Voi che ne pensate?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Voi che ne pensate?

    Ciao. Giusto oggi ripensavo ad un'immersione tecnica di qualche mese fa in un sito nuovo da esplorare, in un diving dove credono nella filosofia del team ed usano mnemonica.
    Al termine dell'immersione torniamo sul punto dell'ancora e non c'è più. Si sale di quota per capire se sia sbagliato punto, ma non c'è veramente traccia dell'ancora.
    Al tempo io non facevo ancora algoritmi mnemonici ma facevo solo affidamento al computer (con gradienti 30/85).
    La guida (proprietario del diving) lancia il pallone.
    Troviamo corrente negli ultimi metri, non ci sono punti di riferimento se non la cima, essendo nel blu.
    Quando il team leader giudica terminata l'immersione risale, affiancato dal team (senza chiedere quanta deco avessi).
    Il mio computer segnava ancora 10 minuti di deco, quindi decido di stare sotto di loro.
    Quando risalgo vengo cazziato per non essere risalito insieme in una condizione di emergenza (no problem: ho le spalle larghe e non me la sono presa).
    La ramanzina era motivata con "il team esce tutto assieme, specie in condizioni di emergenza come questa, in mare aperto e senza barca"
    La mia risposta è stata: "io non ero in emergenza: ero in decompressione ed avevo ancora 10 minuti da smaltire, del problema della barca mi sarei preoccupato 10 minuti dopo, al momento di riaffiorare, ma rischiare di star male in mezzo al mare, non mi sembrava un'alternativa valida"

    Ad ogni modo la barca non c'era perché la capitaneria aveva richiesto l'intervento per l'avaria ad un gommone di subacquei ricreativi... subacquei che erano in acqua e trascinati dalla corrente si erano sparsi per tutta la baia (senza pedagni) ed aveva ordinato di intervenire abbandonando il supporto di superficie ai subacquei in tecnica. Quando sono affiorato, il nostro gommone stava arrivando, affiancato dall'imbarcazione della capitaneria.

    Raccontati i fatti, tutt'ora mi chiedo se sia giusto salire su tutti insieme in quelle condizioni nel senso che io avrei abortito la decompressione solo in caso di malore di uno dei componenti e solo dopo aver valutato i non mettere a repentaglio la mia salute... ma non perché la barca d'appoggio non è dove ci aspettiamo.

  • #2
    Ciao
    secondo me non sei tu ad aver sbagliato, anzi!
    Tita

    Commenta


    • #3
      Per me ti conviene dimenticare l'accaduto ma soprattutto quell' imbecille che si è' permesso di criticare il tuo operato
      sei stato troppo signore
      cordialmente
      paolo
      Paolo

      Commenta


      • #4
        Avrei fatto la stessa cosa!
        La deco la termino, poi ne parliamo...

        Commenta


        • #5
          Ps
          quel fenomeno di barcaiolo per me avrebbe dovuto lasciare ancora e cima legate ad un galleggiante (ciambellone di rotazione) prima di lasciare il punto di ancoraggio
          in caso di calino catena e verricello ancora di rispetto o cintura di piombi e come sopra
          Poi si definiscono professionisti
          ciao
          paolo
          Paolo

          Commenta


          • #6
            Calumo al posto di calino
            Il telefono si è' inorridito a sentire il tuo racconto !
            Paolo

            Commenta


            • #7
              Mi fa strano pure che tu ti ponga il problema.. avevi 10 minuti di deco, risalire (senza che tu avessi un'emergenza e senza che tu dovessi prestare immediato soccorso ad un altro sub) non è nemmeno tra le opzioni, io li avrei mandati a fanculo altro che giustificazioni.

