Cose che fanno paura: il mono con l’octopussy

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Finalmente iniziano ad emergere delle consapevolezze importanti: il compagno non è solo una FAA ma è utile - direi indispensabile- per tante altre ragioni che hanno a che fare con la sicurezza delle immersioni. Salvo qualche allievo danaroso, un owd non acquista bombole gav ed erogatori. Prima glieli fornisce la scuola poi li noleggia dai diving. Le bombole sono l ultima attrezzatura che acquista. Gav ricreativo poco adatto con il bibo... I bibo sono parecchio onerosi da gestire. Le manovre per la gestione del bibo sono più complesse e comunque bisognerebbe anche insegnare l uso dell octopus perché in mille situazioni solo quello si troverà. Non è più sensato andar per gradi? Progredendo, se la subacquea piacerà davvero, si faranno ulteriori corsi, si farà esperienza e si utilizzeranno altre attrezzature. La pony magari non la si prenderà nemmeno in considerazione appena compreso che per fare immersioni più serie magari è meglio utilizzare miscele di fondo e decompressive e, quindi, un diverso set di bombole. Le didattiche stanno andando proprio in questa direzione

    Commenta


    • Originariamente inviato da npole Visualizza il messaggio

      Sono d'accordo, ma non mi piace la parola "adatto", anche se tecnicamente corretta, perché è fuorviante, almeno secondo me, per questo uso il termine "conveniente".
      L'importante è che comunque non si confonda con "migliore".
      Se cerco nel vocabolario (Sabatini Coletti) il significato di "migliore" trovo:
      "Più comodo, più conveniente, più utile, più vantaggioso"

      Poi vedi tu



      www.bludivecenter.com

      Commenta


      • Ciao npole perdona la precisazione ma quando scrivi
        oggi la subacquea ricreativa è 40 metri (almeno con PADI) e oltre, altro che 18 metri.
        è un'informazione incompleta. Non conosco Padi, ma per certo in Fipsas il secondo grado si ferma a -30 col secondo grado. La quota che dici te è la Deep, una specializzazione necessaria insieme ad altre premesse per accedere al corso di terzo grado. In tale corso si prende confidenza con doppi primi stadi e configurazioni più articolate. Fino ai -30 c'è solo il mono con l'octopus anche se, non so se solo nel mio gruppo o come standard di federazione, è stato accennato all'uso di doppi primi stadi, bibo e quant'altro. In ottica di prassi di Federazione, la vedo come il primo passo di un percorso ben articolato e diluito nel tempo. Ma fino a lì si sta solo in curva, non è contemplata la deco. Il primo grado poi si ferma a -18, non tutti i brevettati a questa profondità passano al secondo brevetto.
        E quindi....
        Ultima modifica di Steinoff; 12-09-2019, 06:59.

        Commenta


        • Originariamente inviato da Steinoff Visualizza il messaggio
          Non conosco Padi, ma per certo in Fipsas il secondo grado si ferma a -30 col secondo grado. La quota che dici te è la Deep, una specializzazione necessaria insieme ad altre premesse per accedere al corso di terzo grado. In tale corso si prende confidenza con doppi primi stadi e configurazioni più articolate. Fino ai -30 c'è solo il mono con l'octopus anche se, non so se solo nel mio gruppo o come standard di federazione, è stato accennato all'uso di doppi primi stadi, bibo e quant'altro. In ottica di prassi di Federazione, la vedo come il primo passo di un percorso ben articolato e diluito nel tempo. Ma fino a lì si sta solo in curva, non è contemplata la deco. Il primo grado poi si ferma a -18, non tutti i brevettati a questa profondità passano al secondo brevetto.
          E quindi....
          ​Non conosco Padi ma per certo i -40 metri per Padi è il target del corso DEEP - che per Padi è un corso tecnico - tanto che si chiama "TEC40" :
          https://www.padi.com/it/corsi/tec-40

          Correggetemi se sbaglio ma in questo corso penso (correggetemi se sbaglio) s'insegna l'uso delle stage e quindi della tanto discussa "pony tank".

