Gue Fundamentals vs. UTD Essential to Tech

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #76
    Originariamente inviato da Livio Cortese Visualizza il messaggio

    Tolte certe finalità didattiche -come sottolinea RANA- sono d'accordo con te: mi pare una strategia di marketing molto labilmente camuffata da procedura di sicurezza. A meno che non si tratti di miscele decompressive in immersioni specifiche, e allora il discorso deve cambiare.
    Capisco quello che dite e in parte lo condivido.

    Però se devo fare un immersione quadra a 30/35mt per che ne so 40/50 minuti di fondo perché non usare nitrox?
    Per me è la scelta giusta , settimana scorsa ci è capitato di fare un giro sulla secca santo stefano in liguria.
    50 di fondo a 30/35mt con un nitrox 32+oxy e te la godi a pieno.

    40mt trimix , MAI!

    Veniamo all'aria . Se quando si pensa alle immersioni in aria diciamo 50/60 mt con tempi di fondo 10/20 minuti è chiaro che si fa fatica a capire uso del trimix e qui sono con voi, ma se i tempi si dilatano e obiettivo per chi approccia a queste immersione e poter rimanere più tempo sul fondo allora il trimix diventa necessario o fortemente consigliato .
    Immaginiamo un tuffo di 30/40 minuti di fondo , ha senso usare aria?
    Poi ognuno fa come meglio crede.
    Io uso best mix , e anche aria è contemplata tra le best mix.


    http://profondeemozioni.blogspot.com...V5SQJ1vZvQ6WZR
    http://profondeemozioni.blogspot.com/

    Commenta


    • #77
      paolinus : appunto, casi specifici. Se divengono norma e standard didattico, allora secondo me si entra nel regno della malafede. Ma anche questo è un altro discorso...e non mi va tanto di offendere altre realtà, pur sembrandomi gestite da...gente furba.

      Commenta


      • #78
        Originariamente inviato da lo scrondo Visualizza il messaggio
        MOLTO ma molto interessante…!

        Commenta


        • #79
          Sul nitrox tra i 25 e i 35/40 mt io sono pienamente favorevole. Sia in tecnica che in ricreativa. Immaginate un relitto sui 30/35 mt, programmate 30 di fondo ad aria e 30 di fondo in ean32, con il 5 mm, 15 litri e octopus. Perché devo farmi 20 min circa di deco quando posso uscire in curva o quasi? In tecnica invece evidenzia l'esempio di Paolino, oppure vi dico anche una cosa successa me in grotta, immersione molto lunga dai 10 ai 30 mt, noi in ean32 siamo rimasti in curva, un altro gruppo in aria si ha dovuto portare ean50 e hanno lasciato anche un O2 sulla main line.

          Il trimix a 40 mt non lo prendo neanche in considerazione. Se invece si vogliono fare 30@60 lo ritengo molto importante.

          Commenta


          • #80
            Così a naso, senza essere speleosub, penso che in un tuffo in grotta dai 10 ai 30 m una bombola di ean 50 o 40 ci stia comunque come sicurezza, e l'ossigeno pronto all'uso non fa male. Indipendentemente se respiri aria, nitrox o nonsocché.
            (p.s. : bellissimo il sardo, peccato però per l'impiego limitato :-D)
            Ultima modifica di Livio Cortese; 03-05-2019, 08:55.

            Commenta


            • #81
              Originariamente inviato da paolinus Visualizza il messaggio

              Capisco quello che dite e in parte lo condivido.

              Però se devo fare un immersione quadra a 30/35mt per che ne so 40/50 minuti di fondo perché non usare nitrox?
              Per me è la scelta giusta , settimana scorsa ci è capitato di fare un giro sulla secca santo stefano in liguria.
              50 di fondo a 30/35mt con un nitrox 32+oxy e te la godi a pieno.

              40mt trimix , MAI!

              Veniamo all'aria . Se quando si pensa alle immersioni in aria diciamo 50/60 mt con tempi di fondo 10/20 minuti è chiaro che si fa fatica a capire uso del trimix e qui sono con voi, ma se i tempi si dilatano e obiettivo per chi approccia a queste immersione e poter rimanere più tempo sul fondo allora il trimix diventa necessario o fortemente consigliato .
              Immaginiamo un tuffo di 30/40 minuti di fondo , ha senso usare aria?
              Poi ognuno fa come meglio crede.
              Io uso best mix , e anche aria è contemplata tra le best mix.

