Kiss Rebreather....questo sconosciuto

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Kiss Rebreather....questo sconosciuto

    Ciao,
    da un bel po' mi sto guardando intorno per un futuro, ma poco provabile, acquisto del mio primo rebreather.
    Materiale su Inpiration ( e famiglia), Megalodon, JJ, Revo; RB80, Poseidon, ecc, ne trovo in abbondanza mentre nessuno parla del Kiss che mi risulta essere abbastanza popolare negli usa e molto semplice nella gestione essendo un circuito chiuso meccanico quindi privo di elettronica.
    Qualcuno ne sa qualcosa, vale la pena considerarlo o molto meglio lasciar perdere?
    Grazie
    Tita

  • #2
    Ciao Tita,
    il Reb fa parte dei sogni che non realizzarò mai (il tempo ...è scaduto ) ma anch'io mi sono meravigliato di non conoscerlo quando ho visto questo annuncio:

    https://www.subito.it/sport/rebreath...-237884094.htm

    Se riesci a saperne di più.... ti meriti.... un kiss

    Commenta


    • #3
      Ho visto pure io quell'annuncio ma la mia curiosità parte da distante.
      Sostanzialmente mi mancano alcuni tasselli per completare il quadro e non riesco a capire il perché.
      Io sono in po' al palo sul discorso rebreather soprattutto per quanto riguarda la costanza nell'uso.
      Spero in qualche notizia in più dai nostri rebretheristi.
      Ciao
      Tita

      Commenta


      • #4
        Il KISS è un mCCR con sistema di insuflazione dell'O2 tramite orifizio calibrato che immette una quantità di O2 nel tempo costante. Questa quantità immessa, previo calcolo che verrà fatto con l'istruttore, corrisponde al consumo metabolico a riposo dell'utilizzatore. Tutto il resto, in linea di principio è identico per tutti gli altri reb. La differenza sostanziale è proprio in questo orifizio tarato, quindi non c'è alcun solenoide, ne tanto meno una elettronica che lo gestisca. L'unica elettronica presente sono i 3 monitor direttamente collegati ai 3 sensori O2 che servono per la gestione del reb. Per condurre un mCCR si deve partire dal presupposto che il corretto funzionamento del reb dipende dall'utilizzatore, perché durante l'immersione il consumo metabolico varia (se si pinneggia si consuma più ossigeno, se si è in deco si consuma molto meno). L'utilizzatore osservando attentamente i 3 monitor effettua delle correzioni alla pressione parziale dell'O2 in base a quella che si vuole mantenere, attraverso due bypass collegati uno all'O2 e l'altro al diluente. Se la pressione parziale si alza si interviene aggiungendo il diluente, se la pressione parziale dell'O2 scende, si aggiunge l'O2.
        Il KISS si pone per la sua "semplicità" ma ti assicuro che tutto ciò che dovrai imparare non sarà meno di quanto impareresti se orientassi la tua scelta verso un eCCR, perché durante il corso la gestione del reb sarà prettamente concentrata sull'uso in manuale e tutti gli eCCR possono essere usati come un mCCR (escluso per l'assenza dell'ugello tarato).

        Un saluto
        Alessandro
        Ultima modifica di alexcacciafotosub; 18-02-2018, 11:16.
        TDI - Megalodon eCCR
        Il mio sito

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da alexcacciafotosub Visualizza il messaggio
          Il KISS è un mCCR con sistema di insuflazione dell'O2 tramite orifizio calibrato che immette una quantità di O2 nel tempo costante. Questa quantità immessa, previo calcolo che verrà fatto con l'istruttore, corrisponde al consumo metabolico a riposo dell'utilizzatore. Tutto il resto, in linea di principio è identico per tutti gli altri reb. La differenza sostanziale è proprio in questo orifizio tarato, quindi non c'è alcun solenoide, ne tanto meno una elettronica che lo gestisca. L'unica elettronica presente sono i 3 monitor direttamente collegati ai 3 sensori O2 che servono per la gestione del reb. Per condurre un mCCR si deve partire dal presupposto che il corretto funzionamento del reb dipende dall'utilizzatore, perché durante l'immersione il consumo metabolico varia (se si pinneggia si consuma più ossigeno, se si è in deco si consuma molto meno). L'utilizzatore osservando attentamente i 3 monitor effettua delle correzioni alla pressione parziale dell'O2 in base a quella che si vuole mantenere, attraverso due bypass collegati uno all'O2 e l'altro al diluente. Se la pressione parziale si alza si interviene aggiungendo il diluente, se la pressione parziale dell'O2 scende, si aggiunge l'O2.
          Il KISS si pone per la sua "semplicità" ma ti assicuro che tutto ciò che dovrai imparare non sarà meno di quanto imparassi se orientassi la tua scelta verso un eCCR, perché durante il corso la gestione del reb sarà prettamente concentrata sull'uso in manuale e tutti gli eCCR possono essere usati come un mCCR (escluso per l'assenza dell'ugello tarato).

