Pronto, quasi, per il grande passo

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #46
    sul resto, tutto è possibile... ma fatico ad immaginare le sacche polmone che occupino meno spazio visto che non possono essere rigide e tanto meno lavorare a pressione diversa da quella ambientale... ma forse è un mio limite.
    So che ci sono esperimenti per estrarre o2 dall'acqua di mare, filtrandola come farebbero le branchie dei pesci... qualcosa è stato fatto e qualcosa è anche promettente, soprattutto pensando che nanomateriali e batterie hanno fatto salti da gigante nell'ultimo decennio...
    Il difetto è che il nostro è uno sport di nicchia, in ambito industriale usano altri sistemi; in ambito aerospaziale usano sistemi tutto sommato simili ai reb, anche se su scala differente e con pressioni inferiori a quella ambientale. In ambito militare, da quanto so, sono indietro rispetto ai sistemi sportivi.

    Commenta


    • #47
      Il nostro potrebbe essere pure uno sport di nicchia (mica tanto poi) ..ma è certamente un'attività che potrebbe crescere non poco, vista la vastità dei posti dove è possibile praticarla.

      Oggi forse la subacquea è vista come qualcosa di avventuroso o di praticabile solo dai più intraprendenti, proprio perché le attrezzature utilizzabili a prima vista appaiono poco pratiche, ma immagino che se un giorno sarà possibile immergersi solo portandosi dietro una maschera e un cubetto da mezzo kilo di peso, forse ci sarebbero molte più persone disposte a provarlo, come ci sono molte persone che non si fanno troppi problemi a fare snorkeling.

      Il potenziale (anche economico) dell'attività subacquea, vista come un'attrazione, è enorme e sono certo che si evolverà in modo tale da rendere l'attrezzatura solo un compendio, lasciando l'elemento "divertimento" al subacqueo, cioè osservare l'ambiente marino, senza doversi preoccupare (troppo) dell'attrezzatura. Del resto quando vai in bicicletta non stai li a preoccuparti della catena, del grasso sul cambio o dei fili dei freni (al massimo lo fai quando fai manutenzione), sai che funzioneranno, pedali.. mentre ti godi il panorama. E' così che dovrebbe essere la subacquea, ed è così che me la immagino (con un po' di ottimismo) in futuro.

      PS: i militari non sono "indietro", utilizzano hardware supercollaudato (quindi per questo più "vecchio") ma di certo eccellono in ricerca.

      Commenta

      Riguardo all'autore

      Comprimi

      marcotzvete Per saperne di più su marcotzvete

      Statistiche comunità

      Comprimi

      Attualmente sono connessi 56 utenti. 3 utenti e 53 ospiti.

      Il massimo degli utenti connessi: 206 alle 19:35 il 07-09-2018.

      Scubaportal su Facebook

      Comprimi

      Sto operando...
      X