Immersione senza usare il GAV una volta fatta la discesa

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #76
    Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

    Ciao Cidiemme.

    Bella

    C'è solo un piccolo errore tecnico nel disegno.
    Da come sono disegnate le bolle > il subacqueo sta risalendo a forte velocità con sacchetto della spesa vuoto e un piccone in mano ...
    Questo non è possibile - c'è qualcosa che non torna

    Scusa, ora mi sembra di essere ​"Sheldon Lee Cooper​" della serie ​"The Big Bang Theory​":




    Rana



    Ciao RANA !

    Hai ragione

    La velocità della risalita è quella standard de ' Il Mondo del silenzio' (occhio e croce 60 m/min.)
    il piccone potrebbe anche starci, ma con una muta.
    Però,
    se gli metto una muta non si vedono le mutande azzurre stile comandante Falco sul Thistlegorm.
    Penso che toglierò la cintura dei pesi. Il piccone mi piace un casino.
    Ultima modifica di cidiemme; 08-08-2019, 23:47.
    BLOG
    https://claudiodimanaoblog.blogspot.com/

    Commenta


    • #77


      miei appunti per le domande e le questioni che ho letto nel topic( non richieste, ma contribuisco):

      Per chi vuole imparare la tecnica definitiva del "no gav" consiglio un ottimo corso di apnea, magari all'Y40, e di maturare ore senza... la bombola sulla schiena.

      Solo così si possono imparare le reali potenzialità del corpo umano in quanto ad acquaticità, propulsione e stabilità.

      guardate cosa fa Pelizzari, come si muove e il suo rapporto con l'acqua:

      https://www.youtube.com/watch?v=FF1gXQA_yG8


      Per come sono fatto io, semmai volessi liberarmi dell'attrezzatura, penserei ad un reale training che mi porti alla libertà assoluta, anche dalle bombole.

      Commenta


      • #78
        Originariamente inviato da soul.stizio91 Visualizza il messaggio

        Per come sono fatto io, semmai volessi liberarmi dell'attrezzatura, penserei ad un reale training che mi porti alla libertà assoluta, anche dalle bombole.
        Mi sembra una giusta osservazione: no gav? no bombola.
        BLOG
        https://claudiodimanaoblog.blogspot.com/

        Commenta


        • #79
          Originariamente inviato da cidiemme Visualizza il messaggio
          no gav? no bombola.


          Mitica citazione ma io allo spot pubblicitario di George Clooney preferisco questo sempre della Martini:

          1995 - Spot Martini - con Charlize Theron


          Togliere ......


          Rana


          Commenta


          • #80
            Originariamente inviato da soul.stizio91 Visualizza il messaggio
            miei appunti per le domande e le questioni che ho letto nel topic( non richieste, ma contribuisco):

            Per chi vuole imparare la tecnica definitiva del "no gav" consiglio un ottimo corso di apnea, magari all'Y40, e di maturare ore senza... la bombola sulla schiena.

            Solo così si possono imparare le reali potenzialità del corpo umano in quanto ad acquaticità, propulsione e stabilità.

            guardate cosa fa Pelizzari, come si muove e il suo rapporto con l'acqua:

            https://www.youtube.com/watch?v=FF1gXQA_yG8


            Per come sono fatto io, semmai volessi liberarmi dell'attrezzatura, penserei ad un reale training che mi porti alla libertà assoluta, anche dalle bombole.
            Ciao Soul.

            Io penso che un conto è il mondo delle bombole ed un conto è il mondo dell'apnea.
            Non sono la stessa cosa e sono profondamente differenti.

            Per tanti motivi ad iniziare dalla filosofia con cui ci s'immerge, passando per le attrezzature, la tecnica e le nozioni.

            Io sono diversi anni che mi sono dedicato alle immersioni senza gav, personalmente non sono dovuto andare all'Y40.

            Parli di tecnica "definitiva"
            Temine che mi sorprende ed ammetto che sono curioso di capire perché lo usi, quali esperienze ti hanno portato a questa affermazione "definitiva" che sa molto di ultima ed indiscutibile "verità" (perdona se ti appaio polemico, non è mia intenzione ma ammetto che il termine mi ha colpito non poco).

