Dubbi e consigli primo Gav da far durare

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Pallonare non esiste. Non deve proprio esistere. Mai.
    Probabilmente avevi aria nel gav
    Fai una pesata seria con la nuova attrezzatura ma per me a tutto sgonfio la attrezzatura nuova dovrebbe equivalere la vecchia
    Se ti resta aria nel gav ci deve essere il modo di toglirla
    Io uso sempre il corrugato ma ci sino anche i tirini delle altre valvole
    Ciao
    Paolo
    Paolo

    Commenta


    • #17
      Infatti la pallonata mi ha anche spaventato perché era qualcosa che non avevo mai considerato potesse succedere, eppure…
      Non oso immaginare lo stress se dovessi avere una deco a 3m, senza cima a cui ancorarsi sarebbe la fine

      Riguardo la pesata, dove sono ora purtroppo mi è difficile farla per bene in quanto devo adattarmi ai tempi del diving e della barca; non ci sono accessi diretti da terra altrimenti mi sarei preso qualche bombola e mi mettevo in spiaggia a 5m a provare

      Per l’aria nel Gav infatti è stato davvero strano, sembra come se il sacco non si scaricasse come si deve. Schiacciandolo con la mano e usando il corrugato usciva molta più aria, però schiacciare il sacco non credo sia la tecnica giusta ovviamente.
      Mentre per la pesata ancora non riesco a capire se il trigger della pallonata è stata magari un respiro più ampio del normale, o se con l’aria che avevo nel Gav sarebbe stata comunque inevitabile.

      Commenta


      • #18
        Per me devi innanzitutto verificare la pesata
        poi il gav deve sgonfiarsi completamente ed in generale dovrebbe essere quasi completamente sgonfio l. Almeno a fine immersione quando a tutto vuoto dovresti fare una pesata anche se con il diving
        Ciao
        Paolo
        Paolo

        Commenta


        • #19
          Sicuramente, per ora usando la cima di risalita come “sicurezza” sto provando a capire quanto riesco a rimanere giù senza salire troppo con il respiro; di sicuro rispetto al passato la cosa è cambiata in quanto prima per andare in superficie dovevo sempre pinnare verso l’alto, ora invece mi sembra sempre che una volta arrivato a 4-3 metri vengo lentamente “tirato” su, il che sicuramente non è una bella cosa per la velocità di risalita.

          Ho il sospetto che uno dei problemi principali è il Gav non completamente sgonfio, soprattutto alla fine; magari devo ancora abituarmi ai movimenti giusti da fare, ma ad esempio con la valvola posteriore alla mia destra mi sembra sempre che non scarichi mai, anche provando a buttarmi in avanti con il corpo per essere a testa in giù.
          Mentre con il corrugato scarica, ma a un certo punto si ferma, e se vado a schiacciare il sacco con la mano esce il resto dell’aria… eppure mi metto sempre verticale e cerco di tirare il vis il più in alto possibile.

          Commenta


          • #20
            Ciao C'è qualcosa che non capisco...
            la pesata: va fatta a fine immersione con bombola vuota (quasi) a GAV completamente sgonfio e polmoni pieni.
            Devi essere appena appena negativo.
            E non dirmi che a fine immersione non hai 2 minuti per fare questa prova....
            Come fai?
            Hai, per esempio, 6 kg di zavorra.....4 in cintura e due in tasca
            Ai 3 metri sei negativo?
            Passi un kg al compagno e provi
            Ancora negativo?
            Passi anche l'altro kg.
            Non richiede più di 2 minuti e mi sono tenuto largo.

            Parliamo del GAV
            Tutti i sacchi hanno il corrugato innestato nella parte alta centrale o a sx.
            Se ti verticalizzi un attimo ed alzi il braccio sx non c'è modo che non scarichi...al limite alzi un pelo la spalla sx.
            Stiamo parlando di un tubo niente di che
            Certo
            Se non alzi i braccio o resti orizzontale questo non funziona ed aria ne resta tanta dento al GAV.
            Anche questo richiede pochi secondi ed un po' di pratica.

            Tita

            Commenta


            • #21
              È questo il problema: mi sento sempre leggeremente positivo e mai negativo a fine immersione; ora sto usando 9kg (un’esagerazione per la umida, IMHO, infatti verso i 30m devo gonfiare parecchio il Gav altrimenti continuo ad andare giù), e ho sia difficoltà a scendere a bombole piene, sia a restare fermo a 5m a fine immersione.

              Tutto questo non mi era mai capitato prima di cambiare attrezzatura (ovvero nuova Muta + sovramuta, e nuovo Gav).