          Per questo non comprendo questa continua polemica verso le didattiche ree di pensare solo ad arraffare soldi a scapito della sicurezza.

          E' ovvio che se la gente non prosegue nella formazione non ci si può fare nulla, non puoi insegnare cose inerenti ai corsi a seguire nel corso base perché la persona potrebbe fermarsi e comunque fare un'attività a -40 metri.

          Oggi ci sono i percorsi adatti e sicuri per fare un'attività sicura che inizia per gradi in cui entro -18 metri usi un'attrezzatura easy - minimale ma che con il sistema di coppia rappresenta una consolidata sicurezza, a mano a mano che si sale nel percorso di apprendimento si arriva ad arricchire l'attrezzatura dell'open con tutti quegli elementi propri di una subacquea avanzata.

          Non capisco cosa ci sia di sbagliato.
          Quando poi leggo, che si sposta il discorso su immersioni a -40 metri, alla luce del fatto che la tanto criticata Padi prevede per questo corsi tutti gli accorgimenti che si vorrebbero inserire come la "pony tank" e i due primi stadi separati - penso che chi si ostina sia in mala fede e dimostra una volta ancora di non essere preparato a discutere di questi aspetti anche se come utilizzatore ha fatto dei corsi.

          Cordialmente
          Rana

          Commenta


          • Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

            ​Non conosco Padi ma per certo i -40 metri per Padi è il target del corso DEEP - che per Padi è un corso tecnico - tanto che si chiama "TEC40" :
            https://www.padi.com/it/corsi/tec-40

            Correggetemi se sbaglio ma in questo corso penso (correggetemi se sbaglio) s'insegna l'uso delle stage e quindi della tanto discussa "pony tank".

            Per questo non comprendo questa continua polemica verso le didattiche ree di pensare solo ad arraffare soldi a scapito della sicurezza.

            E' ovvio che se la gente non prosegue nella formazione non ci si può fare nulla, non puoi insegnare cose inerenti ai corsi a seguire nel corso base perché la persona potrebbe fermarsi e comunque fare un'attività a -40 metri.

            Oggi ci sono i percorsi adatti e sicuri per fare un'attività sicura che inizia per gradi in cui entro -18 metri usi un'attrezzatura easy - minimale ma che con il sistema di coppia rappresenta una consolidata sicurezza, a mano a mano che si sale nel percorso di apprendimento si arriva ad arricchire l'attrezzatura dell'open con tutti quegli elementi propri di una subacquea avanzata.

            Non capisco cosa ci sia di sbagliato.
            Quando poi leggo, che si sposta il discorso su immersioni a -40 metri, alla luce del fatto che la tanto criticata Padi prevede per questo corsi tutti gli accorgimenti che si vorrebbero inserire come la "pony tank" e i due primi stadi separati - penso che chi si ostina sia in mala fede e dimostra una volta ancora di non essere preparato a discutere di questi aspetti anche se come utilizzatore ha fatto dei corsi.

            Cordialmente
            Rana
            Rana ti devo contraddire, in quanto quello che hai detto sui corsi della padi non è esatto. Frequento un ASD affiliata alla padi e ti posso dire che il corso deep non ha niente a che fare con il tech 40 ; entrambi ti abilitano a scendere fino a 40 metri e prevedono il doppio primo stadio. Con il deep si resta sempre in ambito ricreativo mentre il tech 40 è il primo gradino per la subacquea tecnica, spero di essere stato esaustivo

            Commenta


            • Originariamente inviato da lokk92 Visualizza il messaggio
              Rana ti devo contraddire, in quanto quello che hai detto sui corsi della padi non è esatto. Frequento un ASD affiliata alla padi e ti posso dire che il corso deep non ha niente a che fare con il tech 40 ; entrambi ti abilitano a scendere fino a 40 metri e prevedono il doppio primo stadio. Con il deep si resta sempre in ambito ricreativo mentre il tech 40 è il primo gradino per la subacquea tecnica, spero di essere stato esaustivo
              ​Ciao Lokk92,
              grazie per aver corretto quanto da me scritto.

