Divesystem iX3m 2 - Il lancio e le mancanze

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Divesystem iX3m 2 - Il lancio e le mancanze

    Ciao a tutti,
    spinta dalla recente discussione sul vecchio modello iX3m qui: https://www.poverosub.com/forum/attr...ivesystem-ix3m
    Vorrei dire 4 parole sulla versione 2 e soprattutto sulla gestione del lancio da parte di DiveSystem.

    Il computer è stato acquistato dal mio buddy in fiera venerdì, quando ha chiesto manuali etc etc gli hanno risposto che li avrebbe trovati online (benissimo, così non sprechiamo carta per nulla!), ha poi chiesto per cambiare la lingua e gli hanno risposto che c'è un tool da scaricare online e si fa da PC (benino... potevano caricarcelo almeno l'italiano, ma non è un problema così grave!).
    Premetto che il mio buddy non ha brevetti tecnici, ha scelto il computer per la visibilità e ha comprato il modello easy.
    Venerdì sera arriva a casa e online il manuale non c'è, c'è solo quello del vecchio che è parecchio diverso dal nuovo come menù; del tool nemmeno l'ombra.
    Lui imposta il computer un po' a naso, sabato mattina ci troviamo per il tuffo, riguardiamo le impostazioni e sembrano OK, scendiamo e il computer funziona ma da allarmi che sembrano strani, ma continua a segnare NDL, profondità, tempi etc etc in modo coerente con l'altro computer che lui aveva.
    Terminata l'immersione, riverifichiamo le impostazioni e ci accorgiamo di quella che sembra la causa scatenante dell'allarme e sistemiamo.

    Domenica io torno all'EUDI (senza buddy) e ovviamente vado allo stand della DiveSystem a chiedere spiegazioni sulla mancanza di manuale e tool e mi dicono che li metteranno online presto, ma che sono disponibili a dare informazioni telefoniche, quindi mi lasciano biglietto da visita con un nome scritto dietro da contattare.

    Ieri il buddy chiama il riferimento che mi hanno lasciato che lo guida nell'impostazione del computer.
    Chiede poi del manuale, almeno in inglese la risposta è che non c'è e che a breve lo pubblicheranno, stessa risposta che ottiene quando chiede del tool per il cambio lingua. Quando chiede date certe la risposta è "non so".
    Arriviamo poi allo scaricare immersioni sul PC, gli dice che deve usare SubSurface (se non erro), peccato che questo sw non supporti la versione 2 del iX3m, e che ovviamente non sanno quando la supporterà.

    Io non aggiungo altro.


  • #2
    Originariamente inviato da iole81 Visualizza il messaggio
    Io non aggiungo altro.
    Ma io dico...

    Ma con tutti i soldi che il lancio di un prodotto sul mercato richiede....non sarebbe meglio aspettare, anziché fare CAGATE ABNORMI come queste.

    Divesystem nonostante tutto è tra le poche aziende che in epoca covid ha lavorato bene grazie ai prezzi outlet (mai visto tanti marchi Divesystem in giro come ora), ma se poi ci si cagain mano questi episodi, che non si lamentino se poi parte della comunità italiana ne parla male.

    .... incredibili ...

    Ci starebbe da fargli il reso...anche se ci si perde qualche soldo... giusto per fargli capire che così non ci si comporta



    YouTube

    Commenta


    • #3
      Sabato ho proposto al mio buddy di darmi il computer da portare in fiera la domenica chiedendo rimborso in contanti (anche se pagato con CC) perché questo non è il modo di fare!

      Anche perché è vero che farsi male è quasi impossibile anche con il computer non settato e che con l'Easy non si può fare più danno di tanto (almeno non si possono toccare i GF) ma se fosse stato un pivellino magari con le tasche piene e si fosse preso il Tech e fosse andato in acqua con impostazioni a cavolo e si fosse fatto male?

      Purtroppo è una riconferma, fortunatamente mai subiti casini sulla mie pelle (non ci ho mai preso nulla), ma tanti amici hanno avuto problemi con loro.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da iole81 Visualizza il messaggio
        Venerdì sera arriva a casa e online il manuale non c'è, c'è solo quello del vecchio che è parecchio diverso dal nuovo come menù;
        .....
        Lui imposta il computer un po' a naso,
        .....
        Io non aggiungo altro.
        Non ho competenze se non quelle googleane sull'argomento, ma credo si stiano prendendo una bella responsabilità.

        MANUALISTICA TECNICA - Free Edit (free-edit.com)

        Art. 9. Indicazioni in lingua italiana - Codice del consumo (ricercagiuridica.com)
        www.bludivecenter.com

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio

          Non ho competenze se non quelle googleane sull'argomento, ma credo si stiano prendendo una bella responsabilità.

