Open vs Advanced

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • lucamatte06
    ha iniziato la discussione Open vs Advanced

    Open vs Advanced

    Ciao a tutti, per qualche mese non ho scritto ma adesso avrei bisogno di un consiglio, amo veramente la subacquea ma al momento mi sono dovuto fermare al brevetto open per ragioni di tempo e di budget. Progettando in teoria di fare il corso advanced nel mese di Giugno-Luglio, mi e' stato detto da un diving di cui mi sono gia' servito che il corso advance mi farebbe diventare un sub completamente indipendente, per un totale di.....400 euro.
    Business a parte, al di la' della profondita' che per brevetto posso raggiungere, a quali limitazioni in genere andrei incontro ?
    Grazie

  • RANA
    ha risposto
    Originariamente inviato da Mercurio90 Visualizza il messaggio

    https://ibb.co/60DnVkM

    Quinta riga dal basso.
    Ciao Mercurio90

    ​Grazie, non l'avevo letto prima.

    Effettivamente la copertura RC c'è anche per i privati, sostenevo un qualcosa che effettivamente non era corretto.

    Cordialmente
    Rana

    Lascia un commento:


  • Mercurio90
    ha risposto
    Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

    ​Scusa Mercurio90, puoi per cortesia indicarmi dove c'è scritto.

    Io ho dato un occhiata (ammetto molto rapida) al sito della Dan - piani assicurativi e non mi pare di vedere nei piani dedicati ai subacquei la copertura RC.

    https://www.daneurope.org/sport-member

    Sicuramente hai ragione ma avrei piacere leggere il tipo di copertura dato.

    Cordialmente
    Rana
    https://ibb.co/60DnVkM

    Quinta riga dal basso.

    Lascia un commento:


  • RANA
    ha risposto
    Ciao Blue Dive.

    Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio
    paga l'assicurazione di chi è, alla fine, ritenuto responsabile.
    Non è che se si è con un diving, in automatico paga l'assicurazione del diving o della guida. a prescindere dalle reali responsabilità.
    Scusa ma forse mi sono espresso male.
    ​Pensavo che quel "Ni" che avevo scritto per prima cosa avesse dato la misura al mio intervento.
    Se rileggi quello che ho scritto, io non ho detto che automaticamente, sempre e comunque, paga l'assicurazione del diving.
    Io ho detto che durante le operazioni di entrata ed uscita dall'acqua, eventuali problemi che derivano dalla corretto blocco delle bombole, ecc, ecc, potrebbe essere chiamato in causa il centro immersioni in quanto le operazioni che si svolgono a bordo della barca, gommone del diving sono almeno in parte sotto la responsabilità del centro immersioni.
    Ripeto, ci potrebbe essere - che non vuol dire che paga sempre e comunque.

    Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio
    Una cosa è la logistica, altra ogni singolo movimento dell'attrezzatura.
    Su questo sono d'accordo con te ma non è facile e scontato distinguere la differenza quando ci si trova sulla barca del diving.
    Comprendo quello che vuoi dire, capisco che stai dicendo una cosa giusta ma sappiamo anche che la vita non è "giusta".
    Si è tutti amici fino a quando non succede qualcosa, quando succede qualcosa io sono portato a ritenere che il diving si troverà il più delle volte a dare giustificazione degli eventi.

    Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio
    Potrebbe esplodere una torcia e ferire delle persone, saltare una frusta,
    Se la torcia che esplode è del diving che l'ha noleggiata, cosi pure la frusta appartiene ad un erogatore del diving noleggiato, non c'è il minimo dubbio la responsabilità è del centro immersioni che ha noleggiato l'attrezzatura.
    Se è di un privato effettivamente la responsabilità è del proprietario della torcia e/o dell'erogatore.
    Se il centro immersioni ricarica una bombola di un privato non revisionata e questa esplode la responsabilità è anche del centro che non ha verificato il collaudo.
    Insomma ci sono tante situazioni e ogni fatto va analizzato nel suo contesto prima di poter asserire di chi è la responsabilità.

    Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio
    un sub muoversi in maniera e luoghi non appropriati o poggiare una bombola dove esplicitamente vietato.
    Hai ragione, il problema è quando si è su una barca, la barca è un luogo giuridico particolare.

    Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio
    Non credo sia possibile, a priori, fare una casistica.
    Assolutamente d'accordo.

    Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio
    Nel caso specifico, mi sembrava d'aver capito, si parlasse di immersioni in solitaria.
    Si è vero, io effettivamente ho esteso il discorso.
    Io sbaglierò, ma quando uno s'immerge per proprio conto il problema non è tanto la responsabilità civile (cosa che per altro è difficile assicurare, anche qui sbaglierò ma per il momento concedetemi il beneficio del dubbio) il problema principale è tutelarsi nell'eventualità ci si facesse male.

    Il discorso brevetto non brevetto è pura semantica accademica.
    Al giorno d'oggi nessun subacqueo con le bombole è privo di uno straccio di brevetto per cui di cosa stiamo parlando ?

    Cordialmente
    Rana

    Lascia un commento:


  • RANA
    ha risposto
    Originariamente inviato da Mercurio90 Visualizza il messaggio
    Ho dato uno sguardo, la responsabilità civile verso terzi è prevista anche nel pacchetto base massimale 7.000 euro comprese spese legali.
    ​Scusa Mercurio90, puoi per cortesia indicarmi dove c'è scritto.

    Io ho dato un occhiata (ammetto molto rapida) al sito della Dan - piani assicurativi e non mi pare di vedere nei piani dedicati ai subacquei la copertura RC.

    https://www.daneurope.org/sport-member

    Sicuramente hai ragione ma avrei piacere leggere il tipo di copertura dato.

    Cordialmente
    Rana

    Lascia un commento:


  • blu dive
    ha risposto
    Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

    Ciao Blu Dive.
    ​Ni ....
    Se in un centro immersioni un cliente, entrando o uscendo dall'acqua, da una bombolata ad un altro probabilmente è il centro immersione che viene chiamato in causa come responsabile della gestione delle operazioni in barca sia inerenti all'entrata che all'uscita.
    Si è su una barca di un'attività che ha come scopo fornire il servizio e tra i servizi c'è quello di vegliare sulla sicurezza di bordo, sicurezza che si espleta anche nelle operazioni di entrata ed uscita dall'acqua, non che sulla sicurezza dei vincoli dell'attrezzatura (le bombole messe sulla rastrelliera).
    paga l'assicurazione di chi è, alla fine, ritenuto responsabile.
    Non è che se si è con un diving, in automatico paga l'assicurazione del diving o della guida. a prescindere dalle reali responsabilità.
    Una cosa è la logistica, altra ogni singolo movimento dell'attrezzatura.
    Potrebbe esplodere una torcia e ferire delle persone, saltare una frusta, un sub muoversi in maniera e luoghi non appropriati o poggiare una bombola dove esplicitamente vietato.
    Non credo sia possibile, a priori, fare una casistica.

    Nel caso specifico, mi sembrava d'aver capito, si parlasse di immersioni in solitaria.

    Lascia un commento:


  • Mercurio90
    ha risposto
    Ho dato uno sguardo, la responsabilità civile verso terzi è prevista anche nel pacchetto base massimale 7.000 euro comprese spese legali.

    Lascia un commento:


  • Mercurio90
    ha risposto
    Originariamente inviato da polpotto Visualizza il messaggio
    Ciao ,
    Mi riferivo a due casi diversi e non so quanto fattibili nella pratica :
    Caso 1:mi immergo da solo e do una bombolata ad un bagnante. Qualora avessi una polizza rc mi pagherebbero se non fossi brevettato?
    Caso 2:sono assicurato con il Dan mi immergo da solo e mi faccio male.L assicurazione mi copre non essendo brevettato?
    Sono domande fatte più che altro per il piacere di parlare con voi che altro.
    Ciao, se non ricordo male il DAN è legato ai brevetti. Quindi se tu non sei brevettato non ti assicura, se sei brevettato e ti immergi in autonomia sei coperto. Bisognerebbe capire cosa copre verso terzi. Che io sappia la copertura verso terzi è riservata alla figura dell'istruttore che stipula una assicurazione diversa rispetto al semplice subacqueo. Adesso mi collego sul sito del Dan, se non ricordo male le caratteristiche principali sono facilmente consultabili.

