Attrezzatura obbligatoria

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    si ma, stiamo calmi

    sapevo che questo argomento avrebbe scaldato gli animi, ma vi chiedo di non mettermi in bocca parole che non ho mai pronunziato/scritto/pensato.

    Pur avendo il FOP si può tranquillamente contiunuare a fare immersioni, ma è chiaro che dovrai farle in un certo modo (non uguale per tutti) questo per evitare problemi a te stesso ma, aggiungerei, anche agli altri ...

    A seguito di un evento spiacevole post immersione avvenuto al mio buddy (credo abbia anche scritto su questo forum), insieme abbiamo deciso di fare l'esame FOP privatamente. A lui è stato diagnoslticato il traforo del Frejus, a me no ma credo siano stati i soldi meglio spesi. Il medico che ci ha visitato gli ha detto chiaramente che non avrebbe più dovuto immergersi, ma era un suo parere personale, niente più. Abbiamo preso il suo parere e lo abbiamo messo nel cassetto dei "pareri personali che contano quel che contanto" (così com'è il mio su questo argomento), ma non ci siamo limitati a questo.
    Il mio buddy, saggiamente, ha preso una giornata libera dal lavoro ed è andato a Ravenna per farsi un bel check up completo e l'esito del dottore che tutti conoscete è stato "fai immersioni così" (non entro nei particolari).

    Da allora il mio buddy fa immersioni in un determinato modo e tutti i segnali che aveva avuto prima dell'episodio spiacevole, sono magicamente spariti. A breve si farà comunqune operare perchè ad ogni modo non si sente tranquillo (scelta legittima e del tutto personale).

    Finito il pippone sulla mia storiella, vorrei chiarire il senso del mio pensiero.

    Del FOP non se ne parla a sufficienza, soprattutto nelle scuole dove si sfornano brevetti come i film di Vanzina ... anzi, se lo nomini ti guardano male perchè spaventi gli allievi, ed un alliveo spaventato non ti fa fare cassa. Qui non è questione di obbligo inteso come "sei incapace di intendere e di volere", ma di prevenzione e nella subacquea mi pare di capire che prevenire, spesso, ti salva la pellaccia ed a volte non solo la tua.
    Non se ne parla, questo è un dato di fatto, se non tra subacquei con qualche centinaia/migliaia di immersioni invece io penso (protrei tranquillamente sbagalirmi) che la cosa andrebbe affrontata da subito.

    a-ri state calmi, peace and love

    Commenta


    • #17
      Allo stato il consensus sul fop è che non vada fatto uno screening di massa ma accertamenti al primo sospetto (ad esempio mdd cutanea)
      www.liberisub.it

      Commenta


      • #18
        Originariamente inviato da Pix Visualizza il messaggio
        si ma, stiamo calmi

        sapevo che questo argomento avrebbe scaldato gli animi, ma vi chiedo di non mettermi in bocca parole che non ho mai pronunziato/scritto/pensato.

        a-ri state calmi, peace and love
        Diciamo che in generale in medicina si valuta il rapporto costo\beneficio ovvero se non si hanno sospetti\sintomi non si fanno esami anche invasivi.

        Commenta


        • #19
          Originariamente inviato da cesare Visualizza il messaggio
          una visita medico sportiva deve essere consigliata. una visita agonistica è na roba che interessa gli atleti che fanno agonismo. ci vorrebbe l'obbligo di non scrivere minchiate pena l'automatica disintegrazione della scheda elettorale.
          Da quanto scrivi, mi sembra di capire che forse non ne hai mai fatta una per la subacquea, che sport agonistico non è ma che ha un suo codice identificativo per questo genere di visite.
          Per analogia, la seconda parte di questo tuo intervento; si addice perfettamente al tuo intervento.
          Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.

          cit: "meno male che c'e' qualcuno che ha la scienza e sa come van fatte le cose..."

          Commenta


          • #20
            Originariamente inviato da cesare Visualizza il messaggio
            lorescuba potresti diventare la gioia dei diving che già hanno i loro problemi e che vedrebbero ridotto del 90% il numero dei clienti. ripeto sempre: per scalare il monte bianco puoi avere 90 anni e andare scalzo, per fare il tonale in bicicletta devi avere la bicicletta. per non scrivere fesserie bisogna mettere in moto il cervello.
            E quanto dici ha valore se ti immergi per conto tuo da una spiaggia. Se vai in un centro che di mestiere accompagna i subacquei, è diverso, forse ci arrivi anche tu a capirlo, se ti impegni.
            Avere un incidente grave per un diving comporta una serie di grane di cui credo farebbero volentieri a meno. Uncertificato medico di idoneità fisica alle immersioni sarebbe - forse - una maggiore tutela nel caso in cui l'incidente fosse causato da un malore piuttosto che da un malfunzionamento dell'attrezzatura o da gas contaminato.
            Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.

            cit: "meno male che c'e' qualcuno che ha la scienza e sa come van fatte le cose..."

