torneremo a viaggiare nel 2021?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio

    La stragrande maggioranza delle persone che sento non si muoveranno fuori dall'Italia, la magior parte dei tedeschi, svizzeri, francesi e europei in generale, non andranno fuori dal Mediterraneo.
    Questo sarà, probabilmete, un vantaggio nell'immediato, ma temo un grosso problema in futuro.
    Inutile far finta di non sapere che il 90% (cifra sparata a caso, ma dubito lontana dal vero) dei brevetti subacquei e, soprattutto dei battesimi, nel mondo si facevano tra Egitto, Thailandia e Caraibi.

    Questi luoghi sono stati fucina di subacquei che poi si sono riversati a scoprire anche i nostri mari (non il contrario). In una subacquea "anagraficamente anziana", non avere un ricambio generazionale, sara un handicap che pagheremo (noi professionisti del settore) a breve giro.

    Quando la situazione era "normale", per primo avrei consigliato di fare un tuffo in Mediterraneo anziché all'estero, in questa situazione mi trovo a dover temere che il mancato lavoro degli altri ricada rovinosamente anche su di noi, solo un paio di anni dopo.

    Auguriamoci che si torni nella situazione in cui, chi viene in Sardegna, lo fa per scoprire un mare straordinario, non perché non può andare a Sharm o Cozumel.
    Ciao, capisco il tuo pensiero , ma io voglio pensare positivo e cerco di vederla in questo modo,
    magari inizialmente ,come dici te, ci può essere il vantaggio che gli Europei non si muoveranno dal Mediterraneo, ma poi con le persone vaccinate perchè non dovrebbero ricominciare a viaggiare e quindi rimettere in moto anche quel volano di persone che prendono il brevetto in Egitto o ai Caraibi?

    Questo me lo auguro sia a me come turista che a voi come professionisti ,
    non è pensabile che nel XXI secolo con persone vaccinate la gente non si muova più da casa.

    Pensiamo positivo e lo dico con il massimo augurio per tutte le attività.
    Ultima modifica di CGL; 07-01-2021, 12:10.

    Commenta


    • #17
      blu dive
      La differenza la potrai fare con la qualita' dei tuoi servizi e con la fidelizzazione della tua clientela. I brevettifici ed i sub occasionali restano un elemento aleatorio e passeggero.
      In Sardegna ci viene chi ama quella terra e soprattutto quel mare dove prima di immergerti devi riuscire a navigarci. Non e' per tutti ma tutti quelli che ci si trovano bene ci ritornano.
      Ciao
      Paolo
      Paolo

      Commenta


      • #18
        Io che ho giusto una gran voglia di tornare in Sardegna e farla conoscere un po' alla mia ragazza che non c'è mai stata... voi scrivete queste cose...!!! *_*

        Commenta


        • #19
          Originariamente inviato da Livio Cortese Visualizza il messaggio
          Io che ho giusto una gran voglia di tornare in Sardegna e farla conoscere un po' alla mia ragazza che non c'è mai stata... voi scrivete queste cose...!!! *_*
          quali cose?
          www.bludivecenter.com

          Commenta


          • #20
            Parlando della Sardegna.

            Commenta


            • #21
              Originariamente inviato da paolo55 Visualizza il messaggio
              blu dive
              La differenza la potrai fare con la qualita' dei tuoi servizi e con la fidelizzazione della tua clientela. I brevettifici ed i sub occasionali restano un elemento aleatorio e passeggero.
              In Sardegna ci viene chi ama quella terra e soprattutto quel mare dove prima di immergerti devi riuscire a navigarci. Non e' per tutti ma tutti quelli che ci si trovano bene ci ritornano.
              Ciao
              Paolo
              Senza voler essere negativo per forza, ma perché lo vivo continuamente, posso dirti che la "qualità", come la "comodità", come il "sevizio", hanno un ritorno economico a lungo termine ma non nell'immediato.
              La fidelizzazione, inoltre, è un'ottima cosa e che ci ha permesso di superare 2 crisi; ma solo finché i fidelizzati non cominciano a diventare "vintage", poi serve quel ricambio che rischia di mancare.

