Sottocavallo fisso vs mobile

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Sottocavallo fisso vs mobile

    Ciao e buonasera subbi , per il gav preferite il sottocavallo fisso o quello mobile con il fastex? A vostro avviso quali sono i vantaggi e gli svantaggi di ognuno?

  • #2
    Fastex ovviamente, ma fastex anche sugli spallacci... c'è un'avversione verso i fastex figlia di pregiudizi (forse corretti anni addietro, quando i materiali non erano quelli di adesso). Il vantaggio è la facilità nella vestizione e svestizione. Lo svantaggio è il presunto anello debole che inserisci nel cinghiaggio, un punto che non trova molti riscontri nella realtà, almeno oggi.

    Commenta


    • #3
      Io li ho avuti tutti e due, adesso ho gav con imbrago senza fastex, ma sul sottocavallo non l ho mai usato, anche quando avevo gav con i fastex lo non lo allargavo mai (il sottocavallo gli spallacci)
      Parlo di gav con bibo

      Commenta


      • #4
        Penso che il sottocavallo, una volta regolato, non si tocchi più, a meno di non prestare il GAV o indossare stagna dopo essersi tuffati con la 3mm (ma poi ci sono da regolare anche gli spallacci ...)
        In fondo deve restare un po' ... lasco.
        In più si toglie slacciando il ventrale... quindi per indossare o svestire il GAV non c'è bisogno di un ulteriore punto di apertura.

        Ne ho visti con i fastex su GAV ricreativi (Mares, Zeagle e Scubapro - mi pare) alcuni anche a Y, ma erano generalmente tutti stretti (25 mm circa).
        Credo che avessero i fastex perché non si chiudevano con il ventrale, quindi a puro scopo di vestizione e svestizione. La regolazione, invece, credo fosse lì per farla una volta e non toccarla più.

        Ho trovato molto intelligente il modo di regolare il sottocavallo adottato da Halcyon - cosa che si può fare con qualunque sottocavallo: basta dotarsi di un fermapiombi che non abbia le fessure troppo strette, visto che si fanno due passaggi in una di queste (o allargare con una limetta una di queste) come si vede in questo video:
        https://www.youtube.com/watch?v=ZOHJ3tvuwqc

        Mi riferisco al primo fermapiombi che viene inserito, non quello con il D-Ring.
        Se avessi molto più tempo potrei fare molte più cose.
        L'ottimista pensa che viviamo nel migliore dei mondi possibili, il pessimista teme che sia vero.

        Commenta


        • #5
          Uso lo stesso metodo, grazie per aver postato il video, tutte le volte devo diventare intelligente per capirlo
          Ma non ho il fermapiombi grosso come in video, uso quelli piatti classici
          Buone bolle a tutti!!!
          http://4th-dimension.detidecosystem.com/

          Commenta


          • #6
            Sottocavallo col fatex? a cosa serve?

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da guaivor Visualizza il messaggio
              Sottocavallo col fatex? a cosa serve?
              In effetti anche nella mia risposta avrei dovuto argomentare... per il sottocavallo tradizionale (quello col passante per la cintura del gav) non ci vedo grande utilità ad avere il fastex, ci sono però quelli che si dividono a "V" le cui estremità finiscono ai lati della cintura che si sganciano appunto coi fastex (il mio gav "ricreativo" Mares ne usa uno di questo tipo).

              Commenta


              • #8
                Ho due GAV tecnici, entrambi con imbrago Audaxpro che fissa il sottocavallo doppio con due fastex.
                Vantaggi: Regolazione molto più accurata (un solo sottocavallo, con o senza fastex, stringe troppo gli zebedei);
                Svantaggi: due fastex da 25 mm. che aggancio per ultimi e sgancio per secondi (dopo il semprebenedetto fastex sullo spallaccio) e che non sono sempre facili da identificare al tatto.

                Capisco che un fisico longilineo faciliti l'uso del singolo sottocavallo fisso (asola assicurata dalla cintura) ma gli zebedei, in questo unico caso, sono nel posto sbagliato
                Ultima modifica di Pablito.; 12-12-2019, 18:15.

