EAN 80 o ossigeno

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • EAN 80 o ossigeno

    1 ciao a tutti
    Domandone
    EAN 80%
    Oppure ossigeno 100%
    cosa conviene come prezzo
    Voi cosa usate delle 2
    Ossigeno a 6 metri
    80% a 9 metri

    Buone bolle

  • #2
    Ciao a parte il prezzo che non credo cambi tantissimo, io ho sempre usato il 100 a 6 metri, ma molti usano l'80 appunto perché lo prendono prima . Ma le didattiche generalmente dicono il 100, io dico scelte personali. Forse l'80 ti fa stare piu tranquillo a tnenere le quote se ti rilassi un attimo
    REVERENDO

    Commenta


    • #3
      Sabah alkhyr Erino,

      come dice Reverendo è una questione di scelte personali.
      Se ti fai le miscele in casa puoi divertirti (anche se con l'ossigeno io "gioco" il meno possibile); in caso contrario O2 100% tutta la vita (io faccio così).

      N.B. Le tabelle USN prevedono la deco in O2 già dai -9. Non sono un Navy seal e non vorrei innescare polemiche ma qualcosa vorrà pur dire....

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Pablito. Visualizza il messaggio
        Sabah alkhyr Erino,

        come dice Reverendo è una questione di scelte personali.
        Se ti fai le miscele in casa puoi divertirti (anche se con l'ossigeno io "gioco" il meno possibile); in caso contrario O2 100% tutta la vita (io faccio così).

        N.B. Le tabelle USN prevedono la deco in O2 già dai -9. Non sono un Navy seal e non vorrei innescare polemiche ma qualcosa vorrà pur dire....
        sabah alkhyr ealayk

        Ciao Pablito
        sto studiando e voglio capire cosa e meglio e no
        quello che dice il libro con mare formato sarebbe meglio 80% perché ti fermi a 9 metri e senti meno il movimento del mare che a 6 metri per ossigeno

        Commenta


        • #5
          Quello che dicevo io e sono d'accordo con pablito anche a me è successo di stare a 9 con il 100 non si muore di certo
          REVERENDO

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da erino2707 Visualizza il messaggio

            sabah alkhyr ealayk

            Ciao Pablito
            sto studiando e voglio capire cosa e meglio e no
            quello che dice il libro con mare formato sarebbe meglio 80% perché ti fermi a 9 metri e senti meno il movimento del mare che a 6 metri per ossigeno
            Per il prezzo, non c'è una diferenza sostanziale, alla lunga, per via delle difficoltà di rabbocco potrebbe essere più costoso l'80%

            Spesso mi chiedo se si abbia idea di che mare serve per fare onda significativa a 6m (ma non a 9).
            Tra 6 e 3 la differenza c'è, ma, questa differenza, non è direttamente proporzionale continuando a scendere.

            Anche su una deco tutta a 9m qualche dubbio lo avrei...
            www.bludivecenter.com

            Commenta


            • #7
              bludive
              Onda significativa a 6 metri e', a occhio, un bel mare forza 3-4 (scala douglas).
              Prima di domandarmi che cosa ci faccio a 6 metri di profondita' mi domando che cosa ci faccio in mare in quelle condizioni o ancorato in quel posto !
              Sbaglio?
              Con simpatia
              Paolo
              Paolo

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da paolo55 Visualizza il messaggio
                bludive
                Onda significativa a 6 metri e', a occhio, un bel mare forza 3-4 (scala douglas).
                Prima di domandarmi che cosa ci faccio a 6 metri di profondita' mi domando che cosa ci faccio in mare in quelle condizioni o ancorato in quel posto !
                Sbaglio?
                Con simpatia
                Paolo
                per i nostri scopi la scala Douglas è poco precisa, mare forza 3 significa onda tra 0,50 e 1,25m, una differenza notevole.

                Diciamo che, in Mediterraneo, un'onda di 1 metro dovrebbe essere il limite praticabile in sicurezza senza ridossi.
                In realtà, onde più alte, ma "lunghe", cioè distanziate e ampie offrono maggiori spazi di manovra sopra e sotto l'acqua.
                Per avere seri problemi a stare a 6m serve mare formato oltre forza 3.

