Guida immersione - opinioni

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da CGL Visualizza il messaggio


    in automobile c'è l'obbligo di indossare le cinture di sicurezza anche nei sedili posteriori,
    l'autista ha l'obbligo di accertarsi che siano indossate e nel caso contrario di fermarsi.
    L'autista diventa responsabile dell'incolumità del passeggero che non ha indossato la cintura.
    Quante volte saliamo in macchina e le cinture nei sedili posteriori non le allacciamo o se guidiamo non diciamo ai trasportati (amici o famigliari che siano) di indossare la cintura?
    Ovviamente c'è anche chi fa tutto perfettamente,
    però non dobbiamo cadere dalle nuvole se qualcosa va storto,
    non lo sapevo , non mi hanno mai fatto la multa ecc. ecc.
    La domanda che faranno all'autista sarà : perchè non ha fatto allacciare la cintura e ha invece proseguito la corsa?
    Anche li è meglio avere una buona risposta da fornire.

    Quindi tornando a parlare di subacquea,
    l'intervento era per dire che finchè va tutto bene no problem,
    se va male chiedono cosa vi siete detti e cosa non vi siete detti
    non calza, qui c'è in obbligo sancito in maniera specifica da una legge.
    Quale sarebbe la legge che specifica in cosa consiste il briefing di una guida di una didattica non riconosciuta dallo stato?

    Ci sono degli obblighi ogettivi tra chi fornisce il servizio e chi ne usufruisce, ma senza esagerare.
    A mettere in fila le cose che una guida dovrebbe fare, dire, prevedere, immaginare, secondo i partecipanti a questo post, il briefing durerebbe 3 ore, le informative da firmare sarebbe un'enciclopedia e, comunque, il 90% delle volte non si inizierebbe l'immersione per lo starnuto di qualcuno....
    www.bludivecenter.com

    Commenta


    • Questo è il discorso in cui spiegavo perchè secondo me non era necessario una guida firer84
      per il tipo d'immersioni che fa (e ripeto immersioni legittime e che anche ammiro per la voglia di organizzarsi)

      Originariamente inviato da CGL Visualizza il messaggio

      Nel genere di immersione che fai te la guida non serve,
      una qualsiasi immersione la puoi programmare prima , decidere quanto fare di tempo di fondo a che profondità andare , quanto farla durare, cosa vedere se grotta o squali, da che parte stare se c'è già corrente ecc. ecc. , queste sono tutte cose che si trovano in rete e si decidono prima, la spesa della guida è inutile, piuttosto diciamo che ti serve un passaggio in barca per arrivare in un determinato punto.

      Invece penso che generalmente chi fa la guida o anche il barcaiolo (se non è al primo giorno di lavoro) sa esattamente vita morte e miracoli del posto dove va con la barca o a fare immersione ,ovvero sa già dirti se a X metri di profondità c'è corrente forte o debole, da che parte tira in base all'orario, se c'è visibilità, temperatura dell'acqua , più o meno pesci ecc. ecc..
      e difficilmente si sbaglia per questo non è necessario che sia in acqua.

      Quando vado con una guida il pacchetto per me deve essere completo, con tanto di spiegazioni ed eventuali curiosità.

      Diciamo che è come andare a un museo, ci si può andare leggendo (o avendo letto) una guida o andarci con una guida a pagamento, sono due modi diversi di fare la stessa cosa almeno secondo me.
      risposta ricevuta

      Originariamente inviato da cesare Visualizza il messaggio
      cgl esprime sue necessità....mi sento di consigliargli di trattare immersioni con guida dedicata pagando il dovuto . paragonare un'immersione a un giro in un museo dovrebbe essere motivazione per l'immediata radiazione con incenerimento brevetti e iscrizione a corso per clavicembalo tenuto da scuola serale per geometri 8 anni in uno compreso le bocciature.
      ovviamente in maniera garbata ho ribadito il mio punto di vista

      Originariamente inviato da CGL Visualizza il messaggio

      Ognuno ragiona con la propria testa ,
      c'è chi preferisce pagare una guida per cose che sa già fare,
      c'è chi preferisce pagare una guida e poi ascoltarla poco o niente e farsi gli affari propri,
      c'è chi preferisce pagare una guida e ascoltarla e scambiare opinioni consigli e suggerimenti
      c'è la guida che preferisce il cliente che sa già cosa fare,
      c'è la guida che preferisce il cliente che ascolta (poco) e si fa gli affari propri,
      c'è la guida che preferisce parlare con il cliente per scambiare e scambiarsi anche opinioni e consigli.