            Ho un pochino d'esperienza anche nel settore dell'apnea penso che l'apnea sia effettivamente propedeutica ad ogni attività subacquea, fare apnea sicuramente dona eleganza, padronanza dei movimenti, acquaticità e controllo.
            Su questo non discuto ma ......

            ...... Un bravo apneista non è detto che, automaticamente, sappia anche andare con le bombole e senza gav, ripeto l'immersione con le bombole è un mondo a se, e, anche se ammetto che un apneista ha un know-how di partenza sicuramente di pregio questo non vuol dire che automaticamente lui sa anche andare con le bombole e per giunta senza gav.

            Ovviamente Pelizzari è una persona che dobbiamo necessariamente tenere fuori da questa discussione dato che è un più simile ad un "pesce" che ad un uomo, normalmente non si ha a che fare con persone cosi preparate e dotate.

            Per me il "senza gav" è una tecnica con cui mi piace immergermi con le bombole e non certo fare apnea.

            Senza le bombole non respiri, e, se non respiri non puoi immergerti e fare le stesse cose che fai se t'immergi con le bombole anche se parliamo di Pelizzari (neanche lui riesce a stare 45 minuti a -20 metri).

            Senza il GAV ma con le bombole io posso immergermi, respirare, e, fare tutto quello che fanno i subacquei con le bombole che usano il gav.

            Sono diversi anni che facci provare la tecnica senza gav.
            Trovo che parlarne a livello teorico sia forviante, mentre nella pratica tutto diventa semplice ed immediato.
            Forviante, perché porta a pensare che sia più un "dono" o capacità frutto di alchemiche nozioni tramandate con antichi rituali cosa che non è assolutamente vera.

            Una cosa che tutti mi dicono - con la faccia stupita - quando riemergono dalla prova è: "ma è facile"
            Ed io rispondo: mica ho mai detto che era difficile.

            Andare senza gav, correttamente impostati, non è difficile, non richiede le capacità di Pelizzari, ci vuole solo un pochino di acquaticità, la stessa che serve per prendere un brevetto open.

            Per questo sono rimasto colpito dall'espressione "tecnica definitiva", io la definirei una tecnica naturale e semplice.

            Se l'approccio è facile, il difficile è padroneggiarla correttamente - farla propria - dato che questo richiede un percorso d'esperienza, bisogna fare un pochino d'immersioni in cui ci si affina e questo pochi poi lo fanno.

            Sicuramente il senza gav, porta l'immersione ad un livello più "fisico" ma attenzione, con questo termine non intendere sforzo e stress, no nella maniera più assoluta.
            Con "fisico" intendo dire che l'immersione si vive più con il corpo che con l'attrezzatura che s'indossa e questo a me piate tantissimo.
            In questo ammetto che c'è un affinità con gli apneisti ma è un affinità e non certo un "uguaglianza"

            Una subacquea semplice, leggera, spensierata.

            Cordialmente
            Rana

            Commenta


            • #81
              Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio

              Ciao Soul.

              Io penso che un conto è il mondo delle bombole ed un conto è il mondo dell'apnea.
              Non sono la stessa cosa e sono profondamente differenti.

              Per tanti motivi ad iniziare dalla filosofia con cui ci s'immerge, passando per le attrezzature, la tecnica e le nozioni.

              Io sono diversi anni che mi sono dedicato alle immersioni senza gav, personalmente non sono dovuto andare all'Y40.

              Parli di tecnica "definitiva"
              Temine che mi sorprende ed ammetto che sono curioso di capire perché lo usi, quali esperienze ti hanno portato a questa affermazione "definitiva" che sa molto di ultima ed indiscutibile "verità" (perdona se ti appaio polemico, non è mia intenzione ma ammetto che il termine mi ha colpito non poco).

              Ho un pochino d'esperienza anche nel settore dell'apnea penso che l'apnea sia effettivamente propedeutica ad ogni attività subacquea, fare apnea sicuramente dona eleganza, padronanza dei movimenti, acquaticità e controllo.
              Su questo non discuto ma ......

              ...... Un bravo apneista non è detto che, automaticamente, sappia anche andare con le bombole e senza gav, ripeto l'immersione con le bombole è un mondo a se, e, anche se ammetto che un apneista ha un know-how di partenza sicuramente di pregio questo non vuol dire che automaticamente lui sa anche andare con le bombole e per giunta senza gav.

