di immersioni ricreative.
              Se ben ricordo, il NDL a 15 metri è 110'.
              Fare 150' sotto i 12/15 metri NON è una immersione ricreativa, secondo me.
              Se fai questi tempi tutte le considerazioni fatte cambiano, ma soprattutto cambiano le premesse.
              Certo infatti ! Io sono poco più che un principiante, ma ho esigenze diverse dalla maggioranza; questo mi porta ad interessarmi al rebrether. Ma non è colpa di nessuno se non lo sapete; farsi conoscere da una tastiera agli altri non è semplice, e quando scrivo non sono esattamente Dante Alighieri !...

              Commenta


              • #82
                Aggiungo un'altro reb di tipo frontmount si chiama White arrow, produzione americana. Però non credo che ci siano corsi in Italia...questo è il n. 8.
                https://www.dansdiveshop.ca/product/...co-rebreather/

                Ci sarebbe anche una ditta di Singapore che vende sia rebreathers sia ARO di tipo militare. Alcuni sono dei bei gioiellini !

                http://www.opstechnologies.com/milit...breathers.html
                Ultima modifica di Sikander74; 18-09-2021, 10:08.

                Commenta


                • #83
                  Originariamente inviato da Sikander74 Visualizza il messaggio

                  Grazie cesare, condivido e ti quoto. E voglio fare un esempio pratico, che vale per me, e per le mie esigenze (scusate se il racconto è un tantino lungo); Corsica del nord 2013, (non ricordo la località esatta). Arrivo stanco morto dalla Francia continentale dopo 4-5 ore di traversata in solitario con la mia barca a vela/casa, alle 2 di notte; è buio, devo dare ancora per mettermi a nanna. Faccio il mio solito giro a 360 gradi per mappare il fondale con lo scandaglio per cercare relitti o altri oggetti dove potrebbe incattivarsi l'ancora; tutto OK. Butto l'ancora, metto allarme GPS, controllo la coperta, mi lavo i denti e crollo sulla cuccetta. Il giorno dopo vado in paese con il tender, guardo il fondo e non mi sembra di vedere nulla, sono tranquillo. Mi fermo una settimana in rada, anche perché del resto, il paese è pieno di gnocche turiste, io sono un marinaio non sposato e mi fermo a cazzeggiare...
                  Dopo 5-6 giorni, devo ripartire; la barca alla ruota d'ancora ha ovviamente fatto decine di giri, normalissimo. Dopo aver smontato il tender, accendo il motore, tolgo i blocchi alla catena, comincio ad avanzare adagio, tiro su la catena e dopo un pò sento uno strattone a prua; vado un pò avanti, un pochino indietro, niente ! Comincio a bestemmiare in 3 o 4 dialetti italiani !...
                  Capito il problema, la catena è incattivata de brutto...Sulla mia casetta galleggiante ho tutta l'attrezzatura da sub, ma la bombola no perché la noleggio sempre. Giramento di madonne, devo rimontare il tender, per andare in paese a noleggiare la bombola. Mezz'ora per il tender, mezz'ora per andare e tornare dal negozio sub del paese (mi consolo un pochino perché la commessa è carina, vabbè). Ritorno alla barca. Tiro fuori tutto, controllo Gav, lo gonfio, lo sgonfio, controllo gli erogatori, prova e riprova. Mi infilo la mutina estiva, calzari pinne, maschera, tra cazzi e smazzi; altra mezz'ora...
                  Mi metto un attimo a mollo sotto la scaletta, controllo il computer d'immersione e cristonando, scendo seguendo la catena a prua. In fondo a 15-18 m vedo la mia bella catena che scompare sotto un innocente rametto da 20 cm, e penso: ma dove cazz...è andata a finire la mia catena da 60 m? Il fondale è fangoso (motivo per cui ho scelto quel luogo, il fango sabbioso è buon tenitore), provo a smuovere con la mano il fango tra il ramettino e la catena, e il ramo continua sotto il fango, continua, e continua ancora....penso: ma porca put...na quanto va giù sto cazz... di ramo ?!
                  La faccio breve; scavando con le mani ho identificato una quercia o castagno non so quale dei due (la Corsica è famosa per le castagne, boh !), lungo più di dieci metri ! In una settimana la catena aveva fatto decine e decine di giri e si era mangiata 40 metri di lunghezza avvolgendosi alla pianta !
                  Solo per questa prima immersione mi è andata via quasi un'ora. Alla fine ho dovuto fare fuori 4 bombole da 16 litri, sono rimasto tre giorni in più e ho fatto 8-9 viaggi in tender dalla barca al negozio !
                  Se avessi avuto un reb, anche solo un SCR, avrei fatto la metà o meno dei viaggi, forse (mi sbilancio), con il reb due viaggi in tender e tutto finiva.
                  Sbaglio ?! Sono io che non capisco niente ?!
                  VIVA CESARE !
                  Se avessi avuto il reb avresti rischiato la vita perché con questo genere di lavori pesanti ti affanni anche se sott'acqua sei Mandrake; e col reb un affanno (qualcuno mi corregga se sbaglio) è più complesso da gestire e dalle conseguenze potenzialmente più nefaste.
                  CACCIATORI DI RETI FANTASMA