          MANUALISTICA TECNICA - Free Edit (free-edit.com)

          Art. 9. Indicazioni in lingua italiana - Codice del consumo (ricercagiuridica.com)
          In materia di computer subacquei e di oggetti destinati alla vendita al dettaglio non ho alcuna competenza nemmeno io. Per le macchine costruite ad-hoc ne so qualcosina di più e in quel caso la legge è molto molto chiara ma è anche riferita appunto alle macchine "Guida della Direttiva Macchine 2006/42/CE".
          Ho googlato un po' anche io e ho trovato diversi riferimenti normativi, grazie per lo spunto Blue Dive!
          Ho riferito al mio socio.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da iole81 Visualizza il messaggio

            In materia di computer subacquei e di oggetti destinati alla vendita al dettaglio non ho alcuna competenza nemmeno io. Per le macchine costruite ad-hoc ne so qualcosina di più e in quel caso la legge è molto molto chiara ma è anche riferita appunto alle macchine "Guida della Direttiva Macchine 2006/42/CE".
            Ho googlato un po' anche io e ho trovato diversi riferimenti normativi, grazie per lo spunto Blue Dive!
            Ho riferito al mio socio.
            Incuriosito dalla questione, e sulla possibilità di sfruttare il diritto di recesso, ho aimè trovato scritto questo, non sono esperto ma effettivamente è possibile che in una fiera non valgano i soliti diritti del consumatore...

            Attenzione però a farci sedurre dagli articoli in mostra: spendere centinaia o migliaia di euro in questo genere di manifestazioni è una strada senza ritorno. Nel senso che i consumatori che acquistano un articolo o firmano un contratto nell’ambito di un’expo non hanno possibilità di ritornare sulla loro decisione. Nessun diritto di recesso, acquisti e contratti sono definitivi.

            E il rischio di uno shopping avventato c’è: durante fiere e esposizioni ci sono le ultime novità del momento e ci si può ritrovare con in mano un contratto le cui conseguenze finanziarie non sono state attentamente valutate. Convinti magari che in caso di ripensamento si possa ritornare sui propri passi.

            Purtroppo non è così. Il diritto di revoca da esercitare entro 14 giorni in questo caso non si applica.

            Gli acquisti in occasione di fiere, saloni ed esposizioni non sono infatti assimilabili ai contratti stipulati fuori dai locali commerciali perché gli stand – durante la manifestazione commerciale – si intendono come sede dislocata, pur se sporadica e provvisoria, di una parte degli affari dell’impresa (Cass. sent. n. 22863/14).

            In parole semplici, sono un’estensione momentanea del negozio, per cui l’ampia tutela prevista dalle nostre leggi per chi acquista fuori dai locali commercialinon trova applicazione.
            Ed infatti, a pensarci bene, il diritto di recesso vale solo online. Nei negozi fisici invece non ti restituiscono mai i soldi, ma ti fanno un buono...

            L'unico appliglio sembra la strata suggerita dal saggio bludive, ovvero fargli casino perché non ti hanno dato il manuale, in quanto per legge deve esserci.

            https://ilsalvagente.it/2017/08/23/a...to-di-recesso/

            Ultima modifica di Tonnetto; 06-04-2022, 17:22.
            YouTube

            Commenta


            • #7
              1 ciao a tutti

              Non uso computer Divesystem ma ho solo sentito parlarne bene & male come assistenza Prezzi altissimi e quasi mai risolvono problemi
              Mi sono imbattuto su FB di un amico che ha un negozio di subacquea mi ha detto mai piu con questa ditta incompetenti


              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Tonnetto Visualizza il messaggio

                Ed infatti, a pensarci bene, il diritto di recesso vale solo online. Nei negozi fisici invece non ti restituiscono mai i soldi, ma ti fanno un buono...

                Per il mio socio la questione non è tanto il diritto di recesso ma l'avere i manuali e soprattutto evitare che qualcuno che imposta malamente il computer perché magari inesperto o completamente digiuno di inglese possa farsi male!

                Commenta


                • #9
                  Che volete che sia un manuale in italiano o in inglese... E' quando si spegne in acqua che il manuale serve a poco, a meno che non sia acqua santa!!! Il mio divesoft mi ha fatto fare un tuffo a oltre 500 metri di prof. mentre ero a casa; ma in acqua è perfetto!!!
                  Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.

                  cit: "meno male che c'e' qualcuno che ha la scienza e sa come van fatte le cose..."

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Lorescuba Visualizza il messaggio
                    Il mio divesoft mi ha fatto fare un tuffo a oltre 500 metri di prof. mentre ero a casa[telefono]:
                    C'hai 'na certa, datte una regolata

                    www.bludivecenter.com

                    Commenta


                    • #11
                      Basta che funzioni a dovere e non diventi un tuffo da oltre 500 euro per comperare un altro computer ...
                      Paolo
                      Paolo

                      Commenta


                      • #12

                        Due (o tre?) anni fa Dive Systems mi ha mandato gli auguri di compleanno assieme ad un'offerta per acquistare l'IX3M Tech a 450 Euro.
                        Stavo quasi per acquistarlo ma la pessima fama dell'assistenza D.S. mi ha fatto prima tentennare e poi desistere.

