Sottomuta

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Sottomuta

    Buon giorno a tutti
    Ho comprato una stagna divesystem in trilaminato di seconda mano a 400€
    Adesso devo comprare il sottomuta
    Mi immergo al lago principalmente da marzo ad ottobre
    4/5 immersioni in Liguria concentrate da maggio a settembre
    Siccome la muta mi sta abbastanza giusta vorrei capire senza spendere il doppio del prezzo della muta
    1 spessore o grammi del sottomuta
    2 rapporto qualità quale sia meno ingombrante
    Ho un budget di max 200€
    Preferirei qualcosa di invernale, per il periodo luglio agosto ho un rofos da 150gr e metterò abbinato un abbigliamento tecnico da montagna( pantalone e maglietta)
    Io avevo visto questo ma non capisco se faccia al caso mio
    https://www.scubalandia.com/it/abbig...retch-pro.html
    I rock boots che mi hanno dato insieme sono enormi, la muta ha i calzini e diciamo sono una misura in più del mio piede, ho un42 e non vorrei cambiare anche pinne, avete da consigliarmi qualche calzare o rock diciamo attillato e non Largo di pianta da abbinare?
    Avevo visto questi
    https://www.planetsub.it/subacquea-a...17533/64366/sc
    Se di scarpa porto un 42 può bastare un numero in più?
    Grazie mille a tutti
    Saluti graziano
    Ultima modifica di grazianocaretti; 26-01-2020, 10:31.

  • #2
    Ciao Graziano
    lago in marzo è un'esperienza......gelida essendo il mese con l'acqua più fredda in assoluto (fine febbraio siamo li.....).
    Ora, come tu sai bene, la muta in trilaminato non garantisce nessuna coibenza quindi il sottomuta deve essere bello prestante!
    Se la muta ti è giusta giusta forse hai fatto male a prenderla in quanto tutti, e ripeto tutti, i sottomuta specificatamente invernali sono di forte spessore.
    Ora su scubalandia vendono il KWARK Navy a cui viene garantita una coibenza pari ad un sottomuta "400" ed è l'unica cosa che mi viene in mente con poco spessore ad un prezzo non esagerato.
    Non è coibente come un Santi BZ400 o un Subgear 490 ( provato di persona ) ma se stai sotto l'ora e con intimo bello caldo reggi i 6/7 gradi senza brividi.
    Ci sarebbe anche il Fourth Elements Halo 3d ma costa un rene.....dui polartec pure!
    Pure il weezle extreme è una bella soluzione ma ha bisogno di gas per potersi espandere e dare il meglio di se e, comunque, resta fuori budget.
    Quello che hai postato tu è il modello più sottile e molto meno coibente....lascia perdere!

    Per i rockboot io li ho pensionati (sono sullo scaffale quasi nuovi...) con dei bei calzari da muta umida....non mi sono costati nulla e mi ci trovo bene essendo belli flessibili.

    Tita

    Commenta


    • #3
      Ciao
      Innanzitutto grazie per la risposta
      La muta mi è giusta ed ovviamente Lho provata con intimo tecnico
      Pantaloni pile felpato e maglione felpato molto spesso 3 avevo ancora movimento.
      Diciamo che così sono quasi al limite dei movimenti, da qui la ricerca di un sottomuta non ingombrante ma caldo.
      Sicuramente prenderò quello che mi hai suggerito, comunque in linea di massima devo prendere un 400grammi giusto?
      Poi verso l'estate al max ho il 150gr datomi insieme alla muta.
      Per i calzari lascio stare i roock e vado di umidi
      Al max mi porto la muta per prova
      Grazie mille
      ​​​​

      Commenta


      • #4
        Ciao, per il sottomuta quello che vende Guido di Scubalandia probabilmente è il miglior compromesso possibile, ma non l'ho provato di persona. Io in inverno uso un 490 della Subgear al lago.
        Per i calzari in inverno uso dei rock boots classici perché mettendo il "calzino" della Santi che è un 200 non ho altre soluzioni, in estate uso invece le scarpe da trekking base (quelle da circa 10€) della decathlon e mi ci trovo bene (ho il 42 e ho preso un 45, ma forse basterebbe un 44).

