Primo stadio per jetstream

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Primo stadio per jetstream

    Ciao a tutti sono un nuovo iscritto e avrei una domanda da porvi... ho da poco acquistato due secondi stadi jetstream, uno per me e uno per la mia compagna, voglio accoppiarli con i primi stadi scubatec f22 oppure con lo scubapro mk25. Qualcuno ha utilizzato questa accoppiata al posto del classico primo stadio a membrana poseidon?

    Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk


  • #2
    Si, non c'è problema.
    www.bludivecenter.com

    Commenta


    • #3
      Credevo ci volesse una valvola di sovrapressione in caso di frusta non originale poseidon ed adattatore tondo sul secondo stadio.
      Paolo
      Paolo

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da paolo55 Visualizza il messaggio
        Credevo ci volesse una valvola di sovrapressione in caso di frusta non originale poseidon ed adattatore tondo sul secondo stadio.
        Paolo
        ha specificato 1 secondo stadio a testa, se c'è collegato un altro secondo stadio "normale" e/o la frusta è la poseidon originale, non ha bisogno di valvole aggiuntive.

        PS non so cosa sia l'adattatore tondo
        www.bludivecenter.com

        Commenta


        • #5
          I secondi stadi sono già provvisti di "campanella" con valvola di sovrapressione per poter utilizzare fruste standard.
          La mia domanda nasce dal fatto che diversi subacquei hanno storto un pò il naso quando ho parlato dei primi stadi che avrei utilizzato.

          Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da TheFlash Visualizza il messaggio
            I secondi stadi sono già provvisti di "campanella" con valvola di sovrapressione per poter utilizzare fruste standard.
            La mia domanda nasce dal fatto che diversi subacquei hanno storto un pò il naso quando ho parlato dei primi stadi che avrei utilizzato.

            Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk
            chiedere sempre perché a chi storce il naso.
            Il problema nasce(va) dalle pressioni a cui sono tarati, il jetstream, per come è fatto lavora a determinate pressioni, sopra e sotto può dare problemi, ma sia mk25 che scubatec rientrano nel rage d'utilizzo, purché siano revisionati e tarati non a "mio cuggino".
            www.bludivecenter.com

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio

              chiedere sempre perch� a chi storce il naso.
              Il problema nasce(va) dalle pressioni a cui sono tarati, il jetstream, per come � fatto lavora a determinate pressioni, sopra e sotto pu� dare problemi, ma sia mk25 che scubatec rientrano nel rage d'utilizzo, purch� siano revisionati e tarati non a "mio cuggino".
              Ho tarato i primi stadi a 9,5 bar come mi è stato consigliato.

              Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk

              Commenta


              • #8
                direi che è blasfemo usare un Jetstream non col suo 1° stadio. Teoricamente questo potrebbe portarti dritto all'inferno

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Albertosixsix Visualizza il messaggio
                  direi che � blasfemo usare un Jetstream non col suo 1� stadio. Teoricamente questo potrebbe portarti dritto all'inferno
                  Ora mi è tutto più chiaro, non mi spiegavo perché facendo la taratura nel secchio al posto delle bolle uscisse il fumo

                  Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk

                  Commenta


                  • #10
                    In allegato estratto del manuale.

                    TESTING AND ADJUSTMENT OF REGULATOR JETSTREAM Art. No. 2960, 3960

                    First stage valve: 1. Connect the regulator to the test equipment. 2. Connect the test manometer hose to one of the low pressure outlets. 3. Open the LP valve (=20 bar). 4. Set the secondary pressure at 10 bar, and intermittently purge the second stage by means of the purge button. NOTE that the second stage valve must be fully tight during this test. When the pressure gauge needle stops at the preset pressure, a maximum rise in pressure of 1 bar is allowed before the needle finally stops. If the needle continues to move to a higher pressure reading there is a fault in the seal between the valve seat and piston or the O-ring. 5. Close the LP valve, and open the HP valve (=200/300 bar). Purge intermittently with the purge button, check the tightness, and adjust the pressure to 8.5-9 bar.
                    Second stage valve: Tightness testing of the low pressure valve withservo valve. 1. Close the HP valve and purge fully by means of the purge button. 2. Remove the low pressure valve from the second stage housing. 3. Place the low pressure valve in the test fixture and screw on the hose. 4. Open the LP valve, push the servo valve’s needle carefully, and purge a few times. Immerse the valve below the surface of the water in a special water tank and check to make sure that the valve is absolutely tight. 5. Move the low pressure valve to the second stage valve and fit the low pressure valve’s outlet to the guide fitting in the second stage housing. Make sure that the valve is inserted straight to prevent the servo valve from becoming damaged. 6. Lubricate the external thread on the second stage housing and the end of the hose nipple. Screw on the low pressure hose. Adjustment of the inhalation resistance: 1. Open the HP valve. 2. Connect the oval connecting pipe on the inhalation resistance gauge to the mouth-piece on the regulator. 3. Test-breathe very carefully. Check the reading of the gauge needle, which should rise to 35-40 mm/vp and then move back. The turning point reading equals the inhalation resistance. If the reading is too low, screw the valve tube away from the diaphragm as shown in the illustration. If the reading is too high, screw the valve tube towards the diaphragm. Checking the purge button: 1. Press the purge button. The second stage valve should now provide a generous supply of air. 2. Cover the mouth-piece and press the purge button. The second stage valve should then supply a reduced flow air.


