Giovani sub: sempre meno o sbaglio?

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #91
    Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio

    assoluta idiosincrasia con le forme non liquide dell'acqua )..
    condivido totalmente
    oggi ho solo visto la neve, e sono stato quasi male


    BLOG
    https://claudiodimanaoblog.blogspot.com/

    Commenta


    • #92
      Originariamente inviato da reato Visualizza il messaggio
      Credo che nello scritto di Claudio ci sia della sottile ironia.
      M'era sfuggita
      www.bludivecenter.com

      Commenta


      • #93
        Originariamente inviato da Bonnie Visualizza il messaggio

        Il mio sviluppato spirito di osservazione mi spinge a dedurre che tu sia il famoso scrittore!

        Complimenti vivissimi per le emozioni che sono in grado di suscitare i tuoi libri!
        Sappi che userò "Io sono il mare" , "Figli di una shammandura" (e tutta la tua antologia) per convincere la mia compagna a tornare in Egitto per le vacanze!

        Bonnie io li sto usando per convincere mia madre che le immersioni non sono pericolose XD, con il risultato che siccome voleva sapere come finiva "Io sono il mare" mi ha rubato l´e-reader per una settimana...
        mentre per colpa di "Figli di una shammandura" stavo per inciampare dal ridere, ho cominciato a fare le letture ad alta voce al mio ragazzo che è indeciso se uccidermi, ma poi perderebbe la buddy, o ridere.
        cidiemme piccola domanda fuori argomento...perchè non riesco a trovare "Subaquei cattivi" in versione e-book?

        Commenta


        • #94
          Originariamente inviato da cidiemme Visualizza il messaggio
          Io credo che il problema della scarsa diffusione della subacquea non riguardi solo i ragazzi. Credo ci sia un problema a monte di penetrazione della subacquea in altri campi, nel quotidiano: una mancata 'contaminazione'. Per fare un esempio: in qualche giochino da playstation potrebbero metterci benissimo dei subacquei, come potremmo vederli nelle serie tv o nelle pubblicità. Chiunque ha presente quante 'mele' si vedono al cinema e in TV ogni volta che viene inquadrato un laptop. Ecco, parlo proprio di questo.
          Qui devo correggerti, esistono e sono moltissimi i giochi che parlano di subacquea, te ne cito solo uno:
          ABZU -un vero capolavoro, esporativo. A chi ha figli che giocano con la PS o con il compurer non posso che consigliarlo, io guadandolo non vedevo l´ora di mettermi le bombole e andare in acqua
          (vi consiglio di guardare qualche video su Youtube)

          Originariamente inviato da cidiemme Visualizza il messaggio
          Io credo, e insisto, che il problema sia culturale.
          La subacquea è una velleità anche pericolosa, lo sci no.
          Vero, la subacquea viene ancora percepita ocme uno sport estremo, ma a differeza di altri sport è meno "figo", il motivo.
          Nessun Influenzer che conosca la pratica, volete sapere come far avvicinare la fascia dai 20-30 anni alla subacquea? Usate YouTube, per tutti quelli sotto i 20 anni YouTube è già un mezzo "vecchio" e non influente.

          Commenta


          • #95
            Originariamente inviato da Gb87 Visualizza il messaggio
            Nessun Influenzer che conosca la pratica, volete sapere come far avvicinare la fascia dai 20-30 anni alla subacquea? Usate YouTube, per tutti quelli sotto i 20 anni YouTube è già un mezzo "vecchio" e non influente.
            si, ma i social si diversificano/evolvono ad una velocità tale che non è possibile stargli dietro.
            per me (che oramai sono tra i vecchietti) i forum sono uno svago, FB un lavoro, Instagnam una chimera ... ...
            www.bludivecenter.com

            Commenta


            • #96
              Originariamente inviato da blu dive Visualizza il messaggio
              si, ma i social si diversificano/evolvono ad una velocità tale che non è possibile stargli dietro.
              per me (che oramai sono tra i vecchietti) i forum sono uno svago, FB un lavoro, Instagnam una chimera ... ...
              Vero, infatti c`è chi lo fa di mestiere, e se lo sa fare bene guadagna tanti ma veramente tanti soldi.

