Guida Subacquea - "quanta" esperienza è opportuno avere ?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Originariamente inviato da Mercurio90 Visualizza il messaggio
    AngeloFarina concordo con te, a me la via dell'insegnamento non è interessata, e neanche quella da guida subacquea. Il mio percorso, ha virato sulla tecnica e li sto cercando di specializzarmi. Qualche bel profilo sta iniziando ad uscire e qualche amico sta lasciando la strada della guida o dell'istruttore per venire a vedere qualcosina con me
    Detto tutto questo, una buona guida che lavora in un centro subacqueo (diciamo in mediterrraneo), mette in saccoccia un numero di immersioni, una varietà di situazioni, la possibilità di vedere e confrontarsi con subacquei di tutti i tipi e livelli, non alla portata di tutti.

    Cioè di accumulare un certo tipo di esperienza che sarà utilissima anche nella subacquea tecnica (ricordate metti la cera, togli la cera?).
    Faccio un esempio: Una guida che attualmente colabora con me, ha accumulato, negli ultimi 3 anni, 700 ore d'acqua. (bugia: 700 sono le ore registrate dal suo attuale computer).
    Pochi tecnici arrivano a 30 anni con miglia di tuffi, la maggior parte non ci arriva nenache a fine carriera.

    Non sono cose fondamentali, si può essere degli ottimi tec diver ugualmente, ma una brava guida che l'ha fatto per mestiere in posti "complicati", ha una spigliatezza che non sempre è osservabile nei sub tecnici "di scuola".
    www.bludivecenter.com

    Commenta


    • #17
      bludive secondo me un subacqueo di professione e un sub di esclusiva passione sono 2 cose differenti. Non posso io con 50 o 60 tuffi anno essere neanche paragonabile ad un sub che fa' 80/100 tuffi al mese 8 mesi all'anno, la confidenza con l'acqua, con l'attrezzatura, con tutto ciò che comporta entrare in un ambiente alieno. Quando un sub cliente raggiunge una certa esperienza inizia a calare il fisico perché magari hai 50 o 60 anni.
      Tutto sta che se inizi a fare determinati tuffi devi avere una preparazione adeguata, poi non tutti possono essere CR7 o Messi, anche qualche taglialegna di centrocampo che mandi avanti la carretta serve.

      Commenta


      • #18
        Mercurio90
        A giorni saranno 65 e purtroppo il fisico e' gia' calato in modo evidente
        Per fortuna nella subacquea non serve avere chissa' quale forma fisica e si riesce a compensare con la abitudine mentale.
        Sono appena stato al Giglio con mia moglie ed abbiamo fatto i soliti tuffi abbastanza fondi senza alcun problema
        Per fortuna in acqua i segni del tempo si sentono molto meno di quanto accada in altre discipline sportive dove i problemi lortopedici uniti all'eta' sono penalizzanti
        Basta avere il cuore sano.
        Vado tranquillo, sono sempre in situazione di comfort e vado tranquillamente negli stessi posti
        Non ho partcolare desiderio di andare oltre le solite profondita' ma penso che ve ne fosse il motivo potrei fare di piu'
        In acqua mi sento sempre bene e spero che duri il piu' possibile
        Un salutone
        Paolo
        Paolo

        Commenta


        • #19
          paolo55 l'importante è non mollare, l'elemento marino ci permette di andare avanti per tanti anni anche se sopraggiungono problemini.... Di sicuro potresti fare qualche metro in più o più tempo, però converrai con me che con un ragazzo di 25 anni che magari in 6 o 7 anni ha fatto 3000 immersioni ha una marcia in più....io vedo qualche mio coetaneo con 5 o 6 mila tuffi in tutto il mondo e la differenza è enorme. Quando uno è professionista è professionista

          Commenta


          • #20
            Pienamente d"accordo.
            Per anni mi sonno immerso con un professionista dei vvff ed il divario e' enorme
            in tutti i settori un professionista ha almeno una marcia in piu' e quando decide di cambiare velocita' non c'e' altro da fare che ammirare e cercare di imparare
            In questi casi ti rendi anche conto di quante scatole vuote ci sono in giro ma questo e' un altro discorso.
            Da vecchietto, fino a quando posso, cerco di non perdere il ritmo e godermi il mare sopra e sotto
            Ciao
            Paolo
            Paolo

            Commenta


            • #21
              Ciao, ti riassuma la mia crescita come DM, attività cessata con 7000 immersioni.
              ho avuto la fortuna di iniziare il mio percorso verso le qualifiche professionali con un compagna istruttrice.
              L'ho seguita durante tutti i suoi corsi in acqua con gli studenti, questo mi ha aiutato a capire molto dei comportamenti dei subacquei, del lavoro che c'é dietro. Il mio corso DM è stato di internship: impari il mestiere lavorando.

              Ma l'esperienza da guida me la son fatta in questo modo:

              Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio
              ,,,una brava guida che l'ha fatto per mestiere in posti "complicati", ha una spigliatezza che non sempre è osservabile nei sub tecnici "di scuola".
              Ho avuto la fortuna di lavorare nelle fabbriche (Cancun, Cayman e Sharm el Sheikh) e in posti remoti dove dovevi inventarti tutto: dal mutuo soccorso in mare ai piani B-C-D e F.

              Un buon corso DM è quello che ti fa spuntare gli occhi sulla nuca (sicurezza) che piano piano si aprono sempre di più.
              Credo comunque che la dote più importante per un DM sia l'amore per il proprio mestiere, la conoscenza scientifica dei fondali, degli umori del mare, delle creature che lo abitano.
              E' altresì importante saperle mostrare, queste cose, saper comunicare. La dote può essere innata, o si può 'copiare' da quelli bravi.

              In quanto all'esperienza in sé: beh, quella è sempre la somma dei propri errori.
              Ultima modifica di cidiemme; 16-10-2020, 16:12.
              BLOG
              https://claudiodimanaoblog.blogspot.com/

              Commenta

              Riguardo all'autore

              Comprimi

              DrowningDiver Padre, Marito, Scienziato e quando posso fuggo sott'acqua... Per saperne di più su DrowningDiver

              Statistiche comunità

              Comprimi

              Attualmente sono connessi 62 utenti. 0 utenti e 62 ospiti.

              Il massimo degli utenti connessi: 1,037 alle 05:32 il 14-01-2020.

              Scubaportal su Facebook

              Comprimi

              Sto operando...
              X