              Per questo non riesco a capire dove sia il problema: già a 6m a fine immersione devo stare attento nel respiro in quanto uno più profondo del normale mi porta quasi subito a salire; e in generale ho sempre la sensazione di non riuscire a svuotare completamente il sacco, sensazione confermata poi sia dal mio buddy che lo vede con dentro ancora aria, sia da me che se lo schiaccio con la mano e tendendo il corrugato aperto ricomincia a scaricare…

              Commenta


              • #22
                Ciao, mi sembra di capire che ormai il problema sia chiaro (nel senso che sia te che il tuo buddy l'avete accertato) e sia dovuto al Gav non svuotato: quando lo scarichi accertati di dare tempo all'aria di migrare attraverso il sacco e inclinati leggermente sul fianco dx (il corrugato sembra abbastanza decentrato a sx). Eventualmente ripeti l'operazione di scarico anche puntando la testa verso il basso e usando la valvola inferiore. Il compagno ti potrà confermare il buon esito dell'operazione ed a quel punto potrai far la pesata corretta.
                Ultima modifica di Beko; 16-09-2022, 16:02.

                Commenta


                • #23
                  Oggi sono riuscito a fare altri due tuffi con più calma, e forse sto arrivando alla soluzione dei vari problemi.

                  Innanzitutto, ho confermato che la zavorra è eccessiva: a 5m con 70bar nella bombola ero parecchio negativo e se non gonfiavo il Gav finivo sul fondo.

                  Secondo, il problema principale era proprio lo sgonfiaggio del Gav. Ho provato a farci più attenzione anche con l’aiuto del mio buddy, e ho trovato la posizione giusta per scaricare dalla valvola posteriore e ottenere quasi subito l’aggiustamento necessario.
                  Quello che ha fatto la differenza è stato il ruotarmi leggermente in senso antiorario per avere la valvola nel punto più alto, così da scaricare il sacco al meglio.

                  Inoltre ad ogni sensazione di quasi-pallonata (causa la mia zavorra eccessiva) riuscivo subito a tornare in trim, mettermi verso il basso e con due pinnate ero di nuovo al livello giusto; il tutto nel giro al massimo di due metri di scarto dall’inizio della sensazione di essere tirato verso l’alto.

                  Riguardo invece la discesa, non so se sia un effetto placebo o altro, ma a quanto pare il nuovo sovramuta con cappuccio è fin troppo semi-stagno sulla testa, e forse restava qualche sacca d’aria.
                  Prima di iniziare la seconda discesa (nella prima avevo comunque avuto qualche problema e mi son dovuto aggrappare alla cima) ho provato a bagnarlo tutto all’interno facendo entrare acqua appena avevo la testa sott’acqua, e la discesa è stata perfetta senza nessun problema come tutte le altre che facevo prima di cambiare muta e Gav.

                  Non ho idea se davvero un cappuccio con una bolla d’aria può fare questa differenza o se sono io che mi ero rilassato meglio nel respiro, però la differenza è stata davvero netta.
                  Mistero…

                  Commenta


                  • #24
                    Ciao Se il cappuccio non li ha falli tu!
                    parlo dei forellini che ogni cappuccio ben fatto deve avere....alcuni hanno anche un doppio strato di tessuto all'interno del cappuccio per fare uscire l'aria di scarico dal cappuccio senza creare vie d'acqua indesiderate.
                    Se non ci sono puoi farli facilmente con un chiodino arroventato o con la punta di un saldatore per stagno
                    Falli piccoli ad allargarsi si fa sempre in tempo
                    Tita

                    Commenta


                    • #25

                      Originariamente inviato da titave Visualizza il messaggio
                      Ciao Se il cappuccio non li ha falli tu!
                      .....
                      Se non ci sono puoi farli facilmente con un chiodino arroventato o con la punta di un saldatore per stagno
                      Falli piccoli ad allargarsi si fa sempre in tempo
                      Tita
                      Oltre a fare i buchi sulle cinture (si ingrassa e di dimagrisce negli anni ) questo "attrezzo", reperibile per pochi spiccioli da qualunque ferramenta, ti permette di eseguire fori di aereazione (anche non proprio piccoli) sui cappucci delle mute (vedi seconda foto).


                      20220917_112436.jpg

                      20220917_112541.jpg
                      NOTA: ho recentemente acquistato una stagna su misura; il cappuccio (ripeto "su misura") non ha forellini di sorta ma, se "allagato" al momento dell'entrata in acqua non trattiene nè aria nè acqua.


