Upgrade Apeks ATX40

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Upgrade Apeks ATX40

    Ciao
    Qualcuno ha dei pareri sul upgrade del secondo stadio Apeks ATX-40 sostituendo l'inserto di regolazione di serie a foro esagonale, con una alternativa aftermarket dotata di pomello?

    Quel secondo stadio nasce con la possibilità di regolare durante l'utilizzo solo la leva del venturi. Attraverso la modifica ci sarebbe la possibilità di agire anche sul precarico della molla attraverso il pomello come per le serie superiori.

    https://www.scubadoctor.com.au/dives...oducts_id=3821

    Secondo me è una boiata perchè nelle versioni originali apeks la manopola ha all'interno una preregolazione mentre il kit aftermarket no.
    Direi che c'è il rischio che possa chiudermi tutto il flusso del secondo stadio.

    Secondo voi?
    cordialità
    Turbosub

  • #2
    Ho tre atx40 modificati con un pomello fatto al tornio, sei o sette anni fa. Diventano identici al 50. Non c'è nessun pezzo strano o regolazione che si perde. Smonti il tappo di plastica, che spesso si rompe svitandolo, e ci metti il pispolo con il pomello
    The frogarthian way of diving

    Commenta


    • #3
      Ps: la parte interna del pezzo che smonti e quella del pezzo nuovo sono identiche. Il pezzo nuovo in più ha solo il fatto che ha il pomello e lo puoi regolare a mano
      The frogarthian way of diving

      Commenta


      • #4
        Esatto,
        In teoria se si potesse tenere attaccato al pezzo originale un pomello con inserto esagonale sarebbe esattamente la stessa cosa.
        So di certo che qualcuno si immerge con una chiavetta esagonale in tasca, anche se nella mia esperienza lo si tocca solo in aria a quote importanti...



        Se avessi molto più tempo potrei fare molte più cose.
        L'ottimista pensa che viviamo nel migliore dei mondi possibili, il pessimista teme che sia vero.

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da Alastar
          nella mia esperienza lo si tocca solo in aria a quote importanti...
          E' forse più utile sul secondario che sul primario. Di solito tengo il secondario più chiuso possibile quando ce l'ho al collo, e lo apro se lo devo usare, per avere una respirazione più confortevole.
          The frogarthian way of diving

          Commenta


          • #6
            Guardate questo esploso del 50

            http://scubaspares.com/image2/ATX50.JPG

            Il pezzo numero 15 è avvitato all'interno della manopola di regolazione.
            Questo fa si che ci sia una regolazione fine e permanente anche quando la manopola è tutta svitata o avvitata.
            Questo ha un senso secondo me, perchè mi sono accorto che quando regolavo il secondo stadio del 40 durante la revisione, agli estremi si aveva o la chiusura completa del flusso o una spifferata continua di gas, dall parte opposta.
            Il manuale apeks indica di agire sul pezzo 15 per la regolazione dello sforzo inspiratorio.
            Vorrei un dispositivo a prova di stupido.
            cordialità
            Turbosub

            Commenta


            • #7
              Quel pezzo non esiste nell'atx40, quindi alla peggio non perdi nessuna possibilità di regolazione
              The frogarthian way of diving

              Commenta


              • #8
                Nel 40 non c'è perchè la sua funzione viene eseguita dal pezzo di plastica nero con chiave a brugola, su cui si fa la regolazione dello sforzo inspiratorio.

                Se però montassi il la manopola regolabile dall'esterno, otterrei un 50 senza quel tipo di regolazione fine. Che se è stata pensata qualcosa dovrà ben servire.

                E' questo il mio dubbio.
                cordialità
                Turbosub

                Commenta


                • #9
                  Buongiorno a tutti, perdonate se riesumo questa vecchia discussione ma sono nuovo del mondo della subacquea e ho appena preso un octopus Apeks DS4 + ATX40.
                  Volevo chiedere se questa modifica può risultare utile per la subacquea ricreativa o si apprezza solo in tecnica e a profondità elevate.
                  Inoltre qualcuno mi potrebbe segnalare chi è il famoso tornitore bresciano che vende la vite a 5€? (anche in MP) ve ne sarei grato.
                  Al momento ne ho trovate solo su ebay a circa il triplo...
                  Grazie in anticipo.

                  Commenta


                  • #10
                    interessa anche me

                    Commenta


                    • #11
                      Come detto da bradipo67 è utile sul secondario per evitare che vada in autoerogazione. Qualora donassi (il primario) potrei aggiustare al volo il secondario non appena messo in bocca.
                      Il rischio di autoerogazione esiste solo quando i differenziali di pressione con la profondità sono massimi, cioè a quote minime.
                      Se ATX40 (senza regolazione) fosse il mio primario, una volta tarato, dal momento che entro in acqua con l'erogatore in bocca l'autoerogazione non potrebbe avvenire.
                      In aria profonda, potrebbe anche avere un senso poter sovraregolare, per ridurre lo sforzo inspiratorio, ma non mi piace andare in aria a quelle quote.
                      Se avessi molto più tempo potrei fare molte più cose.
                      L'ottimista pensa che viviamo nel migliore dei mondi possibili, il pessimista teme che sia vero.

