Percorso dei brevetti per immersioni tecniche

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Percorso dei brevetti per immersioni tecniche

    Buon pomeriggio,
    per ora sono solo AOW e sto per finire il Deep didattica PADI. Come è mia abitudine comincio a guardare avanti per tempo, tanto per capire il percorso da fare (eventualmente)
    https://www.padi.com/it/technical-corsi

    Discover Tec
    Tec 40
    Tec 45
    Tec 50
    Tec Trimix 65
    Tec Trimix Diver
    Tec Gas Blender
    Tec Sidemount
    Discover Rebreather
    Rebreather Diver
    Advanced Rebreather Diver
    Rebreather Qualifier
    Rebreather Refresher
    Tec 40 CCR
    Tec 60 CCR
    Tec 100 CCR
    Tec CCR Qualifier
    Tec CCR Refresher

    Dato che i vari brevetti hanno anche un costo, mi interessa capire che cosa può avere senso e che cosa no
    Una volta finito il deep e fatte altre immersioni diciamo "di rodaggio", ha senso fare il "Discover Tec" o è una pura e semplice perdita di tempo?
    Vedo che c'è il Tec 40 con cui si va a 40 metri come con il deep dell'advanced open water. Immagino ovviamente che si cominciano a usare nuova attrezzatura, studiare la pianificazione del gas, etc. etc.
    Ma anche qua, ha senso o è un doppione del deep? E' possibile rispettando i requisiti passare direttamente al Tec 45?
    Quanto costano indicativamente i vari brevetti?
    Thanks

  • #2
    Io farei una comparazione con altri percorsi didattici.
    Discover 40
    Tek 40
    Mi sembrano un no sense.
    Non ho brevetti tek padi, quindi leggo volentieri chi sostiene e ha fatto questo percorso
    http://profondeemozioni.blogspot.com...V5SQJ1vZvQ6WZR
    http://profondeemozioni.blogspot.com/

    Commenta


    • #3
      Lungi da me dal voler criticare la Padi o mettere in dubbio la validità dei suoi corsi, assolutamente...
      Per un percorso tecnico, non sarebbe meglio rivolgersi ad altre didattiche?

      Commenta


      • #4
        Parlo per i TEC 40, 45 e 50
        I vari requisiti per accedere a ciascun step li trovi in fondo alle pagine che hai linkato
        Per poter accedervi, si va da un minimo di 30 immersioni per il tec40 alle 100 per il tec50
        Idem come requisiti di brevetti, deep + nitrox per il tec40 e rescue per il tec45
        Non mi sembra sia più possibile fare tutto il percorso tec fino al 50 in un'unica solizione, ma occorre fare i 3 step
        - malignamente pensando, ti fanno pagare i 3 plastichini
        - benpensando, magari a qualcuno non interessa arrivare a 50, ma i 40 con un po più di fondo, sono più che sufficienti
        In totale (sperando non siano cambiati gli standard dal 2012/2013) sono 12 immersioni, poi vabbhe, io ne ho fatta qualcuna in più

        Percorso tec con padi: è valido oppure no?
        Anche in padi ci sono istruttori eccellenti, non è tutta e sola "nutella", magari numericamente non sono molti, ma qualcuno di valido c'è

        I discover è solo una prova, per chi è indeciso, per quelli "mah, bho, vediamo"
        Per fortuna in Italia c'è ancora qualcuno che punta sui giovani... LE MILF [cit.]

        Commenta


        • #5
          Finito il percorso ricreativo e fatti i brevetti principali (es: Nitrox), ha senso continuare con PADI solo per Dive Master (non per la preparazione ma per la riconoscibilità).
          Fai il percorso tecnico con un'altra didattica invece di regalare soldi a PADI con brevetti nosense, ma soprattutto fallo con un bravo istruttore.
          Ad esempio con SSI fai il decompression the ti prepara alla decompressione, all'utilizzo di miscele fino al 100% di O2 e senza limiti di profondità o di deco (tanto per parlare del nosense di PADI con livelli intermedi che non hanno nulla di pratico e servono solo per chiederti il triplo dei soldi).

