Esplode compressore a Quartu

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Esplode compressore a Quartu

    Nell'articolo si parla del sub in condizioni gravissime, in realtà, dalla pagina facebook del sub la situazione non è quella: ha ustioni ma è cosciente e non ha mai perso conoscenza.


    https://www.sardiniapost.it/cronaca/...ub-gravissimo/

  • #2
    nelle foto si vede qualcosa di bruciato su un bancale... per chi si intende di compressori che cosa è?

    Commenta


    • #3
      Un pezzo di un booster?
      www.filoariannadive.com

      Commenta


      • #4
        Su facebook ho letto booster. Io ci sono stato, la sala compressori è dentro una specie di conteiner di lamierina, fosse saltata una bombola lo avrebbe sbaraccato secondo me, e poi se fosse stata esplosione di aria compressa perché fiamme? Il povero malcapitato ha avuto ustioni, secondo me ossigeno...... capita un grande in bocca al lupo

        Commenta


        • #5
          Beh, sì, se c'era un booster non era certamente per l'aria.
          www.filoariannadive.com

          Commenta


          • #6
            Ovviamente ... il " booster " per l'aria è il compressore stesso , i booster si usano per l'ossigeno e l'elio e tra i due quello più propenso a "infiammarsi" non è certo l'elio

            Commenta


            • #7
              Effettivamente mi stavo arrovellando la testa per capire come un normale compressore per l'aria potesse esplodere in una fiammata.

              ​Ora che avete fatto notare la presenza di un "booster" appare evidente il responsabile dell'esplosione: l'ossigeno, se c'è un booster ci sono anche bomboloni di O2.

              Mi chiedo cosa possa essere effettivamente esploso ? se il "booster" stesso usato per elevare la pressione dell'ossigeno nelle bombole di stoccaggio e permettere di usare tutto l'ossigeno in esse contenute, o il compressore stesso.

              Chissà se per un errore della persona che azionava i macchinari sia stato immesso ossigeno puro direttamente nel compressore ad aria, immagino cosa possa essere successo quando l'ossigeno è entrato nei pistoni di compressone, mescolandosi alle piccole goccioline di lubrificante (combustibile) ... per poi passare di stadio in stadio elevando pressione e temperatura, una volta giunto nel filtro centrifuga ecco confezionata una "bomba".

              E' secondo voi cosi improbabile che ad esplodere non sia stato il booster ma il compressore stesso perché alimentato con O2 al 100% ?
              Ammetto di non avere nozioni precise su come funziona una centrale di ricarica per questo chiedo se è plausibile un tale errore ?

              Il booster mi appare strano (ma correggetemi non ne ho mai visto uno dal vero pe cui sto solo speculando con la mente e la fantasia) in quanto dovrebbe essere fatto apposta per lavorare con O2 e la compressione avviene lentamente, inoltre dove può aver preso il combustibile necessario alla deflagrazione ? in uno strumento "oil free", ma forse sbaglio.

              Cordialmente
              Rana

              Commenta


              • #8
                Un amico che ce l'ha, guardando la foto, mi ha detto che "risulta evidente l’esplosione del cilindro slave del booster"
                Non chiedetemi cosa sia 😉
                Per fortuna in Italia c'è ancora qualcuno che punta sui giovani... LE MILF [cit.]

                Commenta


                • #9
                  reato e pirla di turno, certo conosco bene l'utilizzo del booster, forse mi sono espresso male, la mia affermazione secondo me ossigeno, era a conferma che il problema è stato sul booster pertanto l'ossigeno era incriminato e non il compressore.

                  Commenta


                  • #10
                    Ciao RANA mi sento di escludere che il compressore sia stato collegato al booster. Al compressore viene collegata la centralina tramite l'aspirazione esterna, la centralina prende ossigeno, nel caso elio, e la miscela con l'aria ambiente, il premiscelato viene immesso nel compressore che lo comprime nelle bombole. Il booster viene utilizzato per caricare le bombole deco di O2 puro, oppure per fare le miscele non con la centralina ma con il metodo del travaso, se per esempio partendo da 0 devo fare un 18/45, e ho i bomboli dei gas puri bassi, travaso le pressioni parziali di elio e di ossigeno aiutandomi con il booster e alla fine raggiungo la pressione finale con il compressore. Secondo me o potrebbe essersi contaminata qualche bombola nel quale stavano travasando oppure si è contaminata la frusta che collega il bombolone di O2 al booster, quando il booster ha compresso O2 contaminato potrebbe essere saltato. Comunque queste sono solo ipotesi al limite delle illazioni. È stato un incidente, evitabile? Forse si forse no, l'ossigeno è un gas pericolo, e tenere tutti i componenti oil free non è semplice, soprattutto le bombole dei clienti.

                    Commenta


                    • #11
                      Ciao Mercurio90 grazie per le risposte.
                      ​Ne approfitto e ti descrivo i miei dubbi, ovviamente a te smentirli.

                      Originariamente inviato da Mercurio90 Visualizza il messaggio
                      Ciao RANA mi sento di escludere che il compressore sia stato collegato al booster. Al compressore viene collegata la centralina tramite l'aspirazione esterna, la centralina prende ossigeno, nel caso elio, e la miscela con l'aria ambiente, il premiscelato viene immesso nel compressore che lo comprime nelle bombole.
                      Ero al corrente di come funziona una centralina ma avranno avuto la centralina ?
                      Dubbio - probabilmente si ma chiedo.
                      E' un associazione e forse è plausibile che scelgano il processo più economico.
                      La presenza di un booster potrebbe aver evitato l'acquisto di una centralina.

