Appendere erogatori

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • firer84
    ha risposto
    Originariamente inviato da reato Visualizza il messaggio
    Non sapevo che l'attrezzatura subacquea potesse anche asciugare.
    Ogni giorno se ne impara una nuova.
    Non tutti hanno la tua fortuna

    Lascia un commento:


  • reato
    ha risposto
    Non sapevo che l'attrezzatura subacquea potesse anche asciugare.
    Ogni giorno se ne impara una nuova.

    Lascia un commento:


  • labottatrice
    ha risposto
    ci sono, ci sono...
    avete alzato un polverone, non si vedeva più un ca...volo!

    Lascia un commento:


  • Alastar
    ha risposto
    Forse ho alzato troppo sedimento e si è intanato ?

    Lascia un commento:


  • nello
    ha risposto
    Originariamente inviato da Alastar Visualizza il messaggio

    L'avevo capito ... :

    Proviamo a chiamarlo , labottatrice dove sei?

    Lascia un commento:


  • nello
    ha risposto
    Originariamente inviato da Alastar Visualizza il messaggio

    ... alzavo solo un po' di ... sedimento nel thread


    Lascia un commento:


  • Alastar
    ha risposto
    Originariamente inviato da nello Visualizza il messaggio

    Rispondevo a laBottatrice .


    L'avevo capito ... alzavo solo un po' di ... sedimento nel thread

    Lascia un commento:


  • nello
    ha risposto
    Originariamente inviato da Alastar Visualizza il messaggio

    Quello è per i bicchieri, non ci puoi infilare i guanti, i calzari o appendere gli erogatori !
    Rispondevo a laBottatrice .



    Lascia un commento:


  • cesare
    ha risposto
    il problema più stringente e pernicioso sta, come ha sottolineato alastar, nella perdita di elasticità dei costumi. vista l'età media del subacqueo medio, la fuoriuscita dei testicoli rappresenta una possibile causa di gravi incidenti subacquei, soprattutto per portatori di stagna. terribili e apocalittici scenari potrebbero manifestarsi, inoltre, durante il risciacquo della attrezzatura. porrei attenzione massima al lavaggio e successiva asciugatura del costume, suggerendo la sostituzione dello stesso dopo un anno di uso anche non intensivo.

    Lascia un commento:


  • paolo55
    ha risposto
    La mia attrezzatura e' piu' o meno come la tua moltiplicata per tre tenendo conto di mia moglie e di mio figlio e concordo con il fatto che il pericolo sia costituito dai cristalli di sale. Nel mio caso ho riscontrato frequenti malfunzionamenti nei vis che evidentemente formano cristalli di sale restando i gav a pagliolo sul barchino.
    Sono arrivato alla conclusione che ogni anno mi conviene smontarli e revisionarli onde prevenire fastidi.
    Quello che non ho revisionato lo scorso anno si e' bloccato in carica pochi giorni fa ed ho dovuto recuperare sul tavolo della cucina. Meno male che mi faccio tante cose da solo e che mi porto sempre ricambi ed attrezzature che sull' isoletta dove ora sono (Giglio) sarebbero introvabili.
    Mi diverto a pasticciare e fra balocchi subacquei e barchino trentennale le manutenzioni sono parte del divertimento anticipando il piacere dell' utilizzo.
    Niente di grave ma esistono gli anni in cui ci sono tanti piccoli guasti dovuti al tempo che passa e si devono mettere in conto manutenzioni straordinarie. Tra barchino e gav non mi sono certo annoiato ed ho gia' un discreto elenco di attivita' per l' inverno.
    Ciao
    Paolo

    Lascia un commento:


  • RANA
    ha risposto
    Originariamente inviato da paolo55 Visualizza il messaggio
    RANA
    io quando sono in ferie lavo sempre erogatori torce e computer mentre il resto sta sul barchino dentro ad una cassa frigo
    A fine vacanza grandi pulizie cosi' come ci stiamo raccontando e grandi manutenzioni se non vogliamo accelerare l' invecchiamento.
    Per uscite estemporanee o si mette tutto in acqua dolce ogni volta o si deve disporre di un portafoglio a fisarmonica
    E ciclicamente ancora ci sono guasti nonostante le manutenzioni a tre per volta come le onde in mare
    Ciao
    Paolo
    Ciao Paolo55.
    Non so cosa rispondere.

