annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

47 metri - il trailer del film

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Originariamente inviato da unicorno Visualizza il messaggio
    Ma voi,piuttosto che lasciarci le penne, non ve la tentereste una risalita in apnea da quella profondità,non appena toccato il fondo ? Perchè dalla gabbia,attraverso la feritoia,senza la bombola,si riesce ad uscire...
    Se risali da -47 in apnea come minimo esplodi!
    "Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza!" [Arthur Bloch]
    "Chi semina raccoglie, ma chi raccoglie si china...
    ... e a quel punto è un attimo..." [ignoto]

    Commenta


    • #17
      Originariamente inviato da dodox Visualizza il messaggio

      Se risali da -47 in apnea come minimo esplodi!
      Immagino che la tua sia una battuta...!
      In Francia ai corsi per il 4° Livello CMAS ci facevano risalire da -30 con l'erogatore in mano,in apnea,e nessuno si è mai fatto nulla,...tra l'altro SENZA far suonare il computer (altrimenti eri bocciato immediatamente) quindi a velocità controllata e relativamente bassa....
      Farne 17 in più,non mi sembra questa gran impresa....tra l'altro,se ben ricordi,dovrebbero averti insegnato a rilasciare aria durante la risalita d'emergenza,quando hai fatto il corso....o no?

      Quindi come farei ad ESPLODERE?

      Commenta


      • #18
        Forse pensava che certe cose le sa solo lui .....
        Ciao MarenaSub
        Cit.Silvano :
        Qualcuno ha persin detto che per andare sott'acqua ci vogliono le palle.
        E subito qualcun'altro ha scritto che palle e scroto raggrinziti dal freddo spostano meno liquido che le stesse allascate e gonfie per la calura, se ne deduce che con le palle al fresco si è negativi e si può togliere zavorra, viceversa , a palle lasche , un po' di zavorra in più non fa mai male.

        Commenta


        • #19
          Originariamente inviato da unicorno Visualizza il messaggio
          Immagino che la tua sia una battuta...!
          In Francia ai corsi per il 4° Livello CMAS ci facevano risalire da -30 con l'erogatore in mano,in apnea,e nessuno si è mai fatto nulla,...tra l'altro SENZA far suonare il computer (altrimenti eri bocciato immediatamente) quindi a velocità controllata e relativamente bassa....
          Farne 17 in più,non mi sembra questa gran impresa....tra l'altro,se ben ricordi,dovrebbero averti insegnato a rilasciare aria durante la risalita d'emergenza,quando hai fatto il corso....o no?

          Quindi come farei ad ESPLODERE?
          Ciao Unicorno,
          c'è qualcosa che non mi torna, un computer per quanto permissivo suona raggiunta una velocità di 15 metri al minuto.
          30 metri di risalita - facendo un calcolo sommario per non far suonare mai il computer - ci vogliono circa più di 2 minuti.

          Una risalita da 30 metri, in espirazione controllata, impiegando un tempo di almeno di 2 minuti (necessari per non far suonare il computer) per me non è un esercizio semplice.
          E' fattibile ? forse da un buon apneista, molto preparato, ma fuori della portata dei subacquei se questi non hanno un esperienza importante nell'apnea.

          Quando ho fatto io l'esame istruttore era ancora previsto, dalla mia didattica, dimostrare di saper fare 15 metri di risalita, in apnea, in espirazione controllata (per evitare la sovradistensione polmonare), esercizio che ho svolto: a -30 m. ci si toglieva l'erogatore e si risaliva fino alla quota di -15 m. dove si riprendeva contatto con l'erogatore.
          Secondo me, forse, hai confuso la quota d'inizio esercizio con la distanza in risalita percorsa.

          Comunque sia la risalita in espirazione controllata ha causato incidenti (sovradistensioni polmonari) tanto che è stata ritenuta troppo pericolosa continuare a richiederla (anche se si tratta di un esame istruttori) cosi è stata tolta.
          Personalmente sulla risalita in espirazione controllata ritengo anch'io che sia un esercizio che presenta più rischi che vantaggi.

          Nella pratica non è una manovra fattibile, la considero al pari della respirazione diretta dalla bombola senza erogatore, in piscina è un gioco da ragazzi, fattibile, nella pratica improponibile.