              Chi fa immersioni con noi e sale su una barca dopo aver visto solo gommoni, in genere, ne apprezza la comodità e la versatilità, soprattutto fuori stagione.
              Eppure sono pochissimi che mettono la presenza della barca, piuttosto che del gommone, tra i criteri di scelta quando decidono se rivolgersi a me piuttosto che ad un altro.
              Incide di più lo "score" di tripadvisor....

              I brevettifici hanno una percentuale di "non proseguimento" molto alta, ma, nel numero, hanno creato la base per la subacquea moderna, con i pregi e i difetti del caso.
              A noi è toccato il compito di farne diventare qualcuno un sub decente.
              O pensiamo che non ci sia nessuno brevettato "DIR" che ha iniziato a Sharm a sgambettare con la s80 sulle spalle e tenuto per mano da un istruttore?
              www.bludivecenter.com

              Commenta


              • #22
                Fino all'autunno non credo ci saranno le condizioni x vacanze in certi paesi un po' più arretrati (intendo come sistema sanitario) rispetto a noi. Io guardo il lato positivo, quest'anno ho scoperto stupendi angoli d'italia che, dal punto di vista sub, non conoscevo, (la sardegna di Blu Dive e i fondali di Ischia/procida), qualche relitto "vicino a casa" che non conoscevo. Quest'anno sarei già contento di ripetere queste esperienze o di scoprire altri angoli d'italia, ne vale veramente la pena
                Ultima modifica di Devo82; 07-01-2021, 23:43.

                Commenta


                • #23
                  Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio
                  .......................
                  Incide di più lo "score" di tripadvisor....
                  ......................
                  Per altro composto al 90% di recensioni false.

                  www.filoariannadive.com

                  Commenta


                  • #24
                    tengo solo a precisare che io faccio 25 we circa annui in liguria e un paio in argentario(perche' piu' lontano),con questo post non volevo certo denigrare il nostro bellissimo mare,volevo solo esternare la mia voglia di mari lontani....
                    "ovvio che non vedete i martelli,siete un blocco unico!"cit. renato marchesan,il guru del sudan

                    "no fly finito,desat finita,anche stavolta e' andata bene" cit. enrico

                    Commenta


                    • #25
                      ahi ahi ahi ahi, cielito lindo
                      ......lasciami l'orgoglio di essere solo un uomo...

                      Commenta


                      • #26
                        lo scopo del 2022 per me sarà lavorare sull'assetto aquaticità e prendere confidenza il più possibile con la nuova configurazione. Se le piscine per miracolo riapriranno vorrei anche ritornare ad allenarmi per l'apnea. Per questi scopi mi basterebbe un bacino delimitato, quindi per me il 2021 come "viaggio" si limiterà al massimo a cambiare regione da Toscana a Liguria.

                        Commenta


                        • #27
                          Questo è un tema che mi interessa molto. Credo che il 2021 non sarà l'anno del ritorno alla mobilità di un tempo, ma molti, come il sottoscritto, riprenderanno a mettere la testa sott'acqua, rimettendo in moto il settore. Per il 2021 spero di tornare a fare immersioni, fosse anche "solo" in Italia. Dico "solo" perché mi sono sempre equamente diviso tra Mediterraneo e altri mari. Ma non credo che mi avventurerò fuori dall'Italia prima del prossimo anno.
                          “Call me Ishmael. Some years ago - never mind how long precisely - having little or no money in my purse, and nothing particular to interest me on shore, I thought I would sail about a little and see the watery part of the world."

                          Commenta


                          • #28
                            A lungo termine il vero problema e' il ricambio generazionale. Non riguarda solo la subacquea, ma tutti gli sport praticati nella natura: trial, mountain bike, sci, vela, windsurf, arrampicata, canoa, parapendio, etc.
                            Per la mia generazione erano tutte attivita' molto attrattive, e le ho cercate di praticare quasi tutte. Il limite erano i soldi...
                            Invece i ragazzi di oggi non solo non sono attratti, ma addirittura le aborrono. Lo vedo coi miei figli, che pure le hanno praticate sin da piccoli perche' io e mia moglie ce li tiravamo adietro, sul gommone come in montagna, sulle mini moto da cross e col bombolino da 3 litri.
                            Nessuno dei loro amici ha mai nemmeno voluto provare a fare ste cose, ed immagino che i loro genitori non avrebbero voluto fargliele fare.
                            Sta epidemia Covid finira' ma lasciera' conseguenze durature. La gente ha imparato a fare le videoconferenze anziche' le riunioni in presenza, a fare la spesa online anziche' in negozio.
                            I giovani gia' erano in buona parte presi dai social network: in questo anno la rete e' diventata per loro l'unica realta' sociale ed amicale.
                            Non torneranno indietro, e convincerli a mollare il loro smartphone anche solo per fare una passeggiata nel bosco o una nuotata in mare sara' ancora piu' difficile.
                            E quindi vedo un futuro gramo. Gia' ora quando vedi un gruppo di enduristi o di trialisti che si fermano per una sosta e tolgono il casco, i capelli sono tutti bianchi.
                            Anche per la subacquea a breve sara' cosi'.
                            E fra 10-15 anni anche noi vecchietti molleremo, e sara' proprio finita...

