iX3M GPS Tech+ vs Perdix AI

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • iX3M GPS Tech+ vs Perdix AI

    Mi presento, visto che è il mio primo messaggio (trascurando quello di vendita di un computer).

    Sono un subacqueo "tardivo". Ho iniziato infatti dopo i 40 anni per varie vicende familiari. Erano anni che volevo fare corsi e non avevo mai l'occasione/tempo e pure una ex moglie contraria. Ho avuto la fortuna di mantenermi sempre molto fisicamente e sono anni che sguazzo in piscina più volte a settimana.

    Negli ultimi 3/4 anni mi sono fatto un discreto mazzo e sto concludendo l'Extended Range con NADD, pur avendo chiesto di avere il brevetto come CMAS (mi mancano solo le due immersioni finali).

    Ho trovato un istruttore tosto a Genova (io abito nella nebbia), che mi ha massacrato per 2 estati, facendomi fare ore e ore di "palestra" sulla Chiatta di Genova. Ormai quando vedo una sagola, mi viene un poco di vomito, per le ore di assetto, drill, navigazione con maschera oscurata, penetrazioni nello scafo e tra gli scogli con n-mila stage attaccate (giusto per non annoiarsi) e chi ne più ne ha più ne metta. Non mi ha davvero regalato niente. Detto questo, so che, come si dice a Genova, devo marcire ancora tante ore in acqua e che non ho nemmeno graffiato la superficie.

    Grazie a lui, nonostante le madonne che gli ho tirato dietro, ho capito l'essenzialità della subacquea. Provenivo da un Circolo, a cui sono tutt'ora iscritto, dove la maggior parte dei sub sembrano alberi di Natale, con tutte le più grande e inutili cagate che il marketing del sub abbia inventato.

    Ci sono cascato, a suo tempo, pure io e ho passato gli ultimi due anni a rivendere tutti gli orpelli, restando con una configurazione DIR molto scarna e che adatto leggermente a seconda delle necessità.

    Ultimo, in ordine di tempo, il computer subacqueo. Avevo comprato non uno ma ben due Galileo, un Sol e un G2, attirato dalle sirene delle mirabolanti caratteristiche e picchiandoci fortemente il naso quando si è giunti a tirare le somme di cosa mi serviva per iniziare la subacquea tecnica. Venduto anche quello.

    Le mie esigenze ora sono un computer prettamente tecnico, quindi con GF configurabili a manina, e per scremare la scelta mi sono letto all'incirca 7/8 manuali d'uso. OSTC, Shearwater, Ratio, AV1, tutte le marche più conosciute in pratica.

    Per varie ragioni (prezzo incluso), sono rimasti nella mia testa solo il Perdix AI e il Ratio iX3M Tech+. Avevo una mezza idea di guardare anche la versione REB ma mi sono detto che quando avrò i soldi per comprarmi un reb, cambiare il computer sarà l'ultimo dei miei problemi. Per motivi miei, ho limitato la scelta ai modelli con la gestione di una eventuale sonda aria.

    Del Perdix AI ho apprezzato l'interfaccia estremamente pulita e la fama che si è creato negli anni, oltre che un blog meraviglioso dove ho passato ore a studiare quello che i corsi standard non dicono, per mancanza di tempo spesso. Non mi è piaciuto la modalità cambio bombole, soprattutto nel caso di perdita di una stage e lo schermo, forse un po' troppo piccolo per i miei occhi. E nemmeno il manuale è tra i più chiari al mondo.

    Del Ratio niente da dire sul display, enorme. L'interfaccia è un po' naif e ci sono alcune imprecisioni, come ordinare le tabelle per profondità e non per runtime, cosa che trovo estremamente scomoda. La gestione delle bombole mi è sembrata un po' più furba, grazie forse anche ai 4 pulsanti. Trovo inoltre molto interessante l'allarme tramite vibrazione. Ho anche sentito voci in merito al fatto che ci sarà probabilmente qualche restyling o nuovo modello a breve e sta cosa mi sta frenando un po'. Voi avete sentito qualcosa?

    Tra i due ballano 300 euro anche...

    A prescindere dal prezzo, potreste consigliarmi?

    P.S: So che la tecnica si può fare con un profondimetro, un cronometro e le tabelle preparate a casa. Lo faccio anche io così. Tuttavia la libertà e la sicurezza di poter ricalcolare al volo tutto, in caso di emergenza, per me è senza pari. Non credo molto nei metodi come la Ratio, non tanto perché non li reputo efficaci (non ne conosco le basi teoriche), quanto perché in caso di panico o grande affanno non penso di riuscire a far conti a mente quando sono nella m***a fino al collo.
    Ultima modifica di tarmina; 26-09-2019, 18:34.

  • #2
    Prendi il Perdix (Non AI) o il nuovo Petrel!
    Il Petrel è leggermente più grande.

    P.S. Adesso arriverà sicuramente qualcuno che ti dirà che devi prendere l'AI o niente! 😀

    Che problemi hai con il cambio bombola?
    Ultima modifica di Maggio; 26-09-2019, 19:25.

