Che pinne usate??????

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Che pinne usate??????

    1 ciao a tutti
    Ma voi che pinne usate per le vostre immersioni
    Perché chiedo questo?
    Vedo subacquei che scendono in acqua con pinne lunghe altri con normali pinne e altri ancora con pinne piccolissime
    Io scendo con scubapro kinetix
    E voi

  • #2
    mares avanti x3, lunghezza e rigidità media... adatta un po a tutto
    Ultima modifica di coffy84; 12-01-2018, 11:39.

    Commenta


    • #3
      Dive System Tech fin o Mares Avant 4 hp a seconda, molto bene anche con Scubapro Jet fin, altre non mi trovo bene, sopratutto con le bilobate o "snodate" moderne. Anche le master frog Cressi non mi esaltano carico di bombole ... scarrocciano troppo, tanti le usano sopratutto guide nei diving, ma secondo me fuori dal loro ambiente ideale ( l'apnea) non rendono al massimo.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da erino2707 Visualizza il messaggio
        1 ciao a tutti
        Ma voi che pinne usate per le vostre immersioni
        Perché chiedo questo?
        Vedo subacquei che scendono in acqua con pinne lunghe altri con normali pinne e altri ancora con pinne piccolissime
        Io scendo con scubapro kinetix
        E voi
        ​Ciao Erino2707.

        Ma anche vagamente, sei conscio della domanda che hai fatto ? (faccina sorridente per sottolineare il tono scherzoso ed amichevole).
        Hai vagamente idea su quale ginepraio, vespaio, ... hai messo il piede ? (altra faccina sorridente = tono scherzoso).

        Si apre a te un ventaglio di risposte, opinioni, religioni, credenze, postulati, teorie, affermazioni, convinzioni, leggende metropolitane, scie chimiche, i "grigi" degli alieni, teorie cospiratrici ........ massoneria, esoterismo e soprannaturale ...

        Ovviamente io sono il gran maestro della "bufala" .

        -----------------------------------------

        Provo ad essere sintetico (cosa che non mi riesce ma l'argomento l'ho tanto dibattuto che sinceramente perdo anche la forza fisica del digitare).

        Esistono due mondi subacquei.
        Il mondo degli apneisti, il mondo dei bombolari o detti anche sommozzatori.

        L'apneista usa pinne lunghe, in quanto nel suo fare compie spostamenti lunghi e continuati nel tempo.

        Le pinne lunghe sono strumenti che spingono in egual misura su entrambe le superfici (avanti dietro), questo fa si che - a patto di pinneggiare s a forbiciata, a patto di avere la corretta postura, a patto di avere una buona tecnica di pinneggiata, a patto di avere la pala con la durezza corretta (ergo morbide ma non mi addentro in questo aspetto) riescono ad esprimere una spinta più efficiente ed efficace, anche se bisogna dire che la coppia della spinta (per coppia intendo come la coppia dei motori quando vanno a regime) si raggiunge dopo alcune pinneggiate.

        Al contrario il bombolaro compie movimenti brevi e ripetuti quello che possiamo definire "stop end go" - pensa a quando sei in immersione, ti fermi, guardi, ti sposti di pochi metri, ti rifermi guardi, ti sposti, spesso compi movimenti di brandeggio del corpo.

        Il bombolaro inoltre ha una postura non perfetta in quanto non simmetrico, per il fatto che ha le bombole sula schiena che ne modificano il baricentro.

        Il bombolaro ha bisogno di una pinta a coppia bassa - l'equivalente di un trattore - in quanto si ferma spesso e deve ripartire, inoltre compie tantissimi movimenti di brandeggio e in ultimo ma non per importanza pinneggia spesso a rana e non in alternata.

        In questo contesto le pinne lunghe d'apnea non esprimono al meglio il loro potenziale e spesso finiscono per essere un limite e non un vantaggio se non fosse che spesso si solleva più facilmente sedimento.

        Il bombolare necessita di pinne più rigide, corte e larghe più pronte negli spostamenti da fermo e più adatte alla pinneggiata a rana e nei movimenti di brandeggio, queste pinne non spingono ugualmente in entrambe le direzioni ma hanno il lato anteriore più efficiente tanto che la loro spinta si dice pulsante.

        Ci sono quindi pinne per l'apneista e pinne per il bombolaro.

        Alcuni preferiscono le pinne d'apnea soprattutto se prevedono di affrontare situazioni in cui devono "spingere".

        Qui si dipana l'arcano .....
        Io sono dell'opinione che se non si ha una buona tecnica, allenamento, se non si sceglie una pala adatta le pinne d'apnea sono un limite e non un vantaggio.
        Chi le usa correttamente dal mio punto di vista sono molto pochi e sinceramente - nella mia piccola esperienza nel mondo dell'apnea, queste pinne non sono il compromesso migliore per chi fa bombole.