              Ovviamente Pelizzari è una persona che dobbiamo necessariamente tenere fuori da questa discussione dato che è un più simile ad un "pesce" che ad un uomo, normalmente non si ha a che fare con persone cosi preparate e dotate.

              Per me il "senza gav" è una tecnica con cui mi piace immergermi con le bombole e non certo fare apnea.

              Senza le bombole non respiri, e, se non respiri non puoi immergerti e fare le stesse cose che fai se t'immergi con le bombole anche se parliamo di Pelizzari (neanche lui riesce a stare 45 minuti a -20 metri).

              Senza il GAV ma con le bombole io posso immergermi, respirare, e, fare tutto quello che fanno i subacquei con le bombole che usano il gav.

              Sono diversi anni che facci provare la tecnica senza gav.
              Trovo che parlarne a livello teorico sia forviante, mentre nella pratica tutto diventa semplice ed immediato.
              Forviante, perché porta a pensare che sia più un "dono" o capacità frutto di alchemiche nozioni tramandate con antichi rituali cosa che non è assolutamente vera.

              Una cosa che tutti mi dicono - con la faccia stupita - quando riemergono dalla prova è: "ma è facile"
              Ed io rispondo: mica ho mai detto che era difficile.

              Andare senza gav, correttamente impostati, non è difficile, non richiede le capacità di Pelizzari, ci vuole solo un pochino di acquaticità, la stessa che serve per prendere un brevetto open.

              Per questo sono rimasto colpito dall'espressione "tecnica definitiva", io la definirei una tecnica naturale e semplice.

              Se l'approccio è facile, il difficile è padroneggiarla correttamente - farla propria - dato che questo richiede un percorso d'esperienza, bisogna fare un pochino d'immersioni in cui ci si affina e questo pochi poi lo fanno.

              Sicuramente il senza gav, porta l'immersione ad un livello più "fisico" ma attenzione, con questo termine non intendere sforzo e stress, no nella maniera più assoluta.
              Con "fisico" intendo dire che l'immersione si vive più con il corpo che con l'attrezzatura che s'indossa e questo a me piate tantissimo.
              In questo ammetto che c'è un affinità con gli apneisti ma è un affinità e non certo un "uguaglianza"

              Una subacquea semplice, leggera, spensierata.

              Cordialmente
              Rana

              Se la tecnica è come dici tu una immersione a circuito aperto però sentendosi più leggeri, con meno carico, meno sofisticazione, allora i tuoi discorsi sull'idrodinamicità devi un po' accantonarli perchè hai scritto veramente tanto sulle modalità con cui il corpo approccia all'acqua ma con una bombola sulle spalle è praticamente impossibile esprimere il tuo 100% di acquaticità.

              Quindi tu quando parli di acquaticità con una bombola sulle spalle, nno è la reale acquaticità ma una forma avanzata di adattamento alle dinamiche che intervengono sul tuo corpo e sulla costrizione ( non da poco) che hai dietro.

              Ho linkato il buon Pelizzari per questo, perché è la rappresentazione della tecnica definitiva della padronanza dell'acquaticità come sinuosità - impossibile fare i movimenti acquativi imbragati - e portanza necessari a non avere nemmeno un chilo addosso. E' uno dei migliori al mondo, non a caso.

              Perciò faccio fatica a capire come si possano rimproverare gli utenti di questo forum - come tu hai fatto - sul non sapere cos'è l'acquaticità quando questa avviene in ambienti e momenti molto diversi dal fine ultimo che tu indichi.

              Perciò, queste tue indicazioni preziosissime sul movimento e sul rapporto con l'acqua possono trovare, semmai, spazio nell'apnea dove si può realmente agire a 360°.

              Tecnica definitiva è ovviamente ironico perché, appunto, scoprendo l'acqua calda - la massma efficientazione del corpo umano nell'acqua - si studia generalmente l'apnea. Campo che vanta il culmine massimo - tecnica definitiva? - di certe tecniche a te care.