        Commenta


        • #5
          Con un budget di 200 euro c'è lo scubapro K2 extreme, io uso quello, appena preso ma non credo sia paragonabile ad un 400 in trinsulate, però la mia muta è giusta (ho preso anche qualche kilo) quindi ho dovuto optare su qualcosa di meno "gonfio", faccio lago anche io e integro con i cerotti riscaldanti
          Buone bolle a tutti!!!
          http://4th-dimension.detidecosystem.com/

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da grazianocaretti Visualizza il messaggio
            Mi immergo al lago principalmente da marzo ad ottobre
            Che Lago ?
            Immagino tutte da riva senza struttura coperta e riscaldata dove cambiarsi .

            nello

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da firer84 Visualizza il messaggio
              Con un budget di 200 euro c'è lo scubapro K2 extreme, io uso quello, appena preso ma non credo sia paragonabile ad un 400 in trinsulate, però la mia muta è giusta (ho preso anche qualche kilo) quindi ho dovuto optare su qualcosa di meno "gonfio", faccio lago anche io e integro con i cerotti riscaldanti
              Stessa cosa la muta è giusta, Lho appena presa e quindi onestamente non avendo mai provato lo spessore dei sottomuta non so se mi possa andare bene uno ingombrante.
              Visto che lo devo prendere nuovo opterò per il più caldo con meno ingombro.
              Non sono uno freddoloso però mi stanno tutti dicendo che fa freddo a marzo aprile e non vorrei spendere 2 volte.
              Per i calzari vedo che ognuno si arrangia e non sono tra virgolette obbligatori i roock
              Visto che li devo prendere già nuovi per la umida inizio a provare quelli classici.
              Grazie a tutti

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da nello Visualizza il messaggio

                Che Lago ?
                Immagino tutte da riva senza struttura coperta e riscaldata dove cambiarsi .
                Hai indovinato
                Lago lecco principalmente
                La mia idea era di prendere la stagna per aumentare il range di immersioni
                Con la umida riesco a fare maggio/ottobre
                Non è tanto per il freddo in acqua che più o meno lo sopporto
                ​​​​​( 50 minuti 30 metri)
                È fuori che all'ombra e con aria diventa impossibile cambiarsi..

                Commenta


                • #9
                  Tieni sempre presente i cerotti riscaldati grazianocaretti, minima spesa massima resa...con 2 euro ad immersione sei a posto, quelli non curativi li pagavamo 1 euro l'uno o giu di li e durano dalle 6 alle 8 ore (però in realta muoino prima, circa 3-4 ore
                  Buone bolle a tutti!!!
                  http://4th-dimension.detidecosystem.com/

                  Commenta


                  • #10
                    Il Lago di Lecco....

                    NON ESISTE !!!!!

                    Per fortuna in Italia c'è ancora qualcuno che punta sui giovani... LE MILF [cit.]

                    Commenta


                    • #11
                      Lario è accettato da voi local?
                      Buone bolle a tutti!!!
                      http://4th-dimension.detidecosystem.com/

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da labottatrice Visualizza il messaggio
                        Il Lago di Lecco....

                        NON ESISTE !!!!!

                        È vero ma io mi immergo a lecco

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da firer84 Visualizza il messaggio
                          Tieni sempre presente i cerotti riscaldati grazianocaretti, minima spesa massima resa...con 2 euro ad immersione sei a posto, quelli non curativi li pagavamo 1 euro l'uno o giu di li e durano dalle 6 alle 8 ore (però in realta muoino prima, circa 3-4 ore
                          Grazie
                          Li cerco e li proverò sicuramente

                          Commenta


                          • #14
                            «Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti, tutto a seni e a golfi, a seconda dello sporgere e del rientrare di quelli, vien, quasi a un tratto, a ristringersi, e a prender corso e figura di fiume, tra un promontorio a destra, e un'ampia costiera dall'altra parte; e il ponte, che ivi congiunge le due rive, par che renda ancor più sensibile all'occhio questa trasformazione, e segni il punto in cui il lago cessa, e l'Adda rincomincia, per ripigliar poi nome di lago dove le rive, allontanandosi di nuovo, lascian l'acqua distendersi e rallentarsi in nuovi golfi e in nuovi seni.»
                            (Alessandro Manzoni, I promessi sposi, 1840)
                            nello

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da grazianocaretti Visualizza il messaggio

                              È vero ma io mi immergo a lecco
                              Sul lungo Lago ?

                              nello

                              Commenta

                              Riguardo all'autore

                              Comprimi

                              grazianocaretti Per saperne di più su grazianocaretti

                              Statistiche comunità

                              Comprimi

                              Attualmente sono connessi 53 utenti. 6 utenti e 47 ospiti.

                              Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 05:32 il 14-01-2020.

                              Scubaportal su Facebook

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X