          Un saluto
          Alessandro
          Ciao Alessandro.
          Dico una cavolata o questo reb ricalca il vecchio "Voyager"



          Se non erro anche questa macchina (meccanica) sfruttava quello che se non sbaglio è un flussimetro a massa costante - l'equivalente di quello che chiami "orifizio calibrato".

          Non me ne intendo ma al giorno d'oggi se dicessi che è un sistema superato direi una cavolata ? secondo te.

          Cordialmente
          Rana


          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da alexcacciafotosub Visualizza il messaggio
            Il KISS si pone per la sua "semplicità" ma ti assicuro che tutto ciò che dovrai imparare non sarà meno di quanto imparassi se orientassi la tua scelta verso un eCCR,

            Di quanto ... IMPARASSI !!!?????




            Per quanto riguarda il resto ... un tempo il KISS veniva chiamato " la ciofeca ", a quel punto tanto vale usare un SCR tipo l'Azimuth

            Commenta


            • #7
              A prescindere dalla validità del prodotto, credo non sia omologato CE,
              con i relativi problemi di vendita ed insegnamento all'interno della comunità europea.
              www.bludivecenter.com

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da pirla di turno Visualizza il messaggio


                Di quanto ... IMPARASSI !!!?????




                Per quanto riguarda il resto ... un tempo il KISS veniva chiamato " la ciofeca ", a quel punto tanto vale usare un SCR tipo l'Azimuth
                Grazie....corretto.
                TDI - Megalodon eCCR
                Il mio sito

                Commenta


                • #9
                  Tornando al nostro argomento, si il KISS ha un funzionamento simile al vetusto Voyager. Con il Voyager ho iniziato a scendere in CCR ed è stata un'ottima palestra. Con questo non voglio dire che il KISS sia la macchina da preferire, bensi credo sia più importante capire cosa vuoi fare tu con il reb.

                  Un saluto
                  Alessandro
                  TDI - Megalodon eCCR
                  Il mio sito

                  Commenta


                  • #10
                    In realtà non sono certo se sia nato prima il Voyager o prima il Kiss.
                    ​Tra l'altro dire che il Kiss è peggio dell'azimut significa non averli mai provati: ad es. l'Azimut ha una distribuzione dei pesi a dir poco folle.
                    ​L'acronimo KISS, Keep it simple, Stupid! spiega perfettamente il funzionamento della macchina: nessun solenoide che si possa bloccare, niente che non serva davvero.


                    ​Adoro il fatto che non abbia avvisi o allarmi, l'attenzione dell'utilizzatore non deve mai venir meno, esattamente come il mio MEG.
                    Nel corso del Meg ti insegnano anche ad usarlo in modalità manuale, esattamente come il KISS (senza il flusso costante ovviamente) e vi garantisco che è veramente banale (in acque fonde, in superficie dove ci sono repentini cambi di PPO2 ci vuole più attenzione).

                    ​Tra l'altro statisticamente i MCCR ( M sta per Manuale, non MECCANICO come ho letto sopra...) hanno meno incidenti dei fratelli ricchi ECCR perché si riduce sensibilmente il fenomeno della complacency.

                    Il sistema è superato? no davvero, anzi...

                    ​Saluti
                    TSA Trimix Instructor 70 m.
                    OWI SSI

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da m.de_maria Visualizza il messaggio
                      In realtà non sono certo se sia nato prima il Voyager o prima il Kiss.
                      ​Tra l'altro dire che il Kiss è peggio dell'azimut significa non averli mai provati: ad es. l'Azimut ha una distribuzione dei pesi a dir poco folle.
                      ​L'acronimo KISS, Keep it simple, Stupid! spiega perfettamente il funzionamento della macchina: nessun solenoide che si possa bloccare, niente che non serva davvero.


                      ​Adoro il fatto che non abbia avvisi o allarmi, l'attenzione dell'utilizzatore non deve mai venir meno, esattamente come il mio MEG.
                      Nel corso del Meg ti insegnano anche ad usarlo in modalità manuale, esattamente come il KISS (senza il flusso costante ovviamente) e vi garantisco che è veramente banale (in acque fonde, in superficie dove ci sono repentini cambi di PPO2 ci vuole più attenzione).