                Commenta


                • #9
                  Mi rendo conto che un sottocavallo con un fastex possa non essere il massimo della comodita' ma io ho avuto l' idea malsana di costruirmene uno ed ogni volta che non riesco a sganciarlo subito me la prendo con me stesso e mi riprometto di rifarlo. Su un altro gav ho un sottocavallo con il velcro e lo trovo veramente molto comodo oltre che veloce da mettere e togliere
                  Per gli amanti del fai da te serve una macchina per cucire di quelle da tappezziere oppure un artigiano di buona volonta' che e' sempre piu' raro.
                  Ciao
                  Polo
                  Paolo

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Pablito. Visualizza il messaggio
                    Capisco che un fisico longilineo faciliti l'uso del singolo sottocavallo fisso (asola assicurata dalla cintura) ma gli zebedei, in questo unico caso, sono nel posto sbagliato
                    E' anche comodo perché li sotto c'è il sottocavallo della stagna... comodo addosso, ma da mettere non tanto, io ogni volta smadonno perché mi perdo i due lati, oppure li inverto ecc.

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da firer84 Visualizza il messaggio
                      Uso lo stesso metodo, grazie per aver postato il video, tutte le volte devo diventare intelligente per capirlo
                      Ma non ho il fermapiombi grosso come in video, uso quelli piatti classici
                      Anche io, ma ne ho trovati un po' più robusti (heavy duty) di quelli sottili... Se mi ricordassi dove li ho presi lo scriverei ...

                      Originariamente inviato da paolo55 Visualizza il messaggio
                      ... omissis ...
                      Per gli amanti del fai da te serve una macchina per cucire di quelle da tappezziere oppure un artigiano di buona volonta' che e' sempre piu' raro.
                      Sono uno di queli (amanti del fai da te) ... non ho la macchina per cucire robusta, ergo faccio i punti a mano con ago e filo (quello serio di filo: cordino in poliestere - spesso in doppio). Ago robusto quanto basta - si comprano nelle mercerie - qualche volta uso la pinza (piccola), perché non trovo un ditale delle dimensioni adeguate ...
                      Ci vuole un po' di pazienza, spesso - all'inizio della cucitura - qualche spillo per tenere le cose ferme dove devono stare, ma poi il risultato, anche se non è precisissimo come quelli a macchina, funziona che è una bellezza ... se si vuole andare dritti, esistono delle matite gessate per tracciare prima dove si vogliono fare i punti ...
                      Spesso esagero pure un po' (più punti del necessario), ma almeno sono sicuro che non cederà.
                      (non usare il velcro adesivo: cucire su di esso accumula l'adesivo sul filo e poi si fa solo casino - tantissimo casino).

                      Se avessi molto più tempo potrei fare molte più cose.
                      L'ottimista pensa che viviamo nel migliore dei mondi possibili, il pessimista teme che sia vero.

                      Commenta


                      • #12
                        Alastar
                        Io mi sono procurato una vecchia macchina da cucire industriale della Necchi rilevandola dal tappezziere che mi ha fatto la moquette del barchino
                        Lo scorso inverno abbiamo rifatto la cuscineria del barchino e con solo quel lavoro la spesa e' stata piu' che giustificata.
                        Per il momento cuce solo mia moglie ed io mi riprometto di imparare conscio di possedere una fantasia malata r di avere in mente un sacco di lavori
                        Purtroppo non ci si improvvisa e certe competenze sono sempre piu' rare.
                        Per fare in fretta a volte mi invento le scorciatoie ma per i lavori ben fatti ci vuole la attrezzatura giusta e bisogna saperla usare
                        Ciao
                        Paolo
                        Paolo

                        Commenta


                        • #13
                          io avevo il doppio sottocavallo della audaxpro con i fastex era abbastanza comodo ma alla fine non cambia quasi nulla. anzi perché quello fisso non lo fai molto stretto, schiacciarmi le balle non mi piace e infatti ci ho lavorato qualche minuto in più per regolarlo giusto e ho risolto. sono stato obbligato al passaggio al fisso perché con 3 stage utilizzo il Dring di dietro sul sedere e poi qualche volta mi è capitato di usare lo scooter e con il morbido non va bene. quindi è stato un passaggio obbligato, anche se una volta provato il fisso non penso che tornerei indietro al morbido con i fastex…… tra parentesi io un fastex piccolo del sottocavallo l'ho anche rotto.

                          Commenta

                          Riguardo all'autore

                          Comprimi

                          lokk92 Per saperne di più su lokk92

                          Statistiche comunità

                          Comprimi

                          Attualmente sono connessi 77 utenti. 5 utenti e 72 ospiti.

                          Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 05:32 il 14-01-2020.

                          Scubaportal su Facebook

                          Comprimi

                          Sto operando...
                          X