              Questo per esprimere il concetto principale: semmai avessi bisogno di sentirmi leggero proverei a togliere veramente tutto Ma questo è un mio desiderio recondito che prima o poi asseconderò sicuramente.... Sono due settori diversi, come tu ricordi, appunto. Allora non ci dovrebbe essere problema a lasciarsi il gav addosso nello scuba e a togliersi tutto nel free.



              saluti
              Ultima modifica di soul.stizio91; 23-08-2019, 17:24.

              Commenta


              • #82
                Ho letto tutto d'un fiato e... la curiosità di provare, chiamiamola curiosità ma credo sia più sete di conoscenza, si è aperta una grande breccia nella mia mente. So che si può fare, Rana ha sempre calamitato la mia attenzione su tutto quel che ha scritto. Non so se io arrivo a farlo, ma questo è da capire solo dopo averci sbattuto il grugno. Oh, poi magari non mi ci trovo, poi magari non ci riesco, poi magari non mi piace, poi magari invece vendo il gav. Non lo so, e se non mi ci metto in ballo non lo saprò mai.
                Che poi, e mi ci ha fatto riflettere Seafox con la sua esperienza, non si tratta di apprendere una tecnica per il gusto di dire io la so. È tutto quel che ti arriva con quella esperienza ad arricchirti, a darti maggior consapevolezza ed esperienza. Son cose che sott'acqua servono. Dò per scontato che il gav è necessario, e invece è come il telefono cellulare, ho vissuto 30 senza e sono sopravvissuto lo stesso.
                Se per caso prima o poi organizzaste un tuffo senza gav, ovviamente col vostro permesso e invito, io prendo la macchina e arrivo, nun c'ho paura. Anzi, si, un po' ce l'ho, ma la curiosità è più grande

                Commenta


                • #83
                  Originariamente inviato da soul.stizio91 Visualizza il messaggio


                  Se la tecnica è come dici tu una immersione a circuito aperto però sentendosi più leggeri, con meno carico, meno sofisticazione, allora i tuoi discorsi sull'idrodinamicità devi un po' accantonarli perchè hai scritto veramente tanto sulle modalità con cui il corpo approccia all'acqua ma con una bombola sulle spalle è praticamente impossibile esprimere il tuo 100% di acquaticità.

                  Quindi tu quando parli di acquaticità con una bombola sulle spalle, nno è la reale acquaticità ma una forma avanzata di adattamento alle dinamiche che intervengono sul tuo corpo e sulla costrizione ( non da poco) che hai dietro.

                  Ho linkato il buon Pelizzari per questo, perché è la rappresentazione della tecnica definitiva della padronanza dell'acquaticità come sinuosità - impossibile fare i movimenti acquativi imbragati - e portanza necessari a non avere nemmeno un chilo addosso. E' uno dei migliori al mondo, non a caso.

                  Perciò faccio fatica a capire come si possano rimproverare gli utenti di questo forum - come tu hai fatto - sul non sapere cos'è l'acquaticità quando questa avviene in ambienti e momenti molto diversi dal fine ultimo che tu indichi.

                  Perciò, queste tue indicazioni preziosissime sul movimento e sul rapporto con l'acqua possono trovare, semmai, spazio nell'apnea dove si può realmente agire a 360°.

                  Tecnica definitiva è ovviamente ironico perché, appunto, scoprendo l'acqua calda - la massma efficientazione del corpo umano nell'acqua - si studia generalmente l'apnea. Campo che vanta il culmine massimo - tecnica definitiva? - di certe tecniche a te care.

                  Questo per esprimere il concetto principale: semmai avessi bisogno di sentirmi leggero proverei a togliere veramente tutto Ma questo è un mio desiderio recondito che prima o poi asseconderò sicuramente.... Sono due settori diversi, come tu ricordi, appunto. Allora non ci dovrebbe essere problema a lasciarsi il gav addosso nello scuba e a togliersi tutto nel free.

                  saluti

                  Ciao Soul.
                  Che esperienza hai nel "senza gav" ? ? ?

                  Grazie per l'eventuale risposta.

                  Cordialmente
                  Rana

                  Commenta


                  • #84
                    Inutile dire che se l'amico RANA decidesse di organizzare un'uscita senza GAV,mi aggregherei volentieri anch'io!