                Ma a quel punto, come giustamente fai notare, il problema non sono i 6 o 9m ma: "che cazzo ci fai lì?"

                PS un natante ancorato con mare forza 4 e senza ridosso non lo prendo neanche in considerazione.
                www.bludivecenter.com

                Commenta


                • #9
                  bludive
                  Dove tu vivi e lavori il mare e' a dir poco frizzante.
                  Io navigo spesso dalle parti del Giglio oppure tra Cannigione e l' arcipelago della Maddalena con un 18 piedi console centrale che tiene bene il mare ma e' sempre un turacciolo.
                  In tanti anni di mare qualche volta quella domanda me la sono fatta e le onde piu' alte di me intorno mi hanno dato inequivocabile risposta.
                  Da quando ci sono le connessioni internet accessibili ed i bollettini meteo in tempo reale e' difficile essere sorpresi dal maltempo e in certe condizioni non sto nemmeno a sciogliere l' ormeggio.
                  L'abilita' secondo me non e' uscirne ma non trovarcisi proprio.
                  Figuriamoci a guardare la carena che sbatte appesi ad una cima.
                  Ciao
                  Paolo
                  Paolo

                  Commenta


                  • #10
                    come diceva sempre un personaggio mitico della subacquea bolognese, l'EAN 80 è bello ma fa schifo.
                    Scherzi a parte, senza entrare nei meriti decompressivi, l'EAN 80 è certamente più laborioso da fare che non l' OX puro; il secondo devi solo travasare il primo lo devi "costruire".
                    E quando hai una stage a 130 bar di EAN 80, o possiedi un booster o devi avere delle bombole donatrici sempre belle cariche.
                    L' EAN 80 credo che facesse parte degli standard IANTD.
                    per quanto mi riguarda, OX tutta la vita.

                    Commenta


                    • #11
                      1 ciao a tutti
                      da quello che fino adesso ho letto meglio ossigeno 100%
                      Adesso un altra piccola DOMANDINA
                      Perché parecchie didattiche scrivono che l Ossigeno e pericoloso dopo i 6 metri
                      mentre voi dite di no

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da erino2707 Visualizza il messaggio
                        1 ciao a tutti
                        da quello che fino adesso ho letto meglio ossigeno 100%
                        Adesso un altra piccola DOMANDINA
                        Perché parecchie didattiche scrivono che l Ossigeno e pericoloso dopo i 6 metri
                        mentre voi dite di no
                        Non credo che nessuno dica di no.
                        è una questione di statistica, non c'è un interruttore che fa diventare l'ossigeno velenoso dopo una certa quota.

                        Parlando di decompressione:
                        Entro una P.p di 1.6 , fermo restando tutte le precauzioni del caso, è ragionevolmente sicuro.
                        Passata una P.p. di 1.6 diventa ragionevolmente insicuro fino a diventare irragionevolmente pericoloso.
                        In questa zona d'ombra ci si può arrischiare se c'è un'ottima ragione.
                        Quando ho iniziato si partiva da 12m in ossigeno puro, e qualcuno ancora lo fa, c'è stata ,indubbiamente, anche una bella selezione naturale.
                        www.bludivecenter.com

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da erino2707 Visualizza il messaggio
                          Perché parecchie didattiche scrivono che l Ossigeno e pericoloso dopo i 6 metri
                          mentre voi dite di no
                          Stai iniziando a studiare l'immersione in miscela ed uno dei primi concetti che apprenderai è la pressione parziale di un gas disciolto in un liquido.
                          Semplificando al massimo, tutte (o quasi) le didattiche raccomandano di non superare mai la pressione parziale dell'ossigeno ( ppO2 ) pari a 1,6. Questo valore si ottiene respirando miscele contenenti ossigeno in percentuali variabili (l'aria ne contiene il 21%, i vari Nitrox altre percentuali e l'ossigeno puro il 100% .
                          Immergendoti la pressone parziale della miscela dei gas che respiri aumenta in funzione della profondità. A sei metri di profondità la pressione parziale dell'ossigeno al 100% (un solo gas, bada bene) raggiunge il valore di 1.6 bar.
                          E' stato verificato che il corpo umano sopporta (abbastanza) bene ppO2 pari a questo valore (qualche didattica si tiene più prudentemente su valori non superiori a 1.4 bar).
                          ppO2 superiori potrebbero (N.B. potrebbero) causare iperossia.
                          Da qui la raccomandazione di non superare mai ppO2 >1.6 bar.