                    Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.

                    cit: "meno male che c'e' qualcuno che ha la scienza e sa come van fatte le cose..."

                    Commenta


                    • #11
                      Grazie Lorescuba come gi� detto ho tarato i primi stadi lievemente pi� alti, 9,5 bar, perch� cos� mi � stato suggerito. Probabilmente non saranno morbidissimi nei primi metri dove utilizzeremo gli fx3 scubatec. Appena far� una prova pratica vi sapr� dire di pi�

                      Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk


                      Ultima modifica di TheFlash; 03-04-2024, 10:57.

                      Commenta


                      • #12
                        bludive
                        In mancanza di frusta originale poseidon che si avvita con la "campanella" viene montatomun adattatore "a campanella" che permette di usare fruste normali che sono prive di valvola di sovrapressione.
                        Ne deriva che o il primo stadio e' dotato di valvola come il poseidon originale o ci si trova senza valvola di sovrapressione.
                        ​​​​​​Uno dei miei poseidon aveva la frusta usurata ed e' stato modificato cosi' a cura di un tecnico autorizzato poseidon.
                        Tutto qui
                        Ciao
                        Paolo
                        Paolo

                        Commenta


                        • #13
                          @paolo55
                          esistono anche "campanelle" con valvola di sovrapressione integrata.
                          Nei miei ho quelle

                          Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk

                          Commenta


                          • #14
                            una delle parti migliori del Jetstream è proprio il primo stadio, perche vuoi camabairlo e fare un "accrocchio"?

                            Commenta


                            • #15
                              Interessante discussione.

                              Ci sono secondi stadi che vengono accoppiati a diversi primi stadi di marche differenti (vedi Divator).
                              Quindi non considero questa "ibridazione" la dove è fatta con consapevolezza di ciò che si va ad accoppiare.
                              Il Jetstream secondo me è un secondo stadio che si presta a lavorare bene anche con primi stadi di altre marche.

                              Ammetto che ho sentito dire spesso che la bontà dell'erogatore è nel primo stadio.

                              Personalmente ritengo che la bontà di un primo stadio non risiede nella portata, ormai in tutti i primo stadi certificati CEE è ben oltre il necessario in termini di portata d'aria.
                              La bontà risiede nella stabilità con cui erogano, la capacità di non avere marcate cadute di pressione quando s'innesca l'erogazione e la capacità di erogare una pressione intermedia (di taratura) stabile indipendentemente dal decrescere della pressione dentro la bombola.

                              Pressione intermedia stabile, senza grandi cali (mi riferisco al calo che si ha nel momento in cui s'innesca l'erogazione), permette al secondo stadio di avere tarature molto morbide e stabili, per questo è inutile accoppiare dei secondi stadi ultra performanti a primi stadi con pressioni intermedie "ballerine" perché la taratura in questo caso deve adattarsi ad oscillazioni e per tanto diventa più diciamo "dura" (tra virgolette con tanti distinguo ovviamente sto generalizzando).
                              Da qui il fatto che la bontà dell'erogatore risiederebbe nel primo stadio.

                              Ma i primi stadi Poseidon abbinati al Jetstream non sono nulla di particolare se non primi stadi a membrana bilanciati, direi dei classici senza particolari caratteristiche, se non la semplicità e questo sicuramente è un valore perché si possono tarare e riparare diciamo agevolmente.

                              Il Jetstream è un secondo stadio molto ma molto particolare.
                              Io lo amo per la storia che si porta dietro, tanto da essere un cult ...
                              Ma ..... non lo userei perché, è un mio giudizio personale opinabilissimo, è un secondo stadio un po noioso sa gestire:

                              Deve essere risciacquato in pressione, altrimenti la campana di gomma che fa da valvola, sgonfia, fa entrare dentro acqua.
                              Ha un innesco a spillo - servo assistito - che lo rende sensibile ma è anche un pochino delicato ed i pezzi non sono proprio sempre disponibili.
                              Richiede una manutenzione specifica che non tutti i manutentori fanno.
                              Non sfrutta l'effetto venturi pertanto la taratura deve essere fatta molto bene, senza contare che si dovrebbe tarare per il tipo di immersioni che si fa in termini di profondità - non è, a mio avviso, un erogatore che da il massimo sempre a -10 metri come a -60 metri.
                              E' un erogatore che va calibrato per una fascia di profondità se si vuole apprezzarlo, altrimenti c'è il rischio che ad alcune profondità (spesso prossime alla superficie) strappi un po, ossia offre una erogazione un po troppo nervosa o a scatti.
                              Per finire il suo boccaglio ha dimensioni maggiorate e questo può affaticare.