                  Commenta


                  • #84
                    Per me ti serve una bombola di proprieta' e magari un compressore se trovi l'occasione giusta
                    Ciao
                    Paolo
                    Paolo

                    Commenta


                    • #85
                      Originariamente inviato da Livio Cortese Visualizza il messaggio
                      Piccolo fuori tema: vero che i personaggi più noti fanno esplorazione coi circuiti chiusi in posti pazzeschi, ma magari esistono luoghi ancora poco o nulla indagati dove con le bombole si va egregiamente ed in sicurezza...
                      ci puoi scommettere
                      www.bludivecenter.com

                      Commenta


                      • #86
                        Originariamente inviato da Livio Cortese Visualizza il messaggio

                        Immaginavo che lo conoscessi...ma che ha di storto? Materiali scarsi o errori di progettazione? Può darsi che lo costruiscano a richiesta.
                        i materiali non sono un granché.
                        Se non ricordo male, I filtri furono progettati per essere in PET, ma i costi di produzione furono completamente sballati, si passò quindi ad altri materiali plastici che però soffrono troppo le rotture e incriccamenti o, se sono robusti, costano troppo per una produzione comunque di nicchia.
                        Sono sicuro che il produttore spergiurerebbe il contrario, ma tant'é....
                        Si tratta comunque di un SCR ricreativo nato quando gli SCR completamente meccanici erano già storia.

                        Devo però ammettere che io sono un po' prevenuto sui reb ricreativi, e che quindi il mio giudizio, su questo ed altri più moderni, sia distorto e magari cambierà in futuro.
                        www.bludivecenter.com

                        Commenta


                        • #87
                          Originariamente inviato da Livio Cortese Visualizza il messaggio

                          Se avessi avuto il reb avresti rischiato la vita perché con questo genere di lavori pesanti ti affanni anche se sott'acqua sei Mandrake; e col reb un affanno (qualcuno mi corregga se sbaglio) è più complesso da gestire e dalle conseguenze potenzialmente più nefaste.
                          Domando: ma allora chi fa lavori subacquei non usa il reb ? Solo Nitrox e/o trimixi ? Cosa si usa nei cantieri subacquei ?
                          Mi piacerebbe sentire altri pareri...

                          Commenta


                          • #88
                            A me piaceva, ma nel valutarne l'acquisto mi ha pure dato quest'idea di materiali così così... magari però con corrugati tipo Cooper e certi pezzi rifatti in materiale più serio...chissà.
                            CACCIATORI DI RETI FANTASMA

                            Commenta


                            • #89
                              Originariamente inviato da Sikander74 Visualizza il messaggio

                              Domando: ma allora chi fa lavori subacquei non usa il reb ? Solo Nitrox e/o trimixi ? Cosa si usa nei cantieri subacquei ?
                              Mi piacerebbe sentire altri pareri...
                              Guarda, anni fa -2004, forse- ho letto di un sommozzatore sceso in rebreather per fare un lavoro su una condotta: è rimasto lì.
                              Che io sappia, chi fa lavori subacquei generalmente indossa casco o maschera granfacciale, ed è vincolato alla superficie con un sistema detto ombelicale: questo,tra l'altro, lo rifornisce di aria o miscele (secondo esigenza) .Il sommozzatore ha con sé anche una o due bombole in caso di avaria nel sistema principale. Esistono anche dei rebreather appositi, ma credo ancora poco diffusi.
                              CACCIATORI DI RETI FANTASMA

                              Commenta


                              • #90
                                Originariamente inviato da paolo55 Visualizza il messaggio
                                Per me ti serve una bombola di proprieta' e magari un compressore se trovi l'occasione giusta
                                Ciao
                                Paolo
                                E lo so, ma in barca serve roba piccola e leggera. Possibilmente anche 12 volt. Esiste un compressore del genere ?

                                Forse potrebbe andare bene questo ?
                                https://www.amazon.it/gp/product/B07XYRS15R?tag=coverecustodie-21
                                61iwW1C5+VL._AC_SL1000_.jpg








                                Oppure questo ?
                                https://www.amazon.it/dp/B0819ZH85H/ref=wl_mb_wl_huc_clickstream_1_dp

                                61jjhBZvPKL._AC_SL1000_.jpg
                                Ultima modifica di Sikander74; 19-09-2021, 02:58.

                                Commenta

                                Riguardo all'autore

                                Comprimi

                                Sikander74 Per saperne di più su Sikander74

                                Statistiche comunità

                                Comprimi

                                Attualmente sono connessi 58 utenti. 3 utenti e 55 ospiti.

                                Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 06:32 il 14-01-2020.

                                Scubaportal su Facebook

                                Comprimi

                                Sto operando...
                                X