              In buona fede pensavo che fosse lo stesso corso, mi scuso per l'errore.

              Permettimi una domanda per correttezza anche nei confronti di chi ho espresso critiche e quindi eventualmente scusarmi.

              Il Deep mi hai detto abilita a -40 m. ma in ambito ricreativo.
              La domanda è questa:

              Mi hai già detto che in entrambi i corsi si adotta il doppio primo stadio e quindi si abbandona l'octopus.
              Ti chiedo - in questo corso è previsto l'uso anche di una "pony tank" ???

              Grazie per l'eventuale risposta.

              Cordialmente
              Rana

              Commenta


              • In ogni caso sono due specializzazioni extra secondo grado, o due stelle, quindi sono oltre il secondo brevetto, se ho capito bene.
                In questo caso ciò già presuppone una passione e una costanza da parte di chi li segue, e quindi una cura in quel che fa, e non parliamo più del bombolaro della domenica che ara il fondo col manometro e il secondo stadio d'emergenza a penzoloni

                Commenta


                • Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

                  ​Ciao Lokk92,
                  grazie per aver corretto quanto da me scritto.

                  In buona fede pensavo che fosse lo stesso corso, mi scuso per l'errore.

                  Permettimi una domanda per correttezza anche nei confronti di chi ho espresso critiche e quindi eventualmente scusarmi.

                  Il Deep mi hai detto abilita a -40 m. ma in ambito ricreativo.
                  La domanda è questa:

                  Mi hai già detto che in entrambi i corsi si adotta il doppio primo stadio e quindi si abbandona l'octopus.
                  Ti chiedo - in questo corso è previsto l'uso anche di una "pony tank" ???

                  Grazie per l'eventuale risposta.

                  Cordialmente
                  Rana
                  Posso ipotizzare che il deep sia -40 in curva di sicurezza mentre il tech 40 sia il primo corso fuori curva e quindi con l'utilizzo di bombole deco. Pertanto mi viene da credere che nel deep non dovendo andare in fuori curva non si utilizzino pony tank.

                  son un pò il corrispettivo fipsas di immersione profonda e nitrox avanzato

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Steinoff Visualizza il messaggio
                    Ciao npole perdona la precisazione ma quando scrivi
                    oggi la subacquea ricreativa è 40 metri (almeno con PADI) e oltre, altro che 18 metri.
                    è un'informazione incompleta. Non conosco Padi, ma per certo in Fipsas il secondo grado si ferma a -30 col secondo grado. La quota che dici te è la Deep, una specializzazione necessaria insieme ad altre premesse per accedere al corso di terzo grado. In tale corso si prende confidenza con doppi primi stadi e configurazioni più articolate. Fino ai -30 c'è solo il mono con l'octopus anche se, non so se solo nel mio gruppo o come standard di federazione, è stato accennato all'uso di doppi primi stadi, bibo e quant'altro. In ottica di prassi di Federazione, la vedo come il primo passo di un percorso ben articolato e diluito nel tempo. Ma fino a lì si sta solo in curva, non è contemplata la deco. Il primo grado poi si ferma a -18, non tutti i brevettati a questa profondità passano al secondo brevetto.
                    E quindi....

                    Quoto tutto e aggiungo che io mi fermerò per molto tempo ai -30 e quelli che hanno preso il primo brevetto con me non ci pensano proprio ad andare oltre i -18.