                            Commenta


                            • #29
                              Ciao AngeloFarina
                              Sante parole le tue
                              I giovani di oggi sono interessati solo al social network Saranno piu svegli di noi ma non sanno cosa sia il divertimento
                              anch'io come te gommone tutta la famiglia in mare i figli appena e stato possibile anno rivenduto tutto
                              Hai miei tempi ti divertiti tantissimo con nulla ,cera più comunicazione che adesso manca
                              basta vedere nei ristoranti oppure in giro tutti con il telefonino in mano che non si guardano neanche in faccia
                              (mi trovavo al ristorante vicino a me 5 ragazzi sulla 24/ 27 anni In 2 ore seduto non si sono detti una parola )
                              Manca l amicizia tra di loro
                              Anch'io come te la vedo male la subacquea non ci sarà il cambio dei vecchi tra i giovani
                              IO questo lo vedo gia da diverso tempo a sharm vengono sempre coppie di 40 anni in su di giovani veramente pochi
                              speriamo che mi sbaglio e il mondo cambi
                              Buone bolle a tutti

                              Commenta


                              • #30
                                Mmmm non sono d'accordo.
                                Mio figlio, appena maggiorenne, morde il freno - non vede l'ora di tornare a fare quello che faceva prima, di persona, e vi garantisco che non si è mai fatto mancare le attività da social network digitale.
                                Come controprova, quanti dei vostri coetanei hanno provato a fare subacquea da adolescenti o giovanissimi ? Arrampicata ? Sci ?
                                I subacquei che hanno cominciato da giovani se lo sono potuti permettere perché qualcuno gli pagava corsi, viaggi, attrezzature, come ho fatto io con mio figlio. Personalmente ho iniziato la subacquea dopo che avevo raggiunto l'indipendenza economica e mi potevo permettere la spesa. Da adolescente non avrei potuto senza chiedere ai miei.
                                Lo stesso vale per lo sci - io sono di Roma, andare sulle dolomiti era una spesa anche quando mio padre organizzava la settimana bianca per tutta la famiglia. Questo era, per me, l'unico modo per sperimentare la neve tra i 10 e i 18 anni - se fossi stato in abruzzo, magari, avrei avuto un altro approccio con essa.
                                Peccato mio padre non amasse il mare ... avrei sicuramente cominciato prima le mie attività che hanno a che fare con l'acqua allo stato liquido.
                                E se avessi voluto fare equitazione ?
                                Per fortuna quando vedo mio figlio e i suoi 4 debosciati amici del cuore interagire di persona capisco che c'è ancora speranza
                                Credo che il "ricambio generazionale" vedrà le stesse proporzioni che si sono viste sinora. Credo anche che la subacquea sia uno sport a cui ci si avvicina tra i 25 e i 35 anni se non si è spinti da parenti o da un contesto sociale in età più giovane.
                                Solo i miei 2, ottimisti, centesimi ...
                                Se avessi molto più tempo potrei fare molte più cose.
                                L'ottimista pensa che viviamo nel migliore dei mondi possibili, il pessimista teme che sia vero.

                                Commenta

                                Riguardo all'autore

                                Comprimi

                                lindo Per saperne di più su lindo

                                Statistiche comunità

                                Comprimi

                                Attualmente sono connessi 62 utenti. 9 utenti e 53 ospiti.

                                Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 06:32 il 14-01-2020.

                                Scubaportal su Facebook

                                Comprimi

                                Sto operando...
                                X