                              Descritto cosi fa schifo ma è un erogatore che nasce con una precisa missione: portare il subacqueo in profondità respirando aria.
                              Una miscela densa, pesante, ecc, ecc.
                              Quindi è progettato per fornire una portata elevatissima, con la sua valvola a campana ed il sistema servoassistito dallo spillo per innescare l'erogazione.
                              Stiamo parlando di tanti anni fa, quando l'elio non era ancora entrato come elemento imprescindibile per l'immersione profonda.
                              Con l'elio lo sviluppo di questi erogatori si è fermato perché in trimix funziona tutto benissimo anche l'erogatore più chiodo diventa una "ferrari".

                              In quegli anni c'era anche chi elaborava i primi stadi Jetstream andando ad allargare i forellini del cilindro in cui è contenuta la campana di gomma, proprio per aumentare la performance del secondo stadio.

                              Quindi è un erogatore che se ben tenuto e tarato correttamente permette una respirazione in profondità, usando aria particolare che ancora oggi gli erogatori moderni faticano a raggiungere ma ..... per contro bisogna tenere conto delle sue particolarità che lo rendono, a mio avviso, noioso.

                              Sicuramente per andare a fare un immersione ricreativa non lo userei mai e poi mai, ci sono alternative decisamente migliori, è un mio giudizio personale che si può criticare liberamente, io non lo userei su basso fondale perché è un erogatore che non nasce per quelle immersioni.

                              Non è un secondo stadio con valvola bilanciata per cui non riesce a gestire alcune variazioni nella pressione intermedia, necessita di una pressione intermedia stabile.

                              Personalmente ritengo che i primi stadi della Mares che hanno portate elevate e pressioni intermedie molto stabili (si Mares i primi stadi sono molto stabili) siano indicati ovviamente con i Mares bisogna accoppiare adattatori ecc, ecc.
                              Ritengo che sia lo scubatec f22 che se non sbaglio è un pistone bilanciato vada bene perché comunque stabile e con una grossa portata, come va bene lo scubapro mk25 un membrana che non ha nulla da invidiare al membrana della Poseidon.

                              Dato che parliamo di un secondo stadio "upstream" ossia la pressione intermedia mantiene in chiusura la valvola, va da se che se per qualsiasi ragione la pressione intermedia sale la valvola tenderà a rimanere chiusa, per evitare questa situazione si deve inserire una valvola supplementare di sovrappressione che nel momento in cui per qualsiasi motivo (rottura del primo stadio) la pressione intermedia sale, la valvola di sovrappressione si apre e scarica l'eccessi di pressione permettendo soci al secondo stadio di lavorare correttamente sempre.

                              Questa valvola nell'erogatore Poseidon è posta in due punti, uno è la campana che collega la frusta al secondo stadio, l'altra è posta nel primo stadio.
                              Se si usa il Jetstream con altri primi stadio bisogna avere la certezza di avere almeno una valvola di sovrappressione, per ragioni di sicurezza.
                              Io la metterei comunque sul primo stadio anche se il secondo stadio ha la campana con la valvola.

                              Rimane poi il discorso taratura, e qui io mi fermo, quello che ritengo (giusto o sbagliato che sia l'ho scritto).

                              Insomma prestazioni maggiori ma un sistema più complesso e più il sistema è complesso e più si mina l'affidabilità, comunque queste valvole di sovrappressione solo per il fatto di esserci costituiscono punti potenziali di rottura.

                              In conclusione è un secondo stadio per chi ama questo particolare erogatore e per questo è disposto ad un uso prima, durante e dopo l'immersione consapevole che è un erogatore che richiede delle attenzioni.

                              Sicuramente non adatto ad un neofita.

                              Cordialmente
                              Rana







                              Commenta

                              Riguardo all'autore

                              Comprimi

                              TheFlash Per saperne di più su TheFlash

                              Statistiche comunità

                              Comprimi

                              Attualmente sono connessi 53 utenti. 1 utenti e 52 ospiti.

                              Il massimo degli utenti connessi: 1,553 alle 05:45 il 16-01-2023.

                              Scubaportal su Facebook

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X