Pinne o pale da apnea

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Originariamente inviato da Livio Cortese Visualizza il messaggio
    ....ma intanto oggi c'imbeviamo di GUE, DIR e WKPP per la furbizia commerciale di quegli ambienti...e le mode crescono.
    Anche tu non scherzi....
    Fabrizio

    Commenta


    • #32
      Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio



      Scusami, con il massimo rispetto ma come fai a sostenere che le pinne lunghe richiedono meno sforzo delle plana avanti 4 ?
      Su che base di elementi reali e dimostrabili puoi affermare questo ?
      Una tale affermazione senza nessuna spiegazione del perché è, concedimelo, un pochino bizzarra, senza spiegazione, butta li cosi, siamo nel campo delle "leggende metropolitane".


      Certo che con le pinne lunghe si fanno anche ripetute a "stop and go" ma questi sono esercizi di allenamento e non certo una dimostrazione che le pinne lunghe spingono al massimo sin dalla prima falcata.




      Rana
      Ma secondo te perché ho preso come esempio le plana avanti 4??? Perché le ho usate e le conosco bene, quindi le posso confrontare con le mie pinne attuali. Ti pare bizzarro...???


      Il "push and slide" non è un esercizio d'allenamento, ma una tecnica di pinneggiata che si usa nell'apnea dinamica.

      Appena ci incontriamo facciamo la gara di accelerazione, anche se non ho capito bene a cosa serva....
      Fabrizio

      Commenta


      • #33
        Ciao Baldinotti.

        Originariamente inviato da baldinotti Visualizza il messaggio
        Ma secondo te perché ho preso come esempio le plana avanti 4??? Perché le ho usate e le conosco bene, quindi le posso confrontare con le mie pinne attuali. Ti pare bizzarro...???
        E ....
        Scusami ma secondo te io non ho le plana avanti 4 ?
        ​Non le ho usate ?
        Non le conosco ?
        Secondo te io non ho mai messo ai piedi un paio di pinne d'apnea ?

        Io non ho riscontrato quanto affermi tu, attingendo comunque a un esperienza mia personale pratica.

        Ora probabilmente non capisco nulla ma concedimi il beneficio di essere una persona onesta intellettualmente, parlo per esperienza, se sbaglio lo faccio in buona fede, ma quanto affermi non trova riscontro nella mia esperienza.

        Originariamente inviato da baldinotti Visualizza il messaggio
        Il "push and slide" non è un esercizio d'allenamento, ma una tecnica di pinneggiata che si usa nell'apnea dinamica.
        Io pensavo fossero ripetute "stop and go" di allenamento.
        Tu mi dici che è una tecnica di pinneggiata.
        Ammetto serenamente di non conoscerla e ammetto di essere curioso di capire.
        Me la puoi spiegare ?
        Grazie per l'eventuale risposta.

        Originariamente inviato da baldinotti Visualizza il messaggio
        Appena ci incontriamo facciamo la gara di accelerazione, anche se non ho capito bene a cosa serva....
        Guarda non ci sono problemi.
        Non lo dico tanto per dire ma, credimi, parli con uno che non si è mai nascosto o rifiutato di confrontarsi.
        Se avremo occasione, al di la del risultato sarà per me un onore, per prima cosa conoscerti, per seconda dar vita con te a dei test per capire insieme dove le nostre posizioni divergono.

        La prova che ti ho proposto verte a dimostrare che le pinne d'apnea spingono ma la spinta cresce con il crescere del numero di pinneggiate consecutive.
        Mentre le pinne da ara rigide, corte e larghe offrono una spinta molto più immediata anche se poi non sono in grado di crescere, più di tanto in spinta, nelle successive falcate.
        Dato che con le bombole ci si sposta di poco e sovente e ci si trova a spostarsi da fermo, le pinne da ara offrono una spinta più pronta.

        Cordialmente
        Rana

        Commenta


        • #34
          Prepariamo le birre per la prova di accelerazione ....
          Paolo

          Commenta


          • #35
            L'unico video che ho trovato per capire la tecnica del push and slide è questo:

            https://youtu.be/Iztne9k2KYU


            Fabrizio

            Commenta


            • #36
              Originariamente inviato da baldinotti Visualizza il messaggio
              L'unico video che ho trovato per capire la tecnica del push and slide è questo:

              https://youtu.be/Iztne9k2KYU

              ​Grazie Baldinotti.
              Nel video si vede una pinneggiata a dir poco perfetta, simmetrica, in linea da invidia

              Premesso questo mi permetto di farti notare che in questa tecnica (correggimi se sbaglio) si alternano falcate a momenti in cui non si pinneggia e si sfrutta la spinta ricevuta - rimanendo sempre in movimento.
              Questa è una sostanziale differenza con lo "stop and go", nel video l'apneista non si ferma pinneggia, interrompe solo la pinneggiata continuando ad avanzare e riprende la pinneggiata, nello "stop and go" ci si ferma del tutto, avanzo, mi fermo, riprendo ad avanzare, mi fermo e via cosi.