    Lascia un commento:


  • RANA
    ha risposto
    Originariamente inviato da polpotto Visualizza il messaggio
    Ciao ,
    Mi riferivo a due casi diversi e non so quanto fattibili nella pratica :
    Caso 1:mi immergo da solo e do una bombolata ad un bagnante. Qualora avessi una polizza rc mi pagherebbero se non fossi brevettato?
    ​Ciao Polpotto.
    Io ritengo, ma lascio la parola a chi è più preparato di me, che il problema non sia il possesso del brevetto o meno.
    Il problema sta nel fatto che probabilmente non troverai nessuna compagnia disposta ad assicurarti per una responsabilità civile cosi ad ampio spettro dove, di fatto, si troverebbe a pagare sinistri per ogni cosa che fai tu nel privato.

    Diverso è assicurare un'associazione, un diving, un istruttore ecc.

    Originariamente inviato da polpotto Visualizza il messaggio
    Caso 2:sono assicurato con il Dan mi immergo da solo e mi faccio male.L assicurazione mi copre non essendo brevettato?
    Sono domande fatte più che altro per il piacere di parlare con voi che altro.
    Al giorno d'oggi trovare un subacqueo che non ha neanche un brevetto base è quasi impossibile, per cui è una domanda che è più teorica che pratica.
    Io mi assicuro contro quello che mi può succedere sott'acqua con la Dan, penso che se mi faccio male sono comunque coperto nei limiti d'indennizzo stipulati indipendentemente dal fatto che sono o non sono brevettato.

    Ovviamente qui, ammetto che potrei sbagliarmi, non ho la certezza di quello che ho detto, esprimo solo un mio pensiero che come tale potrebbe essere errato.

    Con questo ripeto non è un problema reale dato che oggi chiunque vada sott'acqua ha almeno un brevetto base.

    Cordialmente
    Rana


    Lascia un commento:


  • polpotto
    ha risposto
    Ciao ,
    Mi riferivo a due casi diversi e non so quanto fattibili nella pratica :
    Caso 1:mi immergo da solo e do una bombolata ad un bagnante. Qualora avessi una polizza rc mi pagherebbero se non fossi brevettato?
    Caso 2:sono assicurato con il Dan mi immergo da solo e mi faccio male.L assicurazione mi copre non essendo brevettato?
    Sono domande fatte più che altro per il piacere di parlare con voi che altro.

    Lascia un commento:


  • RANA
    ha risposto
    Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio
    se, per esempio, entrando o uscendo da una bombolata a qualcuno
    Ciao Blu Dive.
    ​Ni ....

    Se in un centro immersioni un cliente, entrando o uscendo dall'acqua, da una bombolata ad un altro probabilmente è il centro immersione che viene chiamato in causa come responsabile della gestione delle operazioni in barca sia inerenti all'entrata che all'uscita.
    Si è su una barca di un'attività che ha come scopo fornire il servizio e tra i servizi c'è quello di vegliare sulla sicurezza di bordo, sicurezza che si espleta anche nelle operazioni di entrata ed uscita dall'acqua, non che sulla sicurezza dei vincoli dell'attrezzatura (le bombole messe sulla rastrelliera).

    Solo se sei da solo su una spiaggia e fai cadere la tua bombola sulla mano di una persona che sta li a prendere il sole sei effettivamente responsabile ma questa responsabilità è quella necessaria a qualsiasi atto che noi facciamo in privato, anche trasportare un cestello di birre in spiaggia nella malaugurata ipotesi cada sulla testa di una persona che sta prendendo il sole ci espone a responsabilità.

    In genere sono le associazioni, i club, i diving, gli istruttori, le guide che si assicurano.
    Le associazioni e i club assicurano i proprio soci da quei danni legati alla responsabilità civile, come per esempio una bombolata data a un terzo per sbaglio, ma attenzione durante le attività di circolo.