              Commenta


              • #8
                Si sale tutti insieme dopo che quello che ha più deco la scarica..., il team leader deve uniformarsi a te che sei l'ultimo o almeno lasciare un compagno che ti supporti, se mi dovesse capitare che gli atri salgono prima, se sono nel blu (verde al lago) e in forte corrente lancio un pallone a mia volta cosi che i mie compagni in superficie possano sapere dove sono e magari mi tengano stretto la sagola....ma queste cose vanno concordate prima e deve farlo il team leader, se non l'ha fatto allora è un grave errore suo oltrettuo aggravato dal fatto che non ti conosceva bene (non eri il suo buddy e non potevi sapere cosa gli frullava in testa o le sue abitudini anche in situazioni normali). E questo è quello che penso io, non una regola scritta.
                Però immagino quello che è successo, alcune didattiche "integraliste" richiedono la perfezione in acqua, ovvero che tutto il team abbia lo stesso profilo, identico, tempi e quote devono combaciare perfettamente perchè l'immersione viene fatta letteralmente gomito a gomito, quindi quando il team leader dice che è finita è finita perchè secondo le sue tabelle, calcolo mnemonico o CPU (che deve uguale ed essere settato uguale per tutti) tutto il team è scarico di deco, la cazziata te l'ha fatta solo per sottolineare il discorso che tutto il team deve essere in linea con il profilo del team leader e per sottolineare che la sua didattica crea macchine. FREGATENE


                Buone bolle a tutti!!!
                http://4th-dimension.detidecosystem.com/

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da darkfire Visualizza il messaggio
                  Raccontati i fatti, tutt'ora mi chiedo se sia giusto salire su tutti insieme in quelle condizioni nel senso che io avrei abortito la decompressione solo in caso di malore di uno dei componenti e solo dopo aver valutato i non mettere a repentaglio la mia salute... ma non perché la barca d'appoggio non è dove ci aspettiamo.
                  Condivido a pieno! Si deve affrontare un problema per volta, e la deco obbligatoria viene per prima, in un contesto del genere. Ma anche se qualcuno fosse stato male, anche in quel caso un membro del gruppo sarebbe dovuto restare con te.

                  Altro che team...

                  Secondo me il leader ha sbagliato. Detto questo, c'è da dire che è questo il motivo per cui i gruppi di subacquei
                  che credono nella filosofia del team ed usano mnemonica si immergono di solito solo tra di loro.

                  In un contesto del genere però l'errore è secondo me doppio visto che tu eri un cliente del diving.

                  Che poi diciamola tutta, era sufficiente che uno restasse con te.

                  Personalmente, se avesse provato a dirmi qualcosa, gliene avrei detto di tutti i colori.
                  Ultima modifica di Tonnetto; 08-11-2019, 11:16.
                  YouTube

                  Commenta


                  • #10
                    beh... su quello, il diving sapeva che facevo immersioni tecniche in solitaria, quindi credo che non sia posto eccessivamente il problema. Io ero attaccato alla cima del pedagno e sei metri sotto gli altri. Se mi fossi staccato avevo due pedagni pronti per esser lanciati (non li ho lanciati per non richiamare un'emergenza che per me non esisteva)

                    Immagino, comunque, che il team leader era preoccupato/arrabbiato per non vedere il barca e barcaiolo dove dovevano essere... e non avergli visto lasciare l'ancora con boa...

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da paolo55 Visualizza il messaggio
                      Ps
                      quel fenomeno di barcaiolo per me avrebbe dovuto lasciare ancora e cima legate ad un galleggiante (ciambellone di rotazione) prima di lasciare il punto di ancoraggio
                      in caso di calino catena e verricello ancora di rispetto o cintura di piombi e come sopra
                      Poi si definiscono professionisti
                      ciao
                      paolo
                      Io nel racconto di Darkfire condivido il commento di Paolo.

                      L'errore, se proprio vogliamo trovarlo, per me è del barcaiolo.
                      Non togli il cavo di risalita.
                      Al limite attacchi un parabordo al cavo che lasci per i subacquei sotto per poi sganciare l'imbarcazione andando a prestare assistenza.
                      In questo caso non penso ci sarebbero stati problemi.

