dopo un immersione....

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Originariamente inviato da turbosub Visualizza il messaggio
    Sul fatto che lo fanno tutti, al solito non vuol dire nulla e non deve essere il solito messaggio del tipo: " Mia nonna ha fumato fino a 99 anni, quindi fumare non fa male". Se i giappi hanno quelle abitudini cavoli loro, magari con il loro profilo d'immersione non hanno nemmeno incamerato tanto inerte, ma rendere quella pratica univoca per tutta la subacquea è da incoscienti. Mi sparassi una profonda col cavolo che mi faccio la sauna rischiando la paralisi.
    Ciao Turbosub.
    ​Permettimi d'intervenire e spezzare una lancia in favore di Lunaticgate, presumo che ti riferisci al seguente suo passaggio:
    Originariamente inviato da lunaticgate Visualizza il messaggio
    Ad ogni modo alcuni giapponesi che si immergono con noi, si buttano nel rotenburo (vasca termale all'aperto), subito dopo l'immersione, perché secondo loro aiuta la decompressione.
    Io la penso come te sulla sauna, la sauna espone il corpo umano a una temperatura alta, il corpo reagisce attivando i processi di evaporazione dell'epidermide che permettono al corpo di non fare aumentare la temperatura interna.
    Questi processi hanno dei vantaggi tanto che la sauna è una pratica di benessere.
    Solo che l'evaporazione porta a disidratazione e questo è il grosso problema che rende questa pratica non compatibile quando un subacqueo si trova, appena finita l'immersione, a dover smaltire inerte.

    Su questo anche Lunaticgate mi sembra in accordo, tanto che il comportamento che tiene sia ineccepibile.

    Quando scrive che alcuni giapponesi dopo l'immersione fanno la vasca termale all'aperto - bisogna tenere conto che si riferisce a un altra pratica ben diversa dalla sauna.

    L'acqua immagino sia calda ma non penso che si tolgono la muta appena finita l'immersione, con l'epidermide fredda e di colpo si tuffino dentro, anche perché il bagno in queste vasche è per un Giapponese un vero e proprio rito - che preparano, si preparano.

    Io ritengo che entrino dentro queste vasche all'aperto dopo - minimo 2 ore dall'immersione, sono vasche all'aperto quindi la temperatura non è certo quella della sauna e neanche delle vasche al chiuso.
    Io immagino che in queste vasche ci si rilassa - dopo aver bevuto, reidratati dall'immersione svolta.

    Nella mia ignoranza non vedo questa pratica come una pratica in cui - analogamente alla sauna - il corpo viene sollecitato in maniera marcata a sudare.
    Immagino che, al contrario della sauna, sia rilassante, l'acqua sostiene parte del peso del corpo ecc, ecc.
    Ragion per cui non rimango stupito se non ci sono manifestazioni patologiche e alcuni subacquei giapponesi sostengono che addirittura li fa sentire meglio.

    Io non entrerei mai in una vasca con acqua a 40 gradi appena emerso da un immersione ma non mi faccio problemi a fare una doccia calda.
    Dopo un paio di ore dalla fine dell'immersione, sinceramente parlando, non riuscirei a resistere alla tentazione di rilassarmi in una di queste vasche all'aperto (avendone la possibilità):


    Non penso (correggetemi se sbaglio) che, questa situazione sia analoga alla sauna.

    Cordialmente
    Rana





    Commenta


    • #32
      Purtroppo la cosa è "istituzionalizzata" nel senso che ci sono piccole vasche proprio fuori i centri dive, e non sono le vasche dove si mette l'attrezzatura fotografica, dive computer dopo l'immersione, ma proprio per chi fa immersioni in inverno e subito dopo vuole riprendere calore.


      In questo caso non sono nemmeno giapponesi, ma alcuni amici stranieri.
      Il cartello dietro riporta proprio che la temperatura dell'acqua è molto alta e di fare attenzione.



      Ed ancora



      Tutti insieme



      In più, molti, vanno a lavarsi e si buttano nelle vasche grandi, come quelle postate da Rana.
      Di quelle non ho foto perché ci si entra nudi e non sono consentite foto. Sicuramente non parliamo di temperature altissime come quelle delle saune, ma comunque siamo intorno i 42°.
      Loro preferiscono tenersi al caldo nelle vasche, magari bevendo qualcosa ed immergersi di nuovo.
      Dopo l'ultima immersione, via nell'onsen vero e proprio.

      Tra una immersione e l'altra, personalmente vado nella doccia interna, temperatura dell'acqua il giusto, mi asciugo, mi riposo e aspetto l'immersione successiva.
      Ultima modifica di lunaticgate; 10-02-2018, 05:15.

      Commenta


      • #33
        Ma che tipo di immersioni fate per curiosità? Profondità, tempo di fondo, aria, nitrox?