                    Commenta


                    • Per PADI il limite della subacquea ricreativa è -40, indipendentemente dal brevetto, quindi non importa se sei OW, AOW, Dive Master... o quant'altro, con la specializzazione "Deep Diver" puoi scendere fino a 40 metri, specializzazione che puoi fare anche se non sei AOW (devi avere altre tre specializzazioni, come per l'AOW, ma non riceverai la preparazione specifica del brevetto "Advanced").
                      L'attrezzatura richiesta è quella base (nessun doppio primo stadio, o pony o quant'altro), con un'aggiunta: il computer subacqueo (si, per PADI il computer non è tra l'equipaggiamento base, nemmeno per l'AOWD).
                      Con il corso deep si approfondiscono concetti quali narcosi, curva di immersione (PADI è restia a parlare di deco nei corsi non tecnici, quindi l'argomento viene solo accennato), consumi, ma non si insegnano sistemi ridondanti o altro.
                      Naturalmente poi è cura dell'istruttore introdurre personalmente nozioni che reputa importanti.

                      Il concetto è che uno che fino a ieri poteva scendere a -18, due giorni dopo (e con la stessa attrezzatura) può scendere a -40. Naturalmente non è il plastichino che fa il subacqueo, quindi la propria consapevolezza dovrebbe dirci se siamo pronti o meno a certe quote... ma questi sono i corsi oggi.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da coffy84 Visualizza il messaggio
                        Posso ipotizzare che il deep sia -40 in curva di sicurezza mentre il tech 40 sia il primo corso fuori curva e quindi con l'utilizzo di bombole deco. Pertanto mi viene da credere che nel deep non dovendo andare in fuori curva non si utilizzino pony tank.

                        son un pò il corrispettivo fipsas di immersione profonda e nitrox avanzato
                        Penso che ormai tutto il mondo è paese.

                        Anche nella mia federazione ci sono stati degli aggiustamenti.
                        Un tempo il terzo grado (la terza stella "estensione") prevedeva in un sol corso l'abilitazione a -40 metri - potendo andare anche oltre la curva di sicurezza.

                        Una precisazione, per noi la terza stella -40 metri fuori curva è un corso che consideriamo ricreativo, chiude il cerchio delle immersioni ricreative.

                        Il DEEP per noi è il corso a -50 che un tempo prevedeva anche un secondo livello a -60.

                        Poi i vertici hanno deciso di accogliere le innumerevoli richieste per un corso più snello che venisse incontro a chi, in possesso del brevetto di secondo grado -30 metri - volesse andare qualche metro oltre per esempio -35 metri, -38 metri, senza che, qualche diving particolarmente ligio ai limiti del brevetto, gli contestasse lo sforamento di quota.

                        Cosi hanno diviso il corso unico di terzo livello "estensione" in due corsi, il corso estensione che non prevede più il fuori curva, ed il corso decompressione che abilita al fuori curva.

                        Chi fa "estensione" senza decompressione è si abilitato ad una quota massima di -40 ma i -40 sono da intendere come la massima toccata e fuga, è un brevetto che permette di andare a -35 metri senza avere l'assillo della guida che ti tira le orecchie.
                        Punto e basta.

                        Ovviamente questa modifica ha creato non pochi dibattiti, che hanno portato anche ad accusare la federazione (ingiustamente) d'inseguire una filosofia più commerciale che non fa parte del nostro modus operandi.

                        In realtà la richiesta partiva proprio dai diving che propongono la nostra didattica e che spesso si trovava davanti a questa richiesta, molti ai diving non facevano li il corso perché troppo "duro".
                        Per questo la federazione è venuta incontro a questa esigenza allineandosi al mercato che effettivamente prevede un -40 in curva (easy) e un -40 fuori curva (completo ma più impegnativo).

                        Queste accuse furono a mio avviso ingiuste, perché la federazione aveva precisato e specificato che i due corsi, nati dalla divisione del vecchio "estensione" fuori curva potevano essere fatti insieme consecutivamente, in un unico corso.

                        Addirittura facendoli insieme si pagano le spese di un solo brevetto e non di due - ne arrivano due ma se ne paga uno.

                        In questo modo le strutture come i circoli, più tradizionali e legate al vecchio corso, potevano continuare a fare quello che facevano - decidendo autonomamente se continuare con il corso unico o se proporre due corsi separati.


