divieto immersioni Torri del Benaco (VR) Lago di Garda

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • M.
    ha risposto
    Da quando il podestà si arroga poteri legislativi che spetterebbero al parlamento ? Mah. Comunque se il tizio è sostenuto dalla popolazione locale meglio abbandonare quel comune.

    Lascia un commento:


  • GuaDa
    ha risposto
    http://torridelbenaco.trasparenza-va..._auth=5lfVUQch

    Lascia un commento:


  • nello
    ha risposto
    279586990_5585631128115231_3782212782122891515_n.jpg?_nc_cat=105&ccb=1-5&_nc_sid=8bfeb9&_nc_ohc=IKEruGA_LWYAX9NgNa4&_nc_ht=scontent.fmxp6-1.fna&oh=00_AT9AqNbCbjaJ9By7uUIo2U0DqRru_WC1We_nh-2-EnDUUQ&oe=62750D2C.jpg

    Lascia un commento:


  • b4tuffolo
    ha risposto
    Originariamente inviato da nello Visualizza il messaggio
    "Torri del Benaco si prepara a consentire nuovamente le immersioni nelle proprie acque del Garda.
    Il sindaco Stefano Nicotra ha presieduto un importante incontro all’auditorium San Giovanni al quale hanno partecipato membri delle associazioni di subacquei, della guardia costiera, dei vigili del Fuoco, della comunità del Garda e della Regione Veneto.
    Sul tavolo le proposte per superare l’ordinanza con la quale il primo cittadino, a tre giorni dalla morte di un sub avvenuta il 19 febbraio scorso, aveva vietato le immersioni nelle acque di competenza di Torri per almeno 120 giorni.
    Si parte dall’obbligo di avere un brevetto ufficiale e un certificato medico idoneo all’attività sportiva per arrivare a una regolamentazione delle immersioni nelle ore notturne, passando per l’imperativo per i sub di immergersi almeno in coppia.
    Temi che hanno trovato una grande convergenza, recepiti anche a livello regionale."
    Non mi sembra ci siano cambiamenti rispetto a quello che si debba fare/avere

    Lascia un commento:


  • nello
    ha risposto
    "Torri del Benaco si prepara a consentire nuovamente le immersioni nelle proprie acque del Garda.
    Il sindaco Stefano Nicotra ha presieduto un importante incontro all’auditorium San Giovanni al quale hanno partecipato membri delle associazioni di subacquei, della guardia costiera, dei vigili del Fuoco, della comunità del Garda e della Regione Veneto.
    Sul tavolo le proposte per superare l’ordinanza con la quale il primo cittadino, a tre giorni dalla morte di un sub avvenuta il 19 febbraio scorso, aveva vietato le immersioni nelle acque di competenza di Torri per almeno 120 giorni.
    Si parte dall’obbligo di avere un brevetto ufficiale e un certificato medico idoneo all’attività sportiva per arrivare a una regolamentazione delle immersioni nelle ore notturne, passando per l’imperativo per i sub di immergersi almeno in coppia.
    Temi che hanno trovato una grande convergenza, recepiti anche a livello regionale."

    Lascia un commento:


  • firer84
    ha risposto
    Si, sicuramente i sub sono arrivati con spirito di collaborazione...il problema è se l'altra parte vorrà ascoltarli o se verranno fatte contro-proposte vincolanti tanto per dire che se nè parlato...
    Ricordo che il comitato (che aveva un altro nome all'epoca) si era già incontrato proprio a causa di un incidente passato e successiva chiusura delle acque antistanti a Torri, risultato, un nulla di fatto, o meglio, dopo uno stop si è riaperto le sponde solo per poi tornarle a chiudere appena si è verificato un nuovo incidente....scusate ma sono scettico su questi incontri.

    Lascia un commento:


  • nello
    ha risposto
    Originariamente inviato da firer84 Visualizza il messaggio
    Io l'articolo me lo sono letto tutto, .
    Leggo :
    "«I sub sono arrivati con spirito di collaborazione», hanno spiegato Nicotra e il vicecommissario della polizia locale di Torri Domenico Tenca. «Sono state analizzate varie ipotesi per superare l'attuale stato di sospensione delle attività subacquee. Stiamo ragionando sulla creazione di campi di immersione ben delimitati da boe per lo svolgimento delle attività subacquee. Solo in quelle aree ci si potrà immergere e le stesse saranno controllate dai centri Diving che faranno poi riferimento alla polizia locale per la registrazione dei brevetti e le certificazioni sanitarie».

    Comunque questa sera ci sarà la riunione dove discuteranno su varie proposte .