              Il punto è che, secondo me, in Italia nessuno comunica realmente la subacquea.
              Io mi ci sono avvicinata solo per caso/sbaglio nonostante sia nata e cresciuta in una città di mare, e se qualcuno mi chiedesse il motivo saprei anche rispondervi.
              Dalle mie parti (Trieste) nessuno ha mai presentato la subacquea a scuola (ai miei tempi), sono venuti a parlare di vela e canotaggio, parlare di nuoto sarebbe stato superfluo (il nuoto da noi è quasi nel sangue (io ho cominiciato a fare corsi di nuoto che di anni ne avevo 3)).
              Sulla spiaggia dove andavo al mare in estate venivano i sub a fare i corsi, ma mai nessuno di loro che avesse cercato di parlare con i ragazzi o con le famiglie che li guardano andare in mare come degli alieni.

              Se vi fosse un vero interesse nel comunicare la subacquea penso che dovrebbe essere comunicata in modo più easy e facile, a un ragazziono non interessano le bombole o i nomi tecnici dei pesci, ma fateli giocare a ABZU e poi chiedetegli se anche lui vuole nuotare con i pesci come nel videogioco e poi vediamo se non cerca di saperne di più.

              Commenta


              • #97
                Originariamente inviato da cidiemme Visualizza il messaggio
                non ci sono abbastanza subacquei quanti ce ne dovrebbero essere in un paese che ha 8000 chilometri di coste.
                Vale per tutte le attività ludico sportive collegate al mare. Pensa anche alla vela. Purtroppo è stata buttata via una grande risorsa regalandola ai balneari (ancora di più dopo l'ultima finanziaria) e trasformando gli italiani in spiaggiaroli estivi.
                www.liberisub.it
                Boicottate le mute cilicio industriali ed artigianali fatte con materiali scadenti e confezionate in modo approssimativo: le buone mute possono esistere http://www.poverosub.com/forum5/viewtopic.php?t=29273

                Commenta


                • #98
                  Boh, sarà come dite voi, ma io onestamente vedo anche tanta diffidenza.

                  Rimango convinto che lo scoglio del costo sia comunque "selettivo", ma anche il fatto che la subacquea sia percepita come "pericolosa" fa molto. Lo sport, soprattutto quando comporta una certa spesa, fino ad una certa età lo scelgono i genitori, c'è poco da fare. E se il comune sentire dell'uomo medio è "fare subacquea è pericoloso", il fatto che l'attività costi un tot, fa sì che il risultato sia questo: i giovani, con alcune significative eccezioni (chi vive vicino al mare, chi ha genitori subacquei) sono pochi. E' un dato "culturale"? E va be', chiamiamolo così.

                  Io non sono un subacqueo da club e pertanto mi muovo in diversi contesti; ebbene, c'è poco da fare, nell'ambiente vedo sopratutto capelli radi, barbe sale e pepe, pancette etc. etc. I giovani sono un'eccezione, almeno nella mia esperienza. Con questi presupposti, puoi fare tutta la comunicazione social che vuoi (You tube, videogiochi, Instagram e via dicendo), ma rimani lì. La realtà, da quanto capisco, è che anche nei periodi d'oro (metà anni 90/primi 2000) la parte del leone la faceva la fascia 30-50, ovvero gente con denaro da spendere e autonomia di scelta.
                  “Call me Ishmael. Some years ago - never mind how long precisely - having little or no money in my purse, and nothing particular to interest me on shore, I thought I would sail about a little and see the watery part of the world."

                  Commenta


                  • #99
                    Io mi sono fatto regalare il bibo come regalo di nozze e mio figlio ha fatto il primo corso padi a 7 anni in un contesto di stage estivo di judo in cui un amico istruttore sub faceva divertire i ragazzi con la subacquea. Alla fine tutti rrano felici ma solo mio figlio ha fatto il brevetto. Alla fine io ero l'unico genitore con il tarlo della subacquea e nel seguito nessuno dei ragazzi ha proseguito.
                    Avevo messo in conto la spesa per attrezzare mio figlio di bombola e gav e non parti o da zero come gli altri
                    Ogni anno per revisioni, barchino ed ammenicoli vari spendo comunque molto anche se non ho molti altri vizi e vado al mare da indipendente
                    Mala tempora currunt
                    Ciao
                    Paolo
                    Paolo

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da paolo55 Visualizza il messaggio
                      Alla fine tutti rrano felici ma solo mio figlio ha fatto il brevetto. Alla fine io ero l'unico genitore con il tarlo della subacquea e nel seguito nessuno dei ragazzi ha proseguito.
                      Avevo messo in conto la spesa per attrezzare mio figlio di bombola e gav e non parti o da zero come gli altri
                      Ogni anno per revisioni, barchino ed ammenicoli vari spendo comunque molto anche se non ho molti altri vizi e vado al mare da indipendente
                      Paolo
                      Ecco, appunto.
                      “Call me Ishmael. Some years ago - never mind how long precisely - having little or no money in my purse, and nothing particular to interest me on shore, I thought I would sail about a little and see the watery part of the world."