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da Alastar Visualizza il messaggio
                        Come detto da bradipo67 è utile sul secondario per evitare che vada in autoerogazione. Qualora donassi (il primario) potrei aggiustare al volo il secondario non appena messo in bocca.
                        Il rischio di autoerogazione esiste solo quando i differenziali di pressione con la profondità sono massimi, cioè a quote minime.
                        Se ATX40 (senza regolazione) fosse il mio primario, una volta tarato, dal momento che entro in acqua con l'erogatore in bocca l'autoerogazione non potrebbe avvenire.
                        In aria profonda, potrebbe anche avere un senso poter sovraregolare, per ridurre lo sforzo inspiratorio, ma non mi piace andare in aria a quelle quote.
                        Innanzi tutto grazie per la risposta.
                        Io ero convinto che l'autoerogazione si potesse evitare con la levetta che regola l'effetto venturi, infatti le tengo sempre sul " - " per poi "aprirla" quando inizio a scendere(sbaglio?) .
                        Mentre pensavo che questa manopola potesse cambiare qualcosa nella gestione del flusso d'aria rendendola più o meno confortevole.
                        Premetto che non ho mai agito nemmeno sul "foro a brugola" di serie per provare quindi per me è tutto nuovo, però mi piace sperimentare, e l'idea di ottenere un erogatore con una funzione in più mi allettava (ovviamente se ciò non ne compromette la sicurezza).

                        Commenta


                        • #13
                          Non compromette nessuna sicurezza, mentre la levetta -/+ agisce sull'effetto venturi che mantiene il flusso una volta innescato, la manopolina agisce sulla molla che lo innesca.
                          Se lo indurisci (comprimi la molla) per innescare il flusso devi aumentare la depressione (succhiare di più), quando lo allenti l'effetto è il contrario. Con la manlpolina puoi addirittura andare in negativo, cioè il flusso si innescherebbe da solo, e quindi autoerogazione garantita, anche a secco.
                          Normalmente, quelli senza manopolina si regolano molto ... sensibili, in modo che lo sforzo inspiratorio sia minimo. Questo significa che l'erogazione è incipiente, con l'effetto venturi, se partisse si potrebbe mantenere, da cui mettere l'altra levetta su -
                          Se avessi molto più tempo potrei fare molte più cose.
                          L'ottimista pensa che viviamo nel migliore dei mondi possibili, il pessimista teme che sia vero.

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da Alastar Visualizza il messaggio
                            Non compromette nessuna sicurezza, mentre la levetta -/+ agisce sull'effetto venturi che mantiene il flusso una volta innescato, la manopolina agisce sulla molla che lo innesca.
                            Se lo indurisci (comprimi la molla) per innescare il flusso devi aumentare la depressione (succhiare di più), quando lo allenti l'effetto è il contrario. Con la manlpolina puoi addirittura andare in negativo, cioè il flusso si innescherebbe da solo, e quindi autoerogazione garantita, anche a secco.
                            Normalmente, quelli senza manopolina si regolano molto ... sensibili, in modo che lo sforzo inspiratorio sia minimo. Questo significa che l'erogazione è incipiente, con l'effetto venturi, se partisse si potrebbe mantenere, da cui mettere l'altra levetta su -
                            Grazie per la risposta ampia ed esaustiva. ​​​​​​
                            A questo punto se qualcuno volesse segnalarmi chi produce queste manopoline a 5€ gliene sarei davvero grato... ​​​​​​

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Alastar Visualizza il messaggio
                              Normalmente, quelli senza manopolina si regolano molto ... sensibili, in modo che lo sforzo inspiratorio sia minimo. Questo significa che l'erogazione è incipiente, con l'effetto venturi, se partisse si potrebbe mantenere, da cui mettere l'altra levetta su -
                              Infatti la cosa che ho notato al primo tuffo dopo averlo acquistato è stato proprio lo sforzo minimo necessario e la sensazione di maggiore facilità.
                              Di contro per come è stato tarato, durante l'attesa in superficie, tenendolo in mano, prima della discesa va in autoerogazione solo avvicinandolo all'acqua anche col predive settato tutto chiuso

                              Commenta

                              Riguardo all'autore

                              Comprimi

                              turbosub Per saperne di più su turbosub

                              Statistiche comunità

                              Comprimi

                              Attualmente sono connessi 64 utenti. 5 utenti e 59 ospiti.

                              Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 05:32 il 14-01-2020.

                              Scubaportal su Facebook

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X