          Commenta


          • #6
            per la verità non sono neanche così tanto convinto che essere un dive master padi sia una cosa così buona nel curriculum, ma parlo da cliente, avendo avuto a che fare con diving padi solo quando ero open e con il senno del poi mi parevano tanto dei "brevettifici". Poi, ovviamente, un conto è la didattica e un conto è chi la insegna.

            Commenta


            • #7
              E già qua faccio una scoperta interessante... i miei istruttori sono PADI quindi pensavo di dover continuare con questa didattica più che altro per rimanere nello stesso gruppo di persone. Se però c’è questa notevole differenza di costo e di livello posso considerare altre didattiche. All’atto pratico immagino non cambia nulla come riconoscibilita’ dei brevetti in Italia e all’estero, per esempio in viaggio in Asia dove altre didattiche magari sono meno diffuse e i diving possono considerare non brevettato uno di una fdidattica che non conoscono.
              Comincio a informarmi sulle varie alternative
              Oltre a SSI e a PADI già dette quali alternative ci sono e quali secondo voi sono migliori come insegnamento e magari anche come costo?

              Commenta


              • #8
                http://www.poverosub.com/forum/subac...idattica/page4

                Commenta


                • #9
                  Nel frattempo ho letto questa discussione, che ho trovato interessante sotto molti aspetti

                  Commenta


                  • #10
                    Sbrigati a finire il corso Deep perché altrimenti la Padi farà uscire dal cilindro magico il corso Tec 42,5 e Tec 47,5.

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da darkfire Visualizza il messaggio
                      per la verità non sono neanche così tanto convinto che essere un dive master padi sia una cosa così buona nel curriculum, ma parlo da cliente, avendo avuto a che fare con diving padi solo quando ero open e con il senno del poi mi parevano tanto dei "brevettifici". Poi, ovviamente, un conto è la didattica e un conto è chi la insegna.
                      Lo è perché si presume che prima o poi finirai a rilasciare brevetti e la stragrande maggioranza dei subbi (nessuna polemica pls) vorrà essere brevettato con PADI (almeno OW... forse meno quelli AOW che capiscono il meccanismo) e se non sei PADI non puoi mettere la firmetta. Quindi indipendentemente dalla preparazione (che è ovviamente la prima cosa) la macchina PADI continua a girare.

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da Sbiriguda Visualizza il messaggio
                        E già qua faccio una scoperta interessante... i miei istruttori sono PADI quindi pensavo di dover continuare con questa didattica più che altro per rimanere nello stesso gruppo di persone. Se però c’è questa notevole differenza di costo e di livello posso considerare altre didattiche. All’atto pratico immagino non cambia nulla come riconoscibilita’ dei brevetti in Italia e all’estero, per esempio in viaggio in Asia dove altre didattiche magari sono meno diffuse e i diving possono considerare non brevettato uno di una fdidattica che non conoscono.
                        Comincio a informarmi sulle varie alternative
                        Oltre a SSI e a PADI già dette quali alternative ci sono e quali secondo voi sono migliori come insegnamento e magari anche come costo?
                        La riconoscibilità dei brevetti vale per le immersioni ricreative (e comunque coinvolge tutte le didattiche maggiori, in Italia e nel mondo), quindi proseguire con PADI può avere senso (anche io ho scelto di completare i brevetti fondamentali e le specialità più importanti con PADI).

                        Quando (e se) ti inoltrerai nella subacquea tecnica, quel pezzo di carta non ti servirà a niente, conterà la preparazione. Il corso lo farai come crescita personale.

                        Un discorso a parte va fatto per alcune tipologie di immersioni, dove il brevetto specifico è richiesto e dove l'importanza di aver fatto corsi specifici è rilevante (ma serve anche a loro per pararsi il c.), come ad esempio il "cave", in quel caso potrebbero effettivamente chiederti il pezzo di carta prima di accompagnarti in certe immersioni.