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da Ishmael Visualizza il messaggio
                        Rimango convinto che lo scoglio del costo sia comunque "selettivo", ma anche il fatto che la subacquea sia percepita come "pericolosa" fa molto. Lo sport, soprattutto quando comporta una certa spesa, fino ad una certa età lo scelgono i genitori, c'è poco da fare. E se il comune sentire dell'uomo medio è "fare subacquea è pericoloso", il fatto che l'attività costi un tot, fa sì che il risultato sia questo: i giovani, con alcune significative eccezioni (chi vive vicino al mare, chi ha genitori subacquei) sono pochi. E' un dato "culturale"? E va be', chiamiamolo così.
                        Su questo ti dò ragione.
                        Quanto avevo 16 anni andai a informarmi con un amico per fare un corso sub e prendere il brevetto. Il corso era troppo costoso per le nostre sole tasche, e visto che i genitori non erano d´accordo finimmo per dover rinunciare.
                        Anche perchè per mettere insieme quella cifra avremmo dovuto rinunciare a tutto il resto, dal cinema alle cene fuori alle serate con gli amici.
                        Va detto che, se anche i miei mi avessero pagato il corso, per il mio amico non sarebbe stato lo stesso per questo avrei comunque rinunciato.

                        Il brevetto l´ho preso circa un anno fa, e solamente perchè parlandone con il mio compagno è venuto fuori che anche lui avrebbe voluto fare subacquea.

                        Credo che i fattori che impediscono di cominciare/continuare un attività come la subacque (ma anche molte altre tipo il tiro con l´arco) siano 2:
                        La barriera economica, che con l´età forse si riesce a superare
                        Il fatto di fare gruppo, se hai un amico che uole farlo ci si fa forza in due e si comincia o si continua, se si è soli, magari può essere più difficile mettersi in gioco nel fare una cosa nuova, in un ambiente nuovo, senza conoscere nessuno.

                        Commenta


                        • Io avrei potuto permettermelo 20 anni fa ma tutti i miei amici facevano windsurf.Anche oggi vedo che i giovani magari fanno wakeboard o kite anzichè subacquea.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da polpotto Visualizza il messaggio
                            Io avrei potuto permettermelo 20 anni fa ma tutti i miei amici facevano windsurf.Anche oggi vedo che i giovani magari fanno wakeboard o kite anzichè subacquea.
                            Per le realtà che posso aver visto io, gli sport "di vela" son messi peggio della subacquea e non solo in Italia.
                            www.bludivecenter.com

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Gb87 Visualizza il messaggio

                              Qui devo correggerti, esistono e sono moltissimi i giochi che parlano di subacquea, te ne cito solo uno:
                              ABZU -un vero capolavoro
                              Visto, è spettacolare!
                              non lo sapevo.
                              Grazie.

                              Originariamente inviato da Gb87 Visualizza il messaggio
                              Nessun Influenzer che conosca la pratica....
                              Guarda:
                              mi hai tolto i tasti dalle dita.
                              Sono andato a guardarmi i Ferragnez alle Maldive (dei quali onestamente mi frega zero) ma l'ho fatto per vedere se c'era una maschera su una delle loro facce.

                              Non c'era.

                              Poi ho deciso che non potevo infierire su fatti e persone che non conosco:
                              dai motivi di salute all'incapacità di chi ha gestito l'evento, c'è un mondo inconoscibile, ma facile da biasimare su feisbuc.

                              Resta il fatto che costoro, nel bene e nel male, sono influencer
                              e non vedi mai una maledetta bombola sulle spalle di personaggi del genere!

                              Ci sarà anche un po' di imbecillità da parte della nostra industria?

                              Io credo di sì.


                              BLOG
                              https://claudiodimanaoblog.blogspot.com/

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da M. Visualizza il messaggio
                                Pensa anche alla vela. Purtroppo è stata buttata via una grande risorsa
                                ...che hanno raccolto i francesi
                                BLOG
                                https://claudiodimanaoblog.blogspot.com/

                                Commenta

                                Riguardo all'autore

                                Comprimi

                                mad Per saperne di più su mad

                                Statistiche comunità

                                Comprimi

                                Attualmente sono connessi 56 utenti. 7 utenti e 49 ospiti.

                                Il massimo degli utenti connessi: 206 alle 20:35 il 07-09-2018.

                                Scubaportal su Facebook

                                Comprimi

                                Sto operando...
                                X