              IMHO la tua filosofia è condivisibile perché poi lato pratico è quello che vedo succedere in molti molti casi.
              io uso nitrox (30-32) sempre se disponibile e anche un ean27 in alcune situazioni lo ritengo meglio dell'aria. (Es: safari ricreativi con tuffi fondi).

              l'aria è un "pretty good mix" nel senso che nelle immersioni tecniche o similari già a 50m è un bel limite.
              60 non ne parliamo in particolare come giustamente dici tu x tempi di fondo importanti.

              Certo 40m in trimix diventa difficile da giustificare ma oltre i 50m "è meglio".
              senza demonizzare i tuffi in aria ma 20 minuti a 60m a moregallo in aria, quando li fai con un trimix leggero sono più belli, sicuri ma costosi.

              un saluto
              Ultima modifica di degomer; 23-11-2019, 09:45.

              Commenta


              • #82
                io nei safari prediligo la 25,75, sperando che qualcuno mi spari e che mi porti come trofeo a casa appendendo la testa vicino all'acquario
                ......lasciami l'orgoglio di essere solo un uomo...

                Commenta


                • #83
                  Rientrando quasi in tema, ai 50 suonati mi sono rimesso in gioco ed ho da poco iniziato il corso Technical Skills Diver con la FIPSAS
                  "Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza!" [Arthur Bloch]
                  "Chi semina raccoglie, ma chi raccoglie si china...
                  ... e a quel punto è un attimo..." [ignoto]

                  Commenta


                  • #84
                    Ho fatto il gue fundamental e il technical correctly con la UTR (che sono lo stesso corso), ormai ci sono diverse didattiche che offrono un corso molto molto simile, certi utenti hanno divagato mettendo di mezzo miscele "standard" quando si sta parlando di un corso di "fondamentali". Come ha gia scritto qualcuno la TDI ha l'intro to tech che è lo stesso corso, in fipsas si chiama skill diver (o qualcosa del genere), la naui, la iantd etc etc nel loro programma didattico offrono questo corso. LA VERA DIFFERENZA LA FA L'ISTRUTTORE E NON C'è DIDATTICA CHE TENGA. Alcune didattiche come la gue,utd,utr hanno procedure ben stabilite, velocità di risalita differenziata in tutte le immersioni a differenza della classica 9 metri al minuto quindi la scorta di gas viene calcolata su questa velocità di risalita, sistema di immersione fortemente legato all'approccio DIR. Nel gue fundamental si usa a prescindere l'ean 32, per loro non esiste l'aria, in utr l'aria si usa fino a 50 metri. Sempre nel gue fundamental ti insegnano una sorta di deco mnemonica utilizzabile con l'ean 32 fino ai 30 metri di profondità, in utr i sistemi decompressivi mnemonici vengono insegnati in corsi a parte. A parte l'approccio fortemente improntato sul concetto di team e l'eventuale deco mnemonica (con gli standard che ne conseguono come la velocità di risalita differenziata), con le altre didattiche non ci sono grosse differenze. Non è la didattica che fa l'istruttore, la vera differenza la fa il singolo istruttore.
                    Ultima modifica di Narcotizzato; 10-12-2019, 01:14.