        Sono anche scomode per un bombolaro essendo a scarpetta e non a lacciolo - pinne lunghe a lacciolo ci sono ma scendiamo nel ridicolo, dato che l'accoppiamento pala piede determina l'efficienza, il lacciolo disperde molta forza e vanifica la pala lunga.
        Per me non vale la pena.

        Per altri sono il massimo, spingono e vanno bene in qualsiasi tipo di pinneggiata.

        In ultimo.
        Le pinne da bombolaro, troppo piccole o fatte con una geometria che scaricano il peso della massa d'acqua che devono spostare sono pinne fatte e studiate per chi non ha allenamento e tecnica.
        Ossia per la maggio parte dei subacquei della domenica.
        Io le sconsiglio vivamente.

        le pinne che usi sono un buon compromesso.


        Cordialmente
        Rana







        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

          ​Ciao Erino2707.

          Ma anche vagamente, sei conscio della domanda che hai fatto ? (faccina sorridente per sottolineare il tono scherzoso ed amichevole).
          Hai vagamente idea su quale ginepraio, vespaio, ... hai messo il piede ? (altra faccina sorridente = tono scherzoso).

          Si apre a te un ventaglio di risposte, opinioni, religioni, credenze, postulati, teorie, affermazioni, convinzioni, leggende metropolitane, scie chimiche, i "grigi" degli alieni, teorie cospiratrici ........ massoneria, esoterismo e soprannaturale ...

          Ovviamente io sono il gran maestro della "bufala" .

          -----------------------------------------

          Provo ad essere sintetico (cosa che non mi riesce ma l'argomento l'ho tanto dibattuto che sinceramente perdo anche la forza fisica del digitare).

          Esistono due mondi subacquei.
          Il mondo degli apneisti, il mondo dei bombolari o detti anche sommozzatori.

          L'apneista usa pinne lunghe, in quanto nel suo fare compie spostamenti lunghi e continuati nel tempo.

          Le pinne lunghe sono strumenti che spingono in egual misura su entrambe le superfici (avanti dietro), questo fa si che - a patto di pinneggiare s a forbiciata, a patto di avere la corretta postura, a patto di avere una buona tecnica di pinneggiata, a patto di avere la pala con la durezza corretta (ergo morbide ma non mi addentro in questo aspetto) riescono ad esprimere una spinta più efficiente ed efficace, anche se bisogna dire che la coppia della spinta (per coppia intendo come la coppia dei motori quando vanno a regime) si raggiunge dopo alcune pinneggiate.

          Al contrario il bombolaro compie movimenti brevi e ripetuti quello che possiamo definire "stop end go" - pensa a quando sei in immersione, ti fermi, guardi, ti sposti di pochi metri, ti rifermi guardi, ti sposti, spesso compi movimenti di brandeggio del corpo.

          Il bombolaro inoltre ha una postura non perfetta in quanto non simmetrico, per il fatto che ha le bombole sula schiena che ne modificano il baricentro.

          Il bombolaro ha bisogno di una pinta a coppia bassa - l'equivalente di un trattore - in quanto si ferma spesso e deve ripartire, inoltre compie tantissimi movimenti di brandeggio e in ultimo ma non per importanza pinneggia spesso a rana e non in alternata.

          In questo contesto le pinne lunghe d'apnea non esprimono al meglio il loro potenziale e spesso finiscono per essere un limite e non un vantaggio se non fosse che spesso si solleva più facilmente sedimento.

          Il bombolare necessita di pinne più rigide, corte e larghe più pronte negli spostamenti da fermo e più adatte alla pinneggiata a rana e nei movimenti di brandeggio, queste pinne non spingono ugualmente in entrambe le direzioni ma hanno il lato anteriore più efficiente tanto che la loro spinta si dice pulsante.

          Ci sono quindi pinne per l'apneista e pinne per il bombolaro.

          Alcuni preferiscono le pinne d'apnea soprattutto se prevedono di affrontare situazioni in cui devono "spingere".

          Qui si dipana l'arcano .....
          Io sono dell'opinione che se non si ha una buona tecnica, allenamento, se non si sceglie una pala adatta le pinne d'apnea sono un limite e non un vantaggio.
          Chi le usa correttamente dal mio punto di vista sono molto pochi e sinceramente - nella mia piccola esperienza nel mondo dell'apnea, queste pinne non sono il compromesso migliore per chi fa bombole.

          Sono anche scomode per un bombolaro essendo a scarpetta e non a lacciolo - pinne lunghe a lacciolo ci sono ma scendiamo nel ridicolo, dato che l'accoppiamento pala piede determina l'efficienza, il lacciolo disperde molta forza e vanifica la pala lunga.
          Per me non vale la pena.

