Sub Bracconieri .

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Sub Bracconieri .


    „Un sub di Brindisi è stato sorpreso con cinque chili di datteri di mare, appena terminata l'immersione nei pressi di Punta Riso, ed è stato denunciato per asportazione di specie marine protette per i quali ne è totalmente vietata la cattura, detenzione e commercializzazione oltre che di danneggiamento della struttura rocciosa coralligena della scogliera interessata e deturpamento di bellezze naturali.

    Subito dopo il sequestro, sono stati rigettati in mare


    „Sempre all’interno del porto di Brindisi, i militari hanno proceduto alla contestazione di illecito amministrativo per un ammontare tremila euro ad un pescatore sportivo subacqueo che aveva praticato tale tipo di pesca con l’ausilio di apparecchio autorespiratore in zona vietata; l’attrezzatura ed il prodotto ittico consistente in frutti di mare sono stati sequestrati“
    Il brindisino, 48 anni, accusato di asportazione di specie marine protette, danneggiamento della struttura rocciosa coralligena
    nello

  • #2
    "In data 21/10/2017, al sequestro di ulteriori Kg. 8,250 di datteri, celati all’interno dell’abitacolo di un’autovettura, sempre a Taranto, in località Viale Unità d’Italia con il conseguente deferimento all’autorità giudiziaria degli autori delle violazioni.
    La pesca del dattero oltre ad essere vietata in quanto specie protetta è perseguita per gli ingenti danni che causa all’ecosistema marino. Molti ignorano gli incalcolabili danni ambientali che tale attività di pesca crea sul fondale roccioso, in quanto per prelevare i datteri è necessario frantumare la roccia in cui il bivalve vive nascosto. Il danno ambientale così prodotto è talmente invasivo che per il rispristino delle zone costiere danneggiate e deturpate sono necessari decenni."
    Nell’ambito di una più vasta azione di controllo relativa alla tutela dell’ambiente marino e alla repressione della pesca illegale, si è svolta nei giorni scorsi un’operazione del nucleo di polizia ambientale della Direzione Marittima di Bari che ha portato, in data 18/10/2017, al sequestro di 3 Kg
    nello

    Commenta


    • #3
      "Insospettiti dalla presenze di bolle d’aria a pelo d’acqua, che lasciavano intuire la presenza di subacquei, i militari si sono avvicinati alla costa molto lentamente, fino a individuare e recuperare a qualche metro di profondità un retino contenente il prezioso mollusco. Il tutto, sicuramente abbandonato in tutta fretta dal subacqueo accortosi dell’arrivo dei militari, era stato occultato nella speranza di poterlo recuperare successivamente. "
      http://www.monopolilive.com/news/cro...atteri-di-mare
      nello

      Commenta


      • #4
        Qui, stavolta, ha funzionato il controllo, ma tutti sappiamo che vengono serviti nei menu di alcuni ristoranti, senza che accada nulla. é una questione di educazione generale: delle popolazioni quanto delle forze dell'ordine, di superficie.
        BLOG
        https://claudiodimanaoblog.blogspot.com/

        Commenta


        • #5
          "La guardia costiera di Cagliari ha sanzionato tre pescatori subacquei sportivi che nel tratto di mare antistante i comuni di Sarroch e Capoterra esercitavano la pesca del riccio in violazione della normativa di settore recentemente emanata dalla Regione

          Nello specifico i contravventori, due pescatori quartesi e un cagliaritano, oltre a svolgere la pesca in una giornata non consentita (come noto agli sportivi è consentito solo nelle giornate di sabato domenica e festivi), utilizzavano gli apparecchi di respirazione.
          Ammontano a 3000 euro le sanzioni comminate per le violazioni riscontrate, oltre al sequestro delle attrezzature utilizzate (bombole, pinne, maschere) e del pescato, circa 500 ricci ancora vivi che successivamente sono stati rigettati in mare dagli equipaggi delle motovedette."

          nello

          Commenta


          • #6
            In azione personale della Squadra nautica della polizia della Questura di Lecce, che hanno notato il sub nelle acque di Gallipoli. Fermato a terra, insieme a due complici.
            Sopresi a pescare illegalmente nelle acque di Gallipoli: finiscono nei guai in tre. Nella mattinata di ieri, infatti, in località Li Foggi, personale della Squadra nautica della Questura di Lecce ha notato una piccola imbarcazione sotto costa, regolarmente ancorata, senza nessuno a bordo. Utilizzando un binocolo in dotazione, gli agenti hanno dato uno sguardo più accurato notando affiorare dall’acqua, in direzione della prua della stessa imbarcazione, delle bolle d’aria che facevano intuire che vi fosse un sub in immersione.
            Gli agenti si appostavano finchè alle ore 14:45 circa il sub emergeva, salendo a bordo del natante, munito di muta e monobombola che teneva sulle spalle, con in mano una sacca di colore scuro. Successivamente gli agenti notavano che il sub versava il contenuto della sacca in un secchio, e dopo aver tirato l’ancora e acceso il motore, navigava in direzione Gallipoli. Gli agenti lo hanno subito inseguito da terra, senza mai perdere di vista l’imbarcazione.
            Giunto nei pressi di Lido San Giovanni, il sub, con il pescato, si avvicinava verso la propria autovettura dove vi erano due persone ad attenderlo. Prontamente i poliziotti lo hanno identificato ed hanno constato che all’interno del secchio in possesso del sub vi erano numerosi molluschi lamellibranchi bivalvi privati della struttura bivalva, appartenente alla specie “Pinna Nobilis” comunemente dette (cozze Penne) di cui è vietata la pesca, la detenzione e il commercio.
            Al sub in questione, un 55enne gallipolino, sono state sequestrate le bombole, l’erogatore e lo stesso è stato denunciato per pesca illegale di specie protetta, mentre gli altri due individui sono stati denunciati, in concorso tra loro, per detenzione illegale di pescato.
            http://www.leccesette.it/dettaglio.a...1037&id_rub=58
            nello