              Questa a mio avviso non è una differenza da poco, anzi è sostanziale.

              Immagina di eseguire uno "stop and go" con in più un'attrezzatura completa da ara l'effetto inerzia viene amplificato, ma immagina il fatto stesso di vedere il soggetto nel video indossare un gruppo ara.
              Il peggioramento idrodinamico che ne segue renderebbe a mio avviso del tutto inutile la tecnica che esegue e che trova nella perfetta idrodinamicità lo scopo stesso.

              Le pinne in carbonio flettono ed hanno un magnifico ritorno elastico ma se devono spingere un subacqueo con muta stagna e gruppo ara sono farfalle attaccate a un TIR.

              Le pinne nel video, usate da questo apneista in maniera eccelsa - penso che siano effettivamente più morbide delle plana avanti quattro ma nel mondo ara sono troppo morbide.
              Con le bombole non si lavora con il ritorno elastico ma con una spinta data da una pala rigida che sia in grado di iniziare il movimento da fermo in maniera più intensa di quello che possono fare le pinne d'apnea nel video.

              Spero di essermi spiegato.

              Cordialmente
              Rana

              Commenta


              • #37
                Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio



                Le pinne in carbonio flettono ed hanno un magnifico ritorno elastico ma se devono spingere un subacqueo con muta stagna e gruppo ara sono farfalle attaccate a un TIR.

                Le pinne nel video, usate da questo apneista in maniera eccelsa - penso che siano effettivamente più morbide delle plana avanti quattro ma nel mondo ara sono troppo morbide.
                Io utilizzo delle loro pinne (Cetma) in carbonio. Spingono senza problemi un sub con ara, basta scegliere la giusta durezza della pala.
                Fabrizio

                Commenta


                • #38
                  Originariamente inviato da baldinotti Visualizza il messaggio
                  Io utilizzo delle loro pinne (Cetma) in carbonio. Spingono senza problemi un sub con ara, basta scegliere la giusta durezza della pala.
                  Senza polemica, Baldinotti leggo con interesse i tuoi commenti e mi piace discutere.
                  ​Questo non vuol dire che sono polemico o che voglio imporre le mie opinioni, sia chiaro

                  Non discuto che spingono un subacqueo con le bombole, mi chiedo se la spinta è efficiente ? mi chiedo se nel modo di muoversi di un bombolaro queste sono la scelta migliore ? mi chiedo se altre pinne magari più rozze possono avere un risultato più adatto ai movimenti stessi di un sub con le bombole che non sono movimenti analoghi a un apneista.

                  Per te spingono in maniera superiore.
                  Ne prendo atto, accetto perfino il fatto che potresti avere ragione ma al momento io non ne sono convinto per i motivi che ti ho spiegato o che almeno ho cercato di spiegare.

                  La durezza della pala non è un parametro che tutti possono adattare al contesto.
                  Se opto per una pinna lunga dura ma non ho le gambe e la tecnica per sostenerle il risultato che ottengo, nella migliore delle ipotesi è mediocre.

                  Tecnica posseduta, forza muscolare, tipo di pinneggiate da eseguire sono variabili che non sempre vedono le pinne d'apnea a pala lunga la scelta migliore.
                  Sicuramente nell'apnea ma con le bombole pochi contesti e poche persone sono in grado di dar vita a un binomio efficiente.

                  Quindi accetto che ognuno deve fare le sue scelte ed esperienze, accetto che ci siano contesti in cui l'uso delle pinne lunghe è interessante ma qui fermiamoci altrimenti per me si eccede.