                      Cordialmente
                      Rana

                      Commenta


                      • #12
                        RANA
                        Per me non c'era un cavo di risalita ma solo il calumo con cima e il barcaiolo e' stato superficiale.
                        Con ancora catena e verricello elettrico non e' detto che la catena sia facilmente sganciabile e comunque la catena va a fondo probabilmente trascinandosi anche un galleggiante non generoso.
                        Serve in ogni caso una cima dedicata che non tutti hanno a bordo o a portata di mano
                        Da cui la opportunita' di tenere sempre a bordo una ancora di rispetto pronta all' uso per fare il punto al volo.
                        Tante cose che pero' un professionista del mare dovrebbe avere sulla punta delle dita
                        A parziale discolpa del barcaiolo, se capita alle prime armi, va detto che quando ci si muove in codizioni ottimali su mari tranquilli e su fondali facili magari non si pensa a condizioni ambientali piu' complesse che in posti come la Sardegna costituiscono praticamente la regola
                        Facciamo tutti tesoro delle esperienze altrui soprattutto se negative per organizzare al meglio ne nostre uscite soprattutto se ci muoviamo in autonomia e desideriamo divertirci senza creare problemi a noi e agli altri
                        Cordialmente
                        Paolo
                        Paolo

                        Commenta


                        • #13
                          Una curiosità, premetto che non faccio immersioni tecniche,
                          anche io avrei finito la mia deco prima di risalire su questo non ho dubbi, ma quello che mi lascia perplesso è la differenza di tempo cioè tutto il gruppo era ok per uscire e te invece avevi ancora 10 minuti di deco una bella differenza,
                          ciò non toglie che avrebbero dovuto comunque aspettare te ma non vorrei che il "cortocircuito" sia nato proprio li,
                          ovvero che ci sia stata un incomprensione (per un motivo che non conosco) e tutti abbiano dato l'ok per la risalita e quindi la guida abbia poi pensato "perchè non è risalito, cosa è rimasto giù a fare se dovevamo salire tutti!!!???"
                          Ma nel caso di ok per la risalita non c'è comunque il sistema di coppia dove ognuno controlla cosa fa il proprio compagno?
                          Ripeto non faccio immersioni tecniche non ne conosco le procedure e quindi potrei aver detto anche delle cazz..e
                          Ciao
                          Ultima modifica di CGL; 09-11-2019, 14:35.

                          Commenta


                          • #14
                            Credo tu abbia fatto bene a completare la decompressione e poi risalire. Se si fa decompressione mi sembra impensabile voler risalire tutti insieme solo perchè c'è "un problema": si rischia di averne due, invece che uno solo, da dover gestire.

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da CGL Visualizza il messaggio
                              Una curiosità, premetto che non faccio immersioni tecniche,
                              anche io avrei finito la mia deco prima di risalire su questo non ho dubbi, ma quello che mi lascia perplesso è la differenza di tempo cioè tutto il gruppo era ok per uscire e te invece avevi ancora 10 minuti di deco una bella differenza,
                              10 minuti di differenza in una tecnica escono fuori molto facilmente, usando gradienti diversi o altri algoritmi.
                              Ricordo un tuffo con un amico con computer rgbm, l'abbiamo fatta affiancati sul fondo... mentre in deco lui si è beccato 16 minuti di più e con quote tutte diverse

                              Commenta

                              Riguardo all'autore

                              Comprimi

                              darkfire Brevetti: TSA Trimix Light 55 / SSI Stress&Rescue / Fundamental / TSA SCR & CCR Media immersioni annue: > 100 Mi immergo sempre in configurazione tecnica e con attrezzatura fotografica Preligo il solo-dive Per saperne di più su darkfire

                              Statistiche comunità

                              Comprimi

                              Attualmente sono connessi 42 utenti. 0 utenti e 42 ospiti.

                              Il massimo degli utenti connessi: 813 alle 06:58 il 05-11-2019.

                              Scubaportal su Facebook

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X