                        Va da se che il mio circolo, ma, anche gli altri circoli che ho avuto modo di sentire continuano a proporre solo il corso completo, la somma dei due.
                        Nel mio circolo non si può fare solo il corso "estensione" dato che noi istruttori ci rifiutiamo, o lo fanno completo, o, vanno in altre strutture.
                        Ma questa forza contrattuale è solo fittizia dato che giochiamo in casa va da se che chi arriva da noi e fa i due gradi precedenti - quando arriva ad "estensione" vuole, anzi pretende anche il fuori curva per cui a dire il vero non ci siamo mai trovati nelle condizioni di discutere alcun che, dato che tutti comunque chiedono il corso completo.

                        Il corso -40 metri che teniamo prevede il fuori curva e quindi la gestione della decompressione obbligatoria in termini di tappe e per tanto s'insegna l'uso della decompressiva, ovviamente sono previsti i due primi stadi ed è fortemente consigliato il bibo con manifold anche se non è obbligatorio.

                        Per questo rifiuto le accuse di chi sostiene che le didattiche non sono attente a questi aspetti.

                        Cordialmente
                        Rana






                        Commenta


                        • Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

                          Penso che ormai tutto il mondo è paese.

                          Anche nella mia federazione ci sono stati degli aggiustamenti.
                          Un tempo il terzo grado (la terza stella "estensione") prevedeva in un sol corso l'abilitazione a -40 metri - potendo andare anche oltre la curva di sicurezza.

                          Una precisazione, per noi la terza stella -40 metri fuori curva è un corso che consideriamo ricreativo, chiude il cerchio delle immersioni ricreative.

                          Il DEEP per noi è il corso a -50 che un tempo prevedeva anche un secondo livello a -60.

                          Poi i vertici hanno deciso di accogliere le innumerevoli richieste per un corso più snello che venisse incontro a chi, in possesso del brevetto di secondo grado -30 metri - volesse andare qualche metro oltre per esempio -35 metri, -38 metri, senza che, qualche diving particolarmente ligio ai limiti del brevetto, gli contestasse lo sforamento di quota.

                          Cosi hanno diviso il corso unico di terzo livello "estensione" in due corsi, il corso estensione che non prevede più il fuori curva, ed il corso decompressione che abilita al fuori curva.

                          Chi fa "estensione" senza decompressione è si abilitato ad una quota massima di -40 ma i -40 sono da intendere come la massima toccata e fuga, è un brevetto che permette di andare a -35 metri senza avere l'assillo della guida che ti tira le orecchie.
                          Punto e basta.

                          Ovviamente questa modifica ha creato non pochi dibattiti, che hanno portato anche ad accusare la federazione (ingiustamente) d'inseguire una filosofia più commerciale che non fa parte del nostro modus operandi.

                          In realtà la richiesta partiva proprio dai diving che propongono la nostra didattica e che spesso si trovava davanti a questa richiesta, molti ai diving non facevano li il corso perché troppo "duro".
                          Per questo la federazione è venuta incontro a questa esigenza allineandosi al mercato che effettivamente prevede un -40 in curva (easy) e un -40 fuori curva (completo ma più impegnativo).

                          Queste accuse furono a mio avviso ingiuste, perché la federazione aveva precisato e specificato che i due corsi, nati dalla divisione del vecchio "estensione" fuori curva potevano essere fatti insieme consecutivamente, in un unico corso.

                          Addirittura facendoli insieme si pagano le spese di un solo brevetto e non di due - ne arrivano due ma se ne paga uno.

                          In questo modo le strutture come i circoli, più tradizionali e legate al vecchio corso, potevano continuare a fare quello che facevano - decidendo autonomamente se continuare con il corso unico o se proporre due corsi separati.