                    Commenta


                    • #85
                      Ciao Soul

                      Originariamente inviato da soul.stizio91 Visualizza il messaggio
                      Se la tecnica è come dici tu una immersione a circuito aperto però sentendosi più leggeri, con meno carico, meno sofisticazione, allora i tuoi discorsi sull'idrodinamicità devi un po' accantonarli perchè hai scritto veramente tanto sulle modalità con cui il corpo approccia all'acqua ma con una bombola sulle spalle è praticamente impossibile esprimere il tuo 100% di acquaticità.
                      ​Parli con certezze tanto da esprimere percentuali sull'acquaticità e dare giudizi sul mio modo di andare sott'acqua.

                      Io esprimo la mia acquaticità, il fatto che possa non essere il 100% da te ventilato ha per me poca importanza.

                      Nessuno è in grado di emulare un apneista, come l'apneista non è in grado di fare quello che fa il bombolaro.
                      Su questo non si discute.

                      La cosa che trovo surreale è sovrapporre le due esperienze diverse (apnea vs bombole)- come stai facendo tu.

                      Se mi giudici come apneista parliamo di apnea e basta, se vuoi giudicarmi come bombolaro mi giudichi dome bombolaro ma non puoi incrociare i due campi perché quello che ottieni è sempre un paradosso che ha poco senso.

                      Originariamente inviato da soul.stizio91 Visualizza il messaggio
                      Quindi tu quando parli di acquaticità con una bombola sulle spalle, nno è la reale acquaticità ma una forma avanzata di adattamento alle dinamiche che intervengono sul tuo corpo e sulla costrizione ( non da poco) che hai dietro.
                      Questa suona come: "La palingenetica obliterazione dell'io cosciente che s'infutura nell'antropomorfismo universale ....."

                      Senti se bazzichi in Liguria incontriamoci e condividiamo un immersione - poi parliamo

                      Originariamente inviato da soul.stizio91 Visualizza il messaggio
                      Ho linkato il buon Pelizzari per questo, perché è la rappresentazione della tecnica definitiva della padronanza dell'acquaticità come sinuosità - impossibile fare i movimenti acquativi imbragati - e portanza necessari a non avere nemmeno un chilo addosso. E' uno dei migliori al mondo, non a caso.
                      Siamo su due pianeti differenti.
                      O parliamo di bombole o parliamo di apnea.
                      Pelizzari è un virtuoso dell'apnea su questo nulla da dire ma non è per questo il depositario del vero con le bombole che sono un mondo a parte.

                      Originariamente inviato da soul.stizio91 Visualizza il messaggio
                      Perciò faccio fatica a capire come si possano rimproverare gli utenti di questo forum - come tu hai fatto - sul non sapere cos'è l'acquaticità quando questa avviene in ambienti e momenti molto diversi dal fine ultimo che tu indichi.
                      Io non ho rimproverato nessuno.
                      Per cortesia gradirei che non mi metti in bocca parole che non ho scritto.
                      Questo tuo pensare che io ho rimproverato qualcuno è solo una tua libera interpretazione di quello che ho scritto e che per certo (rileggi) non è certo un rimprovero.
                      Io ho detto che le capacità nell'apnea di Pelizzari sono tali che pochi nel mondo possono vantare.
                      E' come dire che Valentino Rossi è un virtuoso della Moto GP che pochi possono eguagliare, per questo mica rimprovero il popolo dei motociclisti.

                      L'acquaticità con le bombole non può essere la stessa cosa dell'acquaticità in apnea ma questo non vuol dire che l'apnea non possa contribuire a dare elementi di miglioramento.
                      Il tuo errore è pensare che l'apnea sia nel settore bombole il cardine assoluto.
                      Questo non è vero.

                      Originariamente inviato da soul.stizio91 Visualizza il messaggio
                      Perciò, queste tue indicazioni preziosissime sul movimento e sul rapporto con l'acqua possono trovare, semmai, spazio nell'apnea dove si può realmente agire a 360°.
                      Questo lo dici tu.
                      Ovviamente io non condivido.
                      Se voglio stare sott'acqua tempi lunghi devo andare con le bombole.
                      Se vado con le bombole tutto faccio tranne che apnea.