                      Commenta


                      • #26
                        Ciao Cragene
                        Io personalmente preferisco i gav con piastra e sacco posteriore
                        Il punto di forza e' la loro modularità e come questi sistemi possano diventare facilmente e in poche mosse "tutto quello che vuoi"
                        Ad esempio uno potrebbe mettergli anche un cinghiaggio con fastex su spallacci e velcro in vita esattamente come i jacket tradizionali con cui si facevano gli esercizi OWD
                        Infatti non sono proprio d'accordo sul concetto di primo gav e gav definitivo quando si ha piu' esperienza...io acquisterei direttamente un gav a piastra
                        Sempre grazie alla loro modularita' puoi scegliere e usare i componenti a seconda di ogni speficica esigenza, puoi usae una piastra in alluminio per immersioni con muta umida/e o viaggi
                        ed infatti e' proprio con la piastra in alluminio che ti consiglio di partire, in caso di immersioni con stagna nei mari nostri una piastra in acciaio permette di scaricare kg dalla cintura e con questo tipo di gav puoi assolutamente utilizzarla con lo stesso sacco
                        Viceversa invece puoi utilizzare con lo stesso tipo di schienalino (che sia di alu o acciaio) differenti tipi di ali in modo da poter utilizzare sia mono che bibo (bibo non vuol dire per forza immersione tecnica, mono invece dovrebbe indicare solo immersione ricreativa)
                        E a proposito di sacchi/ali mi sto rendendo conto che c'e' molta confusione in giro....
                        Si sente spesso parlare solo di litraggio
                        ma in realta' una delle cose piu' importanti e' LA FORMA che il sacco ha
                        paraddossalmente io ho un sacco da 40lb per mono e la mia ragazza ha un 30 lb per bibo
                        quello che cambia nettamente tra i due e' la forma del sacco, in particolare quello della parte centrale dell'ala, ovvero la parte che non si gongia
                        in un bibombola questa sara' sempre piu' larga rispetto ad un gav per monobombola
                        se prendo un sacco da mono anche da 40 libre (provato fisicamente con il mio d 8,5) e lo uso con il bibo non funzionera' correttamente
                        avendo la parte interna meno larga, parte della camera d aria sara' schiacciata dal bibo e non si gonfiera', di conseguenza non avro' neanche a disposizione tutte le 40lb di spinta
                        Un sacco da bibombola montato su un mono anche se di volume ridotto tendera' a svolazzare in modo inappropriato

                        Anche la posizione della valvola di scarico gioca un ruolo importante....la valvola di un sacco a ciambella e' posta in una determinata posizione in modo tale da permetterne il funzionamento quando si e' orizzontali con l'ala che avvolge la mombola quasi come un tacos
                        Ritornando al mio esempio del 40lb mono su bibo, in questo caso avrei in posizione orizzontale la valvola di scarico sotto la bottiglia sx (invece che a lato) e non scaricherebbe correttamente
                        Sempre per questo motivo consiglio di stare attenti ai cloni di marche blasonate, spesso vedo la valvola di scarico posizionata troppo verso il basso invece che l'esterno
                        Il dir30 della Bangood (che tra l'altro dalla foto sembra simile al vecchio scubatec )sembra avere questo problema, (anche se sn sicuro che cmq non dia particolari problemi), ad ogni modo e' cmq un paramentro da valutare di fronte ad una spesa in denaro (a meno che non costi veramente poco il bangood)

                        Per i nostri mari (dove il mono da 15 in acciaio e' uno standard) puo' andare benissimo un 30 lb (che poi fa la sua figura in vacanza con le s80 in alu) ma la scelta piu' indicata sara' sempre e solo il mono da 40lb, sempre per un discorso di valvola e dimensioni del sacco
                        (inoltre se ti togli il gruppo e fai ua prova di galleggiamnto il 40lb ti terra' su il mono in acciaio molto meglio che un 30lb, con quest'ultimo galleggera' a filo dell acqua, test provato sul campo )
                        Per lo schienalino consiglio di partire come ti dicevo dall'alluminio, ci sono anche soluzioni leggerissime come quello della OMS in tela (puoi pero' usare tutti i sacchi normali) o quelle in carbonio come l Halcyon (ma costosissimo)