    In passato, nei primi anni di subacquea avevo una cura maniacale, oggi ne ho cura ma senza farmi troppi problemi.

    Le bombole non le risciacquo, perché tato quando mando in revisione faccio revisionare anche la rubinetteria.

    La mia attrezzatura è molto minimale e questo mi semplifica le operazioni di risciacquo.
    Normalmente ho:

    2 erogatori
    2 maschere
    1 Snorkel
    1 Coltello
    2 Computer
    1 Muta 5 mm da apnea (scarpette e guanti)
    1 Torcetta
    1 Bibo 10+10
    - Pinne

    Il bibo 10+10 ho già detto che non lo risciacquo per principio o partito preso, poi da quando la schiena è diventata sensibile ai pesi proprio non se ne parla.

    Il resto finisce tutto in una cesta e a casa va nella vasca da bagno, risciacquo dell'attrezzatura, appendo la muta e lascio per terra su uno straccio pulito ad acquiugare il resto dell'attrezzatura, una volta asciugata finisce nuovamente nella cesta, ad esclusione della muta che rimane appesa - fine.

    Problemi non ne ho mai avuti, o meglio a me non sembra di avere delle rotture per incuria, tanto che la mia attrezzatura è composta da parti che hanno anche più di 10 anni.

    Quindi il mio intervento non era volto a negare l'importanza del risciacquo ma a ridimensionare l'eccesso di pignoleria tipico di chi inizia.

    Quando facevo la guida è stato il periodo in cui non ho prestato particolare attenzione alla manutenzione dell'attrezzatura, le giornate erano intense, c'erano da fare tante cose e non si aveva tempo per far ceselli nel risciacquo.
    Avevo una rete dove mettevo dentro tutto, poi una rapida immersione nella vasca di risciacquo della rete stessa e via si buttava in un cantone, l'importante che l'attrezzatura rimanesse bagnata per non far formare i cristalli di sale, passato il turno a casa pulivo il tutto con più attenzione fine.

    Tutto qui.

    Cordialmente
    Rana

    Lascia un commento:


  • GuaDa
    ha risposto
    io uso degli appendini (quelli da lavanderia) opportunamente adattati
    appendini.jpg

    Lascia un commento:


  • paolo55
    ha risposto
    RANA
    io quando sono in ferie lavo sempre erogatori torce e computer mentre il resto sta sul barchino dentro ad una cassa frigo
    A fine vacanza grandi pulizie cosi' come ci stiamo raccontando e grandi manutenzioni se non vogliamo accelerare l' invecchiamento.
    Per uscite estemporanee o si mette tutto in acqua dolce ogni volta o si deve disporre di un portafoglio a fisarmonica
    E ciclicamente ancora ci sono guasti nonostante le manutenzioni a tre per volta come le onde in mare
    Ciao
    Paolo

    Lascia un commento:


  • RANA
    ha risposto
    Tutti dubbi leciti quando si è all'inizio, si ha paura anche di mollare un tappo con la brugola.

    Si risciacqua perfino la bombola .... si contano le cuciture.

    Poi dopo qualche anno si finisce per buttare tutto in un cantone, merce alla rinfusa, altro che appendini.


    Rana

    Lascia un commento:


  • Alastar
    ha risposto
    Non sono "pippe mentali" ! Sono dei sani e ponderati interrogativi su come trattare al meglio la delicata attrezzatura per il supporto vitale che utilizziamo durante le nostre escursioni nell'ambiente liquido ! ["Mobilis in mobile"]
    A te sembra che si esageri ?
    Pensa quando qualcuno chiederà come far asciugare le pinne per ridurre la possibile deformazione della pala...
    E il velcro che si sfilaccia ?
    Gli elastici dei costumi che si "smollano" ? [dovrebbe essere gergo tecnico - sta nel manuale della sarta - insieme alle tabelle per lo scartamento dei punti per conferire elasticità alle cuciture]
    Insomma, bisognerà pur pensare a qualcosa durante le pause (troppo lunghe) tra un'immersione e la successiva ...

    Lascia un commento:

Riguardo all'autore

Comprimi

polpotto Per saperne di più su polpotto

Statistiche comunità

Comprimi

Attualmente sono connessi 75 utenti. 12 utenti e 63 ospiti.

Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 06:32 il 14-01-2020.

Scubaportal su Facebook

Comprimi

Sto operando...
X