Eliminare sottocavallo gav

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • coffy84
    ha risposto
    Originariamente inviato da cesare Visualizza il messaggio
    non so quante situazioni avete vissuto voi dal vivo, reali e non mimate in addestramento. la difficoltà più grossa è issare il malcapitato a bordo sia nel caso dell'uomo solo a bordo, sia nel caso dei tanti a bordo, ma imbranati, che difetto non è , ma semplice realtà.
    Mi viene anche da pensare che in un contesto di reale emergenza si possa avere anche non la completa lucidità calma e perizia che di solito si hanno durante i corsi.

    Lascia un commento:


  • cesare
    ha risposto
    non so quante situazioni avete vissuto voi dal vivo, reali e non mimate in addestramento. la difficoltà più grossa è issare il malcapitato a bordo sia nel caso dell'uomo solo a bordo, sia nel caso dei tanti a bordo, ma imbranati, che difetto non è , ma semplice realtà.

    Lascia un commento:


  • Tonnetto
    ha risposto
    Secondo me nel contesto di cui si parla, la differenza tra togliere un gav a imbraco ed uno senza è davvero minima in valore assoluto...per il semplice fatto che a prescindere, bisogna fare attenzione, per evitare che il malcapitato si intrecci in qualche frusta, collarino, laccio della telecamerà se l'ha, maschera, o altro....

    Ergo a prescindere ci vuole un tempo tra i 30 e 50secondi...che sul totale è davvero poca roba...il tutto ipotizzando ci sia un barcaiolo per aiutarci ad issarlo, altrimenti dobbiamo poi spogliare noi stessi, salire sul gommene tenendolo cmq per un braccio...etc etc...

    Mah....sarò io strano, ma secondo me non si sta guardando il problema nell'insieme...

    Se poi proprio si guadagna qualcosa in termini di tempo, si parla di una manciata di secondi nel caso fastex... legati probabilmente a quanto il soccorritore è "impedito"....anche perché un soccorritore che utilizza un imbraco fisso conosce bene come rimuoverlo velocemente...rientrando negli stessi tempi del fastex...

    Lascia un commento:


  • cserba
    ha risposto
    cesare sicuramente togliere la bombola agevola nel salire in barca, ma inevitabilente il gav per rcp va levato, quindi per non perdere tempo due volte, meglio levare il gav e bombola nello stesso tempo.
    questo in caso di piu soccorritori,
    nel caso fossi solo io e la vittima, l'idea di utilizzare spallacci e prese sul gav per "tirarla" a bordo senza bombola puo essere una soluzione.

    ps
    è solo il mio pensiero e non una linea guida

    Lascia un commento:


  • cesare
    ha risposto
    mi permetto una riflessione...se sfilo/levo la bombola e gli lascio il jacket riesco a issarlo a bordo molto più agevolmente. poi quando è a bordo o in spiaggia o dove si vuole mollo fastex, taglio, cucio mute etc etc...è solo una riflessione...importante è tagliare l'asola del jacket (ricreativo) da girare sulla rubinetteria che può indurci in tentazione e quindi non liberarci dal male...

    Lascia un commento:


  • Alastar
    ha risposto
    Originariamente inviato da Pablito. Visualizza il messaggio

    ... omissis ...

    P.S. In tanti anni di subacquea non ho mai visto un fastex in plastica spezzato
    Io si, ma in modo ... doloso.
    Hai presente quei fastex per collegare gli spallacci dei trolley che nessuno usa mai poiché indossarli carichi è peggio di mettersi un bibo ?
    Ebbene, le plastiche schiacciate malamente nel maneggiamento bagagli hanno fatto si che la "femmina" si fessurasse et voilà ... il fastex non tiene più - poco male perché, come ho detto, non mi è mai venuto in mente di usare veramente gli spallacci del trolley.
    Sul gav non dovrebbe succedere perché nessuno lo imbarca con le valigie, ma ci potrebbe cadere una bombola sopra ...
    Confermo comunque che non ne ho visto mai uno di un gav rotto.

    Lascia un commento:


  • Pablito.
    ha risposto
    Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

    Effettivamente in questo caso la statistica gioca a tuo favore, i "fast" non si rompono facilmente.