            Commenta


            • #7
              Oggi la pattuglia della Capitaneria di Porto di Siracusa è stata avvisata dall’ente gestore dell’area marina protetta del Plemmirio della presenza di un sub in attività all’interno della zona C, a “Punta della Mola”.
              I militari individuavano il sub che veniva identificato per la successiva segnalazione all’autorità giudiziaria e procedevano a sequestrare l’attrezzatura utilizzata per la pesca e circa 350 ricci di mare. I prodotti, ancora vivi, venivano rigettati in acqua mediante l’ausilio di un’unità navale. All’interno dell’area marina protetta ogni attività di pesca subacquea è espressamente vietata.
              http://www.siracusanews.it/siracusa-...ibuttati-mare/
              nello

              Commenta


              • #8
                Stamattina, nel tratto stradale compreso tra Cirò Marina e Torre Melissa, il personale della Capitaneria di Porto ha sequestrato del bianchetto che era sistemato in alcune cassette di polistirolo. Durante un controllo il personale della Guardia costiera ha infatti fermato il veicolo e ha fatto una perquisizione. Al conducente è stata fatta una multa di 5000 euro. I rilievi igienico alimentari dei veterinari dell’Asp hanno indicato l’idoneità al consumo del prodotto che quindi è stato devoluto ad enti caritatevoli. La Guardia Costiera, nell’ambito dello stesso servizio volto a contrastare la pesca illegale, ha sequestrato invece trenta nasse collocate alla foce del fiume Neto. http://www.cn24tv.it/news/170004/pes...5000-euro.html
                nello

                Commenta


                • #9
                  Tarquinia – La guardia di finanza di Civitavecchia ha sequestrato e reinmesso in mare 6mila ricci di mare. Il fatto è avvenuto nei giorni scorsi: nonostante le condizioni proibitive del tempo, nel tratto di costa a nord del litorale romano, nelle acque vicine al comune di Tarquinia, i militari hanno colto in flagrante due sub di origine pugliese che, muniti di tutta l’attrezzatura, compresi gli autorespiratori, stavano raccogliendo abusivamente centinai di echinodermi.
                  Come noto il limite massimo previsto dalla vigente normativa è di cinquanta ricci di mare per singolo pescatore: ai due sub sono state quindi sequestrate le attrezzature utilizzate per l’immersione e sono state contestate le violazioni. Le multe, pari a 4000 euro per ognuno dei due trasgressori, fanno riferimento al reato di pesca di frodo.
                  https://www.ilfaroonline.it/2018/03/...i-mare/209692/

                  nello

                  Commenta


                  • #10
                    Purtroppo le sanzioni sono troppo basse per demotivare il bracconaggio, così come in controlli sono troppo poco frequenti a causa della scarsità di personale e risorse da parte delle capitanerie di porto e/o della guardia costiera....
                    YouTube

                    Commenta


                    • #11
                      Dattero_Tasso_Crescita.jpg
                      un Dattero di mare ci mette 25 anni per raggiungere i 7 cm di lunghezza...un piatto di datteri con pasta equivale a desertificare 2 metri quadri di scogliera più o meno.
                      Ultima modifica di Subacqueodisuperficie; 28-10-2018, 18:00.

                      Commenta


                      • #12
                        Santa Marinella, sequestrati 3mila ricci di mare: multati due sub

                        https://www.ilfaroonline.it/2019/02/...ue-sub/260331/

                        Pescati illegalmente oltre mille ricci: sequestro ad Alghero, due sub multati

                        https://www.sardiniapost.it/cronaca/...e-sub-multati/
                        nello

                        Commenta


                        • #13
                          Aveva pescato illegalmente 800 ricci di mare: sub sanzionato di 4.000 euro dalla guardia costiera

                          https://corrierediragusa.it/cronaca/...ardia-costiera
                          nello

                          Commenta

                          Riguardo all'autore

                          Comprimi

                          nello Per saperne di più su nello

                          Statistiche comunità

                          Comprimi

                          Attualmente sono connessi 59 utenti. 5 utenti e 54 ospiti.

                          Il massimo degli utenti connessi: 206 alle 20:35 il 07-09-2018.

                          Scubaportal su Facebook

                          Comprimi

                          Sto operando...
                          X