                  Cordialmente
                  Rana

                  Commenta


                  • #39
                    Di pinne da apnea ne ho giusto un paio e a me vanno bene le Sporasub Kelp. Sono pinne "dure". Il consiglio che hanno dato a me (sono al primo corso di apnea) è di comprare inizialmente delle pinne "dure" o "medie" di plastica. A parte il costo e altre questioni sono più adatte (così hanno detto a me e mi fido) ad imparare la tecnica dell'apnea, poi dopo se vuoi passi ad altro. Altro consiglio che mi hanno dato è comprare i calzari insieme alle pinne perché in teoria tutti i calzari potrebbero andar bene, in pratica no, e quindi comprando insieme calzari e pinne ti togli il problema e controlli che entrambi vadano bene in accoppiata fin da subito. Intervento abbastanza terra terra rispetto a quelli sopra...

                    Commenta


                    • #40
                      Ciao Sbiriguda.

                      Originariamente inviato da Sbiriguda Visualizza il messaggio
                      Di pinne da apnea ne ho giusto un paio e a me vanno bene le Sporasub Kelp. Sono pinne "dure". Il consiglio che hanno dato a me (sono al primo corso di apnea) è di comprare inizialmente delle pinne "dure" o "medie" di plastica.
                      Senza offesa, sono un istruttore di apnea senza tante pretese ma credimi è la prima volta che sento consigliare a chi è all'inizio di acquistare pale "dure" o "medie".

                      Ho partecipato a vari stage ma credimi non ho mai sentito dare un tale consiglio.

                      Ho sempre e solo sentito dire tassativamente che, soprattutto per chi è all'inizio è fondamentale comprare una pala "morbida" ripeto: morbida.

                      Sei sicuro di non esserti sbagliato a scrivere e/o di non aver capito male.
                      Puoi per cortesia, se non hai capito male, riportare questo mio commento al tuo istruttore.

                      Senza polemica mi piacerebbe avere con lui un confronto in tal senso.

                      Originariamente inviato da Sbiriguda Visualizza il messaggio
                      A parte il costo e altre questioni sono più adatte (così hanno detto a me e mi fido) ad imparare la tecnica dell'apnea, poi dopo se vuoi passi ad altro..
                      Sono le pale morbide che meglio permettono d'imparare la corretta tecnica.

                      Originariamente inviato da Sbiriguda Visualizza il messaggio
                      Altro consiglio che mi hanno dato è comprare i calzari insieme alle pinne perché in teoria tutti i calzari potrebbero andar bene, in pratica no, e quindi comprando insieme calzari e pinne ti togli il problema e controlli che entrambi vadano bene in accoppiata fin da subito.
                      Diciamo che all'atto dell'acquisto quando si prova la calzata e si verifica il numero esatto di scarpetta da prendere, la prova va fatta con un calzare di neoprene in genere 3 mm.

                      Sbiriguda senza offesa credimi non voglio fare polemica, probabilmente ti sei sbagliato a scrivere.

                      Cordialmente
                      Rana

                      Commenta


                      • #41
                        Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio
                        Ciao Sbiriguda.
                        Senza offesa, sono un istruttore di apnea senza tante pretese ma credimi è la prima volta che sento consigliare a chi è all'inizio di acquistare pale "dure" o "medie".
                        Hai perfettamente ragione Rana, e mi scuso, avevo intenzione di dire proprio l'opposto. Infatti le Sporasub Kelp sono pinne morbide e quindi più adatte a chi non ha ancora abbastanza potenza muscolare e tecnica per usare quelle dure. Non so perché mi è uscito di dire che sono dure probabilmente ho visto il primo post di chi ha aperto la discussione che deve appena iniziare e parlava di pinne dure e ho riportato la stessa cosa sovrappensiero. Ovviamente al corso mi avevano consigliato di prendere pinne morbide, e specificando che di alcune marche tipo Mares o Cressi dello stesso modello di pinne può esistere la versione morbida e versione dura, e come principiante va scelta sempre la versione morbida

                        Mi scuso per il lapsus

                        Commenta


                        • #42
                          Originariamente inviato da Sbiriguda Visualizza il messaggio
                          ..... avevo intenzione di dire proprio l'opposto....
                          Ciao Sbiriguda.
                          Grazie per la cortese risposta.
                          Non ti scusare ci mancherebbe, anche a me capita di scrivere erroneamente


                          Cordialmente
                          Rana

                          Commenta

                          Riguardo all'autore

                          Comprimi

                          Livio Cortese Per saperne di più su Livio Cortese

                          Statistiche comunità

                          Comprimi

                          Attualmente sono connessi 56 utenti. 7 utenti e 49 ospiti.

                          Il massimo degli utenti connessi: 206 alle 20:35 il 07-09-2018.

                          Scubaportal su Facebook

                          Comprimi

                          Sto operando...
                          X