          Per altri sono il massimo, spingono e vanno bene in qualsiasi tipo di pinneggiata.

          In ultimo.
          Le pinne da bombolaro, troppo piccole o fatte con una geometria che scaricano il peso della massa d'acqua che devono spostare sono pinne fatte e studiate per chi non ha allenamento e tecnica.
          Ossia per la maggio parte dei subacquei della domenica.
          Io le sconsiglio vivamente.

          le pinne che usi sono un buon compromesso.


          Cordialmente
          Rana






          si ma alla fine non hai risposto alla sua domanda

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da coffy84 Visualizza il messaggio
            si ma alla fine non hai risposto alla sua domanda
            Ciao ​Coffy.

            Come non ho risposto ?



            Va bene faccio il riassunto della risposta.

            Le pinne lunghe lasciale agli apneisti - che tra l'altro la maggio parte fatica a usarle correttamente.

            Usa pinne per l'ara.
            La pinna che ha detto di usare questa:


            A mio giudizio va bene, è un compromesso che permette di adattarsi bene a qualsiasi situazione.
            Ovviamente con queste pinne non puoi pensare di spostare l'uragano "Catrina" ... ma quelle forze non si vincono con nessuna altra pinna anche se a pala lunga

            Spesso dimentichiamo una cosa.
            Le pinne sono l'elica del sommergibile "umano" ma non il motore.

            L'elica deve essere adattata al motore e non il contrario.

            Prima bisogna capire che tipo di gambe si hanno, se si è allenati o meno, si deve capire la tecnica di pinneggiata che si usa e che si padroneggia.
            Poi e solo dopo questa analisi si sceglie la pinna.

            Comprare senza fare queste valutazioni pinne di qualsiasi tipo equivale a pensare che la "forza" propulsiva nasce dalla pinna cosa non vera.
            La pinna veicola la forza generata dalle nostre gambe e dalla nostra tecnica.

            Cordialmente
            Rana

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da coffy84 Visualizza il messaggio
              si ma alla fine non hai risposto alla sua domanda





              e pure "sintetico" è stato ...

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

                Ciao ​Coffy.

                Come non ho risposto ?



                Va bene faccio il riassunto della risposta.

                Le pinne lunghe lasciale agli apneisti - che tra l'altro la maggio parte fatica a usarle correttamente.

                Usa pinne per l'ara.
                La pinna che ha detto di usare questa:


                A mio giudizio a bene, è un compromesso che permette di adattarsi bene a qualsiasi situazione.
                Ovviamente con queste pinne non puoi pensare di spostare l'uragano "Catrina" ... ma quelle forze non si vincono con nessuna altra pinna anche se a pala lunga

                Spesso dimentichiamo una cosa.
                Le pinne sono l'elica del sommergibile "umano" ma non il motore.

                L'elica deve essere adattata al motore e non il contrario.

                Prima bisogna capire che tipo di gambe si hanno, se si è allenati o meno, si deve capire la tecnica di pinneggiata che si usa e che si padroneggia.
                Poi e solo dopo questa analisi si sceglie la pinna.

                Comprare senza fare queste valutazioni pinne di qualsiasi tipo equivale a pensare che la "forza" propulsiva nasce dalla pinna cosa non vera.
                La pinna veicola la forza generata dalle nostre gambe e dalla nostra tecnica.

                Cordialmente
                Rana



                si va bene, ma lui ( erino2707...) ha chiesto che pinne usi tu....

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

                  ​Ciao Erino2707.

                  Ma anche vagamente, sei conscio della domanda che hai fatto ? (faccina sorridente per sottolineare il tono scherzoso ed amichevole).
                  Hai vagamente idea su quale ginepraio, vespaio, ... hai messo il piede ? (altra faccina sorridente = tono scherzoso).

                  Si apre a te un ventaglio di risposte, opinioni, religioni, credenze, postulati, teorie, affermazioni, convinzioni, leggende metropolitane, scie chimiche, i "grigi" degli alieni, teorie cospiratrici ........ massoneria, esoterismo e soprannaturale ...


                  Questa è pura verità, oro colato ... così come per il solo diving, gli erogatori, i sacchi, le mute, la postura, DIR si o DIR no, la maschera ecc. ecc. ecc.

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da erino2707 Visualizza il messaggio
                    1 ciao a tutti
                    Ma voi che pinne usate per le vostre immersioni
                    Pinne lunghe da apnea in corrente e nel blu, pinne corte da ara per relitti e notturne.
                    Fabrizio

                    Commenta


                    • #11
                      Aqualung Blades II / Mares Avanti 4 / Hollis F1 a seconda...

                      però c'è una domanda che non è stata fatta:

                      di che colore dovrebbero essere le pinne ?
                      E, sopratutto, entrambe dello stesso colore ?
                      Se avessi molto più tempo potrei fare molte più cose.
                      L'ottimista pensa che viviamo nel migliore dei mondi possibili, il pessimista teme che sia vero.