                        Lo scorso Natale un assiduo utente di questo forum lo ha acquistato a 500 Euro. Quando ci siamo sentiti mi ha riferito di strane inversioni dello schermo durante una risalita da -90 in trimix.

                        Quando mi si è presentata l'occasione di acquistare uno Shearwater Petrel 2 seminuovo a 500 Euro (che vedo al polso di alcuni di noi da molti anni), non ho esitato. A "secco" va da Dio ed in acqua vi dirò a breve (sono certo che anche "a mollo" andrà benissimo).

                        Si interfaccia perfettamente con Subsurface (che uso da anni) ed il s/w proprietario per scaricare e gestire le immersioni non solo esiste (su PC e su Android come Subsurface) ma viene regolarmente aggiornato.

                        Quando venne lanciato sul mercato era configurabile in quattro lingue che sono diventate una diecina, italiano incluso ovviamente, ed il manuale è disponibile in varie lingue, italiano incluso.

                        Unica pecca (dovuta alla Brexit) sono le tasse sull'assistenza.

                        E' un peccato che D.S. non abbia saputo approfittare della situazione di temporaneo dominio sul mercato, cosa che HeinrichsWeikamp sta facendo col suo OSTC-2.

                        Sono sempre più convinto di aver fatto bene a non acquistare il IX3M prima edizione; figuriamoci la seconda!

                        Commenta


                        • #13
                          ciao PABLITO

                          Anch'io come te volevo prendere l'IX3M Tech Maa poi parlando in giro, mi sono preso il Perdix nuovo
                          è una bomba per adesso

                          OSTC-2. bello l unica pecca per me la batteria litio ricaricabile

                          Commenta


                          • #14
                            non ho mai amato dive system. ovvero mi sono bruciato in acqua un po' di volte e ho dismesso il pensiero all'acquisto. questo nuovo computer vede però la partecipazione alla realizzazione di un amico che ha doti intellettuali e professionali per fare un buon lavoro. credo e spero che finalmente sia un buon prodotto, i presupposti ci son tutti
                            ......lasciami l'orgoglio di essere solo un uomo...

                            Commenta


                            • #15
                              Discussione curiosa, ma che parla della scoperta dell'acqua calda...
                              La prima volta che ho varcato la soglia di DiveSystem, Paolo non aveva ancora nemmeno in mente di creare quella fantastica location dove vende e produce ora. E' passato qualche anno....
                              Negli anni DS ha creato il panico, in primis con la scarsa qualità innovativa dei suoi prodotti (ancooooora a versare litri e litri di aquasure, per fare un banale esempio), con l'assistenza Poseidon e in altri clamorosi casi, tra i primi che mi vengono in mente l'iX3M prima versione.
                              Io ho acquistato la versione due full tek a 499 ivato e spedito spinto da prezzo. E' il trimix computer più economico in circolazione. Mi ha dato problemi ad un tasto dopo pochi mesi (tasto a funzionamento meccanico tradizionale, tecnologia borbonica), me lo hanno sostituito in tempo zero, quindi (nel mio caso) non mi sento di criticare negativamente (basta già quello che sta facendo il resto del mondo).
                              Le caratteristiche tecniche dello strumento sono al livello del prezzo, tante pagine inutili, batteria inesistente, display organizzato/sfruttato male, ma fa quello che deve fare e non mi ha mai dato problemi in immersione, sia a quote minori che oltre i 100.
                              Lo uso in parallelo a un OSTC e a un AV1, a seconda di come mi gira. Tutti sempre in Buhlmann puro, iX3M e OSTC hanno un funzionamento identico (quindi il software e il sensore sono validi, avere un Einrichs Weikamp come controprova che conferma al minuto non è cosa da poco...), il russo Av1 penalizza un pelino di più e segna meno metri. A -100 segna -96.
                              Tra i tre l'iX3M è il più versatile e quello che fa "meno pippe mentali" con la tolleranza.
                              Gli altri due sono tecnologicamente anni luce avanti e con il servizio assistenza in Germania e in Russia, con i quali mi sono spedito e rispedito continuamente roba, non ho mai avuto il minimo problema, ma resta il fatto che il DiveSystem è più versatile e tollerante.

                              Commenta

                              Riguardo all'autore

                              Comprimi

                              iole81 Per saperne di più su iole81

                              Statistiche comunità

                              Comprimi

                              Attualmente sono connessi 18 utenti. 1 utenti e 17 ospiti.

                              Il massimo degli utenti connessi: 1,553 alle 06:45 il 16-01-2023.

                              Scubaportal su Facebook

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X