    Se un socio per i fatti suoi va al mare e distrattamente fa cadere la bombola sulla mano di un'altra persona non è coperto dato che non è durante l'attività di circolo.

    Le assicurazioni non prendono in esame la responsabilità civile del privato durante la sua attività da privato.

    Per cui non si è coperti da questi aspetti dal punto di vista responsabilità civile come semplici subacquei durante le attività subacquee svolte per proprio conto.
    Il problema non esiste dato che non c'è questo tipo di copertura.

    Cordialmente
    Rana


    Lascia un commento:


  • blu dive
    ha risposto
    Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

    Ma - mi spieghi che tipo di responsabilità verso terzi si assume un subacqueo che s'immerge per i fatti suoi ?
    Verso chi è responsabile, oltre se stesso ovviamente ?
    se, per esempio, entrando o uscendo da una bombolata a qualcuno

    Lascia un commento:


  • RANA
    ha risposto
    Originariamente inviato da polpotto Visualizza il messaggio
    Ma quindi non avrei problemi assicurativi?Mi spiego meglio, se causo danni a terzi cosa succederebbe?Qualora fossi assicurato col DAN cosa accadrebbe?
    Sempre per la serie i dubbi del neofita :-D
    Ciao Polpotto.

    Scusa ma non riesco a comprendere il discorso, per cui ti chiedo di spiegarmi quello che io non riesco a recepire.

    Parli di responsabilità civile dato che parli di danni a terzi.
    la responsabilità civile scatta per:
    "​Qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno​"

    La responsabilità grava sicuramente su ben determinate figure professionali nell'ambito della subacquea:

    * Istruttori
    * Guide
    * Centri immersione (Diving)

    Nelle rispettive competenze ognuno di questi soggetti s'impegna a garantire un certo grado di sicurezza.
    La guida ad accompagnare i subacquei lungo un percorso che sia proporzionato, in termini di difficoltà, al loro sapere e saper fare.
    L'istruttore s'impegna a garantire la sicurezza del processo di apprendimento, all'interno dei canoni previsti.
    I centri immersione ad operare in sicurezza, ad avere le dotazioni necessarie, ecc, ecc, ecc.

    Ma - mi spieghi che tipo di responsabilità verso terzi si assume un subacqueo che s'immerge per i fatti suoi ?
    Verso chi è responsabile, oltre se stesso ovviamente ?

    Cordialmente
    Rana

    Lascia un commento:


  • Tonnetto
    ha risposto
    Originariamente inviato da coffy84 Visualizza il messaggio
    ma rimando a chi ha più esperienza in merito una risposta esaustiva. le mie sono considerazioni personali ma non so a quanto possano corrispondere al vero
    Se fai danni a terzi ne rispondi a livello penale e/o amministrativo sulla base della cazzata che si combina.

    Lascia un commento:


  • coffy84
    ha risposto
    Originariamente inviato da polpotto Visualizza il messaggio
    Ma quindi non avrei problemi assicurativi?Mi spiego meglio, se causo danni a terzi cosa succederebbe?Qualora fossi assicurato col DAN cosa accadrebbe?
    Sempre per la serie i dubbi del neofita :-D
    Con DAN assicuri te stesso, e probabilmente se non in possesso di brevetto non ti darebbe copertura anche se non ne sono sicuro. nel caso di danni contro terzi ne rispondi, credo, in egual misura che tu abbia o meno un brevetto.

    ma rimando a chi ha più esperienza in merito una risposta esaustiva. le mie sono considerazioni personali ma non so a quanto possano corrispondere al vero

    Lascia un commento:

Riguardo all'autore

Comprimi

lucamatte06 Per saperne di più su lucamatte06

Statistiche comunità

Comprimi

Attualmente sono connessi 46 utenti. 1 utenti e 45 ospiti.

Il massimo degli utenti connessi: 206 alle 19:35 il 07-09-2018.

Scubaportal su Facebook

Comprimi

Sto operando...
X