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da pirla di turno Visualizza il messaggio
                        si va bene, ma lui ( erino2707...) ha chiesto che pinne usi tu....
                        Ok, rispondiamo con chiarezza anche a questo aspetto

                        Io uso queste pinne quando m'immergo con le bombole:

                        Con la umida le Scubapro Jet Fins:


                        Uso queste perché le trovo comode da mettere e togliere con il mollone metallico, sono delle cazzuole da muratore, tecnicamente nulla di che ma rigide da essere versatili in ogni movimento di brandeggio.
                        Un pochino pesanti ma a me non danno fastidio.
                        Diciamo la verità, andando senza gav mi piace lo stile retro e vintage che queste pinne hanno

                        Con la stanga le Mares Plana avanti 4:


                        Per una questione di scarpetta più grande che mi rende più comoda la vestizione e svestizione delle pinne con la scarpa della stagna.
                        Lo so molti farebbero il contrario, sfruttando la pesantezza delle jat fins con la stagna ma siccome a me viene bene cosi, faccio cosi
                        Un ultima cosa, le plana avanti quattro della Mares sono tecnicamente pinne formidabili, il miglio prodotto per me sotto ogni aspetto.

                        Quando faccio apnea uso un paio di pinne della Beaucat a pala lunga:


                        Queste pinne non sono il massimo, hanno la pala molto dura, le preferirei più morbide ma fu un errore data dalla poca esperienza quando le comprai per iniziare il corso d'apnea.

                        Cordialmente
                        Rana
                        Ultima modifica di RANA; 12-01-2018, 12:29.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da Alastar Visualizza il messaggio
                          però c'è una domanda che non è stata fatta:

                          di che colore dovrebbero essere le pinne ?
                          E, sopratutto, entrambe dello stesso colore ?
                          ​Rigorosamente nere

                          Il nero snellisce


                          Cordialmente
                          Rana

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

                            Ok, rispondiamo con chiarezza anche a questo aspetto

                            Io uso queste pinne quando m'immergo con le bombole:

                            Con la umida le Scubapro Jet Fins:


                            Uso queste perché le trovo comode da mettere e togliere con il mollone metallico, sono delle cazzuole da muratore, tecnicamente nulla di che ma rigide da essere versatili in ogni movimento di brandeggio.
                            Un pochino pesanti ma a me non danno fastidio.
                            Diciamo la verità, andando senza gav mi piace lo stile retro e vintage che queste pinne hanno

                            Con la stanga le Mares Plana avanti 4:


                            Per una questione di scarpetta più grande che mi rende più comoda la vestizione e svestizione delle pinne con la scarpa della stagna.
                            Lo so molti farebbero il contrario, sfruttando la pesantezza delle jat fins con la stagna ma siccome a me viene bene cosi, faccio cosi
                            Un ultima cosa, le plana avanti quattro della Mares sono tecnicamente pinne formidabili, il miglio prodotto per me sotto ogni aspetto.

                            Quando faccio apnea uso un paio di pinne della Beaucat a pala lunga:


                            Queste pinne non sono il massimo, hanno la pala molto dura, le preferirei più morbide ma fu un errore data dalla poca esperienza quando le comprai per iniziare il corso d'apnea.

                            Cordialmente
                            Rana

                            Ecco, adesso ci siamo ... e civoleva tanto? praticamente le stesse che uso io, apnea aparte che adesso quasi non ne faccio più e ultimamente usavo le master frog ... che avevo provato le gara e simili, ma erano troppo rigide e ci vuole la gamba, allenamento e vanno bene solo se e quando spingi forte, secondo me.

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Alastar Visualizza il messaggio

                              di che colore dovrebbero essere le pinne ?
                              E, sopratutto, entrambe dello stesso colore ?

                              AAAAhhhhhhhh lo sapevo, lo sapevo che qualcuno ci arrivava .....il colore delle pinne .... sigh

                              Nere è troppo banale, bianche da fighetto con la puzza sottoalnaso, gialle da pompiere, ne ho viste fucsia, a pois, rosse , blu e mimetiche .... quelle trasparenti ancora mi mancano

                              Commenta

                              Riguardo all'autore

                              Comprimi

                              erino2707 Per saperne di più su erino2707

                              Statistiche comunità

                              Comprimi

                              Attualmente sono connessi 28 utenti. 0 utenti e 28 ospiti.

                              Il massimo degli utenti connessi: 187 alle 19:54 il 05-01-2017.

                              Scubaportal su Facebook

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X