                      Originariamente inviato da Mercurio90 Visualizza il messaggio
                      Il booster viene utilizzato per caricare le bombole deco di O2 puro, oppure per fare le miscele non con la centralina
                      Esatto, per questo provo a sollevare il dubbio a voi smentirmi categoricamente sia chiaro.

                      Originariamente inviato da Mercurio90 Visualizza il messaggio
                      ma con il metodo del travaso, se per esempio partendo da 0 devo fare un 18/45, e ho i bomboli dei gas puri bassi, travaso le pressioni parziali di elio e di ossigeno aiutandomi con il booster e alla fine raggiungo la pressione finale con il compressore.
                      Penso che sia possibile con il metodo economico del polmone all'aspirazione immettere elio in un compressore normale, certo scalderà molto di più con una miscela fluida e leggera come l'elio ma è fattibile.
                      Se cosi, ripeto se cosi, forse l'errore (d'immettere ossigeno nel polmone d'aspirazione collegato al compressore) diventa più plausibile.

                      Originariamente inviato da Mercurio90 Visualizza il messaggio
                      Secondo me o potrebbe essersi contaminata qualche bombola nel quale stavano travasando oppure si è contaminata la frusta che collega il bombolone di O2 al booster, quando il booster ha compresso O2 contaminato potrebbe essere saltato.
                      Premetto è vero queste mie sono solo speculazioni che faccio con voi anche solo per capire, nessuna intenzione di entrare nel merito di questo incidenti che compete ad altri.
                      Io vorrei solo capire se quanto scrivo a livello di pura speculazione teorica possa essere plausibile.

                      Non penso che sia esplosa una bombola.
                      Se esplodeva una bombola la cinetica dei gas in pressione avrebbe causato dei danni ben più gravi e certamente il soggetto sarebbe rimasto dilaniato.
                      Una frusto mi appare troppo piccola per generare gli effetti che ho letto.
                      Il booster mi sembra strano che si sia contaminato e poi - correggimi se sbaglio - comprime lentamente ma qui ammetto che se l'esplosione è avvenuta nel booster per me è più plausibile di una frusta o di una bombola.

                      Originariamente inviato da Mercurio90 Visualizza il messaggio
                      Comunque queste sono solo ipotesi al limite delle illazioni. È stato un incidente, evitabile? Forse si forse no, l'ossigeno è un gas pericolo, e tenere tutti i componenti oil free non è semplice, soprattutto le bombole dei clienti.
                      Perfetto hai toccato il punto chiave dove volevo arrivare.

                      Ovviamente faccio nuovamente pure congetture.

                      Per me un tale incidente poteva essere evitato, le attrezzature se tenute in buono stato (regolari revisioni e manutenzioni) non esplodono.
                      L'ossigeno è si un gas molto ma molto pericoloso in tal senso ma qui dubito che l'incidente rientri in quella piccola casistica di rischio imponderabile.

                      Ovviamente questo è quello che penso io, non è detto che sia giusto e sicuramente è opinabilissimo.

                      Cordialmente
                      Rana


                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio
                        Il booster mi sembra strano che si sia contaminato e poi - correggimi se sbaglio - comprime lentamente ma qui ammetto che se l'esplosione è avvenuta nel booster per me è più plausibile di una frusta o di una bombola.
                        beh, tanto lentamente non direi, scalda maledettamente (sia lui che il gas) e comprime "martellando" l'O2 sino @ 200 bar.
                        in teoria potrebbe anche partire l'innesco dalla bombola e risalire verso la frusta

                        la "centralina" per miscelare e comprimere il nitrox è quella BTA (Barnini Tecnologie Avanzate...) in alto a sx nella foto dove si vede il boster bruciato.
                        Ultima modifica di amrvf; 16-09-2019, 17:24.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da amrvf Visualizza il messaggio
                          beh, tanto lentamente non direi, scalda maledettamente (sia lui che il gas) e comprime "martellando" l'O2 sino @ 200 bar.
                          in teoria potrebbe anche partire l'innesco dalla bombola e risalire verso la frusta
                          ​Grazie AMRVF,
                          effettivamente non conosco il corretto funzionamento del booster.

                          Cordialmente
                          Rana

                          Commenta


                          • #14
                            cmq, sempre più raramente vedo vasche di raffreddamento nei centri ricarica, se le bottiglie venissero caricate immerse si risparmierebbero molti incidenti ed in ogni caso le conseguenze sarebbero meno gravi.

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da amrvf Visualizza il messaggio
                              cmq, sempre più raramente vedo vasche di raffreddamento nei centri ricarica, se le bottiglie venissero caricate immerse si risparmierebbero molti incidenti ed in ogni caso le conseguenze sarebbero meno gravi.

                              mi spiegheresti perché?
                              www.bludivecenter.com

                              Commenta

                              Riguardo all'autore

                              Comprimi

                              darkfire Brevetti: TSA Trimix Light 55 / SSI Stress&Rescue / Fundamental / TSA SCR & CCR Media immersioni annue: > 100 Mi immergo sempre in configurazione tecnica e con attrezzatura fotografica Preligo il solo-dive Per saperne di più su darkfire

                              Statistiche comunità

                              Comprimi

                              Attualmente sono connessi 48 utenti. 1 utenti e 47 ospiti.

                              Il massimo degli utenti connessi: 206 alle 19:35 il 07-09-2018.

                              Scubaportal su Facebook

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X