    Commenta


    • #3
      Uso con soddisfazione un Perdix. Non capisco che intendi quando dici "perdita di una stage": al cambio gas devi solo indicare quello che prendi - lui ti propone quello più adatto, ma se "l'hai perso" dovrai solo selezionarne un altro. Questi potrebbe addirittura essere uno con una PPO troppo elevata - ti segnalerà la condizione, ma non ti impedirà di cambiare (cosa che altri computer fanno - Suunto HelO2 ad esempio). Il calcolo della saturazione / desaturazione sarà comunque effettuato con il gas selezionato.
      Se invece ti riferisci al planner - non uso quello sul computer, troppo poco parametrizzabile, non solo per il calcolo dell'eventuale alternativa per gas perso, ma anche per le altre alternative.
      Reputo fondamentale l'alimentazione con batteria sostituibile dall'utente e, la possibilità di metterci dentro una stilo qualsiasi, oltre, ovviamente ad una ricaricabile o una SAFT penso dia tutta la libertà di scegliere la strategia di alimentazione con la sicurezza di un backup economico e reperibile ovunque.
      La funzione AI la considero comodissima quando faccio ricreative, la ritengo fondamentalmente inutile per le tecniche, anche perché puoi configurare solo 2 trasmettitori.
      Ultima modifica di Alastar; 26-09-2019, 19:46.
      Se avessi molto più tempo potrei fare molte più cose.
      L'ottimista pensa che viviamo nel migliore dei mondi possibili, il pessimista teme che sia vero.

      Commenta


      • #4
        Come è stato evidenziato l'AI serve a nulla per le immersioni tecniche.
        Ciao

        Commenta


        • #5
          già... e pure io starei sul petrel... magari usato, ora che è uscito il nuovo.

          Commenta


          • #6
            Sarebbe più opportuno dire: tra uno Shearwater e il Ratio, perché per il tuo profilo sub, come ti è stato detto, forse dell'AI non ne hai nemmeno bisogno... è una cosa utilissima nelle ricreative (per me che faccio video è comodo avere anche il manometro costantemente sott'occhio) e interessante dal punto di vista statistico (esaminare i propri consumi.. ecc.), ma nelle immersioni tecniche serve a poco o nulla (tra l'altro puoi utilizzare max fino a sole 2 sonde).

            Poi c'è il Ratio, che sulla carta è superiore in tutto e costa pure meno... ma non è in giro da tantissimo e la loro tecnologia non è di comprovata affidabilità (il che non significa che non lo sia! Ma solo che non c'è ancora sufficientemente "storia"), con la Shearwater invece caschi sul sicuro, non esiste di meglio da questo punto di vista. Io ho un Perdix AI e oggi lo cambierei sempre col Perdix AI... ma sono stato più volte tentato di prendere anche un Ratio per il gusto di sperimentare personalmente il suo valore (molti dicono che non hanno mai avuto problemi, altri hanno denunciato grattacapi.. vedi altro thread).

            Commenta


            • #7
              Comprato il Ratio, restituito il giorno dopo. Hanno cambiato alcune caratteristiche senza variare né sito né manuale. Ho venduto un rene e comprato il Perdix AI completo di sonda ad un prezzo di estremo favore ma non paragonabile al Ratio.

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da tarmina Visualizza il messaggio
                Comprato il Ratio, restituito il giorno dopo. Hanno cambiato alcune caratteristiche senza variare né sito né manuale. Ho venduto un rene e comprato il Perdix AI completo di sonda ad un prezzo di estremo favore ma non paragonabile al Ratio.
                Perché l'hai comprato e restituito il giorno dopo? Spiega.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da npole Visualizza il messaggio
                  Perché l'hai comprato e restituito il giorno dopo? Spiega.
                  Il computer in sé non aveva nulla di sbagliato. Hanno tolto il sensore di luminosità e quindi sia il Luximetro (e chi se ne frega) che la regolazione automatica di luminosità (e questa mi importa). Le motivazioni me le ha dette un tecnico, in tutta onestà, ma evito di pubblicarle altrimenti rischio la diffamazione. Fatto sta che mi sono girate le palle perché mi hanno venduto un prodotto differente da ciò che era pubblicizzato.

                  Altra cosa, che non mi piaceva, erano le tabelle di deco ordinate per profondità e non per tempo, esattamente al contrario di quanto siamo penso tutti abituati.

                  Mi veniva inoltre scomodo il cambio e la gestione gas, che trovo nello Shearwater molto più immediata.

                  La "scusa" ufficiale per il reso è stata, ovviamente, la prima in quanto prodotto non conforme.

                  Commenta

                  Riguardo all'autore

                  Comprimi

                  tarmina Per saperne di più su tarmina

                  Statistiche comunità

                  Comprimi

                  Attualmente sono connessi 44 utenti. 2 utenti e 42 ospiti.

                  Il massimo degli utenti connessi: 813 alle 06:58 il 05-11-2019.

                  Scubaportal su Facebook

                  Comprimi

                  Sto operando...
                  X