Valvola di sovrappressione eshut off valve

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Valvola di sovrappressione eshut off valve

    Ciao,
    qualcuno mi sa spiegare cosa sono queste valvole?
    ho letto di erogatori che hanno una valvola di sovrappressione di nome "eshut off valv" e che hanno obbligatorio anche l'uso di valvole di sovrappressione nelle fruste a bassa pressione, ne sapete qualcosa?
    queste valvole di sovrappressione sulle fruste comunque sono consigliate per sicurezza a tutti i sub è vero?
    Molto probabilmente sono io che non ho capito un accidente

  • #2
    Ciao,
    le valvole di sovrappressione servono quando il primo stadio trafila dalla valvola e non mantiene più la pressione intermedia.
    Questo, in un normale secondo stadio downstream, provoca una più o meno accentuata auto erogazione da parte del secondo stadio.
    Nei meno diffusi secondi stadi upstream (vedi Poseidon Jetstream e similari) questa sovrappressione può provocare la rottura della frusta con effetti nefasti....ecco perchè vengono montate non una ma due valvole di sicurezza.
    Anche nei primi stadi per muta stagna viene montata, per la stessa ragione, una valvola simile.
    Un'altra applicazione è nelle bombole di fase/deco per lasciare il rubinetto aperto ed il secondo stadio chiuso con un On-Off.
    Costano meno di 15 euro e si montano su un'uscita di media pressione del primi stadio....spesi inutilmente per un uso normali...preziosi in altri casi!
    Tita

    Commenta


    • #3
      Le shut off in realtà non sono valvole di sovrapressione ma degli affarini che servono a "chiudere" il flusso di gas in fondo ad una frusta. Si usano ad esempio nei reb, a monte della valvola automatica di immissione diluente (ADV). Si tiene aperta in fase di discesa per permettere al ADV di funzionare (è un erogatore ma butta aria nel sacco invece che in bocca). Alla bisogna (spesso in risalita, ma anche in caso di erogazione continua) si chiude e l'ADV non riceve più gas. Altri li usano sulle fruste delle decompressive: questo permette di tenere il rubinetto della bombola sempre aperto ma di non avere autoerogazioni fortuite (con lo scooter non è improbabile).
      Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.

      cit: "meno male che c'e' qualcuno che ha la scienza e sa come van fatte le cose..."

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Lorescuba Visualizza il messaggio
        Le shut off in realtà non sono valvole di sovrapressione ma degli affarini che servono a "chiudere" il flusso di gas in fondo ad una frusta. Si usano ad esempio nei reb, a monte della valvola automatica di immissione diluente (ADV). Si tiene aperta in fase di discesa per permettere al ADV di funzionare (è un erogatore ma butta aria nel sacco invece che in bocca). Alla bisogna (spesso in risalita, ma anche in caso di erogazione continua) si chiude e l'ADV non riceve più gas. Altri li usano sulle fruste delle decompressive: questo permette di tenere il rubinetto della bombola sempre aperto ma di non avere autoerogazioni fortuite (con lo scooter non è improbabile).
        Ciao Lorescuba.
        Permetti una domanda.
        Ho letto con interesse questo tuo intervento, avevo pensato anch'io a queste tipo di valvole che permettono di aprire e chiudere un flusso.

        Ti domando:
        nel momento in cui io applico una di queste valvole al secondo stadio (per esempio di un erogatore che uso su una decompressiva) per i motivi da te descritti (non ha importanza), non sarebbe buona regola applicare sul primo stadio una valvola di sovrappressione ?

        ​Sto facendo un caso estremo ma se per qualche motivi il primo stadio andasse in erogazione continua (se la valvola del primo stadio iniziasse a trafilare) normalmente il secondo stadio con valvola downstream funzionerebbe da valvola di sovrappressione andando in erogazione impedirebbe che l'alta pressione della bombola arrivi al circuito di bassa pressione (facendo scoppiare le fruste), ma se sul secondo stadio applico una valvola che chiude il flusso l'alta pressione della bombola invaderebbe il circuito di bassa pressione con l'effetto di danneggiare la frusta.

        Questo problema, se è effettivamente un problema, come lo gestite per esempio nel reb ?