      Ma probabilmente quando si hanno già delle convinzioni penso che sia anche inutile rispondere in maniera seria

      risposta, qui vedo già che finalmente entriamo nel dettaglio

      Originariamente inviato da cesare Visualizza il messaggio
      io volevo semplicemente precisare che la guida fa la guida. se si pretende che la guida curi la nostra sicurezza, magari con 5 7 10 subbacqui appresso, se uno ha letto i fumetti di superman, sa che anche kent aveva i suoi grossi problemi. la guida è valore aggiunto indubbiamente, nel prima durante e dopo, ma non è superman...e questa mia, rispondendo a cgl, è proprio per la mia consapevolezza di non avere convinzioni, ma semplici esperienze. il mare non è mai un museo, un acquario, non è un ambiente protetto, è mare.
      Se si pretende la sicurezza !!!???
      forse non è chiaro la funzione della guida

      Originariamente inviato da CGL Visualizza il messaggio

      Fare la guida non vuol dire ti porto da A a B e ritorno,

      la guida non è responsabile per l'errore tecnico del sub, se questo afferma di essere un sub e mostra il brevetto (che la guida deve chiedere) ed ha un problema es. la pallonata non c'è responsabilità della guida.

      La guida ha questi compiti verificare il brevetto o l'esperienza certificata del sub,
      organizzare l'immersione seguendo standard operativi ,
      utilizzare mezzi per il trasporto idonei e sicuri per il tipo d'immersione ,
      controllare le condizioni metereologiche,
      controllare il punto d'immersione per il rischio di correnti retti ecc.. ecc..,
      predisporre i mezzi per gestire un eventuale emergenza,
      formare le copie d'immersione,
      fare il briefing per spiegare l'immersione percorso pericoli eventuale presenza di corrente,
      se necessario predisporre fonti d'aria d'emergenza es. la bombola sotto la barca.

      In caso che un subacqueo perda il contatto con il gruppo devono essere già chiare quali sono le procedure per ritrovarsi (normalmente le procedure previste dalle didattiche),
      poi se il sub si è perso perchè è andato per i fatti suoi a farsi un immersione la guida non ha problemi,
      ma se il sub si è perso e non si sono applicate le procedure per la ricerca ...... può diventare un problema per la guida.

      Poi c'è un altro aspetto che non è legale ma è di commercio "domanda e offerta"
      nessuno obbliga una guida a raccontare esempio la storia di un relitto che si sta per andare a vedere( quando è affondato , perchè ecc. ecc.) ma probabilmente se c'è un diving nei dintorni che offre anche questo tipo di servizio "culturale" avrà un diciamo discreto successo.

      Dietro l'immersione dal punto A al punto B è ritorno c'è tanta roba,
      ma sono sicuro che lo sai
      risposta

      Originariamente inviato da cesare Visualizza il messaggio
      vedo (vedo no che finisce che son come bocelli), leggo che non hai capito na pera di quel che ho scritto....colpa mia...mi spiace
      non è un discorso difficile il mio, magari una risposta più argomentata sarebbe utile alla discussione

      Originariamente inviato da CGL Visualizza il messaggio

      Il mio è un discorso chiaro e semplice,
      far passare il messaggio che la guida non ha responsabilità è una cavolata,

      al bar si può raccontare di tutto e di più, sono bravo sono superman ascolto sempre Boccelli ecc. ecc. ecc.

      Se succede la sfiga (che non auguro a nessuno) le domande che pongono alla guida sono sul tipo di quelle che ho scritto io ,
      come mai non c'erà la bombola d'emergenza?
      come mai i mezzi di trasporto non erano idonei?
      come mai non eravate attrezzati per il soccorso?
      come mai avete perso un un subacqueo e non ve ne siete accorti?
      ecc. ecc. ecc.
      e li le chiacchiere stanno a zero, non si è più al bar,
      è meglio avere delle risposte valide da dare.

      Poi si è liberi di continuare a pensare di non avere responabilità e di non essere riuscti a farsi capire.....

      risposta

      Originariamente inviato da cesare Visualizza il messaggio
      cgl, i termini legali li conosco molto bene, ma non si discuteva in quei termini . se vai al museo devi stare attento a dove fai pipi, se pisci nell'orinatoio di duchamp ti legano.........
      Mah!!! con affermazioni tipo "se si pretende che la guida curi la nostra sicurezza"
      permettimi che qualche dubbio l'ho avuto,
      certo se hai fatto un corso serale di clavicembalo per recuperare direi che i dubbi sono risolti.