                      Originariamente inviato da soul.stizio91 Visualizza il messaggio
                      Tecnica definitiva è ovviamente ironico perché, appunto, scoprendo l'acqua calda - la massma efficientazione del corpo umano nell'acqua - si studia generalmente l'apnea. Campo che vanta il culmine massimo - tecnica definitiva? - di certe tecniche a te care.
                      Scusa ma ci siamo mai immersi insieme ?
                      No, cosi per curiosità, dato che ti prendi la libertà di dare giudizi su come io vado in acqua con tanta certezza tanto da affermare le tecniche a me care ?

                      Originariamente inviato da soul.stizio91 Visualizza il messaggio
                      Questo per esprimere il concetto principale: semmai avessi bisogno di sentirmi leggero proverei a togliere veramente tutto
                      E chi te lo impedisce ?

                      Nessuno ti vieta di andare in apnea, ma, andare in apnea non è la stessa cosa che andare senza gav.
                      Su questo concorderai.

                      Originariamente inviato da soul.stizio91 Visualizza il messaggio
                      Ma questo è un mio desiderio recondito che prima o poi asseconderò sicuramente.... Sono due settori diversi, come tu ricordi, appunto.
                      Scusa nella mia piccola esperienza in apnea come istruttore pensavo che almeno tu fossi un apneista da come parli ?
                      Ora, al contraio mi sembra di capire che non hai esperienza nell'apnea ?

                      Se cosi, scusami non sei un apneista, non vai senza gav (correggimi se sbaglio) ma con quali esperienze mi giudichi ???

                      Originariamente inviato da soul.stizio91 Visualizza il messaggio
                      Allora non ci dovrebbe essere problema a lasciarsi il gav addosso nello scuba e a togliersi tutto nel free.
                      Nessun problema a lasciare il gav addosso a chi lo vuole.
                      Ci mancherebbe.
                      Come non ho problemi a fare un uscita in apnea.

                      In più a me piace andare con le bombole senza gav, mi spieghi il problema che tu hai ???

                      Cordialmente
                      Rana


                      Commenta


                      • #86
                        Originariamente inviato da unicorno Visualizza il messaggio
                        Inutile dire che se l'amico RANA decidesse di organizzare un'uscita senza GAV,mi aggregherei volentieri anch'io!
                        E' sempre un piacere incontrare un amico.
                        Ti faccio sapere

                        Ciao
                        Rana

                        Commenta


                        • #87
                          Originariamente inviato da RANA Visualizza il messaggio
                          Ciao Soul



                          ​Parli con certezze tanto da esprimere percentuali sull'acquaticità e dare giudizi sul mio modo di andare sott'acqua.

                          Io esprimo la mia acquaticità, il fatto che possa non essere il 100% da te ventilato ha per me poca importanza.

                          Nessuno è in grado di emulare un apneista, come l'apneista non è in grado di fare quello che fa il bombolaro.
                          Su questo non si discute.

                          La cosa che trovo surreale è sovrapporre le due esperienze diverse (apnea vs bombole)- come stai facendo tu.

                          Se mi giudici come apneista parliamo di apnea e basta, se vuoi giudicarmi come bombolaro mi giudichi dome bombolaro ma non puoi incrociare i due campi perché quello che ottieni è sempre un paradosso che ha poco senso.



                          Questa suona come: "La palingenetica obliterazione dell'io cosciente che s'infutura nell'antropomorfismo universale ....."

                          Senti se bazzichi in Liguria incontriamoci e condividiamo un immersione - poi parliamo



                          Siamo su due pianeti differenti.
                          O parliamo di bombole o parliamo di apnea.
                          Pelizzari è un virtuoso dell'apnea su questo nulla da dire ma non è per questo il depositario del vero con le bombole che sono un mondo a parte.



                          Io non ho rimproverato nessuno.
                          Per cortesia gradirei che non mi metti in bocca parole che non ho scritto.
                          Questo tuo pensare che io ho rimproverato qualcuno è solo una tua libera interpretazione di quello che ho scritto e che per certo (rileggi) non è certo un rimprovero.
                          Io ho detto che le capacità nell'apnea di Pelizzari sono tali che pochi nel mondo possono vantare.
                          E' come dire che Valentino Rossi è un virtuoso della Moto GP che pochi possono eguagliare, per questo mica rimprovero il popolo dei motociclisti.