        Cordialmente
        Rana

        Commenta


        • #5
          Assolutamente si: se a valle del primo stadio - circuito di bassa pressione non ci fosse la possibilità di autoerogazione se la pressione intermedia fosse troppo alta, si dovrebbe mettere una valvola di sovrapressione sul primo stadio - il non farlo espone al rischio di rottura delle fruste e conseguente perdita di gas.
          Talvolta le shut-off si usano per evitare l'autoerogazione da un erogatore troppo sensibile che, potrebbe, specie in acque fredde, causare il congelamento del primo stadio.
          In circuito aperto e acque temperate, a maggior ragione per le tropicali, le shut-off applicate al secondo stadio sono pressoché inutili: se va in autoerogazione la si ferma e punto: non c'è rischio del congelamento del primo stadio.
          Se avessi molto più tempo potrei fare molte più cose.
          L'ottimista pensa che viviamo nel migliore dei mondi possibili, il pessimista teme che sia vero.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio
            Questo problema, se è effettivamente un problema, come lo gestite per esempio nel reb ?
            Nel Reb lato ossigeno è praticamente obbligatoria (valvola sovrapressione), il rischio dell'esplosione di una frusta con una buona portata ad alte pressioni è meglio evitarlo, soprattutto fuori dall'acqua.
            Negli altri casi sarebbe meglio che ci fosse in tutti i casi sia presente una valvola shout-off o un erogatore upstream (come han già detto prima). Spesso però nelle bombole di fase e B/O è più una seccatura che altro.
            www.bludivecenter.com

            Commenta


            • #7
              Sul reb è buona norma installare sui primi stadi, sia O2 sia Diluente, una valvola di sovrapressione. Andando a pinne, sulle stage non la monto manco pagato, se avessi lo scooter magari ci farei un pensiero.
              Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.

              cit: "meno male che c'e' qualcuno che ha la scienza e sa come van fatte le cose..."

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Lorescuba Visualizza il messaggio
                Sul reb è buona norma installare sui primi stadi, sia O2 sia Diluente, una valvola di sovrapressione. Andando a pinne, sulle stage non la monto manco pagato, se avessi lo scooter magari ci farei un pensiero.
                Grazie, capito.

                Cordialmente
                Rana

                Commenta


                • #9
                  Intanto grazie tutti per le spiegazioni,
                  da quanto ho capito queste valvole allora servono solo nelle immersioni tecniche, correggetemi se sbaglio, non servono a nulla nelle normali immersioni sportive,
                  certo può effettivamente proteggere in caso di perdite d'aria del 1° stadio, però io credevo che questa valvola si potesse anche chiudere nel caso di un guasto a 2° stadio, per impedire lo svuotamento dell'aria nella bombola e consentire quindi una risalita "tranquilla" senza dover ricorrere all'aria del compagno d'immersione, ovviamente parlo nel caso si usi un octopus
                  Ciao

                  Commenta


                  • #10
                    Ciao,
                    CGL ci stai facendo richieste un po' contrastanti.....
                    Per chiarire...parli di "valvola di sovrappressione" : la shut off valve non è una valvola di sovrappressione ma una chiusura a siringa (se così si può definire) della frusta erogatore....o comunque frusta di media pressione.
                    La valvola di sovrappressione è, invece, quella presente nei poseidon (e similari), nei primi stadi muta stagna, nelle stage e B/O dei reb dove si tiene il rubinetto aperto e la shut off valve chiusa, altrimenti, non ci sarebbe sfogo in caso di malfunzionamento del primo stadio.

                    Passiamo al tuo ultimo post
                    Nel malaugurato caso di rottura del secondo stadio avere la possibilità di chiudere uno dei due erogatori dell'octopus potrebbe non essere, a prima vista, sbagliato ma.....se hai una chiusura anche sull'altro rischi di trovare un erogatore chiuso in caso di emergenza e......non mi sembra una furbata.
                    Quindi non farti troppi pensieri....non ti servono a nulla, almeno finchè stai sul ricreativo.
                    Tita

                    Commenta


                    • #11
                      più che altro, se il secondo stadio va in continua perchè il primo non regola più la pressione intermedia, chiudere la frusta con uno shut off è proprio il caso che si diceva sopra: rischi l'esplosione della frusta. facendo immersioni ricreative, le procedure sono fatte apposta per risolvere i problemi senza patire troppo. Invece, se sei sempre "ai limiti della ricreativa", forse è la configurazione che va modificata. Ad esempio, se sei capace di arrivare ai rubinetti, un doppio primo stadio al posto dell'octopus non sarebbe male.
                      Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.

                      cit: "meno male che c'e' qualcuno che ha la scienza e sa come van fatte le cose..."

                      Commenta


                      • #12
                        Ciao CGL.