                      ​Tra l'altro statisticamente i MCCR ( M sta per Manuale, non MECCANICO come ho letto sopra...) hanno meno incidenti dei fratelli ricchi ECCR perché si riduce sensibilmente il fenomeno della complacency.

                      Il sistema è superato? no davvero, anzi...

                      ​Saluti
                      Interessante questo tuo intervento.
                      Quindi il Voyager era una macchina valida almeno concettualmente.
                      Da ignorante del settore, correggimi se sbaglio, da cosa deriva il fatto che a me sembra che ultimamente si siano imposte le macchine ECCR e non certo quelle MCCR ?

                      Cordialmente
                      Rana

                      Commenta


                      • #12
                        Chiedi a Luigi Casati, che credo chiunque conosca, se il Voyager era valido, ci ha fatto robe che noi umani....(sicuramente era pesantemente customizzato).

                        ​ECCR sicuramente più comodo nell'utilizzo, più sicuro non ne sono certo (io uso un ECCR!).
                        ​Se il sistema funzionasse in modo ineccepibile allora ECCR tutta la vita...
                        ​Banalmente, sei io spegnessi il primario, che nel MEG controlla il solenoide, di fatto starei usando un MCCR.
                        ​Un altro metodo simil MCCR, sempre col meg, è quello di impostare un setpoint basso, tipo 0,7 e fare addizioni manuali per raggiungere il setpoint desiderato (es. 1,0-1,1). In questo modo, di fatto, il solenoide non interviene mai e ti basi solo sulla lettura delle sonde.

                        ​Saluti
                        TSA Trimix Instructor 70 m.
                        OWI SSI

                        Commenta


                        • #13
                          MEG COPIS tutta la vita!!!
                          Spegni l’elettronica e accendi il cervello.
                          Il kiss è “simile” al copis nel funzionamento ma molto sono molto diversi nel rendimento.
                          Non l’ho mai utilizzato ma visto; giri di gas, testa, posizione sensori, elettronica lettura......sono ad anni luce.
                          Io sinceramente non ci scenderei.

                          Commenta


                          • #14
                            Grazie per le delucidazioni
                            Ora ne so qualcosa in più....in linea di massima mi sembra di aver capito che si tratta di una macchina complessivamente un po' rustica e non particolarmente "avanzata" ma concettualmente ancora valida.
                            Qualche dubbio sulla qualità costruttiva resta....
                            Mi rendo conto che quando si passa dalla teoria alla pratica le cose cambiano ma questo approccio semplicistico non mi dispiace in una macchina di per se complessa.
                            Sulle omologazioni CE credo ben pochi lo siano....od almeno non tutti!

                            Continuerò ad informarmi e se, un giorno.......vedremo

                            Tita
                            Ultima modifica di titave; 22-02-2018, 07:41.

                            Commenta


                            • #15
                              Al di là della tua scelta futura sulla macchina, affidati a istruttori qualificati e non improvvisati......Casati è un di questi (qualificati).
                              Considera poi che, tra costo di acquisto e tempo di apprendimento, non è che cambi Rebreather tutti gli anni.....valuta bene cosa acquistare e metti il costo all’ultimo posto, perché con certi scaldabagni ti puoi fare veramente male.
                              La scelta se mccr o eccr per me è “filosofica” e non funzionale. Se impari su un mccr passare poi a un eccr è un gioco da ragazzi, ma risolvere in pochi secondi una rogna su eccr per chi è nato su eccr non è sempre sempre così facile.
                              Quindi, assolutamente non è vero che i mccr siano macchine obsolete.....sono datate nel senso che sono nate prima degli eccr, ma non per questo finite, tutt’altro.
                              Potremmo scrivere pagine sull’argomento e arrivare a conclusioni differenti, sullo stile bibo separato o manifold (io utilizzo il bibo separato per dire); e non c’è risposta corretta ed errata.
                              Informati, studia e poi decidi tu.
                              Ciao

                              Commenta

                              Riguardo all'autore

                              Comprimi

                              titave Per saperne di più su titave

                              Statistiche comunità

                              Comprimi

                              Attualmente sono connessi 27 utenti. 0 utenti e 27 ospiti.

                              Il massimo degli utenti connessi: 187 alle 19:54 il 05-01-2017.

                              Scubaportal su Facebook

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X