Manutenzione Erogatori

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Manutenzione Erogatori

    Ciao a tutti,
    ormai da settembre mi sono innamorato del diving. Sto cercando di bruciare i tempi: ho fatto corso Open, Advanced e iniziato Deep e Nitrox.
    Proprio per questi due, e per sicurezza personale, ho acquistato un altro 1’ stadio in modo da utilizzarne due con attacco din per immersioni profonde.
    Essendo fondamentali per le immersioni vi chiedo quale sia il procedimento corretto di manutenzione degli erogatori: intendo 1’ stadio, 2’ stadio, fruste, manometri.

    Manutenzione Post immersione

    Io:
    - Riscaquo dell’attrezzatura con tappo su filettatura del 1’ stadio;
    - Riscaquo interno 2’ stadio senza premere pressione di spurgo per evitare ingresso acqua in frusta.

    Domande:
    Se l’acqua finisce nel 1’ stadio basta mettere sistema in pressione e far “spurgare” acqua facendo uscire aria dalla bombola?
    Bisogna poi asciugare componenti? Si possono lasciarlo al sole diretto o no?

    Conservazione

    Durante i mesi invernali come riponete la vostra attrezzatura in “letargo”?

    Io:
    - Fruste allungate e non arrotolate;
    - Tutto in luogo asciutto e non al sole diretto;
    - 1’ stadio riposto in pluriball.

    Domande:
    Ci sono delle particolarità per le fruste: ingrassarle? Tappare ingresso ed uscita?
    !’ e 2’ stadio devono subire lavori: aprire leggermente tappi alta e bassa pressione? Svitare parti dei 2’ stadio?

    Grazie mille.
    Davide

  • #2
    Riporre gli erogatori durante i periodi di sosta non prevede particolari precauzioni, puoi tranquillamente arrotolarli come al solito, avendoli accuratamente sciacquati con acqua dolce e fatti asciugare bene. Non devi avvitare o svitare nulla.

    Per l'acqua nel primo stadio, non ci dovrebbe mai finire. Se si bagna mentre lo smonti, e prima di metterci il tappo, asciugalo soffiandoci. Se staziona l'acqua all'interno del primo stadio, si depositerà facilmente sul filtro e se è quella di mare (o quella di risciacquo particolarmente calcarea) alla lunga lo sporcherà e potresti necessitare di una revisione anticipata. Quindi abbi l'accortezza di asciugare la parte esterna dell'attacco, svita il primo stadio, assicurati che sia asciutto all'intero e mettici subito il tappo, il resto può essere sciacquato con acqua dolce.

    Commenta


    • #3
      Grazie mille dei tuoi preziosi consigli npole...

      Commenta


      • #4
        Ciao, colgo l'occasione per inserirmi nella discussione poiché ho un importante domanda: in che modo disinfettate gli erogatori? Quali sono tutti i passaggi?

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da npole Visualizza il messaggio
          Non devi avvitare o svitare nulla.
          questo non è proprio vero.

          La frusta del II stadio (parte erogatore) ha un or che tende a "icollarsi", sarebbe quindi bene svitare il II stadio ingrassare leggermente e richiudere (magari mandarlo anche una volta in pressione), poi riporre il tutto.
          Se l'erogatore rimane fermo per più di 3/4 mesi, soprattutto se in posti caldi o con aria condizionata, sarebbe bene ripetere l'operazione prima di riusarlo.
          Un lavoro di 3 minuti che evita spiacevoli sorprese.

          www.bludivecenter.com

          Commenta


          • #6
            Personalmente evito di suggerire ad un subacqueo ricreativo di smontare o ingrassare parti che non siano già normalmente a vista. Piuttosto suggerisco di effettuare la revisione annuale quando si comincia una nuova stagione subacquea, affidandosi a persone qualificate. Quando si acquisisce una determinata consapevolezza allora è certamente possibile fare queste piccole manutenzioni autonomamente (ma a quel punto non mi aspetto che si cerchino consigli generici su un forum).
            E' buona norma verificare il corretto funzionamento della propria attrezzatura (non solo gli erogatori) prima di ogni immersione, e a maggior ragione se c'è stata una pausa nel frattempo.
            Qui ci sono degli ottimi consigli che il subacqueo, senza preparazione specifica, può seguire: https://www.nauticamare.it/articoli-...atori-sub.html

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da npole Visualizza il messaggio
              Personalmente evito di suggerire ad un subacqueo ricreativo di smontare o ingrassare parti che non siano già normalmente a vista. Piuttosto suggerisco di effettuare la revisione annuale quando si comincia una nuova stagione subacquea, affidandosi a persone qualificate. Quando si acquisisce una determinata consapevolezza allora è certamente possibile fare queste piccole manutenzioni autonomamente (ma a quel punto non mi aspetto che si cerchino consigli generici su un forum).
              E' buona norma verificare il corretto funzionamento della propria attrezzatura (non solo gli erogatori) prima di ogni immersione, e a maggior ragione se c'è stata una pausa nel frattempo.
              Qui ci sono degli ottimi consigli che il subacqueo, senza preparazione specifica, può seguire: https://www.nauticamare.it/articoli-...atori-sub.html

              npole, perdonami ma certe volte tendi ad estremizzare i concetti, mi sfugge se lo fai per spirito critico o altro.