                        In riferimento alla tua domanda ti confermo che a volte si puo' fare a meno dell'adattatore del mono,
                        Per farlo e' necessario:
                        1 avere delle feritoie/asole nello schienalino (cosa oramai molto comune ma non al 100% )
                        2 avere delle feritoie/asole nel sacco (e questa non e' ancora molto diffusa come cosa....ad esempio nell'Halcyon il modello Ecliple non le ha a differenza del modello Adventure)
                        3 avere una sorta di rilievo che tenga bloccata la bombola sulla superficie dello schienalino, questi rilievi sn di solito cuciti nel sacco (come il mio dux 40lb) o smontabili,
                        non sono dei veri e propri adattatori monobombola (cioe' la classica contropiastra di metallo dove faccio passare i fascioni), creano una conca che tiene ferma la bombola, il fissaggio e' cmq dato dai fascioni che passano attraverso le feritoie dello schienalino e del sacco, per questo motivo devono essere innanzitutto soddisfatti i punti 1 e 2

                        Al momento ci sono acnhe adattatori del mono in alluminio piccolissimi , ad esempio non abbiamo due placchette in alu che si avvitano nelle viti principali dello schienalino, queste 2 placchette hanno le asole per farci passare i fascioni esattamente come una contropiastra lunga
                        Io pero' con il sistema del mio sacco senza contropriastra mi trovo benissimo, la bombola e' piu' vicina allo schienalino senza contropiastra

                        Come puoi vedere questi dettagli sn piccoli ma fanno una grande differenza tra i marchi che hanno creato questo tipo di prodotti e chi li ha copiati

                        Il mares xr non mi dispiace ma lo eviterei...per prima cosa ha un costo spropositato..e poi eviterei sacchi come mares, scubapro, seac etc perche' sn troppo limitati in caso di ricambi
                        Per esempio il gruppo di comandi che trovi sull Halcyon e' lo stesso che trovi su Xdeep, Frog, Utrtek, hollis etc etc (non dico che si assomigliano, dico proprio che sono gli stessi)
                        Lo stesso gruppo di comandi che trovi sul DTD (che non e' affatto male, anzi..) lo trovi anche su DUX, GOLEM GEAR, etc
                        Lo stesso gruppo di comandi che trovi sul mares lo trovi anche.....No, (questa volta no), lo trovi solo sul MARES, quindi in caso di problemi puoi solo comprare quel gruppo di comandi (poi penso che una solozuone la si trovi e che si riesca ad adattare qualcosa, ma in linea di massima non c'e' modularita')

                        Detto questo colgo l'occasione per consigliare un marchio che ho appena scoperto tramite uno youtuber....la AQOR
                        A quanto pare l'unico fedele clone dell HALCYON (oramai diventato improponibile per il suo costo)

                        Commenta


                        • #27
                          Resta il fatto che alla base di tutta la faccenda ci sta una pesata corretta o quanto meno accettabile da affinare sul durante
                          Non esiste pallonare e non esiste sprofondare
                          Piuttosto un bidet in acqua bassa a sistemare il tutto
                          Cordialmente
                          Paolo
                          Paolo

                          Commenta


                          • #28
                            Sicuro
                            anche secondo me andrebbe fatta a bombola vuota a 3 mt
                            O perlomeno farla a inizio immersione ma una volta fatta aggiungere cmq del peso (cosa sarà per 15l di un mono a 200/220bar?,.... 2,5/3kg?)

                            Commenta


                            • #29
                              Io la farei a fine immersione e con la pesata che espirando mi fa arrivare l'acqua agli occhi
                              Ciao
                              Paolo
                              Paolo

                              Commenta


                              • #30
                                Originariamente inviato da californiadiving Visualizza il messaggio
                                Sicuro
                                anche secondo me andrebbe fatta a bombola vuota a 3 mt
                                O perlomeno farla a inizio immersione ma una volta fatta aggiungere cmq del peso (cosa sarà per 15l di un mono a 200/220bar?,.... 2,5/3kg?)
                                Calcolo facile.
                                Peso dell'aria secca: circa 1.3 Kg / m3
                                15l a 200 bar -> 3 m3 (3000 l)
                                1.3 * 3 -> 3.9 Kg - peso del gas contenuto.
                                Se si svuota totalmente si è più leggeri di quasi 4Kg

                                Se avessi molto più tempo potrei fare molte più cose.
                                L'ottimista pensa che viviamo nel migliore dei mondi possibili, il pessimista teme che sia vero.

                                Commenta

                                Riguardo all'autore

                                Comprimi

                                cragene Per saperne di più su cragene

                                Statistiche comunità

                                Comprimi

                                Attualmente sono connessi 34 utenti. 2 utenti e 32 ospiti.

                                Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 06:32 il 14-01-2020.

                                Scubaportal su Facebook

                                Comprimi

                                Sto operando...
                                X