          Cordialmente
          Rana

          Commenta


          • #20
            No,ti confermo che la risalita si faceva dal fondo a -30 alla superficie.
            Più esattamente era necessario un minuto e quaranta secondi per risalire,perchè il computer ha l'algoritmo Bulhmann e all'inizio della risalita permette velocità più alte,mentre bisogna rallentare via via che si arriva in superficie.
            Sicuramente non è semplice,e all'inizio quasi nessuno ci riusciva,ma alla fine della settimana di corso,praticamente ci si faceva tutti.
            Hai ragione che è stata tolta dall'esame come prova in quanto pericolosa,ma gli istruttori ci avevano detto che quelli che volevano ,potevano comunque allenarsi a farla...e nessuno di noi aveva voluto tirarsi indietro,un pò per curiosità e un pò per fare qualcosa di più per maturare esperienza.
            Ci avevano detto che anni addietro,agli aspiranti istruttori Due Stelle all'esame gli si faceva fare la risalita da 30 metri come noi,con una piccola differenza...prima di lasciare il fondo per risalire LI FACEVANO ESPIRARE!!!
            E francamente quello non mi sentirei di farlo,nemmeno per curiosità...

            Commenta


            • #21
              ....In alternativa (tanto per non farci annoiare) ci facevano fare un'altro tipo di risalita,anche questo non oggetto di esame.
              Fondale -20, inginocchiati sul fondo,GAV completamente vuoto.
              Al segnale dell'Istruttore,si prendeva una bella boccata d'aria,ci si toglieva l'erogatore e si risaliva con le pinne,sempre senza far suonare il computer.
              Arrivati a -5 mt ci si fermava (sempre tenendo l'erogatore in mano),ci si stabilizzava,e si compiva una rotazione di 360° sul posto e si guardava l'istruttore.Solo al suo comando,ci si rimetteva l'erogatore in bocca e si respirava,senza risalire in superficie.
              Ci si impiegava circa 1 minuto e 20" in media,ma quelli più tranquilli anche 1 e 30".

              Commenta


              • #22
                Originariamente inviato da unicorno Visualizza il messaggio
                Immagino che la tua sia una battuta...!
                In Francia ai corsi per il 4° Livello CMAS ci facevano risalire da -30 con l'erogatore in mano,in apnea,e nessuno si è mai fatto nulla,...tra l'altro SENZA far suonare il computer (altrimenti eri bocciato immediatamente) quindi a velocità controllata e relativamente bassa....
                Farne 17 in più,non mi sembra questa gran impresa....tra l'altro,se ben ricordi,dovrebbero averti insegnato a rilasciare aria durante la risalita d'emergenza,quando hai fatto il corso....o no?

                Quindi come farei ad ESPLODERE?
                Confermo, se risali in APNEA esplodi, in espirazione controllata no!
                "Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza!" [Arthur Bloch]
                "Chi semina raccoglie, ma chi raccoglie si china...
                ... e a quel punto è un attimo..." [ignoto]

                Commenta


                • #23
                  Ragazzi non confondiamo 30 metri con 47... 17 metri non è poco ...

                  Ci sono quasi due atmosfere di differenza... !!! Ricordiamo poi che bastan un delta di 6 metri ( 0.6 bar ) per una sovradistensione...

                  Detto questo, c'è da dire che se non esplodi e non finisci l'aria, da -47 cmq hai un bel rischio di PDD...

                  ...

                  Ma poi... Perché uno dovrebbe risalire in apnea???

                  Tonnetto

                  Commenta


                  • #24
                    Visto il film..... Buffonata pazzesca. Scendono con 12/15 litri (a me sembra un 12) e si ritrovano a 47 mt. Oltre alle patologie sparate a caso e alle soste di deco inventate, ad un certo punto arriva la genialità: la sorella esperta dice alla principiante: quanti bar hai? Risposta 80. Ok non ti preoccupare hai ancora 20 min di autonomia :O. Orca boia a 47 mt con 80 bar...con un 12 litri...in stato di forte stress...
                    Rendono la subacquea una buffonata. Ma se vogliono fare un film che si documentino un poco almeno.

                    Commenta

                    Ultimi articoli

                    Comprimi

                     

                    DEEP STOP - la sosta profonda è defunta?

                    DEEP STOP - la sosta profonda è defunta?
                    Ci dobbiamo aspettare un nuovo algoritmo per le decompressioni?...
                     

                    NUOVO FORUM in arrivo

                    Cari Amici,

                    stiamo lavorando per migliorare il FORUM e la prima settimana di Febbraio (contrattempi permettendo!) opereremo un cambiamento...



                     


                    Dan Europe
                     



                     



                     

                    Orange Shark

                    Comprimi

                    Scubaportal su Facebook

                    Comprimi

                    Sto operando...
                    X