      Commenta


      • Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio

        non calza, qui c'è in obbligo sancito in maniera specifica da una legge.
        Quale sarebbe la legge che specifica in cosa consiste il briefing di una guida di una didattica non riconosciuta dallo stato?

        Ci sono degli obblighi ogettivi tra chi fornisce il servizio e chi ne usufruisce, ma senza esagerare.
        A mettere in fila le cose che una guida dovrebbe fare, dire, prevedere, immaginare, secondo i partecipanti a questo post, il briefing durerebbe 3 ore, le informative da firmare sarebbe un'enciclopedia e, comunque, il 90% delle volte non si inizierebbe l'immersione per lo starnuto di qualcuno....
        La legge che tu conosci sicuramente ,ma che in questo momento ti è sfuggita, riguarda "il lavoro eseguito a regola d'arte" e tutte le sue derivazioni ,
        in sintesi chi fa un lavoro o è un prestatore d'opera deve lavorare con criterio e sicurezza, su tutto,
        si va dal gommista che non ti deve montare la gomma sbagliata,
        al muratore che deve mettere il cemento nel muro e non della gomma da masticare (ovvio è una battuta questa per rendere l'idea) o nel caso di un subacqueo esempio facile,
        si parte in 10 e bisogna tornare in 10 non ci si può scordare una persona in mezzo al mare.
        Quindi quando programmi un immersione (stesso discorso per una gita in montagna) devi fornire tutte le informazioni necessarie e il modo di comportarsi in caso che succeda il problema A o B o C ecc. ecc.

        La cosa viene fatta in tutti i diving perchè ovviamente chi lavora nel settore sa cosa fare e per prima cosa non è un irresponsabile (e su questo non ho dubbi).
        Concordo con te quando dici ci vorrebbero 3 ore per un briefing e le altre problematiche che indicavi,
        ma attualmente le leggi in vigore sono queste ,
        come l'esempio che citavo prima delle cinture di sicurezza in auto ,
        nessuno (o quasi nessuno) ti dice di metterla ma dovrebbe farlo e si assume la responsabilità per quello che ha fatto o non ha fatto

        Commenta


        • Originariamente inviato da CGL Visualizza il messaggio

          La legge che tu conosci sicuramente ,ma che in questo momento ti è sfuggita, riguarda "il lavoro eseguito a regola d'arte" e tutte le sue derivazioni ,
          in sintesi chi fa un lavoro o è un prestatore d'opera deve lavorare con criterio e sicurezza, su tutto,
          si va dal gommista che non ti deve montare la gomma sbagliata,
          al muratore che deve mettere il cemento nel muro e non della gomma da masticare (ovvio è una battuta questa per rendere l'idea) o nel caso di un subacqueo esempio facile,
          si parte in 10 e bisogna tornare in 10 non ci si può scordare una persona in mezzo al mare.
          Quindi quando programmi un immersione (stesso discorso per una gita in montagna) devi fornire tutte le informazioni necessarie e il modo di comportarsi in caso che succeda il problema A o B o C ecc. ecc.

          La cosa viene fatta in tutti i diving perchè ovviamente chi lavora nel settore sa cosa fare e per prima cosa non è un irresponsabile (e su questo non ho dubbi).
          Concordo con te quando dici ci vorrebbero 3 ore per un briefing e le altre problematiche che indicavi,
          ma attualmente le leggi in vigore sono queste ,
          come l'esempio che citavo prima delle cinture di sicurezza in auto ,
          nessuno (o quasi nessuno) ti dice di metterla ma dovrebbe farlo e si assume la responsabilità per quello che ha fatto o non ha fatto
          non mi è sfuggita, infatti ho precisato che "ci sono obblighi tra chi fornisce un servizio e chi ne usufruisce".

          temo che ciò che sfugge è il limite tra ciò che deve essere detto, ciò che è meglio sia detto e ciò che sta al sub sapere:
          Se un sub brevettato entra in acqua con la bombola chiusa commette un errore che è suo, di nessun altro.
          Se vedo un sub eccessivamente zavorrato glielo faccio notare, ma non posso sindacare più di tanto (salvo sia oltre il limite del pericoloso).
          Se si entra in acqua e ci sono 3 nodi di corrente, sta a alla guida verificarlo e solo a lei.

          Le procedure di emergenza prendono si e no 1 minuto di briefing.

          Le psicosi, le paure inconscie, le carenze conscie o sub-conscie vengono sublimate nella guida che pensiamo capace di prevederle tutte, ci aspettiamo che le metta al centro dell'attenzione.
          Ma da qui ad essere un obbligo ce ne passa.
          Se un sub non è in grado di leggere il manometro, il computer, mantenere un assetto degno di questo nome, non ha o non sa usare un SBM, non è la guida a non aver fatto un "lavoro a regola d'arte".