                    Commenta


                    • #85
                      Originariamente inviato da Narcotizzato Visualizza il messaggio
                      Ho fatto il gue fundamental e il technical correctly con la UTR (che sono lo stesso corso), ormai ci sono diverse didattiche che offrono un corso molto molto simile, certi utenti hanno divagato mettendo di mezzo miscele "standard" quando si sta parlando di un corso di "fondamentali". Come ha gia scritto qualcuno la TDI ha l'intro to tech che è lo stesso corso, in fipsas si chiama skill diver (o qualcosa del genere), la naui, la iantd etc etc nel loro programma didattico offrono questo corso. LA VERA DIFFERENZA LA FA L'ISTRUTTORE E NON C'è DIDATTICA CHE TENGA. Alcune didattiche come la gue,utd,utr hanno procedure ben stabilite, velocità di risalita differenziata in tutte le immersioni a differenza della classica 9 metri al minuto quindi la scorta di gas viene calcolata su questa velocità di risalita, sistema di immersione fortemente legato all'approccio DIR. Nel gue fundamental si usa a prescindere l'ean 32, per loro non esiste l'aria, in utr l'aria si usa fino a 50 metri. Sempre nel gue fundamental ti insegnano una sorta di deco mnemonica utilizzabile con l'ean 32 fino ai 30 metri di profondità, in utr i sistemi decompressivi mnemonici vengono insegnati in corsi a parte. A parte l'approccio fortemente improntato sul concetto di team e l'eventuale deco mnemonica (con gli standard che ne conseguono come la velocità di risalita differenziata), con le altre didattiche non ci sono grosse differenze. Non è la didattica che fa l'istruttore, la vera differenza la fa il singolo istruttore.
                      Mi spiace non sono d'accordo.
                      Non sono istruttore, non ho nessuna bandiera da difendere , ho brevetti di diverse agenzie e non ho sposato nessuno subacquemente parlando
                      Ma non non ci siamo.
                      Ogni didattica ha standard diversi e sposano filosofia di immersioni diverse.
                      La fisica e la fisiologia è la stessa per tutti per carità nessuno ha inventato nulla ma le differenze negli approci ci sono:

                      configurazioni
                      team in acqua
                      sistemi decompresssivi
                      aria fonda si/no
                      gas standard
                      gas decompressivi

                      vogliamo dire che sono uguali tra UTR-TDI-TSA-PSAI?
                      a me non risulta

                      anche tu sopra mi dici che in UTR c'e un approccio a 50metri in aria in UTD e GUE no, queste sono differenze di standard didattici non sono a discrezione dell'istruttore.
                      Pensi che in Utr-Gu tu possa fare un corso con configurazione no hogartiana? ovviamente no , lo puoi fare in TSA O TDI O PSAI.

                      In sintesi gli Impriting che si ricevono da una didattica, rispetto all'altra sono ben diversi
                      http://profondeemozioni.blogspot.com...V5SQJ1vZvQ6WZR
                      http://profondeemozioni.blogspot.com/

                      Commenta


                      • #86
                        Originariamente inviato da paolinus Visualizza il messaggio

                        Mi spiace non sono d'accordo.
                        Non sono istruttore, non ho nessuna bandiera da difendere , ho brevetti di diverse agenzie e non ho sposato nessuno subacquemente parlando
                        Ma non non ci siamo.
                        Ogni didattica ha standard diversi e sposano filosofia di immersioni diverse.
                        La fisica e la fisiologia è la stessa per tutti per carità nessuno ha inventato nulla ma le differenze negli approci ci sono:

                        configurazioni
                        team in acqua
                        sistemi decompresssivi
                        aria fonda si/no
                        gas standard
                        gas decompressivi

                        vogliamo dire che sono uguali tra UTR-TDI-TSA-PSAI?
                        a me non risulta

                        anche tu sopra mi dici che in UTR c'e un approccio a 50metri in aria in UTD e GUE no, queste sono differenze di standard didattici non sono a discrezione dell'istruttore.
                        Pensi che in Utr-Gu tu possa fare un corso con configurazione no hogartiana? ovviamente no , lo puoi fare in TSA O TDI O PSAI.

                        In sintesi gli Impriting che si ricevono da una didattica, rispetto all'altra sono ben diversi
                        Infatti ho scritto che oltre alle differenze che ho elencato (approccio dir che include la configurazione hogartiana e sistemi decompressivi) non ci sono altre differenze, quello che voglio dire è riguardo la preparazione del singolo istruttore che non dipende assolutamente dalla didattica da cui proviene la la differenza la fa la persona. Non parlavo del sistema di immersione che hanno diverse didattiche, dato che è palese che ad esempio in utr si usa configurazione hogartiana già dal rec 1 mentre in tsa no, è solo per fare un esempio. Quello che voglio dire che solo perché un istruttore è gue non è detto che avrà una buona preparazione generale. Il mio commento era riferito alla qualità del singolo istruttore in cui vai ad incappare.
                        Ultima modifica di Narcotizzato; 10-12-2019, 13:32.