                        Originariamente inviato da CGL Visualizza il messaggio
                        da quanto ho capito queste valvole allora servono solo nelle immersioni tecniche, correggetemi se sbaglio, non servono a nulla nelle normali immersioni sportive,
                        Non servono a nulla punto e basta.
                        ​Non è un discorso legato agli aspetti della subacquea ricreativa o tecnica.
                        Considera CGL che la struttura stessa degli erogatori è progettata per garantire sempre il flusso di gas al subacqueo, anche se l'erogatore si rompe.
                        Non si può costruire un erogatore che non si rompe, l'erogatore per quanto affidabile può rompersi, l'importante che qualsiasi rottura non blocchi in chiusura l'erogatore.
                        In poche parole qualsiasi rottura porta l'erogatore ad erogare in continuazione ma non a bloccarsi in chiusura.
                        Il perché di questa scelta è chiaro, te la spiego in poche parole: è inutile salvare aria nella bombola se poi non puoi respirarla, non ha senso.
                        Senza contare che il blocco in chiusura dell'erogatore, coglie il subacqueo dopo l'espiro a polmoni vuoti e questa è la situazione peggiore per gestire un problema.
                        Ora comprendi il perché mettere una valvola che chiude il flusso è un qualcosa che non ha senso.

                        Detto questo ci sono contesti particolari come quelli descritti da Lorescuba che sono eccezioni alla regola e in quanto tali la confermano

                        Originariamente inviato da CGL Visualizza il messaggio
                        certo può effettivamente proteggere in caso di perdite d'aria del 1° stadio, però io credevo che questa valvola si potesse anche chiudere nel caso di un guasto a 2° stadio, per impedire lo svuotamento dell'aria nella bombola e consentire quindi una risalita "tranquilla" senza dover ricorrere all'aria del compagno d'immersione, ovviamente parlo nel caso si usi un octopus
                        Ogni "accessorio" valvola off o sovrappressione che aggiungi all'erogatore alza il potenziale rischio di rotture, dato che anche le valvole che metti si possono rompere.
                        Inoltre come ti ho spiegato sopra, il problema principale non è la perdita di gas, ma garantire sempre e comunque la respirazione del subacqueo.
                        La perdita di gas è un secondo problema che si gestisce con un'attenta programmazione e rispetto delle procedure.

                        La rottura del primo stadio in configurazione octopus porta inevitabilmente ad una perdita del gas e quindi ad esaurimento della bombola, questo comporta sempre e comunque interrompere l'immersione e chiedere l'assistenza del proprio compagno.

                        Non c'è valvola che puoi mettere, se il primo stadio non chiude correttamente, dato che per sua natura è stato progettato in modo e maniera che qualsiasi problema si trasforma in una perdita e non in un blocco, il circuito di bassa pressione viene invaso dall'alta pressione e questo comporta l'erogazione continua dei due secondi stadi.

                        Solo la configurazione a due primi stadi ti permette di gestire questa situazione chiudendo il rubinetto che alimenta il primo stadio danneggiato.
                        Non esistono altre valvole nel circuito che ti possano mettere al riparo da un primo stadio che perde.
                        Ovviamente i due primi stadi hanno senso se si riceve l'addestramento corretto a gestirli.

                        Quindi lascia stare queste valvole che non si usano, non si usano perché apportano solo problemi senza offrire soluzioni reali.
                        Il loro uso è relegato a pochissimi contesti in cui si hanno peculiari necessità.

                        Cordialmente
                        Rana



                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio
                          la struttura stessa degli erogatori è progettata per garantire sempre il flusso di gas al subacqueo, anche se l'erogatore si rompe.
                          Non si può costruire un erogatore che non si rompe, l'erogatore per quanto affidabile può rompersi, l'importante che qualsiasi rottura non blocchi in chiusura l'erogatore.
                          questa però è una leggenda metropolitana, come i coccodrilli nelle fogne
                          www.bludivecenter.com

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio

                            questa però è una leggenda metropolitana, come i coccodrilli nelle fogne

                            Concordo in pieno. Quando ti capiterà di non poter "tirare" dall'erogatore capirai ... basta una cagata di membrana incollata per complicarti la vita sott'acqua, tanto per dirne una ...

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da pirla di turno Visualizza il messaggio


                              Concordo in pieno. Quando ti capiterà di non poter "tirare" dall'erogatore capirai ... basta una cagata di membrana incollata per complicarti la vita sott'acqua, tanto per dirne una ...

                              Cari Amici,

                              scusate la mia ignoranza... Come sarebbe a dire "membrana incollata"? Non ho mai sentito parlare di una cosa simile... dal contesto dove è riportato suppongo che sia un "malfunzionamento" che possa capitare in immersione ma... cosa significa?

                              Un Caro Saluto

                              Marco

                              Commenta

                              Riguardo all'autore

                              Comprimi

                              CGL Per saperne di più su CGL

                              Statistiche comunità

                              Comprimi

                              Attualmente sono connessi 32 utenti. 5 utenti e 27 ospiti.

                              Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 06:32 il 14-01-2020.

                              Scubaportal su Facebook

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X