                        Commenta


                        • #13
                          Ciao penso che il discovery tec sia assurdo, tec40/45/50 sono uno spezzettamento inutile. Se io decido di intraprendere un percorso tecnico me ne frego di fare tuffi a 40 mt con il mono, il gav ricreativo e 1 stage di ean50 con massimo 15 minuti di deco.....ma che cavolo di brevetto è? Cosa mi può dare a lungo termine? Per non parlare che se lo fanno pagare 1200 euro.
                          Fatti un bel corso tecnico, gli obbiettivi devono essere profondità massima 50/55 mt, imparare ad utilizzare 2 stage, nessuna limitazione di deco in minuti e/o tipo di gas decompressivo. Ci sono tante didattiche prettamente tecniche molto valide, mi viene in mente TSA, TDI, PTA, IANTD, io personalmente sto finendo il trimix 60 della SSI, che se anche è, come didattica, mediamente ricreativa ha del materiale teorico molto valido, poi per la pratica diciamo che in questo momento l'importante è affidarsi ad un istruttore che pratichi in maniera assidua questo tipo di immersioni, inutile farsi insegnare da chi fa 3 tuffi all'anno in configurazione tecnica. Non ho volutamente nominato didattiche filo DIR come la GUE ecc. In quanto non mi ritrovo nel loro pensiero integralista del sistema di immersione, dei gas che utilizzano, della gestione del team, dell'esasperazione del trim e dell'assetto ecc ecc senza assolutamente criticare le loro scelte ma solo senza condividerle, comunque va dato atto che tanti subacquei da loro formati hanno mediamente un'ottima preparazione.

                          Una volta fatto un buon tec50 o nomi simili potrai decidere se dopo un po' di esperienza fermarti a questo ottimo livello oppure andare avanti, ma per avanti non intendo solo a livello di profondità ma proprio di cambiare il tipo di immersione. Magari verrai attratto dalle grotte o dalla penetrazione dei relitti, oppure vorrai superare i limiti naturali dell'aria e allora dovrai passare al trimix. Però questo lo vedo un passo successivo, considera che nel mio caso prima di fare il passo da tec50 a trimix 60 è passato da ottobre 2017 ad oggi, periodo durante il quale ho fatto circa 100 tuffi quasi tutti in configurazione tecnica.e personalmente questi 10 mt in più di brevetto poco mi importano anche perché già in aria avevo fatto qualche esperienza, ma soprattutto per punto di passaggio verso il mio obbiettivo, da perseguire tra un po' di tempo, delle 3 cifre, alcuni relitti profondi vorrei vederli assolutamente.

                          Commenta


                          • #14
                            Grazie
                            Penso che un approccio tipo il tuo Mercurio sia quello che interessa anche a me, quindi SSI potrebbe essere una buona didattica. Come costo dei brevetti più o meno quanto viene con SSI per esempio per tec50 e trimix60? Devo anche farmi un paio di calcoli perché già la subacquea è costosa di suo, quella tecnica costerà ancora di più calcolando che ci vuole ancora altra attrezzatura brevetti e anche il costo dell’immersione se è Trimix aumenta. Per ora comunque è una prospettiva lontana, già per arrivare a tec50 mi ci vorrà parecchio (se ci arrivo) partendo dal livello a cui sono ora

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Sbiriguda Visualizza il messaggio
                              Nel frattempo ho letto questa discussione, che ho trovato interessante sotto molti aspetti
                              si ci sono molti spunti interessanti in quella discussione
                              http://profondeemozioni.blogspot.com...V5SQJ1vZvQ6WZR
                              http://profondeemozioni.blogspot.com/

                              Commenta

                              Riguardo all'autore

                              Comprimi

                              Sbiriguda Per saperne di più su Sbiriguda

                              Statistiche comunità

                              Comprimi

                              Attualmente sono connessi 43 utenti. 0 utenti e 43 ospiti.

                              Il massimo degli utenti connessi: 206 alle 19:35 il 07-09-2018.

                              Scubaportal su Facebook

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X