                          Va da se che il mio circolo, ma, anche gli altri circoli che ho avuto modo di sentire continuano a proporre solo il corso completo, la somma dei due.
                          Nel mio circolo non si può fare solo il corso "estensione" dato che noi istruttori ci rifiutiamo, o lo fanno completo, o, vanno in altre strutture.
                          Ma questa forza contrattuale è solo fittizia dato che giochiamo in casa va da se che chi arriva da noi e fa i due gradi precedenti - quando arriva ad "estensione" vuole, anzi pretende anche il fuori curva per cui a dire il vero non ci siamo mai trovati nelle condizioni di discutere alcun che, dato che tutti comunque chiedono il corso completo.

                          Il corso -40 metri che teniamo prevede il fuori curva e quindi la gestione della decompressione obbligatoria in termini di tappe e per tanto s'insegna l'uso della decompressiva, ovviamente sono previsti i due primi stadi ed è fortemente consigliato il bibo con manifold anche se non è obbligatorio.

                          Per questo rifiuto le accuse di chi sostiene che le didattiche non sono attente a questi aspetti.

                          Cordialmente
                          Rana





                          Da noi era un pò diverso avevi un terzo grado che ti abilitava a -42 sempre in curva e poi nitrox estensione che ti abilitava al fuori curva. Hanno poi fatto una modifica inserendo come specialità per un secondo grado l'immersione profonda fino a -42 in curva e il terzo grado è equiparabile al dive master di PADI alias guida subacquea.
                          Non so se prima del 2015 (anno in cui ho iniziato io) i corsi di 3 grado e estensione fossero un corso unico o due corsi distinti, ad oggi per il corso profonda si utilizza sempre il mono mentre il corso estensione è vivamente consigliato (quasi d'obbligo) il bibo con manifold.

                          alla fine tutto il mondo è paese...

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

                            ​Ciao Lokk92,
                            grazie per aver corretto quanto da me scritto.

                            In buona fede pensavo che fosse lo stesso corso, mi scuso per l'errore.

                            Permettimi una domanda per correttezza anche nei confronti di chi ho espresso critiche e quindi eventualmente scusarmi.

                            Il Deep mi hai detto abilita a -40 m. ma in ambito ricreativo.
                            La domanda è questa:

                            Mi hai già detto che in entrambi i corsi si adotta il doppio primo stadio e quindi si abbandona l'octopus.
                            Ti chiedo - in questo corso è previsto l'uso anche di una "pony tank" ???

                            Grazie per l'eventuale risposta.

                            Cordialmente
                            Rana
                            Nel corso deep per quanto ne so è previsto solo con il mono bombola, nel tech 40 sicuramente è prevista la bombola decompressiva

                            Commenta


                            • corso di specialità deep diver padi
                              Cors
                              https://www.padi.com/it/corsi/deep-diver

                              devi essere un Advance e quindi già abilitato ai 30mt
                              non è necessario un secondo stadio, ma lo consigliano
                              assolutamente in curva, quindi se la memoria non fa cilecca, 9 minuti di fondo come da tabella
                              nessuna stages, nessuna pony tank, un'unica miscela
                              Ultima modifica di labottatrice; 12-09-2019, 14:50.
                              Per fortuna in Italia c'è ancora qualcuno che punta sui giovani... LE MILF [cit.]

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da labottatrice Visualizza il messaggio
                                messaggio cancellato
                                hanno già risposto
                                Grazie Labotatrice, già Lokk92 mi aveva spiegato, nel suo intervento, questo mio errore.

                                Ho sbagliato, mi sono confuso pensando che fossero lo stesso corso, sbagliando.

                                Chiedo scusa, e, ti ringrazio per aver corretto quanto da me scritto.

                                Cordialmente
                                Rana

                                Commenta

                                Riguardo all'autore

                                Comprimi

                                Albertosixsix Per saperne di più su Albertosixsix

                                Statistiche comunità

                                Comprimi

                                Attualmente sono connessi 42 utenti. 0 utenti e 42 ospiti.

                                Il massimo degli utenti connessi: 206 alle 19:35 il 07-09-2018.

                                Scubaportal su Facebook

                                Comprimi

                                Sto operando...
                                X