    Nell'articolo , cera anche un link ad altro articolo di inizio Marzo .
    https://www.larena.it/territori/gard...227?refresh_ce


    Lascia un commento:


  • nello
    ha risposto
    Originariamente inviato da GuaDa Visualizza il messaggio

    grazie dell'aggiornamento.
    Prego

    Originariamente inviato da GuaDa Visualizza il messaggio
    attendiamo fiduciosi



    Lascia un commento:


  • firer84
    ha risposto
    Io l'articolo me lo sono letto tutto, ma non ho capito come fanno ad evitare gli incidenti...se non quelli che potrebbero avvenire in superficie.
    Allora, dicono che servirà un brevetto, ok, (oltre al fatto che già l'hanno tutti) ma il brevetto non ti salva dagli incidenti o meglio, non da incidenti derivati da cause di salute improvvise.
    Servirà la visita medico-sportiva, ok, ma anche sta benedetta visita non ti salva da malori e come sopra molti già la rinnovano ogni anno...
    Campi delimitati da boe, bene ma anche questi non salvano da incidenti, o meglio non da quelli che sono avvenuti negli anni a Torri...però è una buona idea per il discorso incidenti in superficie.
    Vietate le immersioni in solitaria, obbligo di appoggiarsi ad un diving....e qua casca l'asino, alla fine si vuol sempre obbligare i sub a pagare per un servizio che dovrebbe restare a discrezione del utente...nulla di nuovo sotto il sole di Torri....sono anni che ci girano attorno a sta storia.
    Ultima modifica di firer84; 05-04-2022, 12:12.

    Lascia un commento:


  • GuaDa
    ha risposto
    Originariamente inviato da nello Visualizza il messaggio
    "Passi avanti per lo sblocco dell’attività subacquea a Torri. Lunedì scorso il sindaco Stefano Nicotra ha avuto il primo incontro con cinque subacquei in rappresentanza dei portatori d’interesse di questa pratica sportiva. «Per iniziare a ragionare su come eliminare lo stop alle immersioni», ha detto il sindaco."

    "Lunedì scorso, come detto, c'è stata la prima riunione, «propedeutica all'appuntamento del 5 aprile per arrivare con idee condivise e da proporre al tavolo per superare il problema», ha aggiunto Nicotra.
    Le associazioni subacquee veronesi e bresciane sono attualmente impegnate anche in un altro tavolo: quello organizzato dalla Comunità del Garda per aggiornare la normativa interregionale sulle attività e gestione del lago di Garda, tra cui la subacquea."
    grazie dell'aggiornamento. diciamo che più che "iniziare a ragionare" l'indicazione di modificare il provvedimento gli è arrivata, da interlocutore autorevole, durante il Comitato per l'ordine e la sicurezza. attendiamo fiduciosi

    Lascia un commento:


  • nello
    ha risposto

    "Passi avanti per lo sblocco dell’attività subacquea a Torri. Lunedì scorso il sindaco Stefano Nicotra ha avuto il primo incontro con cinque subacquei in rappresentanza dei portatori d’interesse di questa pratica sportiva. «Per iniziare a ragionare su come eliminare lo stop alle immersioni», ha detto il sindaco."

    "Lunedì scorso, come detto, c'è stata la prima riunione, «propedeutica all'appuntamento del 5 aprile per arrivare con idee condivise e da proporre al tavolo per superare il problema», ha aggiunto Nicotra.
    Le associazioni subacquee veronesi e bresciane sono attualmente impegnate anche in un altro tavolo: quello organizzato dalla Comunità del Garda per aggiornare la normativa interregionale sulle attività e gestione del lago di Garda, tra cui la subacquea."

    Lascia un commento:


  • Steinoff
    ha risposto
    Oddio, pensavo ti riferissi allo stato di emergenza...
    Sta cagata qua invece e' la norma, a quanto pare. Avevo giusto letto giorni fa un topic simile. Ora, partendo dal presupposto che nessuno e' immortale e che morire per cause naturali fa parte della vita, non e' che chiudendo alle immersioni hanno risolto il problema. Altrimenti, come giustamente qualcuno aveva detto nell'altro topic, si dovrebbero chiudere anche le strade.
    Siamo mortali, ma a quanto pare il metodo Ponzio Pilato e' sempre in vita

    Lascia un commento:


  • GardaReb
    ha risposto
    https://www.rainews.it/tgr/trento/ar...4e8da9460.html

    Lascia un commento:


  • nello
    ha risposto
    Originariamente inviato da paolo55 Visualizza il messaggio
    Inghiottito dal lago assassino ?
    Paolo
    Mi ero dimenticato di specificare che era scritto nella locandina fuori dall'edicola .
    Titolone che serve per attirare la curiosità e quindi compratori del quotidiano .

    Putroppo i titoli , fanno da acchiappa lettori

    Lascia un commento:


  • GardaReb
    ha risposto
    https://www.fanpage.it/attualita/mal...-dai-compagni/

    E il sindaco, genio, vieta le immersioni per 120gg.

    Del tipo: uno si schianta in auto in autostrada, la si chiude per 4 mesi.

    Lascia un commento:

Riguardo all'autore

Comprimi

GuaDa Per saperne di più su GuaDa

Statistiche comunità

Comprimi

Attualmente sono connessi 15 utenti. 0 utenti e 15 ospiti.

Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 05:32 il 14-01-2020.

Scubaportal su Facebook

Comprimi

Sto operando...
X