                        Commenta


                        • #87
                          Originariamente inviato da Narcotizzato Visualizza il messaggio

                          Infatti ho scritto che oltre alle differenze che ho elencato (approccio dir che include la configurazione hogartiana e sistemi decompressivi) non ci sono altre differenze, quello che voglio dire è riguardo la preparazione del singolo istruttore che non dipende assolutamente dalla didattica da cui proviene la la differenza la fa la persona. Non parlavo del sistema di immersione che hanno diverse didattiche, dato che è palese che ad esempio in utr si usa configurazione hogartiana già dal rec 1 mentre in tsa no, è solo per fare un esempio. Quello che voglio dire che solo perché un istruttore è gue non è detto che avrà una buona preparazione generale. Il mio commento era riferito alla qualità del singolo istruttore in cui vai ad incappare.
                          Le differenze che abbiamo elencato non sono da poco conto.
                          Essere dei bravi subacquei non vuol dire essere dei buoni istruttori.

                          ne conosco di bravissimi diver ma pessimi istruttori.


                          ma anche lasciando da parte dir e didattiche similari
                          anche tra PTA e TSA ci sono differenza di approccio sull'utilizzo dell'aria fonda e altro…
                          Io quando ho fatto le mie scelte ho guardato ovviamente all'istruttore ma anche a il percorso formativo proposto dalle varie agenzie che cmq è diverso

                          Ci sono didattiche che fanno diversi livelli per trimix avanzati altri fanno salto da 60 a 100mt, insomma istruttore conta ma anche agenzia e suoi standard… sempre che vengano rispettati e qui si apre un altra pagina.. ma siamo off topic


                          http://profondeemozioni.blogspot.com...V5SQJ1vZvQ6WZR
                          http://profondeemozioni.blogspot.com/

                          Commenta


                          • #88
                            Originariamente inviato da paolinus Visualizza il messaggio

                            Le differenze che abbiamo elencato non sono da poco conto.
                            Essere dei bravi subacquei non vuol dire essere dei buoni istruttori.

                            ne conosco di bravissimi diver ma pessimi istruttori.


                            ma anche lasciando da parte dir e didattiche similari
                            anche tra PTA e TSA ci sono differenza di approccio sull'utilizzo dell'aria fonda e altro…
                            Io quando ho fatto le mie scelte ho guardato ovviamente all'istruttore ma anche a il percorso formativo proposto dalle varie agenzie che cmq è diverso

                            Ci sono didattiche che fanno diversi livelli per trimix avanzati altri fanno salto da 60 a 100mt, insomma istruttore conta ma anche agenzia e suoi standard… sempre che vengano rispettati e qui si apre un altra pagina.. ma siamo off topic

                            Il post parla del corso sui fondamentali è inutile divagare su altri argomenti perché non trattano il motivo per cui è stato creato il post.

                            Commenta


                            • #89
                              Originariamente inviato da Narcotizzato Visualizza il messaggio

                              Il post parla del corso sui fondamentali è inutile divagare su altri argomenti perché non trattano il motivo per cui è stato creato il post.
                              ok parliamo di questo .
                              Perché hai fatto sia fundamental che correctly utr?



                              deve proprio piacerti stare a 6 mt a fare esercizi…
                              dai si scherza
                              quale è il razio per fare un corso "indentico"?

                              grazie per eventuale replica.

                              ps: cmq anche questi corsi insegnati in didattiche diverse hanno altri impriting...
                              http://profondeemozioni.blogspot.com...V5SQJ1vZvQ6WZR
                              http://profondeemozioni.blogspot.com/

                              Commenta


                              • #90
                                Cancellato
                                Ultima modifica di Palve; 11-12-2019, 20:48.

                                Commenta

                                Riguardo all'autore

                                Comprimi

                                nato90 Per saperne di più su nato90

                                Statistiche comunità

                                Comprimi

                                Attualmente sono connessi 70 utenti. 4 utenti e 66 ospiti.

                                Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 06:32 il 14-01-2020.

                                Scubaportal su Facebook

                                Comprimi

                                Sto operando...
                                X