            Commenta


            • #21
              Originariamente inviato da Lorescuba Visualizza il messaggio
              Da quanto scrivi, mi sembra di capire che forse non ne hai mai fatta una per la subacquea, che sport agonistico non è ma che ha un suo codice identificativo per questo genere di visite.
              Per analogia, la seconda parte di questo tuo intervento; si addice perfettamente al tuo intervento.
              Scusa se mi permetto di dire la mia, al di la dei modi di Cesare, anche per me c'è una differenza sostanziale tra certificato medico sportivo specifico per l'attività subacquea e certificato medico sportivo agonistico.

              La subacquea non è uno sport agonistico ergo non ha senso andare e richiedere un certificato medico sportivo per attività agonistica nella subacquea (con le bombole).

              Penso che l'intervento di Cesare sia quello di marcare questa differenza (poi a lui correggermi).

              Inoltre condivido che la visita medico sportiva di idoneità all'attività subacquea con le bombole sia fortemente e caldamente consigliata all'interno di quel discorso legato al creare una corretta cultura della sicurezza nella subacquea.

              Anche se, come ho detto chi non ha un ruolo professionale e/o chi non è nella condizione di allievo non deve essere gravato dall'obbligo.

              Cordialmente
              Rana

              Commenta


              • #22
                Originariamente inviato da Lorescuba Visualizza il messaggio
                E quanto dici ha valore se ti immergi per conto tuo da una spiaggia. Se vai in un centro che di mestiere accompagna i subacquei, è diverso, forse ci arrivi anche tu a capirlo, se ti impegni.
                Avere un incidente grave per un diving comporta una serie di grane di cui credo farebbero volentieri a meno. Uncertificato medico di idoneità fisica alle immersioni sarebbe - forse - una maggiore tutela nel caso in cui l'incidente fosse causato da un malore piuttosto che da un malfunzionamento dell'attrezzatura o da gas contaminato.
                Io ritengo che il diving è ampiamente tutelato dal foglio relativo al "consenso informato" che il subacqueo firma al diving.

                Legalmente un diving non è obbligato ad avere la perizia di un medico, è chiamato a operare diligentemente.

                Un diving per me opera diligentemente nel momento in cui informa e fornisce gli strumenti a tutti i suoi clienti per essere ben informati sui rischi dell'attività relativi alla condizione fisica.

                Se io diving ti metto in grado di conoscere o meglio di ricordarti (dato che trattasi di subacquei brevettati) i rischi di un'attività svolta senza una corretta forma fisica, la responsabilità di un malore resta a carico del subacqueo.

                Io ti dico, guarda che devi stare bene, te lo domando scrivendo, tu sei un subacqueo brevettato ergo conosci i rischi, mi dichiari che stai bene, che non hai problemi fisici, io ho fatto tutto per tutelarti.
                Ho fatto tutto perché ti ho messo in grado di capire ed essere consapevole che l'attività in caso di cattive condizioni fisiche è pericolosa.

                Io non posso sapere come ti senti, ma tu subacqueo si.

                Se una persona adulta ed in grado d'intender e volere, che viene avvertita mente e scrive che sta bene lo fa a suo rischio e pericolo.

                Se poi il subacqueo è diligente e mostra un certificato medico tanto di guadagnato ma il concetto alla base che il tuo ragionamento non considera che ogni individuo in grado d'intendere e volere ha il diritto di poter dichiarare a suo rischio e pericolo che sta bene.

                Se poi la dichiarazione la fa spuntando tutte le caselle del consenso informato ergo prendendo consapevolezza dei pericoli delle condizioni fisiche il diving è ampiamente tutelato.

                Cordialmente
                Rana

                Commenta


                • #23
                  In una visita medica "agonistica" per la subacquea, è richiesto il cardiogramma sotto sforzo e a riposo (con calcolo della capacità di recupero), la spirometria, ph delle urine, vista e misurazione della pressione, oltre ad una visita sommaria di un "otorino" che controlla se sei in grado di compensare e se hai il setto nasale deviato. Troppo? Non sta a me dirlo.
                  Però posso dire che - secondo me - il certificato del medico di famiglia che a malapena ti misura la pressione, sia troppo poco. Se però il mio pensiero è una minchiata da cerebroleso, non posso pensare che debba essere obbligatorio un esame per il FOP che prevede - almeno - un doppler transcranico con test delle microbolle e che ha un valore relativo se preso a sé stante.
                  Al di là dei modi.
                  Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.

                  cit: "meno male che c'e' qualcuno che ha la scienza e sa come van fatte le cose..."

                  Commenta


                  • #24
                    Originariamente inviato da Lorescuba Visualizza il messaggio
                    In una visita medica "agonistica" per la subacquea, è richiesto il cardiogramma sotto sforzo e a riposo (con calcolo della capacità di recupero), la spirometria, ph delle urine, vista e misurazione della pressione, oltre ad una visita sommaria di un "otorino" che controlla se sei in grado di compensare e se hai il setto nasale deviato.
                    Esatto.

                    Originariamente inviato da Lorescuba Visualizza il messaggio
                    Troppo? Non sta a me dirlo.
                    Il discorso secondo me non può essere affrontato dando un giudizio sulla qualità del certificato di medicina dello sport.
                    Perché questo certificato cosi come lo hai descritto sopra non è che il minimo sindacabile, e, di fatto non da garanzie elevate che il soggetto sia effettivamente abile.
                    Per cui come ne usciamo ?