    Detto questo in immersioni ricreative questa discussione "fast si fast no" .... è pura semantica da forum, non ci sono reali motivi per protendere da una parte piuttosto che dall'altra.

    Se parliamo di immersioni con gradi bibo ossia con molto peso appeso all'imbrago i fast diventano una criticità che non puoi permetterti.

    Per cui dipende sempre da cosa fai.

    Cordialmente
    Rana
    Perfettamente d'accordo sulla "semantica da forum" !

    Per le immersioni con grandi bibo (D15?), in genere in trimix, chi spende un centone in miscele e ritiene che i fast in plastica siano una criticità può sempre optare per:
    FAST LOCK IN ACCIAIO INOX 316 CON REGOLATORE DI NASTRO
    ARTICOLO 826
    che trovate qui:
    http://www.btabarnini.com/bta_accessori_jackets.html

    al modico prezzo di € 66,55 CADAUNO

    che lievita a € 83,70 se (per gli spallacci) ne volete uno col D ring.

    P.S. In tanti anni di subacquea non ho mai visto un fastex in plastica spezzato

    Lascia un commento:


  • Alastar
    ha risposto
    Originariamente inviato da cserba Visualizza il messaggio


    ho visto che esistono questi, con circa 10-15 euro ne prendi una coppia.


    de-profundis-ss316-quick-release-webbing-slider.jpg

    ... omissis ...

    .
    Si il principio è simile, ma sporgono lato "schiena" e infastidiscono perché rigidi sui reni rispetto alla fettuccia - l'altro sistema, i semicilindri, di qualsiasi materiale siano realizzati, resta tutto dietro lo schienalino, ove non nuoce né reca nocumento alcuno.

    Se ne facciamo una questione di costo - credo che tra energia elettrica e PLA avrò speso meno di 50 centesimi.

    Lascia un commento:


  • RANA
    ha risposto
    Originariamente inviato da cserba Visualizza il messaggio

    non conosco le forze in gioco..m a non credo di rompere una fibbia di plastica per la fragilità dello sgancio rapido.
    Effettivamente in questo caso la statistica gioca a tuo favore, i "fast" non si rompono facilmente.

    Detto questo in immersioni ricreative questa discussione "fast si fast no" .... è pura semantica da forum, non ci sono reali motivi per protendere da una parte piuttosto che dall'altra.

    Se parliamo di immersioni con gradi bibo ossia con molto peso appeso all'imbrago i fast diventano una criticità che non puoi permetterti.

    Per cui dipende sempre da cosa fai.

    Cordialmente
    Rana

    Lascia un commento:


  • RANA
    ha risposto
    Originariamente inviato da cserba Visualizza il messaggio
    Posso dirti che le statistiche e percentuali non le seguo troppo, perché anche se la percentuale di un determinato incidente sfiora lo 0,0000000001 …
    Al malcapitato a cui succede è il suo 100%.
    Secondo me questa è una filosofia discutibile.
    Rischi d'inseguire dei miraggi, dei falsi problemi.

    In un libro "L'immersione in miscela" di Corrado Bonuccelli, in un paragrafo spiega questo aspetto con il seguente esempio (vado a memoria):

    "non si può immergersi sott'acqua con un lanciafiamme perché c'è una remota possibilità che un drago marino possa comparire ed aggredirci"

    Si deve prevedere quello che è oggettivamente giusto prevedere senza inseguire gli "unicorni ed elefantini rosa".

    Questa è la mia opinione ma sei libero di pensarla come meglio credi, permettimi solo d'invitarti a considerare le statistiche quando ben fatte come strumenti che hanno comunque una loro importanza.

    Cordialmente
    Rana

    Lascia un commento:


  • cserba
    ha risposto
    Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

    Non male come idea.
    In un colpo prendi il peggio dei due sistemi.

    Il peggio perché non hai:

    - ne i vantaggi dei "fast" perché rimane una fettuccia unica
    - ne il vantaggio della fettuccia perché c'è la fragilità del "fast"

    Detto questo sei libero di provare.