                          Ciò non toglie che in fase sperimentale si siano abbondantemente superate "esposizioni" (si siano respirate miscele di gas dove la ppO2 supera 1.6 bar) di 2, 2.5 bar ed oltre.

                          Fattore importante, oltre alla profondità, è il tempo durante il quale si respira la miscela. Prova ne sia che molte didattiche indicano un tempo massimo di esposizione ai vari gas in funzione della profondità. In pratica richiedono di interrompere l'esposizione per un tempo indicato, salvo poi riprenderla. Questo tipicamente avviene durante la decompressione.

                          E' provato che respirare O2 ad una pp>1.6 bar per tempi brevi può essere sopportabile. Ciò in soggetti allenati ed in buona forma fisica. Da qui la tabelle USN che prevedono deco in O2 che iniziano a -9 metri.

                          Altro esempio è l'uso dell'ARO in ambito militare dove si raggiungevano ppO2 anche di molto superiori a 1.6 bar (e si raccomandava di non superare la profondità di -15 metri). Per evitare il rischio di iperossia, che spesso provoca convulsioni e svenimento, il "lavaggio" del sacco polmone veniva effettuato solo parzialmente, abbassando di fatto il "titolo" (leggi: percentuale) di O2 respirato e quindi la relativa pressione parziale.

                          Ecco spiegato perchè brevi esposizioni all'ossigeno puro a quote superiori ai -6 metri sono spesso tollerabili MA NON RACCOMANDATE.

                          maha salama

                          Commenta


                          • #14
                            Poter prendere prima il gas deco (in senso temporale) potrebbe aiutare la pianificazione nel caso lost gas.
                            Se non potessi prendere il primo gas decompressivo (non mi si apre il rubinetto ad esempio) e avessi solo O2 come secondo e ultimo gas decompressivo, dovrei arrivare ai 6m con il gas di fondo. Avendo EAN80 potrei "risparmiare" sulla scorta di gasi di fondo e passare a quello già da 9m.
                            Dipende dal tuffo, dalle scorte e, anche, da cosa si ha a disposizione.
                            erino2707 E' stata stabilita sicura la ppO2 massima di 1.6 bar (cioè 6m per O2 e 9m per EAN80) e ci si attiene a quella.
                            Anche secondo me prendere O2 a 9m non è mortale, cioè non credo di incorrere nel rischio di convulsioni.
                            I danni causati da lunghe esposizioni, invece, sono più subdoli, motivo per il quale c'è chi fa i break con deco importanti.
                            Per le immersioni che faccio io non incorro in quei tempi, per cui non me ne preoccupo, per il momento.
                            Ultima modifica di Alastar; 23-01-2021, 16:33.
                            Se avessi molto più tempo potrei fare molte più cose.
                            L'ottimista pensa che viviamo nel migliore dei mondi possibili, il pessimista teme che sia vero.

                            Commenta


                            • #15
                              Una buona pianificazione delle scorte di gas dovrebbe metterti al riparo da problemi di questo genere, soprattutto se hai anche un socio di immersione con cui fare condivisione del gas che tu hai "perso" e lui no. Personalmente ho sempre usato O2 come ultimo gas, mentre ho usato sia ean40 che ean50, e sono ancora vivo a dispetto dei "puristi". Ora, che uso il reb, a maggior ragione mi fa comodo avere O2 nei tuffi "importanti". Mi può servire come ultimo gas in caso di bailout o come backup del O2 del reb.
                              Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.

                              cit: "meno male che c'e' qualcuno che ha la scienza e sa come van fatte le cose..."

                              Commenta

                              Riguardo all'autore

                              Comprimi

                              erino2707 Per saperne di più su erino2707

                              Statistiche comunità

                              Comprimi

                              Attualmente sono connessi 64 utenti. 0 utenti e 64 ospiti.

                              Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 06:32 il 14-01-2020.

                              Scubaportal su Facebook

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X