        E poi......che schifo tutti assieme in una vaschetta del genere🤢

        Commenta


        • #34
          Niente di così impegnativo, solitamente ci teniamo intorno ai 25 metri con punte di 30.
          Tutta l'immersione siamo intorno ai 60 minuti, raramente di più.
          Ovviamente il tutto ad aria, almeno nella maggior parte dei casi.
          In alcuni siti scendiamo con il nitrox, ma si contano sulle dita di una mano.

          Commenta


          • #35
            Ma soprattutto nessuno fa la pipì nella muta ?


            Cordialmente
            Rana

            Commenta


            • #36
              Originariamente inviato da divegianfry Visualizza il messaggio
              Volevo sapere se dopo un immersione si puo' accedere a un centro benessere in particolare a sauna e/o bagno turco, credo che per eventuali massaggi non ci sia problemi grazie mille a tutti della cortese attenzione Gianfry
              Evitare tassativamente, nel periodo di desaturazione ( il tuo computer può indicarti la stima della tempistica) la sauna e altre esposizioni pervasive e prolungate a fonti di calore.

              Commenta


              • #37
                Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio
                Ma soprattutto nessuno fa la pipì nella muta ?


                Cordialmente
                Rana
                Io sempre. Anche ieri con 13 gradi e semistagna.....

                Non fate il bagno con me!!’

                Commenta


                • #38
                  Comunque credo che siamo bene o male tutti d'accordo, e mi fa piacere perché è anche il mio stesso pensiero. Ad ogni modo, immergendomi spesso in Asia, ho visto davvero tante cose strane, credo che la didattica europea sia molto più seria da questo punto di vista.
                  Sinceramente teste di cazzo ne ho viste anche in Italia, ma in Asia più che teste di cazzo, sono spesso sprovveduti. Ovviamente non è una regola, ho avuto a che fare con sub asiatici con i controcoglioni, ma mediamente mi è sembrato davvero di vedere cose più strane in Asia che non in Europa.

                  Commenta


                  • #39
                    Originariamente inviato da soul.stizio91 Visualizza il messaggio

                    Io sempre. Anche ieri con 13 gradi e semistagna.....

                    Non fate il bagno con me!!’
                    Condivido, anch'io come te, nella umida, faccio la pipi serenamente e regolarmente.

                    Non potrei mai mettermi dentro a una simile vasca, anche solo per rispetto a tutti gli altri

                    Se li dentro si trovassero due come noi, in quelle vasche nella migliore delle ipotesi ci sarebbe tracce di acqua nell'urina.

                    Cordialmente
                    Rana

                    Commenta


                    • #40
                      Siete pessimi: magari il povero lunaticgate voleva restare cieco e sordo a tutto questo - ora non guarderà più come prima il liquido nel quale farà abluzioni insieme ai suoi compagni d'immersione al termine della stessa

                      Se avessi molto più tempo potrei fare molte più cose.
                      L'ottimista pensa che viviamo nel migliore dei mondi possibili, il pessimista teme che sia vero.

                      Commenta


                      • #41
                        Nelle terme giapponesi ci si immerge esclusivamente nudi, in quelle bagnarole con la muta non mi ci metterò mai e poi mai. A suo tempo, la muta è stata la prima cosa che ho comprato, proprio per evitare quel disagio di mettersene una già usata da qualcun altro.

                        Commenta


                        • #42
                          il titolo era : dopo un'immersione ...

                          la risposta è solo una e non può essere altrimenti : dopo un'immersione niente sauna !
                          Sauna, o bagno turco, non una pucciata in compagnia in acqua piacevolmente tiepida, stiamo parlando di sauna, a-s-s-o-l-u-t-a-m-e-n-t-e NO !!! Anche se avete fatto immersione " ricreative in curva", figuriamoci se siete carichi d'inerte !
                          La sauna dà un minimo "vantaggio", più che altro teorico, solo se fatta il GIORNO PRIMA di un'immersione pesante in aria e con pesante non intendo certo fare 15' a -40 ... questo sempre se ci si comporta bene nel tempo, cioè essere allenati costantemente, essere idratati bene e costantemente nei giorni prima e reidratarsi DOPO la sauna, se si è già abituati a farla e se non si è svolta attività fisica pesante prima, della sauna. STOP !

                          Commenta

                          Riguardo all'autore

                          Comprimi

                          divegianfry Per saperne di più su divegianfry

                          Statistiche comunità

                          Comprimi

                          Attualmente sono connessi 30 utenti. 0 utenti e 30 ospiti.

                          Il massimo degli utenti connessi: 187 alle 19:54 il 05-01-2017.

                          Scubaportal su Facebook

                          Comprimi

                          Sto operando...
                          X