    Cordialmente
    Rana


    non conosco le forze in gioco..m a non credo di rompere una fibbia di plastica per la fragilità dello sgancio rapido.


    nulla mi vieta di cambiare idea dopo un paio di tuffi visto che per ora l'ho provata solo settimana scorsa. ma non ho notato problemi nel gestire una bretella leggermente piu lunga.(in caso di rottura o sgancio involontario)

    Lascia un commento:


  • cserba
    ha risposto

    Leggere I vostri commenti , e provando a togliere il sottocavallo oltre ad esercitarmi in acque basse ogni settimana mi ha fatto comprendere che il sottocavallo non è un problema ed infatti non lo eliminerò.




    Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio



    Attingendo alla vostra esperienza pratica, vera, quello che vi è effettivamente capitato, quante volte vi siete trovati nei panni del soccorritore o (spero di no) nei panni di vittima di un incidente subacqueo ad avere la necessità di sganciare il gav ???

    Posso dirti che le statistiche e percentuali non le seguo troppo, perché anche se la percentuale di un determinato incidente sfiora lo 0,0000000001 …
    Al malcapitato a cui succede è il suo 100%.


    Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

    Non ho il minimo, del minimo problema a tagliare via tutto, della serie non me ne frega nulla dell'attrezzatura dell'infortunato ed anche mia.
    Taglio e spacco tutto quello che impedisce le operazioni di soccorso sempre se toglierle in modo convenzionale non sia più veloce che tagliare.

    Condivido.
    ma Credo che in certe situazioni potrebbe essere utile poter sfilare semplicemente il gav senza tagliare , ad esempio un po di debolezza nel sub una volta emerso.


    Originariamente inviato da firer84 Visualizza il messaggio

    Poi, se tu preferisci scendere con una attrezzatura che in caso di problema agevoli chi ti soccorre sei liberissimo di farlo, ma non è una regola.

    Infatti è quello che farò… avendo messo uno sgancio rapido sullo spallaccio, informerò ad ogni immersione il mio compagno, della possibilità di allentrami il gav in caso di bisogno.



    Lascia un commento:


  • RANA
    ha risposto
    Originariamente inviato da cserba Visualizza il messaggio
    mentre io con meno di 2 euro ho inserito una fibbia fastex sullo spallaccio sinistro, senza tagliare l'imbrago.
    simile a questo:

    adjustable_harness01.jpg

    in caso di necessità posso allungare di una decina di cm lo spallaccio, utile anche durante la vestizione svestizione.
    Non male come idea.
    In un colpo prendi il peggio dei due sistemi.

    Il peggio perché non hai:

    - ne i vantaggi dei "fast" perché rimane una fettuccia unica
    - ne il vantaggio della fettuccia perché c'è la fragilità del "fast"

    Detto questo sei libero di provare.

    Cordialmente
    Rana

    Lascia un commento:


  • cserba
    ha risposto
    Originariamente inviato da Alastar Visualizza il messaggio

    Se poi ti sei stampato 3D un "cinch" che ti consente di allungare gli spallacci quando tiri il "doppia luce", fai ancora prima



    p.s. se qualcuno vuole il file stl basta che parli (sono 38K)

    ho visto che esistono questi, con circa 10-15 euro ne prendi una coppia.


    de-profundis-ss316-quick-release-webbing-slider.jpg


    mentre io con meno di 2 euro ho inserito una fibbia fastex sullo spallaccio sinistro, senza tagliare l'imbrago.
    simile a questo:

    adjustable_harness01.jpg

    in caso di necessità posso allungare di una decina di cm lo spallaccio, utile anche durante la vestizione svestizione


    .

    Lascia un commento:


  • cesare
    ha risposto
    certo che si ranocchio, ma il problema sta che tu pensi e io penso, il giudice pensa e non pensiamo tutti uguali.
    la responsabilità civile è governata da innumerevoli articoli scritti, il codice civile. gli articoli vengono interpretati e quindi tanti, tanti tanti auguri alla certezza della sentenza.

    Lascia un commento:

Riguardo all'autore

Comprimi

cserba Per saperne di più su cserba

Statistiche comunità

Comprimi

Attualmente sono connessi 62 utenti. 4 utenti e 58 ospiti.

Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 06:32 il 14-01-2020.

Scubaportal su Facebook

Comprimi

Sto operando...
X