              Il modo con cui usi il termine "ricreativo" mi lascia perplesso, cos'è un sub "ricreativo" è incapace per definizione?

              Ingrassare gli O-R, come cambiare l'oring dell'atacco din, cambiare una frusta, il morso dell'erogatore,il cinghiolo della maschera o delle pinne, non necessita di manodopera specializzata, e che cavolo......
              Si tratta di ordinaria manutenzione, come controllare l'olio della macchina.



              www.bludivecenter.com

              Commenta


              • #8
                Un sub che ha appena iniziato a fare immersioni è per definizione inesperto (che non significa incapace come hai suggerito).
                Una cosa è controllare e cambiare l'o-ring che sta sull'attacco del primo stadio (tra l'altro, quello è materiale di corso OW, quindi devi saperlo fare), oppure come cambiare la cinghia di una maschera, oppure controllare il boccaglio (altro argomento di corso OW); tutt'altra cosa è invitarlo a smontare l'attacco del secondo stadio e chiedergli di "ingrassare" una guarnizione al suo interno (tra l'altro senza nemmeno specificare con cosa).
                Non sto estremizzando proprio niente, quando avrà esperienza, capirà cosa può fare o non fare e soprattutto come farlo.
                L'ho invitato a rivolgersi ad una persona che ha gli strumenti giusti e la competenza giusta per certe operazioni (può essere pure il suo diving di riferimento), non gli ho chiesto di andare dall'esperto mondiale.
                Quello che per te o per me può essere una operazione banale, per qualcuno che si appena approcciato a questo mondo non lo è.
                No, non è come controllare il livello dell'olio della macchina, piuttosto è come cambiare le candele, a uno che ha appena cominciato a vedere un motore non gli dici: "cambiati le candele a casa", ma: "fatti cambiare le candele dal meccanico". Quando poi avrai capito come si smontano, quali candele ci vogliono, con quanta forza si serrano, allora se avrai voglia e gli strumenti lo farai a casa tua. Una operazione che per molti può risultare banale, per moltissimi altri non lo è affatto.
                Passo e chiudo.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da npole Visualizza il messaggio
                  invitarlo a smontare l'attacco del secondo stadio e chiedergli di "ingrassare" una guarnizione al suo interno (tra l'altro senza nemmeno specificare con cosa).

                  No, non è come controllare il livello dell'olio della macchina, piuttosto è come cambiare le candele,.

                  www.bludivecenter.com

                  Commenta


                  • #10
                    Grazie ad entrambi delle spiegazioni.
                    Diciamo che mi trovo nella via di mezzo: mi piacerebbe imparare e quindi testare tutto quello che mi è utile per una manutenzione personale ma allo stesso tempo evitare di rovinare gli erogatori e per questo è forse meglio farsi aiutare da qualcuno le prime volte.

                    Grazie delle esaustive informazioni sulla manutenzione.

                    Vi pongo un altro quesito: avendo 3 primo stadio e 2 secondo stadio ho l’abitudine (Per non lasciarne fermo nessuno) di ruotare i primi stadio mantenendo sempre i miei secondi stadio. Questo è un bene oppure il continuo svitare fruste per cambiare primo stadio e configurazione è un male per l’attrezzatura?

                    Grazie mille

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Davide D Visualizza il messaggio

                      Vi pongo un altro quesito: avendo 3 primo stadio e 2 secondo stadio ho l’abitudine (Per non lasciarne fermo nessuno) di ruotare i primi stadio mantenendo sempre i miei secondi stadio. Questo è un bene oppure il continuo svitare fruste per cambiare primo stadio e configurazione è un male per l’attrezzatura?
                      be' dovendo dovendo usare una chiave da 14/15 e ingrassare 4 or probabilmente è un pericolo mortale

                      A parte le facili battute.

                      Il miglior modo per rovinare un primo stadio è tenerlo fermo, quindi fai bene ad usarlo.
                      L'OR delle fruste ruota con esse quando avviti e sviti e può deteriorarsi (non credo tu faccia il cambio ogni settimana), lo vedi perché sembra inizino a sfilacciarsi.
                      Ti conviene comprarne qualcuno di scorta (pochi spiccioli da un negozio specializzato) e nel caso di dubbio cambia or.
                      Alcune fruste hanno degli or "ossigeno compatibili" di colore verde acceso, fai attenzione perché tendono a deformarsi, ti conviene cambiarli direttamente se usi gli erogatori per immersioni aria e ntx ricreative.
                      Piuttosto fai sempre attenzione al serraggio delle fruste.

                      Col tempo penserei all'acquisto dei secondi stadi necessari per fare un octopus, lo puoi sempre tenere di backup e eviti di dover smanettare con le fruste.
                      www.bludivecenter.com

                      Commenta

                      Riguardo all'autore

                      Comprimi

                      Davide D Per saperne di più su Davide D

                      Statistiche comunità

                      Comprimi

                      Attualmente sono connessi 56 utenti. 3 utenti e 53 ospiti.

                      Il massimo degli utenti connessi: 206 alle 19:35 il 07-09-2018.

                      Scubaportal su Facebook

                      Comprimi

                      Sto operando...
                      X