                          L'acquaticità con le bombole non può essere la stessa cosa dell'acquaticità in apnea ma questo non vuol dire che l'apnea non possa contribuire a dare elementi di miglioramento.
                          Il tuo errore è pensare che l'apnea sia nel settore bombole il cardine assoluto.
                          Questo non è vero.



                          Questo lo dici tu.
                          Ovviamente io non condivido.
                          Se voglio stare sott'acqua tempi lunghi devo andare con le bombole.
                          Se vado con le bombole tutto faccio tranne che apnea.



                          Scusa ma ci siamo mai immersi insieme ?
                          No, cosi per curiosità, dato che ti prendi la libertà di dare giudizi su come io vado in acqua con tanta certezza tanto da affermare le tecniche a me care ?



                          E chi te lo impedisce ?

                          Nessuno ti vieta di andare in apnea, ma, andare in apnea non è la stessa cosa che andare senza gav.
                          Su questo concorderai.



                          Scusa nella mia piccola esperienza in apnea come istruttore pensavo che almeno tu fossi un apneista da come parli ?
                          Ora, al contraio mi sembra di capire che non hai esperienza nell'apnea ?

                          Se cosi, scusami non sei un apneista, non vai senza gav (correggimi se sbaglio) ma con quali esperienze mi giudichi ???



                          Nessun problema a lasciare il gav addosso a chi lo vuole.
                          Ci mancherebbe.
                          Come non ho problemi a fare un uscita in apnea.

                          In più a me piace andare con le bombole senza gav, mi spieghi il problema che tu hai ???

                          Cordialmente
                          Rana

                          Io non giudico nessuno, Rana. Volevo solo dire che un saggio scritto sull'acquaticità è sprecato se devi semplicemente spiegare cos'è un "rivolta" verso il basso o la giusta pesata per approcciare un tuffo senza gav. Richiami molto all'esperienza ed in effetti, è più una questione empirica che teorica.

                          In sostanza non critico niente, dico solo che tutti i concetti che affronti con molta attenzione trovano più spazio più senso nell'apnea. Punto.

                          Non sono Pelizzari e lui è il migliore al mondo, perfetto. Lo sappiamo.

                          Scusami se ti sei sentito offeso. Ma l'affermazione di non poter esprimere il proprio corpo al 100% con una bombola dietro la schiena la trovo realistica: magari puoi esprimerti al 90% ma non sarebbe comunque il totale.


                          La mia esperienza? poca, attualmente. Ma molta da nuotatore, disciplina in cui l'acquaticità è tutto, e il minimo cambiamento fa la differenza.

                          Saluti.

                          E... ovviamente... alla domanda: c'è un corso per andare senza GAV? Una tecnica? Io ancora risponderei... si! Un corso di Apnea ( non per forza alla Y40, d'accordo... ma vuoi mettere?)
                          Ultima modifica di soul.stizio91; 23-08-2019, 19:10.

                          Commenta


                          • #88
                            Vuoi andare senza GAV? Allunga fino alla Liguria e vai a provare con Rana e Unicorno... e magari mi aggiungo anche io se capita che ci sia posto...
                            RANA
                            Ho incontrato in Campania gente che si immerge regolarmente al Vervece e mi hanno detto che ci sono vari istruttori lì che si immergono sempre senza GAV con la vecchia tecnica, purtroppo non ricordo i nomi

                            Commenta


                            • #89
                              Con molto piacere!

                              Commenta


                              • #90
                                Se organizzaste un uscita e voleste contarmi, sarebbe un piacere immenso cimentarmi con voi!
                                P.S. Da Settembre ad Ottobre sono a casa nei meandri dell hinterland..
                                Deep inside of a parallel universe

                                Commenta

                                Riguardo all'autore

                                Comprimi

                                Sbiriguda Per saperne di più su Sbiriguda

                                Statistiche comunità

                                Comprimi

                                Attualmente sono connessi 42 utenti. 0 utenti e 42 ospiti.

                                Il massimo degli utenti connessi: 206 alle 19:35 il 07-09-2018.

                                Scubaportal su Facebook

                                Comprimi

                                Sto operando...
                                X