          Se mi paghi come istruttore faccio l'istruttore, se mi paghi come guida faccio la guida, se mi paghi come guida privata faccio la mamma chioccia.

          Questa semplice, ma non così evidente differenza, sfugge a quasi tutti i sub.
          www.bludivecenter.com

          Commenta


          • Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio

            Se un sub non è in grado di leggere il manometro, il computer, mantenere un assetto degno di questo nome, non ha o non sa usare un SBM, non è la guida a non aver fatto un "lavoro a regola d'arte".

            ​​​​​
            Mi hai ricordato un'aneddoto: in un tuffo notturno abbastanza al limite della curva, questo sub, che durante il tuffo amava raschiare il fondo(mi ricordo che lo guardavo con la coda dell'occhio), a fine immersione riemerse ed il suo computer inizio a suonare come un matto, allorché chiese alla guida: cosa vuol dire "cinque zero cinque" (505)???

            Preciso che la guida aveva fatto un buon briefing precisando la possibilità di accumulare deco....e se fosse successo di smaltirla in tutta calma...

            Immagina la pioggia di santini per avviare tutte le procedure del caso, ricompressione, ossigeno etc...

            Il motivo per cui riemerse fu che gli altri suoi amici stavano riemegendo...

            Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio
            Se mi paghi come istruttore faccio l'istruttore, se mi paghi come guida faccio la guida, se mi paghi come guida privata faccio la mamma chioccia.

            Questa semplice, ma non così evidente differenza, sfugge a quasi tutti i sub.
            la penso come te, ma purtroppo tanti sub si immergono talmente poco spesso che senza la figura di una guida che li coccoli come il loro istruttore forse non metterebbero più il naso sott'acqua...

            Inoltre, forse alcune colpe vanno trovate anche in alcuni istruttori che non sono stati capaci di creare sub indipendenti.
            Ultima modifica di Tonnetto; 01-08-2020, 16:16.
            YouTube

            Commenta


            • cgl, senza alcuna nota polemica, peraltro nei miei precedenti non vi era traccia polemica, credo risalti la tua poca, ad oggi, conoscenza della dinamica di un'immersione subacquea. credo quindi che quale interlocutore in una discussione dove vengono coinvolte figure professionali, tu debba affrontare la discussione consapevole del bagaglio di esperienza che tutti ci portiamo appresso. non è un difetto, ma un semplice dato di fatto, che tu non abbia molta esperienza. quindi credo sia per te un po' prematuro stilare il decalogo della guida subacquea. la subacquea è passione, non un batuffolo di cotone inzuppato d'alcool per disinfettare una ferita. la passione necessita dedizione soprattutto intellettuale. vedi di proseguire il tuo percorso formativo, qualora la passione ti avvolga, ponendoti con maggiore attenzione alle dinamiche che intervengono nel momento in cui mettiamo il musetto in acqua e scendiamo. l'ambiente non è il nostro e quindi le procedure terrene hanno poca o nulla valenza in acqua.
              ......lasciami l'orgoglio di essere solo un uomo...

              Commenta


              • Non so se sia coccolare o meno la gente, ma quando accompagno qualcuno lo voglio a proprio agio e consapevole che, compatibilmente con le incognite delle varie situazioni, è al sicuro.Io vorrei poter sempre aiutare tutti, tenere d'occhio 10 manometri con un'occhiata, mostrare solo pesci grossi in almeno 50m di visibilità. Purtroppo, nella realtà, bisogna rinunciare a qualcosa. Lasciando perdere le condizioni ambientali o i pesci: se so di poter contare su un barcaiolo capace, mi vesto ed entro per primo (anche per fare spazio), mettendomi a portata della gente che salta in acqua per risolvere i tipici inconvenienti (eventuali gav sgonfi, erogatori in continua, ecc.) e dare un'ultima occhiata prima di iniziare l'immersione.
                Se il barcaiolo non mi convince, prima aiuto la gente a vestirsi ed entrare, e poi entro io; un'occhiata gliela do dalla superficie. In questo caso, raccomando sempre di portarsi alla cima di discesa e aspettarmi lì.

                Commenta

                Riguardo all'autore

                Comprimi

                evilmonkey93 Per saperne di più su evilmonkey93

                Statistiche comunità

                Comprimi

                Attualmente sono connessi 60 utenti. 3 utenti e 57 ospiti.

                Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 05:32 il 14-01-2020.

                Scubaportal su Facebook

                Comprimi

                Sto operando...
                X