                    Originariamente inviato da Lorescuba Visualizza il messaggio
                    Però posso dire che - secondo me - il certificato del medico di famiglia che a malapena ti misura la pressione, sia troppo poco.
                    Assolutamente d'accordo, il classico certificato che un tempo si chiamava "sana e robusta costituzione" non vale nulla se non come pezzo di carta da esibire a livello legale sempre ammesso che non ci siano indicazioni per cui questo certificato non è considerato valido ai fini del tipo di attività.

                    Ma ragioniamo il certificato del medico di famiglia non è gratuito costa comunque circa € 40,00 un certificato medico sportivo costa poco di più anzi in genere (noi lo facciamo nel nostro circolo) come circolo si può fare una convenzione con un medico dello sport e risparmiare qualcosa sul costo del certificato ...
                    Qui siamo proprio davanti alla terra di mezzo dove la differenza non la fa l'obbligatorietà ma la corretta informazione che si da ai subacquei.

                    Originariamente inviato da Lorescuba Visualizza il messaggio
                    Se però il mio pensiero è una minchiata da cerebroleso, non posso pensare che debba essere obbligatorio un esame per il FOP che prevede - almeno - un doppler transcranico con test delle microbolle e che ha un valore relativo se preso a sé stante.
                    Al di là dei modi.
                    Hai tutto il diritto di pensarlo e di scriverlo ma non per questo devi aspettarti che tutti condividono questo tuo pensiero.

                    Io trovo che rendere obbligo l'esame del FOP sia un eccesso e non condivido.

                    Condivido quanto ha scritto M:
                    Originariamente inviato da M. Visualizza il messaggio
                    Allo stato il consensus sul fop è che non vada fatto uno screening di massa ma accertamenti al primo sospetto (ad esempio mdd cutanea)
                    Il punto è molto semplice, bisogna puntare sull'informazione e far crescere la cultura del subacqueo medio, e non puntare sempre sulla cultura dell'obbligo.

                    Cordialmente
                    Rana




                    Commenta


                    • #25
                      Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio
                      Il punto è molto semplice, bisogna puntare sull'informazione e far crescere la cultura del subacqueo medio, e non puntare sempre sulla cultura dell'obbligo.
                      PERFETTO! Quanti club portano all'attenzione dei neofiti anche solo l'esistenza del FOP?

                      Commenta


                      • #26
                        Originariamente inviato da Pix Visualizza il messaggio

                        PERFETTO! Quanti club portano all'attenzione dei neofiti anche solo l'esistenza del FOP?
                        Io ne frequento a vario titolo 3 differenti, anche discretamente distanti tra loro qualche decina di km e tutti affrontano l'argomento nei loro corsi.
                        Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.

                        cit: "meno male che c'e' qualcuno che ha la scienza e sa come van fatte le cose..."

                        Commenta


                        • #27
                          Originariamente inviato da Lorescuba Visualizza il messaggio

                          Io ne frequento a vario titolo 3 differenti, anche discretamente distanti tra loro qualche decina di km e tutti affrontano l'argomento nei loro corsi.
                          Molto bene, grazie!

                          ​​​​​

                          Commenta


                          • #28
                            Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

                            Hai tutto il diritto di pensarlo e di scriverlo ma non per questo devi aspettarti che tutti condividono questo tuo pensiero.
                            Questo è un buon punto: non voglio convincere nessuno, è quello che penso io.
                            Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.

                            cit: "meno male che c'e' qualcuno che ha la scienza e sa come van fatte le cose..."

                            Commenta


                            • #29
                              Originariamente inviato da Pix Visualizza il messaggio
                              PERFETTO! Quanti club portano all'attenzione dei neofiti anche solo l'esistenza del FOP?
                              La maggior parte, noi lo facciamo e non siamo e non ci consideriamo "particolari".

                              La nostra federazione ha fatto tanti stage dove si è affrontato la problematica del FOP.

                              Cosi, ritengo con convinzione permettimi, che anche le altre federazioni e didattiche lo fanno.

                              Per cui io sono convinto che l'argomento sia affrontato, poi bisogna andare a vedere cosa degli insegnamenti ricevuti a distanza di qualche anno rimane.

                              Cordialmente
                              Rana

                              Commenta


                              • #30
                                Originariamente inviato da Lorescuba Visualizza il messaggio
                                Questo è un buon punto: non voglio convincere nessuno, è quello che penso io.
                                Grazie, vedo che hai compreso il senso del mio intervento.
                                La discussione e la condivisione delle opinioni è lo scopo stesso del forum.

                                Cordialmente
                                Rana

                                Commenta

                                Riguardo all'autore

                                Comprimi

                                Rostro Per saperne di più su Rostro

                                Statistiche comunità

                                Comprimi

                                Attualmente sono connessi 37 utenti. 1 utenti e 36 ospiti.

                                Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 06:32 il 14-01-2020.

                                Scubaportal su Facebook

                                Comprimi

                                Sto operando...
                                X